Home Alimentazione Proprietà degli alimenti Succo di mela: proprietà, benefici e come farlo a casa

Succo di mela: proprietà, benefici e come farlo a casa

Ultima modifica:12 Ottobre 2020

89
0

Il succo di mela è una bevanda dolce e naturale, prepararlo in casa con frutta fresca e da agricoltura biologica vi assicura che non ci siano conservanti, coloranti e soprattutto che abbia solo gli zuccheri naturalmente presenti nella mela.

Come suggerisce un antico proverbio “una mela al giorno toglie il medico di torno”. La mela, benché sia reperibile tutto l’anno, è un frutto autunnale che inizia la sua maturazione a fine agosto. Questo frutto è apprezzato per il suo sapore e per le sue caratteristiche nutrizionali che permettono di classificare la mela come un frutto povero di calorie, con una buona quantità di fibra e un moderato contenuto di zuccheri.

Mele e succo di mela in un bicchiere

Il succo di mela negli ultimi anni è diventato più popolare soprattutto per le sue proprietà benefiche determinate dalla presenza di molecole antiossidanti come la vitamina C e fitocomposti, quali i flavonoidi e i polifenoli. Come altri succhi di frutta, anche quello di mela è prevalentemente composto da acqua e zuccheri, poiché la fibra si perde durante i processi di estrazione del succo. Pertanto, anche se il succo di mela può essere inserito nell’alimentazione di una persona sana che non ha particolari patologie è giusto ricordare che i benefici dell’intero frutto sono maggiori.

Succo di mela: proprietà e benefici

Il succo di mela è una bevanda gradevole che ha un moderato apporto calorico, mediamente 100 ml di succo di forniscono 46 calorie principalmente provenienti da carboidrati, in particolare zuccheri semplici (9,62 g per 100 ml). Questo succo contiene anche sali minerali: potassio, calcio e fosforo; nonché vitamina C, vitamine del gruppo B, carotenoidi come luteina e zeaxantina e molecole antiossidanti da cui derivano le proprietà benefiche di questa bevanda.

✓ Succo di mela e prevenzione oncologica

Tra le più interessanti proprietà benefiche del succo di mela riportante in letteratura scientifica c’è sicuramente la sua azione antitumorale. In particolare, uno studio del 2016 condotto dall’Istituto di scienze dell’alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isa-Cnr) e il Dipartimento di chimica e biologia dell’Università di Salerno ha evidenziato che i polifenoli del succo di mela ostacolano la duplicazione delle cellule tumorali del colon impedendo la crescita della massa tumorale. Sempre in questo studio, si è osservato che i polifenoli agivano su alcune proteine che sono anche bersaglio di alcuni farmaci antitumorali ipotizzando che questi composti presenti nel succo abbiano un effetto preventivo, ipotesi che comunque necessita di ulteriori studi per essere confermata. [1]

✓ Benefici del succo di mela sulla memoria

La presenza di molecole antiossidanti come la vitamina C, polifenoli (in particolare acido clorogenico) e flavonoidi (in particolare la quercetina) determinano la capacità di ridurre lo stress ossidativo che sembra utile soprattutto nel proteggere le funzioni celebrali. Nello specifico, una ricerca condotta su modello animale dall’University of Massachusetts Lowell ha dimostrato che il succo di mela allevia il danno ossidativo e il declino cognitivo nei topi. La ricerca suggerisce che il succo di mela aumenta la produzione del neurotrasmettitore acetilcolina nel cervello determinando un potenziale miglioramento delle capacità di memoria. [2]

✓ Succo di mela e colesterolo

L’azione dei polifenoli sembra essere utile anche per il controllo del colesterolo, in particolare il colesterolo LDL (il colesterolo cattivo). Uno studio del 2012 ha evidenziato che il consumo di succo di mela torbido tende a ridurre la concentrazione nel sangue di colesterolo LDL. Il succo di mela torbido contiene anche una piccola percentuale di fibra, la pectina, che invece non è presente nel succo di mela limpido. Pertanto tale azione di miglioramento del profilo lipidico è da attribuire sia ai polifenoli che alla presenza di pectina. [3]

✓ Succo di mela e salute degli occhi

Come abbiamo anticipato, il succo di mela contiene luteina e zeaxantina ovvero dei pigmenti naturali liposolubili che contribuiscono alla buona salute degli occhi. In particolare la luteina viene accumulata nella macula e contribuisce alla sua integrità e alla sua salute, mentre la zeaxantina supporta la retina poiché stabilizza le membrane retiniche contribuendo a renderle più resistenti ai danni causati dalla luce.

✓ Succo di mela come fonte di energia

Il succo di mela contiene anche alcune vitamine del gruppo B che nel complesso sono utili per il metabolismo dei nutrienti, in particolare l’acido pantotenico è coinvolto nel metabolismo dei grassi, del colesterolo e del Coenzima A, quest’ultimo è un componente essenziale nella produzione e trasformazione di energia.

Quando e quanto succo di mela bere per ottenere benefici

Un buon momento per assumere il succo di mela è al mattino, a colazione o come spuntino di metà mattina, in questo modo si potrà beneficiare delle proprietà del succo di mela ed utilizzare gli zuccheri a scopo energetico durante la giornata.

Come altri succhi di frutta, soprattutto se si tratta di un prodotto industriale, anche il succo di mela rientra nella categoria degli alimenti ad alto indice glicemico, pertanto per ridurre la risposta glicemica è preferibile associare al succo di mela una manciata di mandorle che, grazie al loro contenuto di grassi e proteine, evitano picchi della glicemia poiché ritardano il processo digestivo e quindi anche il rilascio di zuccheri nel sangue. Proprio la presenza di zuccheri semplici e la sua digeribilità rende questo succo uno spuntino ideale prima di un allenamento.

Gli studi non indicano con precisione la quantità di succo di mela da assumere per ottenere i benefici, pertanto un consumo giornaliero di un bicchiere (125-150 ml) al giorno potrebbe essere il giusto compromesso per godere dei benefici ma senza eccedere nell’assunzione giornaliera di zuccheri.

A tal proposito è giusto ricordare che il succo di mela, soprattutto quello confezionato, è povero di fibra e per questo non può sostituire tutte le porzioni di frutta che si dovrebbero assumere durante la giornata. Dunque, vi invitiamo a leggere con attenzione i capitoli successivi per preparare a casa un succo di mela naturale, senza zuccheri aggiunti e conservanti e soprattutto per imparare a scegliere un succo di mela confezionato che abbia delle buone caratteristiche nutrizionali.

Succo di mela: ricetta per farlo a casa

Preparare a casa il succo di mela è sicuramente la scelta migliore per avere una bevanda che sia naturale, senza l’aggiunta di zuccheri e conservanti. Inoltre, le numerose varietà di mele in commercio permettono di realizzare succhi dagli aromi sempre nuovi. I metodi per realizzare il succo di mela sono molti; si può utilizzare l’estrattore o il frullatore, la nostra raccomandazione è di non sottoporre il succo a trattamenti termici per evitare la perdita di vitamine e molecole antiossidanti.

1 Preparare il succo di mela con il frullatore

Questa ricetta è semplicissima e alla portata di tutti perché prevede pochissimi ingredienti e l’uso del frullatore che ormai tutti abbiamo in casa. Gli ingredienti per preparare il succo di mela per 4 persone sono: 250 g di mele biologiche, 250 ml di acqua e il succo di mezzo limone.

La preparazione richiede pochi passaggi: si inizia tagliando le mele per privarle del torsolo centrale, poi, una volta ridotte a cubetti si inseriscono nel boccale del frullatore con l’acqua e il succo di mezzo limone. A questo punto si frulla il tutto fino ad ottenere un composto liquido ed uniforme.

Aver lasciato le bucce permette di ottenere un succo più corposo, ma anche più ricco di antiossidanti e, soprattutto, di fibra che migliora il senso di sazietà. Per i più piccoli, che di solito preferiscono un succo più liquido ed omogeneo, è possibile eliminare la buccia alle mele prima di frullare tutti gli ingredienti. Infine, se si vuole rendere il succo di mela più aromatico si possono aggiungere spezie ed aromi, ad esempio la cannella in polvere oppure lo zenzero fresco.

2 Fare il succo di mela con l’estrattore

Un altro metodo per fare il succo di mela in casa, senza zuccheri aggiunti e dolcificanti, prevede l’uso dell’estrattore, un elettrodomestico molto utile che permette di estrarre il succo da frutta ed ortaggi lasciando inalterate le proprietà organolettiche e nutrizionali.

Per realizzare il succo di mela per 4 persone con l’estrattore sono necessari 600 g di mele da agricoltura biologica.
Utilizzando l’estrattore la preparazione è molto semplice, basterà lavare le mele, privarle del torsolo e poi tagliarle a fette. A questo punto sarà sufficiente inserire le mele affettate nel macchinario che effettuerà l’operazione di estrazione del succo. Il succo si può bere al naturale oppure può essere allungato con acqua o aromatizzato con succo di limone e/o arancia.

Con l’estrattore ci si può divertire e provare tanti abbinamenti, ad esempio una ricetta che potete provare è l’estratto di mela, carota e limone. Gli ingredienti da utilizzare sono: 3 mele, 2 carote e un limone (tutti da agricoltura biologica e non trattati). Preparate la frutta e la verdura: lavate le carote ed eliminate le estremità, poi tagliatele a tocchetti. Lavate le mele, eliminate il torsolo e tagliate a fette. Infine sbucciate il limone eliminando la parte bianca e tagliatelo a metà. A questo punto, azionate l’estrattore ed inserite gradualmente frutta e verdura. Mescolate il succo ottenuto e se lo gradite allungatelo con acqua.

Succo di mela: come conservarlo correttamente

Per gustare tutti gli aromi e i sapori è preferibile consumare il succo di mela appena preparato, ma è possibile conservarlo in frigorifero al massimo per 24 ore mettendolo in una bottiglia di vetro. Per evitare che il succo si possa ossidare, soprattutto se lo avete realizzato con il frullatore, è preferibile filtrarlo per migliorarne la conservazione ed aggiungere del succo di limone o anche vitamina C in polvere (circa un cucchiaino ogni 500 ml di succo).

In alternativa, un altro metodo di conservazione molto semplice, ma più idoneo per il succo di mela realizzato con l’estrattore, è congelare il succo dopo averlo riposto in bottiglie di vetro. Questo metodo consente di conservare la bevanda per circa 15 giorni e per poterla bere basterà toglierla dal congelatore e riporla in frigorifero il giorno prima.

Succo di mela: guida all’acquisto consapevole

Il prodotto confezionato si rivela spesso più pratico e veloce ed è il motivo per cui molte persone preferiscono acquistare il succo di mela industriale, che però contiene una quantità inferiore di molecole antiossidanti poiché viene pastorizzato, ovvero sottoposto ad un trattamento termico che elimina microrganismi e inattiva enzimi naturalmente presenti nella frutta, necessario ad aumentare il tempo di conservazione.

Nonostante ciò, cerchiamo di capire come scegliere un buon prodotto leggendo la lista degli ingredienti e i valori nutrizionali. Sicuramente scegliere un prodotto bio è già un buon inizio, ma al di là di questo, il primo consiglio è scegliere un succo che sia senza zuccheri aggiunti che di solito riporta la dicitura “succo 100% frutta”. Questa dicitura indica che il succo è costituito solo da frutta e al massimo è presente l’aggiunta di vitamina C per migliorarne la conservazione.

Ovviamente, è buona norma leggere sempre la lista degli ingredienti, pertanto, se cerchiamo un succo che abbia solo gli zuccheri naturalmente presenti nella frutta non dovremmo trovare “zucchero” tra gli ingredienti.

Altre diciture che possono indicare la presenza di zuccheri aggiunti sono: saccarosio, glucosio, sciroppo di glucosio, fruttosio, sciroppo di fruttosio, sciroppo di mais, maltosio, zucchero d’uva. Oltre agli zuccheri è bene controllare che non ci siano polioli (come il matitolo o lo xilitolo) o edulcoranti artificiale (come la saccarina, l’aspartame ecc…).

Leggendo la lista degli ingredienti è giusto fare caso se siano presenti additivi alimentari come addensanti, coloranti, aromi o agenti conservanti. Di solito sono indicati con una sigla composta dalla lettera “E” e tre numeri (ad esempio E951 indica l’aspartame). Se alcuni additivi possono essere necessari per la conservazione, come l’acido ascorbico o l’acido citrico indicati rispettivamente con la sigla E300 ed E330, è sempre preferibile optare per prodotti che non ne contengono.

Per completezza di informazioni, vi consigliamo di porre attenzione anche alla tabella nutrizionale dei succhi di mela in commercio. Un succo di mela senza zuccheri aggiunti ha un apporto di zuccheri semplici di circa 9-10 g per 100 ml di prodotto. Inoltre leggere la tabella nutrizionale vi permette di capire se sono presenti i polioli, infatti, questi sono riportati nella tabella sotto ai carboidrati e agli zuccheri semplici.

Per quanto riguarda il prezzo di mercato del succo di mela, mediamente questo ha un prezzo medio di circa 4-5 euro a litro, tenete conto che il prezzo può variare soprattutto se si sceglie un prodotto biologico, senza conservanti e se prodotto da piccole imprese di nicchia.

Controindicazioni del succo di mela

Il succo di mela è generalmente una bevanda sicura che può essere consumata tranquillamente da una persona in buona salute e che non assume farmaci, in particolare è una buona bevanda per gli sportivi che possono sfruttare il suo contenuto di zuccheri, acqua e sali minerali nello spuntino pre-allenamento.

Il succo di mela si può bere, con moderazione, anche in gravidanza, ma ribadiamo che è preferibile, soprattutto in questo caso, scegliere un succo di mela preparato in casa o un prodotto senza additivi, zuccheri aggiunti ed edulcoranti artificiali. Tuttavia, in caso di diabete gestazionale, il succo di mela rientra tra gli alimenti controindicati poiché il suo naturale contenuto di zuccheri può contribuire a peggiorare il quadro clinico.

La buona quantità di zuccheri presenti nel succo di mela renda questa bevanda controindicata anche in tutte quelle malattie metaboliche per cui è necessario ridurre l’apporto di zuccheri, come: il diabete mellito tipo 2 e l’ipertrigliceridemia.

Bere succo di mela è sconsigliato anche a chi è allergico alle mele. Nonostante l’allergia alla mela non sia molto comune, spesso si assiste ad allergie crociate, ovvero reazione allergiche scatenate da cause che non sembrano correlate tra loro. In particolare, chi è allergico al polline della betulla potrebbe avere una reazione allergica anche alla mela.

L’ultima controindicazione all’assunzione del succo di mela riguarda le persone che assumono antistaminico, in particolare la fenoxifenadina, poiché il succo di mela può ridurre l’assorbimento, e quindi l’effetto, del farmaco.

Continua a leggere:

Bibliografia

  • [1] Scafuri, B., Marabotti, A., Carbone, V. et al. A theoretical study on predicted protein targets of apple polyphenols and possible mechanisms of chemoprevention in colorectal cancer. Sci Rep 6, 32516 (2016). https://doi.org/10.1038/srep32516
  • [2] Chan A, Graves V, Shea TB. Apple juice concentrate maintains acetylcholine levels following dietary compromise. J Alzheimers Dis. 2006 Aug;9(3):287-91. doi: 10.3233/jad-2006-9308. PMID: 16914839.
  • [3] Ravn-Haren G, Dragsted LO, Buch-Andersen T, Jensen EN, Jensen RI, Németh-Balogh M, Paulovicsová B, Bergström A, Wilcks A, Licht TR, Markowski J, Bügel S. Intake of whole apples or clear apple juice has contrasting effects on plasma lipids in healthy volunteers. Eur J Nutr. 2013 Dec;52(8):1875-89. doi: 10.1007/s00394-012-0489-z. Epub 2012 Dec 28. PMID: 23271615.
Hai letto: Succo di mela: proprietà, benefici e come farlo a casa

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome