Home Benessere Rimedi naturali Pelle irritata su viso e corpo: le cause più comuni e 10...

Pelle irritata su viso e corpo: le cause più comuni e 10 rimedi naturali particolarmente efficaci

Ultima modifica:7 Settembre 2022

0

La pelle del viso o del corpo può irritarsi per tantissime cause diverse, quali sono? Come si possono trattare le irritazioni cutanee? Cosa fare per prevenirle? Scopriamolo insieme!

Le irritazioni cutanee possono essere localizzate sul viso, in piccole aree del corpo o diffuse su zone molto ampie. I motivi sono numerosi e i rimedi efficaci dipendono soprattutto dalla natura e dall’entità del problema. In caso di irritazioni frequenti, particolarmente fastidiose e/o estese è consigliato rivolgersi al proprio medico di famiglia o al dermatologo. Di seguito cerchiamo di capire quali sono i sintomi per riconoscere la pelle irritata, tutte le cause più frequenti e i migliori rimedi naturali che possono sfiammare e lenire la pelle.

Persone con pelle irritata per varie cause

Pelle irritata: i sintomi per riconoscerla

La pelle ha un grosso vantaggio: è un organo che possiamo controllare visivamente; di conseguenza, se è irritata, ce ne accorgiamo con facilità. I sintomi principali di irritazione cutanea sono:

  • Rossore: è il più comune tra i segnali di cute irritata;
  • Aspetto poco compatto: la pelle si presenta molto secca e tende a desquamarsi;
  • Bruciore, pizzicore o prurito: questi fastidi rappresentano la spia che sono state interessate le terminazioni nervose cutanee. Nei casi più seri si può avvertire anche dolore;
  • Alterazioni: gonfiore, macchie scure, vescicole, sanguinamento, discromie e altre variazioni dell’aspetto della pelle possono essere indice di un’irritazione seria. In tali casi, è importante rivolgersi al dermatologo.

Pelle irritata: tutte le possibili cause

Elencare tutte, ma proprio tutte, le possibili cause di irritazione cutanea è pressoché impossibile; cercheremo comunque di indicare tutte le più frequenti.

  • Esposizione al sole e/o alle lampade abbronzanti: è una causa molto comune di irritazione della pelle, che si verifica spesso tanto nei bambini, quanto negli adulti. Talvolta può comparire anche un eritema; per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere: Eritema solare: prevenzione e rimedi naturali;
  • Vento e temperature troppo fredde: non solo il sole, tutti gli stimoli ambientali possono irritare la pelle, in particolare il vento insistente e il gelo. Le parti più colpite, in questo caso, sono le mani ed il viso;
  • Depilazione ed epilazione: tutti i metodi di eliminazione dei peli espongono alle irritazioni cutanee, dalla ceretta, al rasoio, alla crema… nessuno è esente da questo rischio;
  • Follicolite: la follicolite è un’infiammazione della pelle causata principalmente dalla presenza di batteri, dermatiti, acne o peli incarniti. In questi casi la pelle può risultare arrossata e irritata;
  • Rasatura della barba: al pari della depilazione, l’eliminazione della barba causa non pochi problemi di pelle irritata sul viso negli uomini di tutte le età;
  • Sudore: sudorazione eccessiva, pelle particolarmente sensibile, caldo molto umido… espongono al rischio di pelle irritata con macchie rosse e, spesso, anche prurito. È un fenomeno che si presenta più comunemente nei bambini e nelle donne;
  • Sfregamento: un qualsiasi tipo di sfregamento può irritare la pelle, specie le più sensibili, delicate e sottili;
  • Pelle secca o disidratata: una pelle non sufficientemente idratata e che tende a desquamarsi è più esposta al rischio di irritazioni;
  • Pelle reattiva o ipersensibile: si definisce in questo modo il tipo di pelle che “reagisce” facilmente agli stimoli ed è dunque più soggetta a irritarsi;
  • Pannolino: l’area nella zona del pannolino è particolarmente fragile e dunque bisogna fare molta attenzione perché si irrita comunemente;
  • Punture di insetti: nessuno è immune alle irritazioni cutanee da punture di insetti, che causano rossore e gonfiore più o meno estesi, a seconda del tipo di insetto e della personale predisposizione;
  • Uso di cosmetici non adatti o impiego errato di prodotti per la pelle: l’utilizzo di una maschera viso o di una crema “sbagliata” può dare origine a fenomeni di irritazione cutanea e rossore; succede, per esempio, perché non abbiamo usato il prodotto nella maniera giusta (per esempio, tempi di applicazione di una maschera troppo lunghi, uso troppo frequente di uno scrub… ecc.) o semplicemente perché quel prodotto contiene uno o più ingredienti a cui la nostra pelle è sensibile o addirittura allergica. Si verifica di frequente sul viso.

Quelle sopra elencate sono tutte cause non patologiche di pelle irritata. Esistono poi cause patologiche quali psoriasi, dermatiti atopiche, acne, allergie, ma anche malattie sistemiche.

Pelle irritata: i 10 rimedi naturali più efficaci

I rimedi naturali più efficaci per la pelle irritata dipendono dal tipo di irritazione; ne indichiamo 10, tra i più usati. Tenere sempre comunque presente che rimedi fai da te possono andare bene per problemi lievi, per esempio un eritema solare di modesta entità, un piccolo arrossamento nella zona del pannolino, che si risolve in poco tempo, una lieve irritazione post-rasatura… o simili. In tutti gli altri casi, specie quando alla base c’è una causa patologica (accertata o sospetta) occorre rivolgersi al dermatologo.

1 Gel di aloe vera

L’indicazione principale del gel di aloe vera è proprio quello di lenire le irritazioni cutanee di varia natura. È consigliato soprattutto quando il problema è causato da agenti esterni, per esempio sole e vento, e attenua rossore, prurito e bruciore, donando una sensazione di freschezza. Si applica, al bisogno, sulle aree interessate, massaggiando il gel fino al completo assorbimento. Per ulteriori approfondimenti, vi invitiamo a leggere: Aloe vera: le proprietà, gli usi e le controindicazioni.

2 Olio di iperico

L’olio di iperico è un oleolito che si ottiene macerando i fiori di Hypericum perforatum, in olio vegetale. È utile in caso di irritazioni cutanee dovute a scottature solari o alla follicolite (in questo caso è utile abbinarlo al tea tree oil, dall’azione antibatterica). Lenisce piccoli arrossamenti e aiuta a reidratare la pelle. Si utilizza applicandone una piccola quantità sull’area interessata, al bisogno. Non esporsi al sole dopo averlo usato perché è foto sensibilizzante.

3 Unguento alla calendula

È una pomata a base di calendula con proprietà idratanti, emollienti e lenitive. È utile per trattare piccole irritazioni di varia natura, per esempio arrossamenti intimi dei bambini, scottature solari, punture di insetti… anche in caso di pelle sensibile e reattiva. Si applica nelle parti interessate, un paio di volte al giorno, fino alla risoluzione del problema. Per ulteriori approfondimenti sulla calendula, vi invitiamo a leggere: Calendula nei cosmetici: proprietà e utilizzo su pelle e capelli.

4 Olio di rosa mosqueta

L’olio di rosa mosqueta è un olio vegetale puro, che si ottiene dai semi di rosa mosqueta pressati a freddo. Ha proprietà lenitive, idratanti, emollienti e schiarenti; favorisce il naturale processo di riparazione cutanea e aiuta a ridurre il sintomo del prurito, qualora presente. È adatto per uso quotidiano e trova largo impiego in campo cosmetico, specie contro rughe e piccole cicatrici. In caso di lievi irritazioni alla pelle o scottature solari, applicarlo puro sulla zona da trattare e massaggiare delicatamente. Chi preferisce gli unguenti agli oli, può optare per l’unguento di rosa mosqueta, con le stesse indicazioni di utilizzo.

5 Olio di germe di grano

L’olio di germe di grano è una fonte naturale di vitamina E, pertanto è un prodotto altamente idratante e nutriente, che svolge numerose funzioni benefiche a vantaggio di pelle e capelli. Usato come doposole lenisce le irritazioni cutanee dovute all’esposizione, proprio grazie alle qualità idratanti e nutrienti. È un prodotto molto delicato, idoneo anche a trattare piccole irritazioni di varia natura sulla cute dei bambini piccoli. È indicato per uso quotidiano, per mantenere la pelle sempre idratata e sana. Per approfondimenti vi invitiamo a leggere: Olio di germe di grano: un ottimo prodotto per la cura di pelle e capelli.

6 Burro di karité

Il burro di karité ha qualità idratanti, nutrienti e lenitive. È molto delicato ed è dunque adatto anche alle pelli reattive e fragili. Lenisce piccole irritazioni di varia natura, ad esempio quelle post-rasatura o dovute a punture d’insetto. Si applica direttamente sulla parte interessata, fino a completo assorbimento, anche più volte al giorno. Molto utile, inoltre, per uso quotidiano, a scopo preventivo, in quanto forma una vera e propria barriera contro vento, freddo e altri agenti atmosferici che possono aggredire la pelle.

7 Vitamina E

Oltre a essere idratante, emolliente e nutriente, la vitamina E sulla pelle svolge azione antiossidante e antinfiammatoria; è dunque adatta per combattere le irritazioni cutanee, specie quelle dovute all’azione del sole e di altri agenti atmosferici. Usata quotidianamente, aiuta a rinforzare la barriera cutanea contro i raggi UV, esponendola meno alla comparsa di irritazioni, macchie cutanee e anche rughe.

