Come congelare correttamente i carciofi crudi o cotti: consigli e procedimento

Congelare i carciofi è un modo semplice ed efficace per conservarli anche diversi mesi e averli sempre a disposizione. Vediamo come farlo a partire da carciofi cotti o crudi.

I carciofi sono ortaggi molto apprezzati e utilizzati in cucina grazie alla loro versatilità ed il loro caratteristico sapore. Ricchi di fibre, minerali e antiossidanti, i carciofi sono alimenti particolarmente benefici per la salute. In breve, fanno bene al fegato, contribuiscono ad abbassare il colesterolo e la glicemia, oltre ad offrire un buon effetto antiossidante, utile a contrastare l’eccesso di radicali liberi. Per approfondire meglio i loro benefici e le loro proprietà nutrizionali, vi invitiamo a leggere: Carciofi, antiossidanti e amici del fegato: proprietà e quanti mangiarne.

Carciofi sparsi sopra un tavolo di legno

I carciofi, non avendo un elevato contenuto di acqua, rientrano fra gli ortaggi che è possibile congelare senza che perdano eccessivamente le loro caratteristiche iniziali. Il contenuto di acqua, infatti, è un elemento fondamentale per capire se un ortaggio può essere conservato in freezer o meno; gli ortaggi ricchi di acqua come lattuga o cetrioli, ad esempio, non andrebbero surgelati perché perderebbero buona parte delle loro caratteristiche una volta scongelati.

Per approfondire le tecniche di conservazione degli alimenti vi consigliamo di leggere: Conservazione degli alimenti: come farla correttamente. Vediamo ora il procedimento per congelare correttamente i carciofi.

Come scegliere i carciofi da congelare

Come abbiamo anticipato, carciofi possono essere congelati sia da crudi che da cotti e il primo passo per farlo è quello di selezionare gli ortaggi giusti. È importante scegliere carciofi sodi, con gambi di un bel verde brillante e con foglie strette e compatte che non presentano scolorimenti o macchie marroni.

Per facilitarvi nella pulizia e nella preparazione al surgelamento, potete scegliere le mammole, ovvero quella varietà di carciofo romanesco priva di barba interna e di spine, quindi più facile da pulire. Se avete intenzione di mangiarli crudi potete scegliere le varietà più adatte a questo scopo, come il carciofo sardo, il carciofo di Paestum o le stesse mammole.

Una volta trovati gli ortaggi giusti, è il momento di passare alla pulizia e al taglio per ricavare il cuore del carciofo, la parte che andremo a congelare. Per sapere come farlo correttamente, abbiamo approfondito l’argomento in un articolo dedicato, che vi invitiamo a leggere: Come pulire i carciofi: guida passo passo per la pulizia e il taglio. Vediamo ora i passaggi per congelare i cuori di carciofo in maniera corretta.

Come congelare i carciofi crudi?

Come tanti altri prodotti della terra, anche i carciofi possono essere conservati in congelatore da crudi. Per fare in modo di preservare la consistenza e la qualità di questi meravigliosi ortaggi, è però opportuno seguire alcuni semplici passaggi, vediamo quali sono.

  • In primis, è preferibile ricavare la parte più interna dei carciofi (i cosiddetti “cuori di carciofo”), rimuovendo i gambi, le foglie esterne più legnose e la peluria interna; dunque, si può procedere tagliando a spicchi i cuori di carciofo appena ottenuti;
  • Quindi, i carciofi devono essere sbollentati per 2 – 3 minuti in acqua e aceto o acqua e limone;
  • Una volta asciugati e raffreddati, è il momento di mettere gli spicchi su un vassoio, tenendoli separati l’uno dall’altro, e riporli in congelatore per un paio di ore;
  • Trascorso questo tempo, è possibile trasferire i carciofi all’interno di apposite bustine per alimenti e riporli definitivamente in freezer. Questa procedura fa sì che gli spicchi non si attacchino l’uno all’altro durante il congelamento.

Sebbene il passaggio di breve cottura aiuti a preservare la consistenza ed il sapore, non è strettamente necessario. In questo caso, dopo averli puliti accuratamente e ricavato il cuore interno, vanno lasciati in ammollo in acqua e limone per una mezz’ora, quindi si asciugano con un canovaccio pulito e si procede come descritto sopra.

Come congelare i carciofi cotti

Se avete già cotto dei carciofi e volete congelarli, il procedimento per farlo è molto simile a quello che abbiamo appena visto. In questo caso, una volta che avrete cotto gli ortaggi per il tempo necessario, lasciateli raffreddare un po’, asciugateli accuratamente e attendete il completo raffreddamento.

Una volta che saranno a temperatura ambiente, potete disporre i carciofi sopra una teglia, in modo che siano ben distanziati fra loro, quindi riponete la teglia in congelatore per 2 o 3 ore. Questo passaggio, come abbiamo visto sopra, serve a far congelare e indurire i carciofi, evitando che si attacchino tra loro. Trascorso questo tempo, potete trasferirli in un apposito sacchetto per alimenti e riporli in freezer fino al momento in cui vi serviranno per le vostre ricette.

Ricordiamo che è preferibile congelare solo i carciofi cotti a vapore, lessi o al forno e senza condimenti, mentre sarebbe da evitare di congelare i carciofi fritti.

I carciofi congelati e scongelati perdono proprietà nutritive?

I carciofi congelati e poi scongelati non subiscono particolari perdite di proprietà, possono però perdere alcuni micronutrienti (vitamine e minerali) a causa del congelamento e successivo scongelamento. Un altro fattore molto importante da tenere in considerazione è il tempo che trascorre tra il raccolto ed il congelamento. Più un alimento è fresco e meglio conserverà le sue proprietà nutrizionali anche dopo essere stato surgelato.

Ricordiamo, infine, che è sempre sconsigliato ricongelare un alimento già scongelato. Se volete saperne di più su questo argomento vi invitiamo a leggere: Scongelare e ricongelare gli alimenti in Freezer: è possibile farlo? Quali sono i rischi?.

Come scongelare i carciofi correttamente

Quando vorrete utilizzare i carciofi già congelati per le vostre ricette, sarà sufficiente metterli direttamente in acqua bollente (o nella vaporiera) per alcuni minuti o farli scongelare più lentamente in frigorifero, in questo caso ci vorranno almeno 20-30 minuti (ma possono resistere anche per alcune ore), a questo punto sono pronti per essere usati nelle ricette, come ad esempio insalate, zuppe, frittate, sughi, risotti o come contorno per piatti a base di carne o pesce.

Quanto tempo possono stare in freezer i carciofi?

I carciofi possono essere conservati nel congelatore fino ad un massimo di 6 mesi. Per mantenere traccia della data di congelamento, è importante ricordarsi di etichettare e datare accuratamente i carciofi congelati, così da evitare di far trascorrere troppo tempo dal congelamento.

Viversano.net

VIVERSANO.net è il sito di riferimento per la sana alimentazione, i rimedi naturali per essere sempre in forma e in salute e la cosmesi naturale. Siamo online dal 2012 con la missione di creare una risorsa utile ed affidabile per promuovere uno stile di vita più sano e naturale.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio