Home Alimentazione Proprietà degli alimenti Uva bianca, rossa, nera o senza semi: proprietà, calorie e cosa contiene

Uva bianca, rossa, nera o senza semi: proprietà, calorie e cosa contiene

Ultima modifica:14 ottobre 2019

8812
4

Buona e ricca di proprietà, l’uva è un frutto molto apprezzato e consumato nel mondo, non solo per la produzione di vino. Scopri tutti gli effetti benefici di questo prezioso alimento.

L’uva è il piccolo frutto della pianta Vitis Vinifera, rotondo o ovale che dispone di una polpa semi-trasparente racchiusa da una pelle liscia. Alcune tipologie contengono semi commestibili, mentre altre sono del tutto prive di semi.

Grappoli di uva bianca e nera

L’uva che si mangia è detta da tavola, ma esiste anche l’uva da vino (utilizzata in viticoltura) e l’uva passa (essiccata).

Pochi frutti hanno ottenuto la stessa attenzione nella letteratura scientifica come l’uva; ricca di vitamine A, C, B6 e folati, oltre a minerali essenziali come potassio, calcio, ferro, fosforo, magnesio e selenio, questo frutto ha la capacità di trattare la costipazione, l’indigestione, l’affaticamento, l’ipertensione e la degenerazione maculare. Vediamo ora i valori nutrizionali e le proprietà benefiche dell’uva.

Valori nutrizionali per 100g di uva:
Kcal 61
Proteine 0,5g
Carboidrati 15,6g
di cui zuccheri 15,6g
Grassi 0,1g
Acqua 80,3g
Fibre 1,5g

 
La polpa dell’uva è ricca di vitamine B1, B6, B2, A e C; di sali minerali, rame, ferro, magnesio, zinco, potassio e sodio; e di acidi organici, malico, tartarico (con proprietà antitumorali specifiche per il tumore della prostata) e citrico.

Nella buccia dell’acino dell’uva rossa si concentrano numerosi polifenoli (il resveratrolo in primis), che riducono il consumo energetico, l’accumulo di grassi nel fegato, gli zuccheri nel sangue e anche la pressione arteriosa. Per quanto riguarda le calorie dell’uva, queste sono circa 60 per 100 grammi di frutto, pertanto si tratta di un frutto non troppo calorico.

Uva: proprietà e benefici

L’elevata presenza di antiossidanti, vitamine e minerali, conferiscono all’uva proprietà benefiche per la salute. Approfondiamo di seguito tutti i benefici che il consumo di questo frutto può apportare all’organismo.

✓ Contro patologie cardiache e ipertensione

L’alto contenuto di polifenoli nell’uva può anche ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e diminuire la pressione sanguigna tramite meccanismi anti-infiammatori.
Anche le fibre e il potassio supportano la salute del cuore: l’aumento dell’assunzione di potassio e la diminuzione del consumo di sodio è il cambiamento alimentare più importante che una persona può fare per ridurre il rischio di sviluppare le malattie cardiovascolari!
Inoltre l’assunzione di potassio è associata anche alla riduzione del rischio di ictus, protegge dalla perdita di massa muscolare, conserva la densità minerale ossea e riduce la formazione dei calcoli renali.

✓ L’uva contro la stipsi

Consumare cibi ad alto contenuto di acqua come l’uva, l’anguria e il melone aiuta a mantenere il corpo idratato e regola i movimenti intestinali. L’uva contiene anche fibre, essenziali per minimizzare la costipazione.

✓ Proprietà benefiche contro le allergie

Grazie agli effetti anti-infiammatori della quercetina (polifenolo di cui è ricca l’uva), il consumo di questo frutto è utile per alleviare i sintomi delle allergie come il naso che cola, la lacrimazione e l’orticaria.

✓ Neuropatia diabetica e retinopatia

Secondo alcuni studi il resveratrolo può proteggere contro la neuropatia diabetica e la retinopatia, condizioni entrambe causate dal diabete scarsamente controllato che danneggiano gravemente la vista.

Il resveratrolo sembrerebbe anche utile nel trattamento del morbo di Alzheimer, in menopausa per alleviare le vampate di calore e sbalzi d’umore e per migliorare il controllo della glicemia.

✓ Benefici anti-cancro

Essendo ricca di polifenoli, il consumo di uva può rallentare o impedire lo sviluppo di diversi tipi di cancro, come quello all’esofageo, dei polmoni, della bocca, della faringe, dell’endometrio, del pancreas, della prostata e del colon.

Come integrare più uva nella propria dieta?

L’uva costituisce un ottimo snack spezzafame di metà mattino o metà pomegiggio. Consumata al mattino, invece, dona una sferzata di energia e freschezza. Tuttavia, possiamo consumare l’uva anche in altri modi, come ad esempio:

  • Preparare una bella macedonia di frutta di stagione;
  • Aggiungere a un’insalata di pollo qualche acino d’uva;
  • L’uva può anche essere l’ingrediente di un frullato multivitaminico;
  • Un bicchiere di vino (meglio se rosso) al giorno, per le donne e uno a pasto per gli uomini.

Controindicazioni dell’uva

Chi assume farmaci beta-bloccanti, i più prescritti in caso di malattie cardiache, dovrebbe consumare con moderazione gli alimenti ricchi di potassio, così come coloro che presentano patologie renali. Inoltre, in caso di diarrea, è bene evitare questo frutto a causa del suo potere anti-costipazione.

Hai letto: Uva bianca, rossa, nera o senza semi: proprietà, calorie e cosa contiene
Dott.ssa Alessandra Esposito
La Dott.ssa Alessandra esposito è biologa nutrizionista laureata in Scienze Biologiche con 110 e lode presso l’Università degli studi di Pavia, con master di specializzazione in Nutrizione Umana e Alimentazione e il Master in Nutrizione Culinaria.

4 COMMENTI

  1. Buongiorno,

    articolo molto interessante in particolare per le proprietà anticancerogene. In uno studio dell’Università Texas ho letto che l’interazione fra uva e mela da effetti ancora maggiori anche se purtroppo era “avaro” di informazioni specifiche. Domande: è a conoscenza di questi effetti? se sì, quali sono le proporzioni fra uva e mela, quali sono i tipi di uva e di mela particolarmente efficaci, i semi dell’uva hanno particolari proprietà?
    Grazie
    Saluti

    • Caro Alberto, sì, è vero, l’associazione fra mela e uva amplifica gli effetti benefici di questi due frutti poiché ne aumenta il contenuto di alcune sostanze, in particolare dei composti antiossidanti, le catechine presenti nell’uva e la quercetina presente nelle mele. Non credo siano state individuate delle dosi e delle proporzioni più efficaci. Per quanto riguarda le varietà, tenga presente che i frutti con la buccia rossa di solito hanno un maggior contenuto di antocianine, anch’esse molecole antiossidanti.
      Anche i semi dell’uva hanno importanti proprietà benefiche, anche in questo caso dovute al ricco contenuto di agenti antiossidanti, per cui si ritiene che l’estratto dei semi d’uva possa avere importanti effetti positivi sulla nostra salute.

  2. Vorrei sapere se un normale consumo d’uva può influire su un eccessivo aumento del livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Ringrazio anticipatamente

    • Buongiorno Cesare, è vero che un eccessivo consumo di frutta può concorrere all’innalzamento dei valori dei trigliceridi e del colesterolo ematici, pertanto chi sia affetto da ipercolesterolemia ed ipertrigliceridemia deve fare attenzione anche alle quantità della frutta che mangia. Lei parla però di un “consumo normale” di uva, per cui direi che, se non ha altri problemi di salute che le
      impediscono di mangiare l’uva (tenga presente che l’uva è un frutto molto zuccherino), una
      porzione da circa 150 grammi al giorno non le darà problemi. Saluti.
      Dott.ssa Azzurra De Luca

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome