Home Alimentazione Proprietà degli alimenti Olio di germe di grano per uso alimentare: proprietà e benefici

Olio di germe di grano per uso alimentare: proprietà e benefici

Ultima modifica:4 Maggio 2021

0

L’olio di germe di grano è molto utilizzato nel campo della cosmesi ed è conosciuto soprattutto per uso esterno. Scopriamo qualcosa in più sull’olio di germe di grano per uso alimentare.

L’olio di germe di grano è un olio vegetale ottenuto per spremitura a freddo e senza solventi dalla cariosside di frumento.

Olio di germe di grano benefici e utilizzo

Tutti conosciamo il frumento; è una delle materie prime più ampiamente utilizzate dall’uomo a scopo alimentare; dalla farina che ne deriva vengono infatti prodotti tantissimi cibi che portiamo tutti i giorni a tavola. L’olio di germe di grano ha un colore giallo ocra ed appare come un liquido denso.

Può essere utilizzato sia come integratore, sia come condimento a crudo, da miscelare preferibilmente all’olio extravergine d’oliva. L’olio di germe di grano vanta anche numerosi utilizzi in campo cosmetico.

Olio di germe di grano: proprietà nutrizionali

L’olio di germe di grano è soprattutto ricchissimo di vitamina E, un noto antiossidante. Contiene, inoltre, molti altri nutrienti, in particolare vitamine del gruppo B (compresa una buona quota di acido folico), fosforo, calcio, magnesio e potassio.

Presenta un contenuto elevato di acido linoleico, un acido grasso essenziale del tipo Omega 6. Come tutti gli oli vegetali, anche quello di germe di grano è molto calorico (884 kcal/100gr) e, per questo motivo, è bene non eccedere con le dosi.

Valori nutrizionali per 100g di olio di germe di grano:
Acqua 0 g
kcal 884
Proteine 0 g
Grassi 100 g
di cui saturi 18,8 g
Carboidrati 0 g
di cui zuccheri 0 g
Vitamina E 149 mg
Indice glicemico 0
Colesterolo 0 g
Acido Linoleico 54,8 g
Acido Linolenico 6,9 g

Benefici per la salute dell’olio di germe di grano

Vediamo ora i benefici che può apportare il consumo di olio di germe di grano.

✓ L’olio di germe di grano contro il colesterolo alto

Grazie all’elevata presenza di vitamina E ed acido linoleico, l’olio di germe di grano può vantare qualità ipolipemizzanti; è cioè in grado di fornire un aiuto nel controllo di colesterolo e trigliceridi alti, se, ovviamente, inserito nel contesto di una dieta sana ed equilibrata. L’olio di germe di grano contiene, inoltre, policosanolo, una sostanza che aiuta anch’essa a ridurre i valori di colesterolo totale ed LDL, cioè quello cattivo.

✓ L’olio di germe di grano alleato del sistema nervoso centrale

La ricchezza di acidi grassi del tipo Omega 6 e Omega 3 favorisce il buon funzionamento del sistema nervoso centrale. Grazie alla sua composizione, l’olio di germe di grano aiuta, inoltre, a mantenersi più energici e a ridurre la sensazione di stress e affaticamento.

✓ L’olio di germe di grano durante la gravidanza

L’olio di germe grano è indicato anche in gravidanza per la ricchezza di acido folico e vitamina E. Un’alimentazione con contenuto elevato di acido folico e altre vitamine del gruppo B è importante già quando si cerca una gravidanza, per prevenire danni al feto. La composizione di questo olio aiuta, inoltre, la formazione dei globuli rossi. Se si pensa di assumerlo sotto forma di integratore, in gravidanza è comunque sempre consigliabile chiedere consiglio al proprio medico, così come per tutti gli altri integratori.

✓ L’olio di germe di grano nelle diete per dimagrire

Talvolta l’olio di germe di grano viene usato come condimento a crudo anche nelle diete dimagranti, non perché sia poco calorico ma perché, come accade per l’olio extravergine d’oliva, presenta caratteristiche nutrizionali che consentono all’organismo di ridurre i grassi nocivi.

✓ L’olio di germe grano contro la stitichezza

L’olio di germe di grano aiuta a combattere la stitichezza; ha, infatti, proprietà lassative.

Come usare l’olio di germe di grano

Come abbiamo avuto modo di vedere, l’olio di germe di grano è ricco principalmente di grassi della serie omega-6. Sebbene si tratti di un tipo di “grassi buoni”, un eccesso di questa tipologia di lipidi può favorire l’infiammazione e, per questo motivo, è consigliabile consumare l’olio di germe di grano (così come altri oli contenenti in prevalenza omega6) non in eccesso e preferire, nella normale alimentazione quotidiana, l’olio extravergine di oliva. In ogni caso, i quantitativi di olio da usare non dovrebbero superare i 30 grammi totali circa.

Per quanto riguarda gli utilizzi, l’olio di germe di grano può essere utilizzato come olio per le ricette dolci in quanto il sapore è piuttosto neutro e non andrà ad influire sul gusto della ricetta.

Curiosità
Nella medicina cinese, l’olio di germe di grano viene utilizzato per curare l’ipersudorazione notturna, mentre nella medicina indiana trova indicazione per flatulenza, costipazione, prurito e menorragia.
Hai letto: Olio di germe di grano per uso alimentare: proprietà e benefici

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome