Home Salute Corpo umano Come abbassare il colesterolo con tanti consigli naturali e 4 alimenti speciali

Come abbassare il colesterolo con tanti consigli naturali e 4 alimenti speciali

Ultima modifica: 11 maggio 2017

35020
0
CONDIVIDI
Come abbassare il colesterolo alto

La presenza di grassi saturi, anche nascosti, nell’alimentazione industriale ha portato a un aumento molto diffuso di colesterolo dannoso. Ecco in questo articolo le informazioni necessarie sull’origine e le caratteristiche di questo elemento, alcuni consigli alimentari e i rimedi più efficaci per abbassare il colesterolo.

Caratteristiche del colesterolo

Il colesterolo viene prodotto internamente dal fegato per compiere alcune naturali funzioni dell’organismo. Dall’esterno invece viene introdotto con l’alimentazione. Gli alimenti che contengono colesterolo sono in particolare i grassi di origine animale.

Il colesterolo è una molecola di origine lipidica. La membrana cellulare è costituita da un doppio strato lipidico, per questo il colesterolo è necessario al benessere di tutte le cellule e a molte altre funzioni.

Colesterolo “buono” e colesterolo “cattivo”

Per comprendere cosa si intende per colesterolo alto, occorre parlare delle due forme principali di colesterolo costituite dai due tipi di lipoproteine: il colesterolo LDL e il colesterolo HDL.

Il colesterolo LDL (“Low Density Lipoprotein”, “lipoproteine a bassa densità”) è costituito da lipoproteine che trasportano il colesterolo dal fegato ai tessuti e alle arterie. Quando sono in eccesso si depositano sulle pareti arteriose restringendo il passaggio e impedendo il libero deflusso del sangue. Ecco perché questo tipo di colesterolo viene definito “cattivo”.

Il colesterolo HDL (“High Density Lipoprotein”, “lipoproteine ad alta densità”) è rappresentato da lipoproteine che devono trasportare il colesterolo dai tessuti (e dalle arterie) al fegato. Questo colesterolo è considerato “buono”; infatti queste lipoproteine fungono da “spazzino” dei vasi sanguigni.

Perché si innalza il colesterolo?

Quando nelle pareti delle arterie si stratificano numerosi depositi lipidici, si parla di aterosclerosi. L’aterosclerosi porta a patologie come infarto o ictus, perché negli organi corrispondenti viene a mancare il giusto apporto di sangue, a causa del restringimento delle arterie.

Bisogna precisare che il pericolo arriva dal colesterolo ossidato che fa sì che i depositi lipidici si trasformino in placche aterosclerotiche e occlusioni.

È il colesterolo cattivo, LDL, a essere soggetto a ossidazione mentre il colesterolo buono, HDL, protegge dalle malattie cardiovascolari. I valori del colesterolo LDL vanno tenuti sotto controllo perché non si innalzino troppo. Un colesterolo elevato è un fattore di rischio di cardiopatie.

Colesterolo alto e sindrome metabolica

Il colesterolo alto è uno dei sintomi tipici della “sindrome metabolica” ed è uno dei fattori di rischio per l’insorgenza del diabete e di malattie cardiovascolari.

Il soggetto che soffre di sindrome metabolica presenta valori elevati di colesterolo LDL, di trigliceridi, tende a soffrire di ipertensione e mostra la cosiddetta “pancetta”, data da un eccessivo grasso addominale. Le cause sono dovute fondamentalmente a un’alimentazione squilibrata che eccede nel consumo di carboidrati raffinati e grassi saturi.

Un’altra causa sottovalutata: lo stress in eccesso

Nei periodi di stress eccessivo aumenta la produzione di radicali liberi che causano l’ossidazione del colesterolo “cattivo”. Lo stress stimola la produzione di adrenalina da parte delle ghiandole surrenali. Questo processo può portare alla formazione di coaguli e aumentare la densità del sangue. I coaguli anticipano la formazione delle placche e portano al rischio di aterosclerosi e di malattie cardiovascolari.

Alimentazione corretta per prevenire l’ipercolesterolemia

Lo smisurato consumo di zuccheri raffinati e grassi di origine animale contribuisce a innalzare i livelli di colesterolo e porta alle spiacevoli conseguenze cui abbiamo già accennato.

L’eccessivo consumo di carne, formaggi stagionati, latte, latticini e uova può portare a diversi disturbi: colesterolo alto e rischio di malattie cardiovascolari, acidità gastrica, rallentamento della risposta immunitaria, produzione eccessiva di radicali liberi con conseguente invecchiamento cellulare precoce, problemi ormonali, cellulite, ecc.

L’ossidazione dei grassi è una delle cause principali della produzione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Per contrastare la produzione di radicali liberi e riequilibrare i livelli di colesterolo occorre alimentarsi con cibi antiossidanti.

L’effetto benefico dei cibi antiossidanti sul colesterolo

Gli antiossidanti combattono il colesterolo alto e prevengono le malattie cardiovascolari. Evitano l’ossidazione del colesterolo “cattivo” all’interno delle pareti arteriose, ostacolano l’ostruzione delle arterie e permettono al sangue ossigenato di giungere agli organi e irrorarli, non compromettendone la funzionalità. Fra questi troviamo la vitamina C e la vitamina E, la vitamina A, il selenio, il coenzima Q10.

Quali alimenti scegliere per abbassare il colesterolo

Ovviamente meglio evitare i cibi acidificanti, come cereali e zuccheri raffinati, alimenti di origine animale (soprattutto carne rossa, latte e latticini, burro, strutto), acidi grassi trans-saturi come la margarina. L’alimentazione naturale e biologica è molto d’aiuto per riequilibrare i livelli di colesterolo alto.

Il consumo regolare di acidi grassi Omega 3 che si trovano nel pesce azzurro, nel salmone, nelle noci, nei semi di lino, nell’olio di semi di lino e nei cereali integrali aiuta a prevenire ipercolesterolemia, ipertensione e cardiopatie. Gli isoflavoni contenuti nella soia e nei prodotti derivanti proteggono il sistema cardiovascolare e contribuiscono a mantenere bassi i livelli di colesterolo.

4 alimenti per abbassare il colesterolo

Le mele: efficaci frutti antiossidanti

Fra i frutti che vi consigliamo di consumare regolarmente per riequilibrare i livelli di colesterolo c’è la mela. La mela contiene pectina, una fibra solubile in grado di tenere bassi i livelli di colesterolo e in grado di contrastare l’ossidazione del colesterolo LDL.
La mela contiene anche quercetina, un flavonoide che mantiene in salute il cuore e ha effetti antiossidanti. Inoltre ha proprietà antinfiammatorie importanti.

Il tarassaco per ridurre i livelli di colesterolo

Fra i rimedi naturali e fitoterapici troviamo il tarassaco, una pianta efficace per ridurre i livelli di colesterolo. È anche un ottimo diuretico e digestivo. Il tarassaco favorisce l’eliminazione biliare del colesterolo in eccesso e ne riduce l’assorbimento grazie al suo contenuto di fitosteroli e fibre solubili.

L’infuso di rosmarino per abbassare il colesterolo

Anche il rosmarino è un ottimo rimedio per abbassare il colesterolo in modo efficace. Questa pianta infatti, ha la capacità di riattivare la funzionalità epatica e aumentare la produzione di bile. È attraverso la bile che il nostro organismo elimina il colesterolo in eccesso. Inoltre il rosmarino aiuta a eliminare i trigliceridi dannosi. Può essere consumato in infuso, lasciando le foglioline in ammollo in acqua bollente per circa 10 minuti. Questa tisana, consumata due volte al giorno, è un valido rimedio contro colesterolo e trigliceridi. Inoltre ha proprietà digestive.

Il carciofo e le sue innumerevoli proprietà

Il carciofo stimola la secrezione gastrica, intestinale ed epatica. La funzionalità epatica e pancreatica è favorita dai flovonoidi e dall’acido chinico. Il carciofo interviene sull’assimilazione e sulla metabolizzazione delle sostanze lipidiche e ha un’azione ipocolesterolemizzante (abbassare il colesterolo) pari a quella del tarassaco. Lo si può consumare regolarmente sotto forma di tisana o, se è la giusta stagiona, come verdura ad accompagnare i pasti.

Hai letto: Come abbassare il colesterolo con tanti consigli naturali e 4 alimenti speciali
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Simona Vignali
Simona Vignali da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. A Milano gestisce lo Spazio SoloSalute, il centro di Salute Naturale dove eroga le sue consulenze di naturopatia. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista. Nel suo canale di Youtube offre consigli sui rimedi naturali, l’alimentazione e la bellezza olistica. Tiene corsi e conferenze in tutta Italia, ha pubblicato oltre sei libri con RED edizioni, scrive per le principali riviste italiane e per diversi portali del settore. È appassionata di astrologia. www.spaziosolosalute.it - www.simonavignali.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here