8 Oli essenziali specifici

Alcuni oli essenziali sono particolarmente indicati per gestire piccoli problemi della pelle. Di seguito ne riportiamo 4 tra i più indicati.

  • Olio essenziale di camomilla: ha azione antinfiammatoria e calmante e allevia irritazioni cutanee di varia natura, soprattutto gli eritemi solari;
  • Olio essenziale di menta piperita: ha azione antibatterica e lenitiva, è molto utile soprattutto in caso di irritazioni con prurito, per esempio in seguito a punture di insetto;
  • Olio essenziale di lavanda: ha un’ottima azione lenitiva ed è utile in caso di irritazioni cutanee di varia natura;
  • Tea tree oil: quest’olio ha ottime qualità antinfiammatorie e antibatteriche, risultando utile contro le irritazioni cutanee, specialmente causate da punture di insetti, ma anche in presenza di acne o puntini rossi sulla pelle. Ideale anche per lenire il prurito.

Gli oli essenziali si usano generalmente diluiti in olio vettore (per esempio olio di germe di grano o di mandorle) e si applicano sulla zona interessata dall’irritazione (per 10 ml di olio si possono unire 2 o 3 gocce di olio essenziale). È sempre preferibile non applicare gli oli essenziali puri direttamente sulla cute, perché sono prodotti molto concentrati e potrebbero dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Per lo stesso motivo, è consigliabile non abusarne.

9 Olio di riso

Grazie all’ottima presenza di fitosteroli, ha proprietà lenitive e calmanti. È indicato per trattare problemi di cute irritata in seguito agli stimoli atmosferici, ad esempio vento e temperature molto fredde, o dopo depilazione ed epilazione. L’olio di riso si può usare puro, come olio vettore di oli essenziali, o mescolato con altri oli vegetali. È adatto anche a chi non ama particolarmente i prodotti untuosi, perché, pur essendo un olio, ammorbidisce la pelle senza ungere. È indicato anche sulla pelle delicata dei bambini piccoli.

10 Olio di oliva

Le nostre nonne lo utilizzavano in moltissimi modi diversi perché ce l’avevano sempre a disposizione e ne conoscevano tutte le proprietà e gli usi. È l’olio più ricco di acido oleico e vanta ottime qualità emollienti, nutrienti e lenitive. È indicato per trattare irritazioni della pelle di varia natura. È il prodotto che più facilmente ci troviamo in casa, è dunque accessibile a tutti, in qualsiasi momento, ed è questo, forse, il suo principale punto di forza. Per ulteriori approfondimenti, vi invitiamo a leggere: Olio di oliva su pelle e capelli: proprietà e consigli per l’uso.

Un rimedio della nonna: infuso di fiori di malva

È uno dei più noti rimedi della nonna contro le irritazioni cutanee, efficace soprattutto contro prurito e bruciore. Dopo aver preparato un infuso concentrato di fiori di malva, farlo raffreddare e applicarlo sulle aree interessate con l’aiuto di una garza. È un rimedio molto delicato e si può utilizzare anche più volte al giorno.

Come prevenire le irritazioni alla pelle

Le irritazioni della pelle si prevengono con alcuni accorgimenti tanto semplici quanto importanti, vediamo quali sono.

Evitare le esposizioni troppo frequenti ai raggi UVA e UVB e usare una crema viso con protezione solare tutti i giorni, soprattutto in estate e in primavera, anche quando non si va al mare o in piscina. Tenere la pelle sempre idratata, sia sul viso, sia sul corpo, usando prodotti il più possibile delicati e, naturalmente, adatti al proprio tipo di pelle. In inverno può essere utile applicare quotidianamente una crema idratante (o del burro di karité) sulle mani per evitare screpolature o irritazioni.

Valutare sempre la composizione di ciò che si acquista leggendo l’INCI, ossia l’elenco degli ingredienti. Quando si usa un prodotto nuovo, è sempre consigliabile provarlo prima su una piccola piccolissima parte di pelle. Tutti gli oli indicati in questo articolo sono ottimi anche a livello di prevenzione. Applicare un olio vegetale sulla pelle dopo la depilazione o l’epilazione. Utilizzare sempre un prodotto lenitivo dopo essersi fatti la barba.

Evitare il più possibile profumi e tutte le sostanze potenzialmente irritanti (alcol, coloranti, metalli…). Pulire la pelle con prodotti delicati e privi di ingredienti aggressivi. In caso di sudorazione eccessiva, asciugare con un talco delicato, per esempio amido di mais, soprattutto nelle aree più esposte, quali le ascelle o la zona sotto al seno.

L’amido di mais è molto utile anche per prevenire le irritazioni nella zona del pannolino. Infine, è consigliabile evitare di stressare la pelle con sollecitazioni meccaniche eccessive, ad esempio depilazione troppo frequente.

Hai letto: Pelle irritata su viso e corpo: le cause più comuni e 10 rimedi naturali particolarmente efficaci

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome