Gastrite, cosa mangiare a colazione? Ecco 5 ricette dolci e 5 salate adatte alla gastrite

Quando si ha la gastrite è di fondamentale importanza iniziare la giornata con gli alimenti giusti, vediamo quindi cosa mangiare al mattino in caso di gastrite.

La gastrite è un disturbo estremamente diffuso, che colpisce uomini e donne e può avere diverse cause e a volte diverse manifestazioni sintomatologiche. Si tratta dell’infiammazione, acuta o cronica, della mucosa gastrica, cioè del tessuto che ricopre le pareti interne dello stomaco. Le cause possono essere molteplici e legate, oltre che a patologie, anche ad abitudini alimentari scorrette o ad abitudini comportamentali che possono favorirla o scatenarla, quali il fumo di sigaretta o lo stress psicofisico.

Colazione sana adatta alla gastrite

I principali sintomi della gastrite sono il bruciore allo stomaco che può diventare un dolore molto forte ed insistente, la pesantezza a livello gastrico ed anche addominale, la difficoltà a digerire, il reflusso gastro-esofageo, la nausea ed il vomito. A questi possono anche associarsi sintomi come la tachicardia e il mal di testa.

Naturalmente, sia perché si tratta di una condizione infiammatoria, sia per la localizzazione dell’infiammazione stessa, l’alimentazione ha un ruolo fondamentale non solo nella prevenzione, ma anche nella cura di questa condizione. Anche quando si è costretti a seguire una terapia farmacologica, non si può prescindere da una dieta apposita. Per approfondire questo aspetto, vi invitiamo a leggere: Cosa mangiare con la gastrite? Ecco i cibi da preferire e quelli da evitare. Vediamo ora, invece, un approfondimento su cosa mangiare a colazione in caso di gastrite.

Cosa mangiare a colazione con la gastrite?

La colazione, si sa, è un pasto fondamentale, che non deve essere saltato ed è importante scegliere gli alimenti giusti, soprattutto se si ha la gastrite, in modo da iniziare la giornata nel modo giusto e prevenire eventuali disturbi che degli alimenti errati potrebbero scatenare, rovinando l’intera giornata.

Così come ci sono degli alimenti consigliati in caso di gastrite, ci sono anche alimenti che potrebbero peggiorare questa condizione. In generale, chi soffre di gastrite dovrebbe bandire dalla propria dieta gli alcolici [1], evitare le fonti di grassi e di zuccheri semplici, le spezie piccanti e ridurre il consumo di caffè, tè e bevande nervine [2]. Al contrario, bisognerebbe prediligere i cereali integrali, mangiare alimenti freschi, di stagione, evitando quelli conservati, consumare carni magre e pesce [3].

Gastrite e colazione: cosa mangiare dunque? A colazione è consigliabile scegliere dei cereali integrali o del pane integrale come fonte primaria di carboidrati, frutta fresca ad eccezione degli agrumi, come fonte di vitamine e antiossidanti, yogurt magro o formaggi freschi magri come fonte proteica ed evitare invece il caffè e il tè, che potrebbero essere sostituiti da un infuso, da bere però a temperatura ambiente, perché anche i cibi troppo freddi o troppo caldi possono causare fastidi.

Le fette biscottate integrali e il pane integrale tostato vanno benissimo, anche con aggiunta di marmellata, purché senza zuccheri aggiunti. Anche il latte vaccino può essere assunto e il latte ideale per la gastrite è quello parzialmente scremato e privo di lattosio, soprattutto se si hanno anche problemi intestinali, e, se gradite, si possono anche consumare bevande vegetali, a base di avena, soia, riso o mandorla, sempre facendo attenzione che si tratti di prodotti senza zuccheri aggiunti e di qualità. La frutta secca va consumata con moderazione ma non eliminata completamente poiché è ricca di benefici. Sarebbe invece bene evitare i biscotti industriali, perché quasi sempre molto ricchi di zuccheri e grassi, preferendo invece quelli fatti in casa.

5 idee per una colazione dolce adatta alla gastrite

Vediamo più nei dettagli qualche idea di una colazione per chi soffre di gastrite e preferisce mangiare la mattina dei cibi dolci, utilizzando dei cibi sani ma senza rinunciare al gusto, che soprattutto a colazione, momento “critico” per molti di noi, possa soddisfare il nostro appetito.

1 Cereali integrali e yogurt magro con frutta fresca

Ecco un’idea per una colazione adatta a chi ha fretta e non riesce tutti i giorni a preparare una colazione che preveda tempi più lunghi. Basterà infatti versare in una ciotola dello yogurt bianco magro o in alternativa uno yogurt vegetale, ad esempio lo yogurt di soia e aggiungervi dei cereali integrali, come, ad esempio, dei fiocchi di farro integrale soffiato (o fiocchi d’avena) da completare con della frutta fresca a pezzi, come banane, pesche, kiwi maturi, albicocche, mele, pere, uva, ecc.

2 Pane integrale con marmellata e latte di mandorla

Ancora una volta, chi non ha molto tempo da dedicare alla colazione, la mattina potrà mangiare una fetta di pane di segale tostato su cui spalmare della marmellata di more e lamponi, meglio se bio e con soli zuccheri della frutta, accompagnata da un bicchiere di latte di mandorla, che ha proprietà lenitive sulla mucosa gastrica. Se lo gradite, potete sostituire la marmellata di more con la vostra marmellata preferita, ricordando che è preferibile optare per una preparazione senza zuccheri aggiunti.

3 Pancake integrali alla banana

La banana è il frutto d’elezione per chi soffre di gastrite e tra l’altro si presta bene a delle ricette di dolci light, per cui potremmo preparare dei pancake utilizzando nell’ordine, da mescolare in una ciotola: farina integrale (3 cucchiai per circa 6 pancake), 2 banane mature schiacciate, un cucchiaino di miele, un cucchiaio di olio d’oliva, un uovo, mezzo cucchiaino di lievito per dolci e della vaniglia se gradita. Una volta creato l’impasto, basterà versarlo con un mestolo in una padella antiaderente, cuocerlo dai due lati (pochi minuti) per poi gustare i pancake con una bella tazza di infuso alla malva, al finocchio o alla liquirizia (quest’ultima solo se non si soffre di ipertensione).

4 Porridge d’avena con frutti di bosco

L’avena, grazie alle sue proprietà emollienti, calmanti e altamente nutritive, è l’alimento ideale per una colazione completa per chi soffra di gastrite. Basterà utilizzare dei fiocchi d’avena che potranno essere ammorbiditi aggiungendovi del latte, anche del latte d’avena o anche semplicemente con dell’acqua. Potremo dolcificarlo con un cucchiaino di miele e completarlo poi con della frutta fresca, come frutti di bosco e fragole.

5 Toast con ricotta e pesche

Per realizzare questa ricetta basterà tostare due fette di pane integrale o ai cereali, bisognerà poi prendere una pesca accuratamente lavata e tagliarla in fette dello spessore di 1 cm circa per poi scaldarle leggermente su una piastra. Sulle fette di pane tostato si spalmerà della ricotta fresca e vi si adageranno al di sopra le pesche per aggiungere infine mezzo cucchiaino di miele.

5 idee per una colazione salata adatta alla gastrite

Anche per chi predilige la colazione salata le ricette in caso di gastrite sono tante e tutte gustose, sia per chi la mattina ha fretta e non può dedicare tanto tempo alla preparazione, sia per chi ha più tempo o può preparare in anticipo delle sane e buone ricette per la colazione del giorno dopo.

1 Bruschetta con ricotta e petto di tacchino

Con del buon pane integrale di segale si può preparare una bruschetta sulla piastra oppure in forno o semplicemente nel tostapane da condire con della ricotta fresca e delle fette di petto di tacchino arrosto. Da bere potremmo sorseggiare del tè bancha o del tè bianco, naturalmente molto poveri di teina.

2 Frittata di albumi con verdure

Questa è un’ottima ricetta per chi ama le uova ma vuole restare leggero. Utilizzando soltanto gli albumi delle uova, che ne rappresentano la parte proteica, potremo preparare una frittata in padella con un filo d’olio. Per due persone saranno sufficienti 200 g di albumi, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e verdure a piacimento, come ad esempio spinacino fresco o valeriana con erbe aromatiche come prezzemolo e basilico. Basterà sbattere insieme gli ingredienti in una ciotola per poi cuocerli in padella antiaderente con un filo d’olio extravergine d’oliva. A metà cottura la si potrà girare e poi gustare la sofficissima frittata ancora calda.

3 Cracker integrali con crema di avocado

L’avocado è un frutto particolare ricco di grassi buoni che ben si presta ad essere abbinato con il pane o con i cracker, anche a colazione. Per realizzare questa ricetta basterà preparare una salsina con un avocado sbucciato e privato del nocciolo, che potrà facilmente essere schiacciato con una forchetta e poi condito con un pizzico di sale e delle erbette aromatiche come prezzemolo, coriandolo, maggiorana o erba cipollina. Il composto così ottenuto potrà essere spalmato su un grosso cracker integrale o una fetta di pane e gustato con un estratto di frutta, magari a base di carote, mela, zenzero e limone. Una colazione perfetta anche per i vegani.

4 Pancake con farina di ceci e formaggio caprino light

Chi ha un po’ più di tempo da dedicare alla preparazione della colazione potrebbe realizzare questa ricetta digeribile, sana e gustosa. Per due persone basterà mescolare in una ciotola 100 grammi di farina di ceci con un pizzico di sale, 4 grammi di lievito istantaneo e 150 ml di acqua. Una volta ottenuta una pastella liscia si potranno aggiungere delle erbe aromatiche come rosmarino e salvia, quindi si mette un mestolo di preparato su una teglia apposita per pancake e si procede cuocendoli come i normali pancake, cioè finché non si formeranno delle bolle in superficie per poi rigirarli. Una volta impiattati potranno essere conditi con un cucchiaio di formaggio caprino light.

5 Muffin salati alle zucchine

Ecco una ricetta adatta a chi ama infornare! Per ottenere sei muffin si dovranno utilizzare 100 grammi di zucchine da lavare e grattugiare. In una ciotola si dovrà mescolare un uovo con 100 ml di latte e 20 ml di olio extravergine d’oliva; in una seconda ciotola invece si disporranno 125 grammi di farina integrale, mezzo cucchiaino di lievito istantaneo e 20 grammi di parmigiano grattugiato. A questo punto si potranno unire gli ingredienti liquidi a quelli secchi e si dovrà amalgamare il tutto. È il momento di aggiungere le zucchine grattugiate fino ad ottenere un impasto omogeneo che si potrà versare in piccoli pirottini da infornare a 180°C per 20 minuti circa. Sarà possibile mangiare i muffin anche freddi oppure scaldarli se sono stati preparati in precedenza, si possono infatti conservare in un contenitore ermetico per due o tre giorni in frigorifero.

Cosa prendere al bar per colazione quando si ha la gastrite?

In caso di gastrite sarebbe opportuno consumare la colazione a casa e con calma ma a volte succede di avere fretta o comunque di non poter fare colazione a casa e dover quindi ripiegare su una colazione al bar. Naturalmente il classico cornetto o i dolci da pasticceria sono assolutamente da evitare così come abbiamo visto anche il caffè o il classico cappuccino, per cui potremmo ordinare uno yogurt vegetale da abbinare a dei fiocchi d’avena integrali oppure del latte di mandorla o un succo di frutta non acido e senza zuccheri aggiunti con delle fette biscottate integrali ed un velo di marmellata. In sostituzione del caffè potremmo prendere dell’orzo in tazza.

In caso di gastrite, quindi, la colazione dovrà essere leggera, con pochi zuccheri, ricca di alimenti freschi e di stagione, possibilmente priva di conservanti e di alimenti irritanti. Abbiamo appena visto delle idee per una sana colazione adatta alla gastrite. Sicuramente ci sono ancora tantissime ricette da poter utilizzare, perciò se avete la gastrite e avete voglia di condividere alcuni spunti per delle colazioni gustose fatte da voi, lasciate un commento.

Bibliografia

  • [1] Li G, Zhu L, Cao Z, et al. A New Participant in the Pathogenesis of Alcoholic Gastritis: Pyroptosis. PubMed (nih.gov)
  • [2] Duan Y, Zeng L, Zheng C, et al. Inflammatory Links Between High Fat Diets and Diseases. PubMed (nih.gov)
  • [3] Sara-Bethany S. Weir; Hossein Akhondi. Bland Diet PubMed (nih.gov)

Dott.ssa Azzurra De Luca

Biologa nutrizionista con un dottorato di ricerca in Scienze Morfologiche Molecolari. Negli ultimi anni ha lavorato negli Stati Uniti presso la Stanford University nel campo della biochimica e della biologia molecolare.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio