Home Alimentazione Mangiare sano I benefici del limone e le sue fantastiche proprietà

I benefici del limone e le sue fantastiche proprietà

Ultima modifica: 16 ottobre 2018

204400
60
Limoni interi e tagliati a metà sopra un tavolo

Povero di calorie e ricco di vitamina C, il limone presenta numerose proprietà benefiche tra cui favorire la digestione e rinforzare il sistema immunitario. Scopriamo tutti i benefici del limone.

Il limone, nome scientifico Citrus Limon, è un agrume la cui pianta appartiene alla famiglia delle Rutacee. La pianta di limone può crescere fino a 6 metri di altezza e fiorisce circa 2 volte l’anno, con la fioritura che può durare anche 2 mesi.

Il frutto del limone ha la buccia gialla, che può essere liscia o ruvida, ricca di oli essenziali che vengono estratti per uso alimentare o anche in profumeria. La polpa è suddivisa in spicchi e al suo interno possono essere presenti o meno i semi. Esistono diverse varietà di limone, ma tutti con le medesime proprietà nutrizionali. Esiste anche una varietà con la buccia verde, chiamato verdello.

Il limone viene coltivato in tutto il mondo, in particolare in zone dal clima caldo quindi in paesi soprattutto della fascia subtropicale. In Italia i limoni si coltivano in Sicilia, in Calabria e in Campania, con i famosi limoni di Sorrento e della costiera amalfitana. Le proprietà e i benefici del limone lo rendono adatto a una infinità di utilizzi: culinari, terapeutici e per la pulizia della casa. Vediamo quali sono le caratteristiche nutrizionali di questo agrume.

Limone: caratteristiche e valori nutrizionali

Il limone ha poche calorie, circa 29 kcal per 100 grammi, e una quota insignificante di grassi. Sono costituiti per la maggior parte da acqua, che rappresenta quasi 90 grammi su 100 grammi di limoni e hanno un basso indice glicemico.

Valori nutrizionali per 100g di limone senza buccia:
Kcal 29
Acqua 88,98 gr
Carboidrati 9,32 gr
Proteine 1,1 gr
Grassi 0,3 gr
Fibre 2,8 gr
Calcio 26 mg
Fosforo 16 mg
Ferro 0,6 mg
Potassio 138 mg
Magnesio 8 mg
Vitamina C o Acido Ascorbico 53 mg (88,3% RDA)
Vitamina B1 o Tiamina 0,04 mg (2,9% RDA)
Vitamina B2 o Riboflavina 0,02 mg (1,3% RDA
Vitamina B3 o Niacina 0,1 mg (0,6% RDA)
Vitamina B5 o Acido Pantotenico 0,19 mg (3,2% RDA)
Vitamina B6 o Piridossina 0,08 mg (4% RDA)
Folati 11 µg (5,5% RDA)
Beta-carotene 3 µg
Vitamina E 0,15 mg (1,5% RDA)
Criptoxantina 20 µg
Luteina e zeaxantina 11µg
Indice glicemico 20
(fonte USDA)

Limone: proprietà nutrizionali

Il minerale più abbondante nel limone è il potassio mentre tra le vitamine sicuramente la vitamina C è quella presente in maggiori quantità. Ci sono anche sostanze ad azione antiossidante quali beta-carotene, criptoxantina, luteina e zeaxantina. Altre sostanze che conferiscono al limone particolari proprietà sono l’acido citrico, il limonene e i pineni, questi ultimi due contenuti nell’olio essenziale di limone e nella buccia.

  • Potassio: i limoni hanno un buon contenuto di potassio, per cui il succo di limone è utile da bere per reintegrare i sali persi con la sudorazione estiva. Questo minerale svolge azioni fondamentali per il funzionamento dell’organismo: regola il battito cardiaco e contrasta l’azione del sodio in quanto riduce la pressione arteriosa, grazie al suo effetto vasodilatatore. Interviene inoltre come regolatore nella trasmissione degli impulsi nervosi e nel equilibrio del pH cellulare;
  • Vitamina C: il contenuto di vitamina C nel limone è molto alto, di circa 58 mg per 100 grammi. Questa vitamina è nota per la sua proprietà antiossidante e per favorire l’assorbimento del ferro. Inoltre interviene nella produzione di collagene, nella sintesi di neurotrasmettitori e la stimolazione delle difese immunitarie;
  • Beta-carotene: questa sostanza è un pigmento responsabile del colore giallo-arancio dei vegetali, e presenta un’ottima azione antiossidante. Esso rappresenta il precursore della vitamina A, fondamentale per la vista e per i processi di crescita e riparazione che avvengono nelle cellule;
  • Luteina e zeaxantina: queste due sostanze sono carotenoidi appartenenti alla classe delle xantofille, e svolgono azione antiossidante nella retina, proteggendola dai danni delle radiazioni luminose;
  • Criptoxantina: anche la criptoxantina è un carotenoide che espleta la sua azione antiossidante nella retina, e sembra proteggere anche le mucose dai danno dei radicali liberi;
  • Acido citrico: si tratta d una sostanza acida che interviene in vari processi biologici come la produzione di energia, è dotato di attività antiossidante e viene usato molto come conservante. È anche antibatterico e diuretico;
  • Limonene: nella buccia di limone e nell’olio essenziale che si ricava è presente il limonene che sembra avere proprietà anticancro, oltre ad essere un insetticida ed avere un potere sgrassante;
  • Pinene: si tratta di un composto organico presente nell’olio essenziale di limone ma abbondante soprattutto nel pino. Ha proprietà antinfiammatorie e antibiotiche.

Proprietà e benefici del limone

Il limone, grazie alle sue svariate proprietà, viene largamente utilizzato a scopi terapeutici. I benefici del limone sono dati principalmente dall’acido citrico, limonene, pinene e vitamina C. Vediamo ora più da vicino tutti i benefici di questo fantastico frutto.

✓ Ha proprietà antiossidanti

L’alto contenuto di vitamina C conferisce al limone proprietà antiossidanti, prevenendo l’invecchiamento cellulare contrastando i danni ossidativi provocati dai radicali liberi. Questo effetto si esplica anche a livello cutaneo, svolgendo un’azione antiage.

✓ Favorisce la digestione

Il consumo di succo di limone durante i pasti è in grado di migliorare la digestione in quanto stimola la produzione dei succhi gastrici responsabili del processo digestivo. Anche la buccia di limone bollita se bevuta a fine pasto dà sollievo a nausea, mal di stomaco e pesantezza dovuta a pasti abbondanti, insieme a qualche foglia di alloro crea una bevanda chiamata “canarino” usata appunto per digerire.

✓ Depura l’organismo

Il limone ha proprietà depurative e disintossicanti ed è in grado di favorire l’eliminazione di scorie e tossine accumulate nell’organismo. Per questo viene consigliato di bere acqua e limone al mattino a digiuno. In questo modo si fa un “bagno” rigenerante all’organismo, attivando meglio gli organi per la giornata e stimolando l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

✓ Contrasta la formazione dei calcoli

Grazie alla presenza di acido citrico, il limone è in grado di contrastare la formazione dei calcoli ai reni e di favorirne l’eliminazione. A questo scopo è consigliato consumare il succo di mezzo limone diluito in acqua tiepida.

✓ È antibatterico

I benefici del limone non finiscono qui: grazie ai suoi componenti, il limone svolge un’azione disinfettante e può essere usato in caso di infezioni alla gola o delle vie urinarie, accelerando il processo di guarigione.

✓ Abbassa i livelli di colesterolo

Uno studio effettuato su topi con colesterolo alto indotto dalla dieta, ha dimostrato come la somministrazione per 15 giorni di succo di limone liofilizzato abbia prodotto una riduzione dei livelli di colesterolo cattivo, e un aumento sul colesterolo buono. La presenza di vitamina C, inoltre, contrasta l’ossidazione del colesterolo nelle arterie, processo alla base dell’arteriosclerosi.

✓ Aumenta le difese immunitarie

Il sistema immunitario può essere potenziato da un consumo regolare di limone, grazie all’elevato contenuto di vitamina C che aiuta a contrastare raffreddore e influenza.

✓ Diminuisce i livelli di acido urico

Sempre grazie alla presenza di acido ascorbico, il limone è in grado di prevenire l’insorgenza di gotta perché è in grado di abbassare la quantità dei acido urico presente nel corpo. Grazie all’alto contenuto di vitamina C inoltre, il limone gode di proprietà antiscorbutiche.

✓ Benefici del limone sulla pelle

Il limone, come abbiamo visto, vanta proprietà antibatteriche e antimicrobiche, utile quindi per disinfettare e curare le affezioni della pelle. L’olio essenziale risulta molto utile per contrastare i brufoli, le impurità della pelle e per rinforzare i capillari.

Qualche consiglio su come usare il limone

Il limone, come sappiamo, è molto versatile in cucina. Ad esempio può essere utilizzato al posto dell’aceto per condire insalate. In questo modo, grazie alla vitamina C presente, si favorisce l’assorbimento del ferro dei legumi e dei vegetali. Può essere consumato anche come succo diluito in acqua tiepida a digiuno al mattino per depurare l’organismo.

Sempre col limone possiamo preparare la vinaigrette, di cui ne esistono varie versioni, molte delle quali utilizzano l’aceto al posto del limone. In questa versione possiamo prepararla mescolando insieme 2 cucchiai di succo di limone bio ad altrettanti di olio extravergine d’oliva e aggiungere sape e pepe a piacere. Questa salsa può essere usata come condimento.

Possiamo inoltre preparare ottime marmellate di limoni e sorbetti, o ancora, possiamo utilizzarne qualche goccia sulla frutta tagliata per evitare che annerisca.

Ricordiamo che il limone rientra a pieno titolo come ingrediente in molti estratti di frutta e verdura: potete abbinarlo con successo ad esempio a mela, pera, zenzero o rapa rossa per creare gustosi e sani estratti! Il succo di limone, inoltre, può essere usato anche sul cuoio capelluto oppure in maschere per il viso contro l’acne.

Infine, ricordiamo un particolare uso popolare del limone già noto da tempo, che aiuterebbe a depurarsi, a prevenire l’ipercolesterolemia ed abbassare gli acidi urici. Si tratta della cosiddetta terapia dei 7 limoni: secondo questa pratica, si comincia il primo giorno assumendo il succo di un limone diluito in acqua la mattina a digiuno per poi aumentare ogni giorno la quantità di succo con un limone in più, fino ad arrivare, il settimo giorno, a 7 limoni, per poi regredire progressivamente fino al completamento della pratica. Ricordiamo che prima di sperimentare questo rimedio, è vivamente consigliato parlarne col proprio medico curante, poiché potrebbe non essere privo di controindicazioni.

Controindicazioni del Limone

Il limone non presenta particolari controindicazioni. Ricordiamo tuttavia che andrebbe usato con cautela in chi soffre di gastrite e reflusso gastroesofageo perché potrebbe causare acidità di stomaco e irritazione delle mucose. Evitare di aggiungere il succo di limone in acqua bollente: la vitamina C è termolabile, si rischierebbe quindi di compromettere le proprietà del limone.

Curiosità
Il limone è l’agrume che vanta il più vasto impiego terapeutico. I greci lo importavano dall’Asia e lo utilizzavano per profumare gli abiti e preservarli dalle tarme. Gli imperatori romani invece, che ben conoscevano i benefici del limone, lo utilizzavano per le sue proprietà antivenefiche. Si narra che Nerone, vivendo nella paura di essere avvelenato, ne facesse un largo utilizzo.

Conoscevate tutte le proprietà del limone? Come lo usate abitualmente? Fatecelo sapere nei commenti!

Letture consigliate

Curarsi con Acqua e Limone

In questo libro viene spiegato come rendere una bevanda semplice un vero e proprio farmaco naturale, che aiuterà a mantenere il benessere, a migliorare la linea, a sentirsi vitali e a risolvere tanti piccoli e fastidiosi disturbi.

La Dieta del Limone

Il limone è il protagonista della dieta di Theresa Cheung, che non è affatto una monodieta, bensì un programma alimentare sano ed equilibrato che in sole 3 settimane vi permetterà di perdere peso in maniera efficace e duratura.

Hai letto: I benefici del limone e le sue fantastiche proprietà
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Dott.ssa Barbara Ziparo
Barbara Ziparo è biologa nutrizionista, laureata con 110 e lode in Scienze della Nutrizione Umana, iscritta all’albo dei biologi. Appassionata da sempre delle proprietà curative degli alimenti, oggi effettua tirocinio volontario presso il reparto di Nutrizione Clinica di Catanzaro ed esercita la libera professione a Catanzaro e provincia e a Roma, effettuando valutazione dello stato nutrizionale e dei fabbisogni nutritivi ed energetici, percorsi di rieducazione alimentare, elaborazione di piani alimentari personalizzati per soggetti in particolari condizioni fisiologiche e patologiche. - barbaraziparonutrizionista.blogspot.it/.

60 COMMENTI

  1. Ho preso quotidianamente per due anni( a digiuno) una spremuta di un limone allungata con semplice acqua di rubinetto e bevuta con la cannuccia per non intaccare lo smalto dei denti. Mi ha sciolto un calcolo biliare di un centimetro, le ultime due ecografie non mostrano nessun cono d’ombra. Avevo letto di questo vecchio rimedio, una nonna diceva che il limone scioglie tutti i tipi di calcoli e in effetti… e si dimagrisce gentilmente un pochino. Inoltre mi ha regolato tutti i valori anche se i suoi splendidi effetti svaniscono con la sua assunzione 🙁
    Quando a Napoli ci furono dei casi di colera la classica limonata, in attesa dei vaccini, fu raccomandata come prevenzione.

  2. Buongiorno. Due domande. La prima riguarda il consumo di limone come condimento per la carne (per es. vitello o pollo). E’ una cosa che faccio da tanto tempo perché è un abbinamento che mi piace moltissimo. Recentemente però ho avuto la sensazione che in realtà se consumato in questo modo il limone finisca per rendermi più difficoltosa la digestione della carne. E’ possibile? Devo rinunciare perché è in qualche modo nocivo? Altra domanda. Ultimamente avevo preso l’abitudine di consumare un limone intero al giorno a metà pomeriggio (a stomaco vuoto) mangiandolo come un qualsiasi frutto (cioè non spremuto ma a morsi). In questo caso non ho avuto alcun problema digestivo. Anzi. Ho immediatamente avvertito dei benefici. Su tutti un notevole effetto diuretico e lassativo (ma in modo positivo). Però dopo alcune settimane questo effetto si è interrotto ed è invece subentrata una forte stipsi. Ovviamente non posso essere certo che la causa sia il limone. Resta il fatto che improvvisamente il limone pare del tutto inefficace. Quindi non so più bene come regolarmi. Cioè se insistere a consumarlo (anche in questo periodo di stipsi) oppure se interrompere. So che è consigliato assumerlo in acqua tiepida ma, a meno che non sia questa la causa del mio problema, preferirei continuare ad assumerlo intero.

    • Più che rinunciare al limone, anch’io lo mangio a morsi 2 volte al dì lontano dai pasti, riduci a 2/3 volte max assunzione di carne, non far mancare mai sia pranzo che a cena pomodori e verdure cotte o crude e la mattina 5 prugne secche (io uso quelle californiane) e vedrai che risolvi tutti i tuoi problemi

    • Salve Paolo,
      rispondo alla sua prima domanda: l’utilizzo del succo di limone durante i pasti è un’abitudine positiva, che io personalmente consiglierei perché l’acido ascorbico rende più disponibile il ferro non eme e perché solitamente il succo di limone facilita la digestione.
      Tuttavia le consiglio di indagare maggiormente le problematiche che descrive: un eccesso di limone è anche in grado di irritare le pareti del tratto digerente.
      Per quanto riguarda l’effetto “astringente” solitamente il limone è consigliabile in caso di diarrea per il suo effetto disinfettante non perché abbia delle proprietà astringenti, ma sicuramente la diluizione in acqua potrebbe migliorare la funzionalità intestinale.
      In ogni caso sarebbe opportuno rivolgersi a un professionista che possa approfondire il suo stato di salute e darle consigli personalizzati.
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  3. Salve bevo spremute di Limone, del limone metto tutto nel bicchiere sia la polpa che i chicchi. Ho letto che i chicchi di limone sono ricchi di vtamine C e accompagnato co un cucchiaino di bicarbonato di sodio o di Aceto ,curano le vesciche sulle labbra quando escono soprattutto in Estate quando si prende troppo Sole e si abbassa il sistema immunitario. Sara’ vero?

  4. Volevo sapere se ci sono controindicazione del bere acqua e limone la mattina con chi come me soffre di dermatite da contatto.

    • Salve Angelo, non ci sono controindicazioni nell’assumere acqua e limone in caso di dermatite da contatto, a meno che non sia allergico al limone o agli agrumi.
      Dott.ssa Barbara Ziparo

  5. Io quando ho tosse e febbre ,spremo anche 12 limoni al giorno e dopo pochissimo passa tutto,ma i limoni debbono essere limoni veri italiani e senza trattamento.

  6. Buonasera
    a me piace spremuto senza acqua al mattino a digiuno, e dalle vostre preziose note ho capito che “buttandolo giù” così, risparmio un po’ i denti 🙂 .
    Il mio dubbio è se invece sarebbe sempre meglio berlo diluito in acqua tiepida.
    Grazie per l’attenzione!

    • Salve Mirko, generalmente si consiglia di diluire il succo di limone in acqua tiepida (l’acqua migliora ad esempio la capacità idratante della bevanda e berla tiepida ne aumenta l’effetto depurativo, soprattutto a carico dell’apparato digerente) e di bere la bevanda con una cannuccia per ridurre il contatto del limone con lo smalto dei denti. Tuttavia, dal punto di vista nutrizionale non c’è particolare differenza tra il consumare una “spremuta” di limone e diluirla con l’acqua. Si ricordi però che il limone non è privo di controindicazioni e il consumo eccessivo potrebbe risultare irritante. Nel caso in cui avesse particolari patologie o fastidi discuta con il suo medico rispetto a questa sua abitudine!
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  7. Salve volevo farle una domanda. Io bevo tutti i giorni acqua con limone sia a pranzo che a cena, volevo sapere se aveva qualche controindicazione ciao grazie

    • Buonasera Alessio, per sfruttare al meglio tutte le virtù benefiche di questa fantastica bevanda, sarebbe preferibile assumerla al mattino, al risveglio, a digiuno. Ciò non toglie che lei possa assumerla anche in momenti differenti della giornata. Se la ingerisce lontano dai pasti, può mantenere invariata la dose di limone consigliata per il mattino; se, invece, è abituato a berla vicino o durante i pasti, riduca la quantità di succo di limone a qualche goccia.
      Dott.ssa Caterina Perfetto.

  8. Soffro d’insonnia, prendere la sera acqua calda con spremuta di limone è contradittorio al riposo? Gradirei risposta, grazie.

    • Buongiorno Maria,
      se ha piacere può continuare a bere acqua calda con spremuta di limone la sera. Il limone non è dotato di proprietà eccitanti e può favorire la digestione perciò non influirà negativamente sull’insonnia.
      Tuttavia esistono certamente altre tipologie di bevande a cui può affidarsi la sera e che possono esserle maggiormente d’aiuto per affrontare il suo problema come quelle a base di melissa. Mi permetto anche di fornirle il link di una ricetta per una tisana rilassante: https://www.viversano.net/ricette/tisane/tisana-rilassante-alla-camomilla-melissa/
      Dott.ssa Stefania Cocolo

    • Gentile Erminio, la convinzione che il limone provochi la stitichezza è dovuto al fatto che esso ha un’azione disinfettante e quindi è curativo in caso di diarrea infettiva. Tuttavia, bere acqua e limone ha un’azione regolarizzante sulla motilità intestinale.
      Dott. ssa Barbara Ziparo

  9. Sono cardiopatico, ho sempre dolori muscolari, non posso prendere antiinfiammatori. Il succo di limone mi può aiutare? Grazie

    • Gentile Giuseppe, il succo di limone ha tantissime proprietà benefiche ma non quella analgesica. Forse la sua domanda si riferisce ad un uso antico delle scorze di limone che venivano applicate, mescolate con olio, per alleviare dolori articolari e muscolari. È consigliabile rivolgersi al suo medico di fiducia per cercare di trovare una soluzione alternativa a questo suo disturbo. Dott. ssa Barbara Ziparo

  10. gentile redazione di viversano, mi riallaccio al mio precedente commento del 7 gennaio 2017,
    potreste darmi un vostro parere sul discorso del potassio presente nel limone??
    vi sarei davvero grato se potessi leggere la vostra opinione.

  11. Ciao a tutti.
    Io bevo ogni mattina acqua, limone e miele da circa un anno. Però mi è stato detto e ho letto diverse volte che il limone, a lungo andare, ha come controindicazioni la corrosione dello smalto dentale.
    É vero?

    Grazie

    • Ciao Matteo,
      si è vero, nel lungo periodo bere acqua e limone può provocare una corrosione dello smalto dentale. Per ovviare a questo problema è consigliabile assumere la bevanda sempre con la cannuccia e, se possibile, sciacquare la bocca subito dopo aver bevuto il succo di limone.
      Un saluto 🙂

  12. buonasera,
    nei precedenti commenti è stato chiesto se l’assunzione quotidiana di spremuta di limone possa portare ad aumenti di potassio; non essendoci stata risposta reitero la domanda, anche perché il mio medico mi ha comunicato di stare attenti con la quantità di limone perché l’aumento di potassio nei muscoli puo portare in casi estremi ad arresto cardiaco!!
    Gentilmente desideravo un vostro parere e grazie anticipatamente!!

    • Buonasera Serafino. L’eccesso di potassio nel sangue (definito iperkaliemia) è generalmente dovuto ad un’alterazione nella funzionalità renale, come un’insufficienza renale cronica, e non tanto al suo introito alimentare giornaliero. Pertanto, un’attenzione maggiore va prestata se i propri reni sono malati e non riescono più a filtrare il minerale completamente.
      Dott.ssa Caterina Perfetto

      • Dottoressa Caterina Perfetto, è stata gentilissima e molto esauriente nella risposta!
        Ringrazio vivamente lei e tutto lo staff di questo splendido sito!!

    • Ciao Carmelo,
      il consiglio è quello di limitare o evitare il caffè in quanto bevanda non priva di potenziali effetti indesiderati (disturbi gastrici, agitazione, tachicardia, ecc…). Acqua e limone è una bevanda che dona già di per se una sferzata di energia, tant’è che molte persone abituate a fare colazione col caffè non ne hanno più sentito la necessità. Ma se proprio non puoi fare a meno di iniziare la giornata con l’aroma del caffè, puoi optare per bevande più sane ma dal gusto analogo, come ad esempio lo yannoh o il caffè d’orzo. Un’altra alternativa è quella di bere una buona tazza di tè verde, energetico e ricco di antiossidanti.
      Un caro saluto 🙂

    • Ciao Aldo,
      se controlli bene ti avevamo già risposto alla tua domanda precedente.
      Ad ogni modo il caffè non annulla l’effetto però sarebbe meglio non berlo e scegliere piuttosto una bevanda a base di orzo o altri cereali.
      Saluti.

    • Un organismo con una normale ed efficiente attività renale è in grado di eliminare il potassio eventualmente presente in eccesso. L’uso regolare ed equilibrato di limone, anche giornaliero, non è controproducente, salvo che non siano già presenti alterazioni funzionali organiche.
      Dott.ssa Caterina Perfetto

  13. Io sono di 16 settimane e mangio un limone al giorno appena colto…mi da sollievo e mi toglie il senso di nausea….a volte anche due!!!! 🙂

  14. ciao a tutti, io faccio bollire1 limone con buccia, 4 carote, 2 pomodori, 1 banana finito di chuocere x circa 7 minuti frullo il tutto con la stessa acqua aggiungo 1 cucchiaio di miele e metto il tutto in 1 bottiglia, ne bevo 1 bicchiere al mattino a digiuno mi aiuta x tutto il giorno a stare in forma vi saluto con simpatia

  15. Purtroppo la fonte di questi commenti
    E’ da certificare.
    Alcuni scrivono senza aver sperimentato.
    Il limone con tutta la buccia
    E’un alcalinizzatore e quindi benessere totale

    • Non vi sono grandi differenze, in termini di nutrienti e proprietà benefiche, tra il limone in spicchi e quello spremuto. Può mangiarlo in entrambi i modi, in base ai gusti e alla voglia del momento.

  16. è da circa un mese che mangio 2 o 3 limoni al giorno. Adoro quelli appena colti, li sbuccio come se fossero arance e mi danno un piacevole sensazione di benessere. Lo adoro

  17. Ciao è circa 1 mese che bevo il succo di limone. Dato che sono incinta di ben 32 settimane e il bimbo mi sta rompendo il fegato x i calci e ciò che mi fa avere dolori, vomito, etc. Prendo il limone per non assumere medicinali ma c’e qualcuno che dice che fa male al bambino. Potrebbe essere vero? Cristina

    • Cara Cristina, non vedo alcuna controindicazione nell’assunzione del limone quando si è in attesa, anzi: la aiuterà anche a fare il pieno di Vitamina C e ad assorbire più facilmente il ferro, di cui spesso si va in carenza durante la gravidanza.

  18. Da 3 mesi circa bevo un limone spremuto in un bicchiere d acqua fresca al mattino.
    Mi sento l’intestino pulito e più’ forte fisicamente.
    Sarà mia impressione?

    • Ciao Santi, si è molto probabile che sia proprio il limone l’artefice del tuo ritrovato benessere! Un consiglio in più, prova a berlo spremuto in acqua tiepida, sarà ancora più salutare! 😉

  19. Io uso un sacco di limone. Mi piace molto bere il succo di limone appena sveglio. Poi mi piace condire con il limone le carote e l’insalata!!! Ottimo frutto!

  20. è vero, anch’io pensavo che creasse acidità a berlo al mattino invece non è accaduto,
    lo prendo già da qualche giorno e sto meglio di prima!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here