Home Benessere Salute Bocca amara, a cosa è dovuta? Ecco cause, sintomi e rimedi per...

Bocca amara, a cosa è dovuta? Ecco cause, sintomi e rimedi per togliere il sapore amaro

Ultima modifica:5 Maggio 2022

0

La sensazione di amaro in bocca è una condizione fastidiosa e collegata al consumo di specifici alimenti, ad abitudini scorrette o un sintomo di condizioni mediche. Vediamo le cause e le possibili soluzioni al problema.

Tra i diversi fastidi che possiamo sperimentare comunemente e che può originare da moltissime cause diverse troviamo la bocca amara, una spiacevole sensazione di amaro in bocca. Non sempre questo disturbo è da ricollegarsi a patologie o gravi condizioni mediche: spesso infatti è una problematica legata a cattive abitudini, alimentazione scorretta, utilizzo di alcolici o fumo di sigaretta.

Donna con senso di amaro in bocca

Solitamente è possibile intervenire anche con alcuni rimedi naturali per alleviare il fastidioso sapore amaro nella bocca; tuttavia, laddove il sintomo della bocca secca e amara è frequente, è importante consultare il proprio medico, che consiglierà eventuali approfondimenti.

Bocca amara, a cosa è dovuta? Ecco le cause principali

Il gusto amaro in bocca è una sensazione che può presentarsi in diverse occasioni e, come abbiamo accennato, può essere collegata sia ad alcune condizioni mediche, sia ad alcune abitudini scorrette. Vediamo insieme un elenco delle cause della bocca amara.

✓ Alimentazione

Innanzitutto ricordiamo che in alcuni casi sono gli alimenti stessi ad attivare i recettori del gusto amaro. Tra questi alimenti un esempio è il caffè: in questo caso è del tutto normale percepire una sensazione di gusto amaro in bocca dopo mangiato e non dobbiamo spaventarci [1]. Anche alcuni alimenti contenenti sostanze amare (come rafano, carciofi, cicoria, radicchio, ecc) possono lasciare questo gusto in bocca.

✓ Cattiva digestione

Sempre collegandoci all’alimentazione è importante sapere che spesso la bocca amara si collega a una cattiva digestione e al reflusso gastro-esofageo: il gusto amaro è dovuto in questo caso alla risalita dei succhi acidi prodotti dallo stomaco nel tratto precedente del sistema digerente (bocca inclusa). In questo caso è importante perseguire alcune modifiche del proprio stile di vita e delle proprie abitudini alimentari. Per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a leggere il nostro articolo: Dieta e reflusso gastrico: cosa mangiare e cosa evitare.

✓ Abuso di alcolici

Il consumo di alcolici, soprattutto quando eccessivo, può essere considerata un’altra causa della bocca amara. Infatti gli alcolici possono essere associati anch’essi al reflusso. Inoltre, un fegato “appesantito” (in questo caso dall’eccesso di alcool) può provocare questa fastidiosa sensazione di amaro nella bocca.

✓ Fumo di sigaretta

Tra le varie abitudini scorrette che possono lasciare un gusto amaro in bocca troviamo il fumo di sigaretta, compresa quella elettronica.

✓ Farmaci

Alcuni farmaci, come gli antibiotici, possono causare la sensazione di amaro in bocca: fate attenzione se tale spiacevole sensazione compare dopo l’assunzione del farmaco e parlatene eventualmente con il medico prescrittore.

✓ Infezioni del cavo orale

Alcune infezioni del cavo orale, che spesso sono conseguenti a una cattiva igiene orale e si possono accompagnare a sintomi come l’alito cattivo, possono contribuire alla sensazione di bocca amara. È importante, in questo caso, rivolgersi al proprio medico e/o dentista di fiducia e porre particolare attenzione alla pulizia dei denti e della lingua. Se necessario il dentista consiglierà anche una seduta di igiene orale.

✓ Problematiche epatiche

Problematiche del fegato e della cistifellea possono presentarsi anche con il sintomo della bocca amara, che in questi casi può accompagnarsi anche alla presenza della lingua bianca. La presenza di calcoli alla cistifellea, infatti, interferisce negativamente con la digestione degli alimenti grassi. Quando il problema si presenta sovente dopo mangiato è importante eseguire ulteriori controlli ed escludere gravi patologie. Talvolta, invece, l’amaro in bocca (specialmente se frequente al risveglio) è il sintomo di un fegato “appesantito” e, in questi casi, può essere sufficiente adottare alcune tecniche di depurazione del fegato. Per saperne di più vi invitiamo a leggere: Depurare il fegato: quando è necessario e come farlo con i rimedi naturali.

✓ Gravidanza

È possibile per una donna sperimentare la sensazione di bocca amara in gravidanza, soprattutto con l’avvicinarsi del terzo trimestre, quando l’ingombro dell’utero pesa maggiormente sullo stomaco. In questo caso suggeriamo di consumare dei pasti più piccoli rispetto alle proprie abitudini, benché più frequenti.

✓ Ulcera peptica o tumore dello stomaco

Nei casi più gravi la sensazione di bocca amara può essere legata un’ulcerazione dello stomaco o alla presenza di un tumore. In questi casi solitamente la bocca amara non è l’unico sintomo che viene riportato: tuttavia può essere uno dei primi sintomi a comparire.

Quando la bocca amara è al mattino, a cosa è dovuta?

In alcuni casi la sensazione di bocca e lingua amara è frequente al mattino, appena dopo il risveglio. In questo caso è probabile che il sintomo sia riconducibile a una condizione di reflusso gastroesofageo. La posizione sdraiata che assumiamo durante la notte facilita infatti la risalita dei succhi gastrici dallo stomaco, verso la bocca. Altri motivi possono essere una cattiva digestione. In questi casi è importante fare attenzione a consumare la cena il più presto possibile, scegliendo alimenti facilmente digeribili ed evitando un eccessivo apporto di grassi e di alimenti fritti. Infine, come abbiamo accennato sopra, la bocca amara al mattino appena svegli può essere sintomo di un fegato appesantito e che necessita di essere “depurato”.

La bocca amara può essere sintomo di altro?

Abbiamo già visto che la bocca amara può essere sintomo di abitudini scorrette, ma può essere anche segnale di condizioni più gravi. Vi ricordiamo quelle che possono essere le condizioni mediche che possono avere come sintomo la bocca amara e per le quali vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico di fiducia.

  • Problematiche epatiche;
  • Calcoli alla cistifellea;
  • Ulcera peptica;
  • Tumore allo stomaco;
  • Infezione orale;
  • Gastrite o reflusso gastroesofageo.

Tutte queste condizioni potrebbero richiedere una terapia medica e in alcuni casi la tempestività del trattamento risulta fondamentale.

Quali sono gli esami da fare in caso di bocca amara?

Come vi abbiamo già suggerito, quando la sensazione di bocca amara si presenta con continuità e non è associata al consumo di particolari cibi, bevande o farmaci è importante rivolgersi al proprio medico. In base ai sintomi riportati potrà infatti prescrivervi alcuni esami specifici per approfondire la situazione e trovare la terapia più adatta a voi.

Tra gli esami per la bocca amara più frequenti che il medico potrà prescrivere troviamo esami del sangue per valutare la situazione del fegato, del pancreas e della cistifellea, la gastroscopia per studiare la presenza di gastrite o ulcere peptiche o ernia iatale e infine una visita con un gastroenterologo.

Bocca amara: i rimedi naturali più efficaci

Quando non necessita di terapia medica, il sintomo di bocca amara può essere trattato anche con rimedi naturali: esistono infatti diversi rimedi per la bocca amara, che vi elenchiamo di seguito.

1 Estratto di carciofo

Il carciofo è un ottimo rimedio per quanto riguarda le problematiche al fegato, che possono causare la sensazione di amaro in bocca. Una tisana con foglie di carciofo o l’uso di specifici integratori a base di estratti di questa pianta possono essere utili per sostenere e migliorare la funzionalità del fegato e quindi per togliere l’amaro dalla bocca, quando il sintomo è associato a un appesantimento del fegato.

2 Liquirizia

La liquirizia ha proprietà antinfiammatorie, analgesiche e migliora anche la produzione di muco da parte dello stomaco, esercitando così un’azione anti-ulcera (come abbiamo visto l’ulcera può essere causa di amaro in bocca) [2]. La si può usare sotto forma di tisana o di estratto liquido ma è necessario prestare attenzione al suo utilizzo nel caso in cui si soffra di ipertensione.

3 Basilico

Anche il basilico può essere utile quando il sintomo della bocca secca e amara è collegato a una cattiva digestione: questa pianta aromatica ha infatti dimostrato di diminuire la produzione di acido e pepsina da parte dello stomaco.

4 Zenzero

Lo zenzero è un’altra pianta utile per migliorare la digestione e i sintomi collegati alla dispepsia, come la nausea, il vomito e la lingua amara. Lo si può assumere sotto forma di tisana, come ingrediente di un estratto di frutta o come estratto liquido da assumere secondo le indicazioni fornite dal produttore.

5 Tarassaco

Il tarassaco è un’altra erba utilizzata per sostenere l’attività del fegato e, in tal senso, può essere utile per migliorare la digestione e limitare il problema della bocca amara. Questo rimedio lo si può trovare come radice secca per la preparazione di un decotto, come succo o come ingrediente di integratori specificatamente formulati.

Bocca amara: cosa mangiare e cosa evitare

Vediamo infine cosa mangiare e non mangiare con la bocca amara, tenendo in considerazione che spesso questa sensazione è collegata a difficoltà digestive. Innanzitutto è importante consumare i pasti in tranquillità, seduti comodamente a un tavolo e prendendosi il tempo necessario per masticare e deglutire con cura ogni boccone.

Inoltre vi consigliamo di consumare pasti equilibrati e non eccessivamente abbondanti ed evitare gli alimenti troppo conditi o fritti. Prediligete quindi i cereali integrali, i legumi, la verdura, le carni magre e il pesce. Limitate invece le carni grasse o cotte molto a lungo e i formaggi stagionati.

Un’altra abitudine che può essere di aiuto è quella di inserire una piccola passeggiata dopo i pasti principali, per aiutare e stimolare la digestione. Infine vi ricordiamo di curare la vostra igiene orale: lavatevi i denti con cura dopo i pasti e utilizzate con regolarità il filo interdentale.

Bocca amara: quando preoccuparsi e contattare il medico

La bocca amara è spesso sintomo di cattive abitudini: infatti è un sintomo frequente associato al consumo di alcuni alimenti o bevande, soprattutto quelle alcoliche, o ancora al fumo di sigaretta. In altri casi può essere il segnale di una cattiva igiene orale.

È importante, pertanto, porre attenzione a migliorare le proprie abitudini alimentari: consumare cibi sani, pasti non troppo abbondanti, limitare gli alcolici e smettere di fumare (o almeno cercare di limitarsi il più possibile), oltre a perseguire un’adeguata igiene orale.

Laddove abbiate già migliorato il vostro stile di vita, ma la sensazione di amaro in bocca o lingua amara dovesse permanere, o laddove questa sensazione si accompagna ad altri sintomi quali stanchezza o febbre, vi invitiamo a contattare il vostro medico di fiducia per un’attenta indagine.

Hai letto: Bocca amara, a cosa è dovuta? Ecco cause, sintomi e rimedi per togliere il sapore amaro
Dott.ssa Stefania Cocolo
Biologa nutrizionista laureata in Biotecnologie molecolari e bioinformatica presso l’Università degli studi di Milano. Ha conseguito la specializzazione in Biotecnologie industriali e ambientali presso l’Università degli studi di Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome