Home Tags Piante officinali

Sei nella sezione: Piante officinali

Le piante officinali, care alla moderna fitoterapia, sono conosciute ed utilizzate fin dall’antichità per le loro proprietà curative, la maggior parte delle quali sono state oggi confermate dalle ricerche scientifiche. Ne esistono di tantissime varietà utili a fronteggiare i più comuni disturbi grazie alla sinergia di sostanze in esse contenute.

Le piante officinali sono sostanzialmente dei prodotti naturali dotati di specifici principi attivi che possono essere di diverso genere: antinfiammatori, sedativi, tonificanti, depurativi, ecc. e trovarsi particolarmente concentrati in diverse parti della pianta: fiori, foglie, corteccia, boccioli, ecc. Tra le più note e utilizzate piante officinali vi sono: aloe, arnica, artiglio del diavolo, betulla, biancospino, calendula, camomilla, cardo mariano, echinacea, eucalipto, ginko biloba, iperico, lavanda, malva, menta, passiflora, ribes nero, rosa canina, salvia, tè verde e timo.

Nel corso dei secoli sono stati ideati diversi sistemi per utilizzare al meglio le piante officinali e oggi esistono rimedi naturali fitoterapici sotto diverse forme: tinture madri, gemmoderivati, estratti secchi, oli essenziali e altro.

Le tinture madre sono soluzioni idroalcoliche che si realizzano a partire dalla pianta fresca o secca raccolta in un determinato periodo (quello in cui i suoi principi attivi sono più presenti) che varia da specie a specie. Le piante vengono fatte macerare nell’alcool per diversi giorni (da 20 a 40) con un rapporto tra erba e alcool generalmente di 1:10.

I gemmoderivati sono preparati della moderna fitoterapia ricavati dai boccioli e dalle gemme delle piante officinali nel periodo primaverile. Nei giovani getti sono racchiuse tutte le migliori proprietà della pianta e lasciandoli macerare in una soluzione composta da acqua, alcool e glicerina, tutte le loro potenzialità passano dalla pianta alla soluzione alcolica.

Gli oli essenziali vengono estratti con modalità diverse, la più utilizzata è attualmente la distillazione a vapore ma nel caso ad esempio degli oli essenziali di limone, pompelmo, arancio e mandarino, questi si ottengono tramite una particolare spremitura della loro scorza. Ricordiamo che gli oli essenziali sono rimedi molto concentrati ed efficaci da utilizzare con parsimonia (ne bastano spesso poche gocce).

Le diverse piante officinali, indipendentemente dalla forma in cui le troviamo disponibili, si utilizzano sia a scopo preventivo che terapeutico ma è sempre bene farlo sotto consiglio di un esperto in quanto non sono esenti da possibili effetti collaterali o interazione con i farmaci tradizionali.

Foglie di ulivo e olive in primo piano

Foglie di ulivo, antiossidanti e utili contro il colesterolo alto: proprietà e come usarle

Le foglie di ulivo sono conosciute per le loro proprietà antiossidanti e utili contro il colesterolo alto, ma non solo: vediamo di cosa si...
Ashwagandha in polvere sopra un tavolo

Ashwagandha, dall’ayurveda un rimedio contro lo stress: proprietà, come si usa e controindicazioni

L’Ashwagandha è un interessante rimedio della medicina ayurvedica utilizzato per il benessere di corpo e mente: vediamo a cosa serve, le sue proprietà e...
Pianta di serenoa repens

Serenoa repens, per la salute di prostata e capelli: ecco proprietà, usi erboristici e...

La serenoa repens rientra tra i rimedi della medicina popolare per trattare principalmente problemi a carico della prostata e capelli: vediamo le proprietà e...
Fiori gialli di erisimo

Erisimo, utile per le vie respiratorie: ecco proprietà, uso erboristico e controindicazioni

L’erisimo, noto anche come erba dei cantanti, viene apprezzato per le sue proprietà utili a combattere infiammazioni alla gola, tosse e abbassamento di voce,...
Ginseng: proprietà e controindicazioni

Ginseng, ideale per ritrovare le forze e superare lo stress: ecco proprietà e controindicazioni

Il ginseng rientra tra i rimedi più conosciuti e più richiesti in erboristeria per affrontare stress e affaticamento. Vediamo le proprietà e come usarlo...
Fiori di verbena di colore lilla

Verbena, antistress e digestiva: ecco proprietà, uso erboristico e controindicazioni

La verbena è una pianta usata in erboristeria per le sue qualità antistress, digestive e utili per la pelle, ma non solo. Scopri le...
Piante di escolzia con petali gialli

Escolzia per dormire bene ed evitare i risvegli notturni: come si assume

L’escolzia è un rimedio di spicco in fitoterapia, specialmente per combattere l'insonnia. Scopriamo proprietà, modalità di utilizzo e controindicazioni. Proprietà dell'escolzia Come utilizzare l'escolzia Associazioni consigliate con...
Pianta di achillea con fiori bianchi

Achillea millefoglie: proprietà, benefici, utilizzi in erboristeria e controindicazioni

L’achillea millefoglie è una pianta conosciuta sin dall’antichità per le numerose qualità benefiche. Come si usa? Quali sono i vantaggi? Presenta controindicazioni? Scopriamolo insieme. Proprietà...
Pianta di edera con foglie rampicanti

Edera, utile contro tosse, smagliature e cellulite: ecco proprietà, usi e controindicazioni

L’edera trova impiego sia in erboristeria, sia nel campo della cosmetica. Scopriamo quali sono le sue proprietà, come utilizzarla e quali possono essere le...
Carciofi e foglie di carciofo in primo piano

Estratto di carciofo in erboristeria: funzioni, benefici e consigli d’uso

Il carciofo è una pianta molto usata in cucina, ma forse a non tutti è noto il suo utilizzo a scopo medicinale. Quali sono...