Home Alimentazione Dieta e salute Cellulite: cosa mangiare, cosa evitare e 5 alimenti utili per contrastarla

Cellulite: cosa mangiare, cosa evitare e 5 alimenti utili per contrastarla

Ultima modifica: 3 settembre 2018

933
0
Immagine di donna che tiene un ananas, frutto utile contro la cellulite

La cellulite è un inestetismo molto diffuso ed ogni donna ne farebbe volentieri a meno. Se è vero che non esiste una dieta magica in grado di far sparire in un attimo la cellulite è vero anche che esistono alcuni alimenti che, grazie alle loro proprietà, possono darci una mano.


La cellulite è il cruccio di tantissime donne che in prossimità della stagione estiva devono fare i conti con questo inestetismo che tecnicamente è definito pannicolopatiaedematofibrosclerotica.

Si tratta di un’alterazione del tessuto adiposo sottocutaneo caratterizzato dall’aumento del volume delle cellule di grasso, dove, negli spazi intracellulari si accumulano liquidi in eccesso, ciò modifica l’equilibrio del sistema venoso e linfatico con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

Le zone più comunemente colpite dalla cellulite sono cosce e glutei, ma anche fianchi, addome e braccia. Si riconosce per l’aspetto irregolare della pelle che si caratterizza da solchi più o meno accentuati, inoltre può presentarsi dolore alla palpazione e la presenza di nodulazioni sottocutanee. Si riconoscono 4 stadi della cellulite che dalla forma meno grave a quella più grave sono definiti:

  • Stadio congestizio: questa condizione di presenta con stasi venosa e linfatica, ridotta ossigenazione dei tessuti, alterato drenaggio dei liquidi, aumento del volume delle cellule di grasso e compare la pelle a buccia d’arancia;
  • Stadio essudativo infiltrativo: in questo caso la pelle si assottiglia divenendo fragile e disidratata, aumenta l’infiammazione e inizia la dolenzia alla palpazione;
  • Stadio organizzativo fibroso: si verifica il blocco del circolo linfatico e capillare determiando la comparsa di noduli palpabili;
  • Fibrosi cicatriziale: la pelle diventa più dura con evidenti ingrossamenti.

Molte sono le cause che danno origine alla cellulite, spesso dipende da vari fattori che si sommano fra loro. Bisogna considerate che può esserci una predisposizione familiare e alcuni fattori che non sono modificabili, ad esempio le donne sono più predisposte per ragioni ormonali. Altre cause sono da ricercare nello stile di vita:

  • Vita sedentaria;
  • Aumento di peso;
  • Alimentazione sbilanciata ricca di grassi e sale;
  • Consumo di alcol;
  • Fumo di sigaretta.

Cellulite: cosa mangiare e cosa evitare
La prima cosa da mettere in atto nella guerra contro la cellulite è uno stile di vita sano: alimentazione equilibrata, buona idratazione e attività fisica costante. Vediamo insieme cosa mangiare e cosa evitare.

La dieta contro la cellulite deve essere ricca di frutta e verdura, fonti di vitamine, sali minerali (soprattutto il potassio che aiuta a prevenire e combattere la ritenzione idrica) e antiossidanti. Scegliere frutta e verdura di colori diversi ci assicura un apporto vario e costante di tutte le vitamine e gli antiossidanti. Ad esempio, la frutta e la verdura di colore rosso si caratterizzano per la presenza di licopene e antocianine mentre quella di colore verde per la presenza dell’acido folico. Dovremmo assumere ogni giorno 3 porzioni di frutta (150-200g) e 2 porzioni di verdura (200-300g) anche sotto forma di centrifugati o di estratti.

Altri alimenti utili nella lotta alla cellulite sono i cereali integrali e i legumi che, grazie al buon contenuto di fibra, evitano che si verifichi un eccessivo aumento della glicemia. Tenendo sotto controllo la glicemia controlliamo anche la secrezione di insulina, l’ormone che permette il deposito di grassi e zuccheri nelle cellule.

Il pesce grazie al suo apporto di grassi omega-3 ha un’azione antinfiammatoria. Anche la carne bianca può essere utile (scegliendo tagli magri) per il buon apporto di proteine e di ferro, un minerale indispensabile per la formazione dell’emoglobina, molecola deputata al trasporto dell’ossigeno a tutte le cellule del corpo.

L’acqua è indispensabile per la corretta idratazione e per prevenire la ritenzione di liquidi. L’ideale è assumere un paio di litri al giorno anche sotto forma di tisane, acqua aromatizzata o tè verde. Attenzione però a non bere eccessivamente, perché si potrebbe verificare un effetto paradosso. Se beviamo più del nostro fabbisogno, invece di avere un effetto drenante, l’acqua si accumulerà accentuando la ritenzione. Per capire se abbiamo bisogno di bere di più basta controllare il colore delle urine, se sono troppo scure dobbiamo aumentare l’introito di liquidi.

Tra alimenti da evitare in caso di cellulite ci sono sicuramente gli alimenti salati come i cibi conservati in scatola o in salamoia, gli insaccati e i salumi in genere, i formaggi stagionati, il dado da brodo, le patatine in busta e altri snack salati. Oltre agli alimenti salati dovremmo ridurre anche l’aggiunta di sale alle pietanze. Questo perché sale ed alimenti salati contengono sodio, un minerale che per chi soffre di cellulite accentua la ritenzione idrica. Ricordiamoci che l’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia di utilizzare non più di 5g di sale aggiunto al giorno. Per ridurre l’uso del sale, migliorando il gusto e la palatabilità degli alimenti, possiamo incentivare l’aggiunta di spezie ed aromi.

Anche merendine, dolci e cibi da fast food, che sono ricchi di zuccheri e grassi, possono favorire la cellulite soprattutto perché questi nutriteti quando assunti in eccesso aumentano i depositi di tessuto adiposo che vanno ad aggravare il problema.

Bisogna fare attenzione anche a non eccedere con l’assunzione di caffè durante la giornata. Sul caffè le opinioni sono controverse, c’è chi sostiene che può aiutare a combattere la cellulite e chi invece ritiene che peggiori l’inestetismo. In tal caso, per stare tranquilli, meglio limitarsi ad una o due tazzine di caffè al giorno, preferibilmente non è zuccherato.

Sono da limitare anche le bevande alcoliche, come vino e birra, perché apportano calorie vuote che favoriscono l’aumento di peso. In più l’alcol, così come il fumo di sigaretta, aumenta la produzione di radicali liberi che favoriscono l’invecchiamento e danneggiano l’aspetto della pelle.

Cibi consigliati Alimenti da preferire: Cibi sconsigliati Alimenti sconsigliati:
Frutta Salumi e affettati
Verdura Alimenti in scatola
Cereali integrali (pasta e pane integrali, farro ecc…) Sale (anche il dado per brodo)
Legumi Salatini e snack salati
Pesce Merendine e dolci
Carni magre sia rosse che bianche Carni grasse
Uova Alcolici
Latte e yogurt parzialmente o totalmente scremati Succhi di frutta
Formaggi freschi Patatine fritte e fritti in genere
Acqua (anche tè e tisane) Eccessiva assunzione di caffè
Frutta secca e olio di oliva extravergine Burro e altri condimenti di origine animale

5 alimenti che aiutano a contrastare la cellulite

Non esiste la bacchetta magica che ci permette di far scomparire la cellulite, ma possiamo agire sullo stile di vita e le abitudini alimentari per ridurre e prevenire la comparsa di questo fastidioso inestetismo. Fortunatamente alcuni alimenti ci possono aiutare a contrastare la cellulite grazie alle loro proprietà drenanti, antinfiammatorie e detossinanti, scopriamo quali sono.

1 Frutti di bosco amici della circolazione

Mirtilli, lamponi, more, ribes, fragoline, gelsi e amarene oltre ad essere ricchi di vitamina C e carotenoidi sono un’ottima fonte di quercetina, resveratrolo e antocianine che hanno un’azione antiossidante e sono utili alla circolazione. Li possiamo mangiare come spuntino oppure a colazione, ad esempio realizzando un frullato o aggiungendoli allo yogurt bianco naturale.

2 Ananas per un effetto anti-infiammatorio

Grazie alla bromelina, questo frutto svolge un’azione antinfiammatoria. Il gambo dell’ananas è la parte più ricca di bromelina, ma è presente, in minore quantità, anche nella polpa. Per beneficiare delle sue proprietà è possibile realizzare un estratto a base di ananas, senza eliminare la parte centrale più fibrosa, in questo modo otteniamo una bevanda buona, fresca e che contrasta l’inestetismo della cellulite.

3 Cetrioli per migliorare l’idratazione

Con il suo 96% di acqua, il cetriolo è un ottimo alleato per l’idratazione del corpo e svolge un’azione drenante che aiuta a prevenire la ritenzione idrica. I cetrioli si possono mangiare liberamente durante tutta la giornata perché hanno pochissime calorie (14 calorie per 100g) in alternativa possiamo utilizzarli come contorno, ad esempio all’insalata, conditi con olio extravergine d’oliva e aceto di mele.

4 Peperoni e peperoncino per fare il pieno di vitamina C

Il peperone e il peperoncino sono utili a contrastare la cellulite grazie al buon contenuto di vitamina C (100g di peperone fornisce 150 mg di vitamina C). Questa vitamina è importante non solo per la sua azione antiossidante, ma anche perché è coinvolta nella sintesi del collagene, una molecola importante per il tono e l’elasticità della pelle. Per arricchire i piatti di vitamina C basta aggiungere un pizzico di peperoncino fresco oppure colorare le insalate con peperoni crudi alla julienne.

5 Tè verde per un’azione lipolitica

Conosciuto per il suo contenuto di molecole antiossidanti, il tè verde è una bevanda utile nella lotta alla cellulite grazie alla sua azione antinfiammatoria, ma soprattutto perché favorisce la termogenesi e il catabolismo dei grassi. Questo aiuta la perdita di peso e la riduzione degli accumuli di grasso. È comunque importante non abusarne, meglio limitare l’assunzione ad una o due tazze al giorno da preparare con tè verde in foglie lasciate in infusione per 5 minuti.

Siete alla costante ricerca di rimedi contro la cellulite? Lasciateci un commento e fateci sapere se i nostri consigli sono stati utili.

Hai letto: Cellulite: cosa mangiare, cosa evitare e 5 alimenti utili per contrastarla
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Dott.ssa Maria Mattera
Dietista e Dott.ssa in Scienze della Nutrizione Umana, appassionata da sempre al mondo dell’alimentazione e della cucina, ha frequentato il Master in Culinary Nutrition e Cucina Antiaging e numerosi corsi di perfezionamento tra cui l’alimentazione in oncologia e l’approccio nutrizionale per lo sportivo. Organizza programmai di educazione alla salute e scrive articoli divulgativi di carattere scientifico-nutrizionale. Svolge la sua attività a Napoli e sull’isola d’Ischia, dove effettua valutazione dello stato nutrizionale, analisi della composizione corporea ed elaborazione di piani alimentari personalizzati.Sito web.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here