Home Alimentazione Proprietà degli alimenti Carote viola, ricche di antiossidanti: ecco proprietà nutrizionali, benefici e 5 modi...

Carote viola, ricche di antiossidanti: ecco proprietà nutrizionali, benefici e 5 modi per usarle in cucina

Ultima modifica:7 Settembre 2022

0

Le carote viola sono una varietà di carote dal caratteristico colore viola, ricche di antiossidanti dalle molteplici proprietà benefiche. Scopriamo a cosa fanno bene e 5 ricette per usarle in cucina.

In Europa e nella maggior parte del mondo moderno si è abituati a comprare e acquistare le carote arancioni, ricche in carotenoidi e per tal motivo considerate una delle principali fonti di vitamina A (da alfa e beta carotene) della dieta. La carota selvatica e quella originariamente coltivata, tuttavia, è nativa del continente asiatico e in particolare della zona comprendente le regioni del Kashmir, dell’Afghanistan e del Turkestan. Si tratta di carote di colore viola e ricche di altri composti bioattivi: gli antociani.

Carote viola distese sopra un piano di legno

Comprendiamo, dunque, che esistono diverse tipologie di carote e tra queste la carota viola ha recentemente acquisito un crescente interesse proprio grazie alle proprietà nutrizionali dovute agli antociani. Gli stessi antociani, poi, sono i responsabili del colore viola di queste carote. Vediamo più in dettaglio cosa contengono e a cosa fanno bene le carote viola.

Carote viola: calorie e proprietà nutrizionali

Le carote viola hanno valori nutrizionali molto simili a quelle delle sorelle arancioni, da noi più conosciute. La differenza principale si gioca a livello di micronutrienti, come avrete già potuto capire. Si tratta di un alimento poco calorico: 100 g di carote viola apportano circa 40 calorie, provenienti principalmente dai glucidi. Il contenuto in grassi risulta invece pressoché trascurabile.

Diversi sono i sali minerali contenuti nelle carote viola, come il potassio, il fosforo e magnesio; e discreto è anche il contenuto di vitamine del gruppo B. Nella tabella di seguito vi riportiamo i valori nutrizionali di 100 g di carote viola.

Valori nutrizionali per 100g di carote viola:
Energia 42 kcal
Proteine 0,87 g
Grassi totali 0,14
Colesterolo 0 mg
Carboidrati 8,01 g
Fibra 2,48 g
Calcio 33 mg
Fosforo 29 mg
Magnesio 17 mg
Potassio 265 mg
Vitamina B1 0,029 mg
Vitamina B2 0,029 mg
Vitamina B3 1,211 mg
Vitamina B6 0,072 mg
Zinco 0,15 mg
(fonte)

Carote viola: i benefici per la salute

Le proprietà della carota viola dipendono principalmente dai composti bioattivi presenti in questi ortaggi. Tra di essi ricordiamo quelli con maggiori proprietà benefiche per la nostra salute: innanzitutto gli antociani, la cui maggior concentrazione distingue le carote viola da quelle arancioni e le ha rese nuovamente popolari negli ultimi anni. Nelle carote viola inoltre troviamo diversi carotenoidi, acidi fenolici e dei flavonoidi come la quercitina e la catechina. Grazie alla presenza di molteplici composti bioattivi, le carote viola hanno mostrato un effetto protettivo nei confronti di diverse patologie.

✓ Proprietà antiossidanti e antinfiammatorie

Le carote viola hanno ottime proprietà antiossidanti, risultando un valido alleato nel contrastare lo stress ossidativo causato da un eccesso di radicali liberi. Più nello specifico, il ruolo antiossidante esercitato dalle carote viola è dovuto sia alla presenza di antociani, sia all’elevato contenuto in carotenoidi. Alcune sostanze hanno altresì mostrato un ruolo contro l’infiammazione, diminuendo la produzione di ossido nitrico e citochine infiammatorie.

✓ Utili contro l’obesità e nella perdita di peso

È ormai dimostrato che le persone che seguono diete ricche di verdure tendono a ingrassare meno rispetto alle persone che mangiano meno verdure e hanno una dieta meno equilibrata [1]. Per quanto riguarda le carote viola, nello specifico, oltre ad avere un basso contenuto calorico, sono ricche di fibre e aiutano a ridurre l’appetito e l’assunzione di cibo, aumentando gli ormoni che inducono il “senso di pienezza” [2]. Inoltre, nei modelli animali è stato dimostrato che le sostanze bioattive presenti nella carota viola sono in grado di ridurre l’infiammazione e diminuire i cambiamenti metabolici collegati a una dieta scorretta.

✓ Patologie cardiovascolari

Il consumo giornaliero di una porzione di carote viola è collegato a un miglior profilo lipidico, ovvero a un miglioramento dei valori di trigliceridi e colesterolo nel sangue, oltre ad un abbassamento della pressione sanguigna.

✓ Utili in caso di colite

Grazie all’alta concentrazione di sostanze antiossidanti, il consumo di carote viola può rivelarsi utile anche in caso di colite e infiammazioni intestinali [3]. Più in generale, le carote rientrano fra gli alimenti consigliati in caso di colite.

✓ Prevenzione oncologica

Il consumo regolare di frutta e verdura viene associato ad una minor incidenza di questo tipo di problematiche [4]. In merito alle carote, gli antociani della carota nera (così come di altri alimenti blu-viola) hanno mostrato un effetto antiproliferativo nei confronti di alcune cellule tumorali umane. Nello specifico, possono aiutare ad inibire la crescita e la diffusione delle cellule tumorali della mammella, del fegato, della pelle, del sangue e del colon [5].

✓ Diabete

Recentemente ci si è accorti che gli antociani presenti nella carota viola sono in grado di influenzare il metabolismo del glucosio, portando a un rallentamento nell’assorbimento intestinale degli zuccheri [6]. In caso di diabete, tuttavia, le carote vanno consumate con moderazione e preferibilmente crude, poiché la cottura ne alza l’indice glicemico.

Carote viola e carote arancioni: differenze nutrizionali

Le carote viola e le carote arancioni largamente diffuse in Italia risultano molto simili dal punto di vista nutrizionale: si tratta infatti di ortaggi poco calorici (39-43 kcal per 100 g di carota) contenenti una buona quantità di glucidi (7-8 gr ogni 100 g di carote), mentre le proteine e i grassi sono trascurabili. Entrambe le “versioni” contengono alcune vitamine del gruppo B e nelle carote arancioni si segnala anche la presenza di vitamina C. In entrambe le tipologie sono inoltre presenti alcuni sali minerali come calcio, magnesio, ferro, zinco, potassio, fosforo e sodio.

Dal punto di vista delle sostanze bioattive, la differenza tra carote viola e arancioni consiste nel fatto che le carote viola contengono un quantitativo di antociani maggiore, mentre le carote arancioni contengono un’elevata quantità di precursori della vitamina A.

Che gusto hanno le carote viola?

Il sapore delle carote viola non differisce significativamente da quello delle carote arancioni che siamo soliti consumare. Infatti possono essere utilizzate in cucina allo stesso modo delle carote arancioni, considerando che l’unica differenza è relativa al colore (e ai già citati composti bioattivi, che tuttavia non modificano in maniera sostanziale il gusto). Solo secondo alcuni il gusto delle carote viola risulta leggermente più dolce, anche se molto simile a quello delle altre carote.

Quante carote viola si possono mangiare al giorno?

Le carote viola rientrano nella categoria delle verdure, pertanto una porzione equivale a circa 200 grammi. Ognuno di noi dovrebbe consumare 2-3 porzioni di verdura al giorno, cercando di variare la propria scelta quanto più possibile. Il nostro consiglio è quindi quello di consumare una porzione di carote al giorno, quindi circa 150-200 g.

Carote viola: alcuni consigli per usarle

Come vi abbiamo già anticipato le carote viola vanno trattate in cucina in maniera analoga alle carote arancioni. Vi consigliamo di consumarle fresche in modo tale che mantengano la loro croccantezza, soprattutto laddove abbiate voglia di consumare le carote viola crude.

Le carote dovranno essere sbucciate, soprattutto se non si tratta di una coltivazione biologica. In caso contrario possono essere consumate anche con la buccia dopo un adeguato e attento lavaggio.

Le carote viola possono essere poi cucinate grazie a molteplici metodi di cottura: in padella con un filo di olio, al forno, al vapore. Più a lungo le cuocete e più risulteranno morbide: i tempi di cottura dipendono dunque dall’utilizzo che ne volete fare.

Se volete infatti cuocerle al vapore o lessarle per creare una purea o una vellutata, vi consigliamo di cuocerle per 15-20 minuti; se volete mantenere un po’ di croccantezza potete invece cuocere le carote viola in padella per una decina di minuti al massimo.

5 ricette a base di carote viola

Vediamo ora, in modo pratico, come usare questi ortaggi in cucina. A tal proposito, vi riportiamo qui di seguito alcune ricette con carote viola sfiziose e nutrienti.

1 Frullato di carote viola e banana

Il frullato di carote viola e banana senza zuccheri aggiunti è da considerarsi una bevanda con proprietà antiossidanti. La preparazione è molto semplice: potrete utilizzare l’acqua o sostituirla con una bevanda vegetale come il latte di avena o mandorle, non zuccherato. Ogni bicchiere contiene circa 100 kcal

Ingredienti (per 2 persone):

  • 1 banana
  • 3 carote viola
  • 400 ml di acqua

Procedimento:
Frullare gli ingredienti in un frullatore da cucina. Se la consistenza dovesse risultare troppo densa, aggiungere altra acqua o bevanda vegetale a scelta. Versare in un bicchiere e gustare subito.

2 Vellutata di carote viola

La vellutata di carote viola è da considerarsi un primo piatto leggero, che può essere guarnito con salse a base di ricotta o yogurt greco. Il colore di questo piatto conquisterà grandi e bambini. La ricetta proposta è per due persone e apporta circa 400 kcal/porzione.

Ingredienti (per 2 persone):

  • 500 g di carote viola
  • 1 scalogno
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 2 patate di medie dimensioni
  • 1 L di brodo vegetale
  • Sale q.b.
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Procedimento

  • Innanzitutto dobbiamo preparare il brodo vegetale facendo cuocere a fuoco vivace 1 L di acqua salata con una cipolla, un gambo di sedano e una carota;
  • Nel frattempo che il brodo viene pronto soffriggiamo in un tegame lo scalogno con 1 cucchiaio di olio. Non appena sarà dorato aggiungeremo le carote sbucciate e tagliate a rondelle e le patate, anch’esse sbucciate, e tagliate in quadratini;
  • Lasciamo rosolare qualche minuto e aggiungiamo il brodo caldo, quindi lasciamo cuocere per 20 minuti;
  • Frulliamo infine con un frullatore a immersione e serviamo la vellutata.

3 Insalata di carote viola

L’insalata con carote viola è il modo più semplice per consumare questo ortaggio da crudo, ma anche quello per apprezzarlo al meglio. La ricetta proposta prevede il solo uso di carote, tuttavia può essere arricchita con insalata, pomodori, ravanelli o altri vegetali a piacere. Si tratta, in ogni caso, di un contorno poco calorico: la ricetta proposta apporta circa 180 kcal a porzione.

Ingredienti (per 1 persona):

  • 200 g di carote viola
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale q.b.
  • Succo di limone q.b.

Procedimento

  • Lavate le carote sotto acqua corrente, quindi tagliatele alla julienne aiutandovi con una grattugia dai denti larghi;
  • Riponete le carote in una ciotola e conditele con sale, un po’ di succo di limone e l’olio;
  • Potrete aggiungere a piacere anche qualche fogliolina di menta o basilico.

4 Risotto di carote viola

Il risotto di carote viola è un piatto semplice che potrà stupire i vostri commensali per lo splendido colore che porterete a tavola. Si tratta di un primo piatto completo che apporta circa 450 kcal a porzione. Vediamo come procedere con la ricetta.

Ingredienti (per 4 persone)

  • 350 g di riso carnaroli
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 4 carote viola
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 100 g di ricotta fresca
  • Sale q.b.

Procedimento

  • Come prima cosa dovremo preparare il brodo vegetale, utilizzando una cipolla, una costa di sedano e le carote viola tagliate a rondelle: puliamo gli ortaggi e li lasciamo lessare in acqua bollente per circa 20 minuti. Al termine della cottura teniamo da parte e in caldo il brodo così ottenuto e frulliamo le carote che abbiamo cotto;
  • Quindi in un tegame aggiungiamo l’olio e, una volta caldo, tostiamo il riso e lo sfumiamo con mezzo bicchiere di vino bianco;
  • Procedete aggiungendo a poco a poco il brodo, in modo tale da cuocere il riso: ci vorranno circa 15-20 minuti (fate riferimento a quanto scritto sulla confezione);
  • Una volta cotto toglietelo dal fuoco, aggiungete le carote frullate e la ricotta e amalgamate bene, quindi servite a tavola.

5 Torta di carote viola e mandorle

Le carote viola, così come le sorelle arancioni, possono essere utilizzate anche per la preparazione di dolci, che sono solitamente molto apprezzati dai bambini. Un esempio di dolce è la torta di carote e mandorle, che si può preparare utilizzando qualsiasi varietà di carota (in questo caso useremo proprio le carote viola). Ogni fetta di questa torta conterrà circa 230 kcal. Vediamo come realizzarla.

Ingredienti (per 12 porzioni):

  • 200 g di farina di mandorle
  • 200 g di farina di farro
  • 3 carote viola
  • 4 uova
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • 100 g di zucchero

Procedimento

  • Tritare le carote viola dopo averle pulite accuratamente;
  • In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Quindi unire al composto le carote tritate, gli altri ingredienti e amalgamare bene;
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti;
  • Dividete la torta ottenuta in 12 fette, quindi servire.

Carote viola: le possibili controindicazioni

Non esistono particolari controindicazioni al consumo di carote viola: gli studi hanno infatti dimostrato che il consumo giornaliero di una porzione di carote viola non aveva alcun effetto indesiderato.

Frequentemente viene tuttavia suggerita la limitazione del consumo di carote in caso di diete per dimagrimento, obesità o in caso di diabete: noi vi consigliamo di tenere in considerazione le porzioni suggerite in questo articolo. Tenuto poi conto delle proprietà sopra descritte non vi è un reale motivo per non includere le carote viola in qualsiasi regime nutrizionale. Infine, come detto sopra, in caso di diabete è preferibile moderarne il consumo e preferire il consumo a crudo.

Carote viola: dove si comprano

Se avete letto tutto l’articolo e vi state chiedendo dove trovare le carote viola, ecco a voi alcuni suggerimenti. Innanzitutto noi in Italia siamo molto fortunati in quanto la carota viola di Polignano è un prodotto tipico, particolarmente pregiato e può essere ordinato anche attraverso i canali online. Viceversa, è piuttosto difficile trovarle nei comuni supermercati, mentre sono presenti talvolta nei negozi biologici.

Hai letto: Carote viola, ricche di antiossidanti: ecco proprietà nutrizionali, benefici e 5 modi per usarle in cucina

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome