Fumaria, la pianta che depura: ecco proprietà, usi in erboristeria e controindicazioni

La fumaria è una pianta officinale nota prevalentemente per l’azione epatoprotettiva e come diuretico e depuratore dell’organismo. Scopri proprietà, usi e controindicazioni della fumaria in erboristeria.

La fumaria è una pianta spontanea annuale, diffusa in tutte le regioni d’Italia; è molto comune ed è considerata infestante. Le proprietà della fumaria sono date principalmente da un alcaloide, la fumarina e da altri principi attivi come flavonoidi, acidi fenolici e acidi alifatici.

Pianta di Fumaria Officinalis

Fumaria: proprietà e benefici

La Fumaria officinalis è una pianta con proprietà utili al benessere del fegato; agisce principalmente come regolatore biliare. Svolge un’azione benefica su tutto l’apparato gastro-intestinale e aiuta a depurare l’organismo. Favorisce la salute della pelle e vanta le numerose altre qualità descritte di seguito.

✓ La fumaria come regolatore della bile

La bile è un liquido prodotto dal fegato, fondamentale per la digestione e per consentire all’organismo di trattenere le sostanze utili e di espellere quelle dannose. La fumaria aiuta a regolare la produzione di bile, ossia ne stimola la secrezione quando è scarsa, riducendola quando, invece, è eccessiva.

✓ La fumaria nella prevenzione dei calcoli

Grazie alla propria azione, la fumaria è in grado di inibire la formazioni di calcoli biliari nella cistifellea. È utile dunque a scopo preventivo, ma si può utilizzare anche quando i calcoli biliari sono già presenti.

✓ La fumaria per la digestione

Grazie ai principi attivi che contiene, la fumaria favorisce la digestione ed esercita un effetto benefico su tutto l’apparato gastrointestinale. Stimola l’attività dell’intestino e aiuta a depurarlo. È un rimedio utile in caso di stipsi.

✓ La fumaria per la salute e la bellezza della pelle

La fumaria aiuta a mantenere bella e sana la pelle. Favorisce la prevenzione e la risoluzione di eczemi causati da un’insufficiente funzionalità epatica. Trova impiego nel trattamento dell’acne e aiuta in caso di psoriasi.

✓ Altre qualità della fumaria

Le proprietà della fumaria non finiscono qui. La pianta, infatti, gode di altre qualità, tra cui ricordiamo:

  • È utile per chi soffre di anemia in quanto aiuta a regolare la produzione di globuli rossi;
  • Ha azione diuretica;
  • È utile contro il mal di testa, sia a scopo preventivo sia come trattamento;
  • Trova impiego nella prevenzione dell’aterosclerosi;
  • È un blando sedativo;
  • Riduce la pressione arteriosa.

Fumaria: gli utilizzi principali

La fumaria può essere utilizzata sotto forma di tintura madre, per preparare tisane e decotti, come integratore in capsule e compresse.

1 Tintura madre di fumaria

L’assunzione della tintura madre, diluita in acqua, viene in genere impiegata per migliorare la funzionalità epatica, per regolare la produzione di bile, in caso di digestione lenta e difficile e per combattere stitichezza, meteorismo e pesantezza addominale. Si assume solitamente prima dei pasti principali. La posologia precisa e la durata del ciclo di trattamento dipendono dalle specifiche esigenze, per cui è sempre consigliabile rivolgersi al medico, al farmacista o all’erborista.

2 Integratori di fumaria

Gli integratori a base di fumaria si trovano anche sotto forma di capsule. L’utilizzo è simile a quello appena descritto per la tintura madre. Le capsule, cioè, vanno assunte prima dei pasti, secondo una posologia e un ciclo terapeutico che dipendono dal caso specifico. Negli integratori per il fegato, spesso la pianta è associata a carciofo, cardo mariano e tarassaco.

3 Tisana alla fumaria

Per preparare una buona tisana a base di fumaria, portare a ebollizione l’acqua e versarvi un cucchiaino di estratto secco di fumaria. Coprire e lasciare in infusione per una decina di minuti, prima di filtrare.
Per preparare il decotto, mettere due cucchiai rasi di estratto secco in mezzo litro di acqua fredda, portare a bollore e far bollire per 15-20 minuti, prima di filtrare. La tisana e il decotto, come gli altri prodotti a base di quest’erba, favoriscono la depurazione dell’organismo; sono, inoltre, considerati un coadiuvante naturale nel trattamento dell’acne. Un rimedio antico prevedeva l’utilizzo della tisana o del decotto di fumaria per lavare la pelle in caso di eruzioni cutanee.

Informazioni botaniche

La fumaria (Fumaria Officinalis) è una pianta erbacea annuale, della famiglia delle Papaveracee, si trova principalmente nei campi e nei luoghi incolti di tutta la nostra zona submontana e predilige i terreni ricchi di calcare e potassio. Il fusto, di colore verde, ha solitamente un’altezza variabile tra 20 e 80 cm. Le foglie sono alterne, di un verde che tende al bruno, mentre i fiori solo di colore rosa violaceo. Le parti utilizzate a scopo terapeutico sono le sommità fiorite e le parti aeree.

Controindicazioni ed effetti collaterali della fumaria

La fumaria è ben tollerata a dosi terapeutiche. Se ne sconsiglia l’uso nei bambini e nelle donne in gravidanza o durante l’allattamento. È controindicata nelle persone che soffrono di glaucoma in quanto, specie a dosi elevate, può causare l’aumento della pressione oculare. Può interagire con i sedativi e con tutti i medicinali utilizzati per abbassare la pressione del sangue. L’abuso può causare diarrea e sonnolenza; l’uso prolungato può provocare ipotensione arteriosa.

Fumaria: prezzo e dove si compra

La fumaria si compra in erboristeria, in parafarmacia e online. Il prezzo può variare in base a numerosi fattori, pertanto, quelle fornite, sono indicazioni di massima. Una confezione di tintura madre da 50 ml costa mediamente 8-12 euro.

Esistono numerosi integratori in capsule o compresse a base di sola fumaria oppure in combinazione con altre erbe. All’incirca, una confezione da 200 capsule di integratore monocomponente costa intorno alle 20-25 €. Per una confezione da 100 g di fumaria taglio tisana si possono spendere 5-10 €, il prezzo, quindi, è veramente molto variabile; in genere il costo sale in funzione della qualità del prodotto.

Dove acquistare la tintura madre di fumaria

Tintura madre di Fumaria

Fumaria – Estratto Idroalcolico

Tintura madre di Fumaria proveniente da agricoltura biologica. Si tratta di una pianta utilizzata da secoli per contrastare stipsi e problemi delle vie biliari.

Alcuni articoli sono affiliati (ovvero se acquisti tramite il nostro link, noi riceviamo una piccola commissione).

Margherita Russo

Traduttrice, redattrice e blogger specializzata in contenuti per la medicina. Scrive per portali e blog che si occupano di salute naturale e stile di vita sano.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio