Home Alimentazione Proprietà degli alimenti Cetriolo, depurativo e diuretico: ecco proprietà, benefici e controindicazioni dei cetrioli

Cetriolo, depurativo e diuretico: ecco proprietà, benefici e controindicazioni dei cetrioli

Ultima modifica:29 Agosto 2022

6

Il cetriolo ha molti benefici e risulta utile contro la ritenzione idrica e nelle diete dimagranti. È utilizzato molto anche in ambito cosmetico per preparare ricette di bellezza per la pelle. Scopri le proprietà del cetriolo.

Solo 12 calorie per 100 grammi di cetriolo, l’alimento dalle numerose proprietà benefiche per pelle e organismo in generale. Appartenente alla famiglia delle cucurbitacee (o cocurbitacee), il cetriolo è uno dei vegetali più ricchi di acqua in assoluto: ne contiene infatti il 95%.

Cetriolini tagliati sopra un tagliere

La pianta del cetriolo cresce in paesi a clima temperato-caldo e si ritiene provenga dall’India e sia stato diffuso ad opera degli egiziani. I cetrioli sono caratterizzati da una forma allungata che può arrivare anche fino a 30 cm, hanno la buccia verde scuro con delle minuscole protuberanze e la polpa acquosa di colore verde chiaro con dei semini bianchi.

Più i cetrioli sono piccoli, meno sono presenti i semini. Esiste una varietà dalla buccia bianca, ma è molto rara. La raccolta del cetriolo avviene nel periodo estivo. In Italia, viene coltivato soprattutto nel Lazio e nel Veneto ma anche in Puglia, Campania, Sicilia e in piccole quantità in Emilia-Romagna e Calabria.

Varietà di cetrioli: quali sono e caratteristiche

Le proprietà benefiche dei cetrioli accomunano le diverse varietà reperibili sul mercato: a questo proposito, descriviamone le principali.

✓ Cetriolo piccolo di Parigi

Corti, tozzi e di forma cilindrica, questi cetriolini maturano tra aprile e settembre. Apprezzabile nella consistenza e nel sapore, la polpa di questi ortaggi è biancastra e compatta. Si tratta di una varietà indicata per la preparazione di conserve sottaceto.

✓ Cetriolo lungo verde degli ortolani

Rappresentando la varietà più comune, questi cetrioli vantano pezzature medio-grandi e una polpa soda, con pochi semi. Il colore della buccia è di un verde scuro e intenso. La maturazione di questi ortaggi va da aprile a settembre.

✓ Cetriolo olandese

Tale varietà si compone di cetrioli cilindrici e dalla pezzatura importante. L’involucro di questa verdura è liscia, presentando una marcata colorazione verde scuro; la polpa è dolciastra, dunque gradevole. La maturazione avviene, anche in questo caso, tra aprile e settembre.

✓ Cetriolo mezzo lungo bianco

Tra le varietà di cetriolo più particolari, il cetriolo bianco matura a partire da maggio. Intuibilmente, la sua buccia presenta una colorazione chiara, tendente al bianco, e racchiude una polpa saporita e con pochi semi. La pezzatura è medio-grande.

✓ Carosello

Tondeggiante nella forma e striato nell’involucro, questa varietà pugliese appartiene alla specie Cucumis melo (la stessa del melone, infatti viene talvolta chiamato “melone carosello”) ed è in realtà un frutto, sebbene venga utilizzato come ortaggio in alternativa al cetriolo. Il Carosello presenta un sapore dolciastro e, grazie all’assenza di cucurbitacina, vanta una certa digeribilità.

✓ Barattiere

Simile al Carosello e appartenente alla specie Cucumis melo, il cetriolo Barattiere presenta caratteristiche intermedie tra il cetriolo e il melone. Si tratta di un frutto-ortaggio originario della Puglia, dove viene utilizzato alla stregua di un cetriolo. In particolare, il Barattiere viene consumato a maturazione incompleta, quando la sua buccia è ancora verde.

Cetriolo: calorie e valori nutrizionali

I cetrioli sono ortaggi molto ricchi di acqua e per questo sono rinfrescanti e depurativi. Come abbiamo visto, sono alimenti poveri di calorie (100 gr di cetriolo apportano solo 12 calorie), e praticamente privi di grassi. È anche per questi motivi che sono ottimi da consumare da parte di chi vuole mantenersi in forma.

Per quanto riguarda i micronutrienti, il cetriolo contiene una buona quantità di sali minerali, in particolare potassio e fosforo. Tra le vitamine, le più abbondanti sono la vitamina C, i Folati e la vitamina K.

Una sostanza che caratterizza i cetrioli è inoltre l’acido tartarico, un acido organico abbastanza diffuso nel mondo vegetale e molto importante per chi vuole dimagrire. Questa sostanza infatti, impedisce che una parte di carboidrati ingeriti nello stesso pasto vengano convertiti in grasso, facendoli eliminare direttamente con le feci.

Cetrioli, valori nutrizionali a confronto

Valori nutrizionali per 100g di cetriolo:
Acqua 96,73 gr
kcal 12
Proteine 0,59 g
Grassi 0,16 g
Fibre 0,7 g
Carboidrati 2,16 gr
Calcio 14 mg
Magnesio 12 mg
Potassio 136 mg
Fosforo 21 mg
Zinco 0,17 mg
Vitamina C 3,2 mg (5,3% RDA)
Vitamina B1 0,031 mg (2,2% RDA)
Vitamina B2 0,025 mg (1,6% RDA)
Vitamina B3 0,037 mg (0,2% RDA)
Vitamina B5 0,24 mg (4% RDA)
Vitamina B6 0,051 mg (2,6% RDA)
Folati 14 µg (7% RDA)
Vitamina K 7,3 µg (10,3% RDA)
Beta-carotene 31 µg
Criptoxantina 18 µg
Indice glicemico 15
Colesterolo 0 g

Cetriolo: benefici per la salute

Ricco di vitamine e minerali (tra cui spiccano potassio e magnesio), il cetriolo offre numerose proprietà benefiche: è antiossidante, depurativo, drenante, utile per abbassare il colesterolo ed è particolarmente adatto anche a tutte quelle persone che devono mantenere un regime dietetico controllato. Vediamo ora tutti i benefici che offrono questi ortaggi.

✓ Contrastano l’ipertensione

Grazie al contenuto di potassio, il consumo regolare di cetrioli è in grado di favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso, con un conseguente effetto benefico sulla pressione.

✓ Sono depurativi e diuretici

Il cetriolo è ricco di acqua e potassio, quindi un ottimo alleato per l’idratazione del corpo e per contrastare la ritenzione idrica. I cetrioli aiutano anche a depurare l’organismo e a liberarsi da tossine e sostanze estranee.

✓ Prevengono i calcoli

Grazie alla loro proprietà depurativa e drenante, i cetrioli ostacolano la formazione di calcoli alla vescica e quelli renali.

✓ Utili in caso di gotta

Il consumo regolare di cetriolo aiuta ad abbassare i livelli di acido urico, facilitando il processo di guarigione della gotta, malattia dolorosa che provoca l’infiammazione delle articolazioni.

✓ Aiutano a dimagrire

L’acido tartarico contenuto nei cetrioli è in grado di aiutare il dimagrimento, in quanto impedisce la conversione dei carboidrati in tessuto adiposo. Questa sostanza presente nel cetriolo, lo rende un alimento molto utile per chi è a dieta.

✓ Contrastano i radicali liberi

Quest’azione è possibile grazie alla presenza di molecole quali la vitamina C, il beta-carotene, la luteina e la zeaxantina, tutte sostanze dallo spiccato potere antiossidante. Inoltre, è interessante sapere che luteina e zeaxantina svolgono la loro azione protettiva specialmente a livello della retina, favorendo quindi la salute degli occhi.

✓ Abbassano il colesterolo

I cetrioli contengono steroli vegetali, sostanze che aiutano a contrastare il colesterolo alto. Per questo motivo un consumo regolare di questo ortaggio favorisce il benessere cardiovascolare.

✓ Aiutano contro il diabete

Il cetriolo è povero di carboidrati e ricco in fibre e quindi aiuta a mantenere bassi i livelli di glicemia, utile in caso di diabete.

✓ Vermifughi

Un’altra proprietà dei cetrioli, forse meno conosciuta, è quella di contrastare i parassiti intestinali. Una volta infatti, erano utilizzati proprio per eliminare questi ospiti indesiderati.

✓ Alleviano i dolori articolari

Grazie alla presenza di silicio, il cetriolo può fornire un aiuto in più (seppur blando) ad alleviare i dolori articolari, ad esempio dell’artrite o della fibromialgia.

✓ Benefici per la pelle

Infine, ricordiamo che il cetriolo è un alleato della pelle perché aiuta l’idratazione e purifica in caso di punti neri e acne.

Scarica: Le proprietà del cetriolo

Quanti cetrioli mangiare

I cetrioli rientrano nella categoria degli ortaggi e, come tali, una porzione equivale a circa 200 grammi, pesati crudi. Questo quantitativo apporta soltanto 24 kilocalorie e può essere consumato anche tutti i giorni, possibilmente in abbinamento ad altri ortaggi di stagione. Mangiare tutti i giorni cetrioli, infatti, aiuterà il nostro corpo a depurarsi, ridurre la ritenzione idrica e, più in generale, offrirà al nostro corpo tutti i benefici che abbiamo visto sopra.

Cetriolo: come utilizzarlo e consumarlo

Quando acquistate i cetrioli, verificate che non siano ammaccati o avvizziti e di colore spento. Se non amate i semini al loro interno, sceglieteli non troppo grandi. Conservateli frigo per pochi giorni. Il modo migliore per consumare i cetrioli è a crudo, senza buccia oppure con la buccia se si tratta della varietà lunga dotata di buccia particolarmente fine e digeribile.

Inoltre, i cetrioli più grandi possono risultare troppo amari, pertanto è consigliabile sceglierli di media grandezza. In ogni caso, per togliere l’amaro dai cetrioli generalmente si procedere tagliandoli a rondelle, cospargerli di sale e attendere almeno 30 minuti prima di sciacquarli bene sotto acqua corrente. In questo modo verrà eliminato il liquido amaro all’interno dell’ortaggio. In questo modo migliorerà anche la digeribilità dell’alimento.
In alternativa, è possibile procedere in questo modo: tagliate le due estremità del cetriolo e strofinatele in modo concentrico sulla parte senza buccia, in modo da formare una schiuma, infine risciacquate il cetriolo.

In genere si mangiano in insalata con olio, sale, pepe ed aceto. In alcune nazioni il cetriolo si consuma anche cotto. Esistono poi i cetrioli sott’aceto, che sono quelli piccoli. Possono essere anche trasformati in salse oppure si può ottenere il succo con un estrattore. A tal proposito, ottimi abbinamenti si ottengono tra cetriolo, mele, cavolo e limone.

Ma le tante proprietà del cetriolo si espletano anche attraverso rimedi domestici e diventa protagonista di maschere e impacchi. Ad esempio per curare gli occhi gonfi si consiglia di tenere sugli occhi chiusi una fetta di cetriolo per circa mezz’ora, così da avere sollievo immediato. Vediamo qualche “rimedio della nonna” per usare il ceriolo:

  • Contro acne e punti neri: mettere fette di cetriolo sul viso in modo che possa espletare tutto il suo effetto sebo regolatore e purificare la pelle.
  • Per le macchie della pelle: questa ricetta prevede di creare un detergente tenendo in ammollo un cetriolo a pezzi in un litro di latte. Frizionarlo sul viso con un batuffolo di cotone, aiuterebbe ad attenuare lentiggini e macchie da invecchiamento.
  • Per le scottature: frullare il cetriolo fino ad ottenere una crema liscia quindi applicarla sulla scottatura e lasciar agire 15 minuti. Questo rimedio è adatto sia per le scottature solari che per le bruciature leggere.
  • Per i capelli: il cetriolo ha proprietà capaci di stimolare il bulbo pilifero e quindi la crescita dei capelli. Preparare un impacco con cetriolo frullato, carote, spinaci e lattuga in pari quantità. Spalmare sulla testa e lasciare agire qualche minuto prima dello shampoo.

Cetrioli sottaceto: fanno bene o fanno male? Proprietà e come farli a casa

Le caratteristiche nutrizionali dei cetrioli sottaceto possono differire lievemente da quelle dei cetrioli freschi. Può verificarsi, a tal proposito, un aumento dell’apporto di sodio, così come una perdita in termini micronutrizionali (vitamine e minerali), dovuta al pH e alla dispersione nel liquido di conservazione. Sebbene si tratti di preparazioni pratiche, gustose, e ipocaloriche, è preferibile ricorrere ai cetrioli sottaceto non più di una o due volte a settimana, in quantità moderate. Il consumo delle verdure sottaceto, in generale, viene sconsigliato in presenza di problematiche gastrointestinali, ipertensione e patologie renali.

Come fare i cetriolini sottaceto in casa

Come abbiamo visto all’inizio, una delle varietà che si presta bene a questo tipo di preparazione è il”Cetriolo piccolo di Parigi“. Una volta reperiti i cetriolini, la preparazione sottaceto prevede pochi e semplici passaggi. Prima di tutto, si procede al lavaggio dei cetrioli (circa 2 kg) in acqua corrente, alla rimozione degli scarti e al taglio a rondelle. Dunque, occorre trasferire i cetrioli in una ciotola, aggiungervi due prese di sale grosso e mescolare per distribuire il sale in modo omogeneo. Così preparati, i cetrioli dovranno essere coperti con un canovaccio pulito e lasciati a riposo per una notte. A questo punto, occorre risciacquare i cetrioli, tamponarli col canovaccio e distribuirli in vasetti di vetro sterilizzati (e dotati di chiusura ermetica). Successivamente, bisogna riscaldare dell’aceto di vino bianco (circa 2 litri) su fuoco basso, portandolo al punto di ebollizione. Ancora bollente, l’aceto dovrà essere versato sui cetrioli fino a ricoprirli. Infine, è possibile richiudere i vasetti e conservarli in un luogo fresco e asciutto.

Controindicazioni del cetriolo

Nonostante si tratti di un ortaggio ricco di benefici, il cetriolo ha qualche piccolo effetto collaterale. In particolare risulta poco digeribile per cui il suo consumo è sconsigliato a chi soffre di cattiva digestione. È inoltre ricco di fibre insolubili quindi chi soffre di colon irritabile è meglio che lo eviti. Vietato naturalmente a chi è allergico.

Curiosità
Per migliorare la digeribilità dei cetrioli, qualcuno consiglia di metterli sotto sale qualche ora prima di consumarli.
Hai letto: Cetriolo, depurativo e diuretico: ecco proprietà, benefici e controindicazioni dei cetrioli

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome