Come congelare i fagiolini crudi o cotti: procedimento e consigli

Congelare i fagiolini è una soluzione ideale per conservarli a lungo e averli sempre a disposizione in cucina. Vediamo come farlo correttamente.

I fagiolini (chiamati anche cornetti) sono un ortaggio appartenente alla famiglia delle leguminose, anche se dal punto di vista nutrizionale vengono classificati come ortaggi. Sono originari dell’America Centrale e del Sud, ma oggi sono coltivati in tutto il mondo. La loro forma allungata e sottile li rende facilmente riconoscibili, così come il loro caratteristico colore verde. I fagiolini sono un’ottima fonte di fibre, vitamina C, vitamina K, acido folico e potassio. Inoltre, sono poveri di calorie e di grassi, il che li rende perfetti per chi segue una dieta ipocalorica. Per approfondire le proprietà nutrizionali vi invitiamo a leggere: Fagiolini, a cosa fanno bene? Ecco proprietà nutrizionali, benefici e controindicazioni.

COme congelare i fagiolini verdi crudi o cotti

Questi ortaggi sono molto versatili in cucina e possono essere cucinati in vari modi: lessati, saltati in padella, al forno o in insalata. Si trovano di stagione principalmente nel periodo tardo primaverile/estivo, pertanto in questi mesi possiamo consumarli regolarmente, anche tutti i giorni.

Se vogliamo utilizzarli anche fuori stagione, però, il modo migliore per conservarli e mantenere praticamente intatte le loro proprietà è quello di congelarli correttamente. Vediamo di seguito come congelare i fagiolini crudi e cotti, come scongelarli e utilizzarli al meglio e quanto tempo si possono conservare in freezer.

Come scegliere e preparare i fagiolini al congelamento

Il primo passo per congelare correttamente i fagiolini è quello di scegliere gli ortaggi giusti. Affinché si mantengano intatte le proprietà nutrizionali dell’alimento anche una volta scongelato, è importante scegliere prodotti freschi e raccolti dal minor tempo possibile. Infatti, più tempo passa dalla raccolta al congelamento, più verranno perse proprietà nutritive nella fase di scongelamento. Pertanto, se possibile, scegliete dei fagiolini con un bel colore verde acceso, dalla consistenza turgida e privi di macchie scure.

Una volta acquistati i nostri fagiolini freschi, il passo successivo è quello di lavarli accuratamente sotto acqua corrente e asciugarli con un panno pulito. Successivamente si tagliano le due estremità e, se necessario, eliminare anche il filo laterale. A questo punto, si possono tagliare a pezzetti o lasciare interi, a seconda delle preferenze e dell’uso che ne vorremmo fare una volta scongelati. Ora i fagiolini sono pronti per essere congelati, vediamo come fare.

Come congelare i fagiolini crudi

I fagiolini possono essere congelati sia crudi che cotti. Per congelare i fagiolini crudi, una volta che li abbiamo lavati ed eventualmente tagliati (ricordiamo che si possono congelare anche interi), è sufficiente disporli sopra un vassoio, in modo che non si tocchino e stiano distanziati fra loro e riporli in freezer per un paio d’ore, in modo che si congelino e si induriscano. Trascorso questo tempo possiamo trasferirli in un sacchetto per alimenti, rimuovendo l’aria in eccesso, e riporli in freezer.

In alternativa, prima di congelarli è possibile sbollentarli per 2 o 3 minuti e passarli subito sotto acqua fredda, in modo da bloccare la cottura e farli raffreddare in breve tempo. Una volta raffreddati e asciugati, possiamo disporli sopra un vassoio, quindi si procede come abbiamo appena visto. Questa tecnica, che prende il nome di sbianchimento (o sbiancamento), è un passaggio non strettamente necessario, tuttavia serve principalmente a mantenere più vivo il colore e la consistenza del prodotto una volta che sarà scongelato.

Come congelare i fagiolini cotti

Per congelare i fagiolini cotti, il primo passo è quello di cuocerli a proprio gusto, ad esempio lessandoli o saltandoli in padella. Una volta cotti, si dovrebbero raffreddare immediatamente immergendoli in acqua fredda in modo da bloccare la cottura e mantenerli più croccanti. In alternativa possiamo cuocerli “al dente” e farli raffreddare all’aria. Una volta raffreddati e asciugati, si possono disporre su un vassoio e mettere in freezer per qualche ora. Quando saranno congelati e induriti, si possono trasferire in sacchetti appositi per gli alimenti, avendo sempre cura di rimuovere l’aria in eccesso per evitare la formazione di brina e mantenere più a lungo il prodotto congelato.

Un altro metodo per congelare i fagiolini cotti è quello di preparare un misto di fagiolini e verdure a piacere, ad esempio carote o peperoni e disporre il tutto in contenitori appositi da mettere in freezer. Questo metodo permette di avere un piatto pronto da scongelare e scaldare.

Sarebbe preferibile, invece, non congelare insalate o pietanze a base di fagioli già condite, poiché potrebbero perdere troppa consistenza e gusto. In tal caso, è meglio riporre in frigorifero l’avanzo e consumarlo entro uno o due giorni.

Quanto tempo si possono conservare i fagiolini in freezer

I fagiolini congelati, se vengono conservati correttamente possono essere conservati in freezer fino a 6-8 mesi. In generale, si consiglia di consumarli comunque entro 4 o 5 mesi dalla data di congelamento.

Tuttavia, è importante tenere presente che il tempo di conservazione dipende anche dal tipo di fagiolini e dal metodo di congelamento utilizzato. Ad esempio, i fagiolini interi possono essere conservati per un periodo più lungo rispetto ai fagiolini tagliati a pezzetti, che sono più soggetti alla formazione di brina e acqua congelata sulla superficie. In ogni caso, è importante etichettare i sacchetti o i contenitori con la data di congelamento, in modo da poter verificare facilmente il tempo di conservazione e utilizzare prima i fagiolini più vecchi.

Come scongelare e usare i fagiolini congelati

I fagiolini congelati si possono scongelare in diversi modi, a seconda che siano stati congelati crudi o cotti. Se avete congelato i fagiolini crudi (sia tagliati che interi), si possono trasferire direttamente dal freezer alla cottura. In alternativa possiamo lasciarli scongelare in frigorifero o a temperatura ambiente per alcune ore. Se abbiamo congelato i fagiolini già cotti, invece, è possibile scongelarli lasciandoli in frigo per alcune ore, oppure metterli nel microonde per pochi minuti.

I fagiolini scongelati possono essere utilizzati allo stesso modo di quelli freschi appena comprati. Si possono utilizzare, ad esempio, nelle insalate di riso, come contorno di accompagnamento ad un secondo piatto, insieme alle patate o per la preparazione di zuppe o piatti unici. Inoltre, i fagiolini congelati possono essere utilizzati come base per preparare salse e pesti, da utilizzare per condire la pasta o per insaporire carni e pesce. Di seguito trovate diversi spunti per usare i fagiolini nelle ricette:

I fagiolini congelati e scongelati perdono proprietà?

I fagiolini congelati e scongelati non perdono le loro proprietà nutritive, a patto che vengano conservati correttamente e che si scelgano prodotti freschi e raccolti da poco. Tuttavia, è importante evitare di scongelare e ricongelare più volte gli stessi fagiolini, poiché questo può alterare la loro consistenza e il loro sapore, oltre a ridurre le proprietà nutritive.

Inoltre, per mantenere quanto più inalterate possibile le proprietà nutrizionali, è importante non cuocere i fagiolini congelati troppo a lungo. In generale, i fagiolini freschi sono sempre la scelta migliore, ma congelarli può essere una soluzione perfetta per conservarli a lungo e averli sempre a disposizione in cucina, anche quando non sono di stagione.

Viversano.net

VIVERSANO.net è il sito di riferimento per la sana alimentazione, i rimedi naturali per essere sempre in forma e in salute e la cosmesi naturale. Siamo online dal 2012 con la missione di creare una risorsa utile ed affidabile per promuovere uno stile di vita più sano e naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio