Home Alimentazione Dieta e salute 7 benefici della curcuma scientificamente provati

7 benefici della curcuma scientificamente provati

Ultima modifica: 25 aprile 2017

7428
1
CONDIVIDI
7 benefici della curcuma scientificamente provati

Una radice scoperta migliaia di anni fa, una spezia dorata dalle preziose proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, cicatrizzanti, digestive e depurative. Scopriamo insieme i 7 benefici principali della curcuma per la nostra salute.

La polvere di curcuma è ritenuta essere una delle spezie più preziose che oggi abbiamo a disposizione. Viene ottenuta dalla macinazione della radice essiccata della pianta Curcuma longa e appartiene alla stessa famiglia dello zenzero e del cardamomo (Zingiberaceae).

Sebbene la curcuma sia anche chiamata lo zafferano d’India, si ritiene che provenga dalla Cina e si sia poi diffusa in tutta l’Asia. Per secoli è stata usata dai guaritori ayurvedici indiani e persino i greci hanno citato i benefici della curcuma in un libro di medicina, Paracelso infatti la consigliava per problemi di fegato.

Oggi viene utilizzata nella cucina di tutto il mondo occidentale come spezia per arricchire e dare colore a innumerevoli ricette. Ma negli ultimi anni, anche la comunità scientifica ha cominciato a mostrare interesse per i potenziali benefici della radice di curcuma sulla salute. La sua componente principale, la curcumina, viene studiata come possibile rimedio naturale per diverse malattie e condizioni tra cui allergie, declino cognitivo, colite ulcerosa, artiti e malattie cardiovascolari.

Più recentemente si stanno valutando anche i potenziali effetti anche sulle malattie tumorali.
 Ecco di seguito una carrellata delle proprietà più interessanti della curcuma, molte delle quali sono supportate da studi scientifici.

I 7 benefici scientificamente dimostrati

Oltre a possedere ottime caratteristiche nutrizionali (calcio, ferro, magnesio, vitamine C e B6), la curcuma è ormai nota per le sue numerose proprietà. 
È doveroso specificare che la radice fresca permette di sfruttare al meglio le proprietà benefiche che tendono a ridursi con l’essicazione. Vediamo insieme i 7 benefici principali.

1 Un aiuto contro infiammazioni e allergie

La curcumina, il principio attivo primario della radice di curcuma, è in grado di inibire il rilascio di istamina, la molecola che attiva la reazione allergica. L’istamina può innescare ad esempio focolai di eczemi ed è nota anche per aumentare l’infiammazione nelle persone che soffrono di asma.

Diversi studi sia su animali sia sull’uomo, indicano che la curcumina può colpire diverse cellule del sistema immunitario, come i linfociti T, macrofagi, linfociti B e le cellule natural killer, determinando la diminuzione della gravità di varie malattie legate ad alterazioni della risposta immunitaria. È per questo motivo che la radice di curcuma può essere un utile supporto a chi soffre di condizioni allergiche.

2 Un toccasana per la pelle

I guaritori ayurvedici utilizzavano la curcuma fresca per il trattamento di alcune malattie della pelle, tra cui l’acne e la psoriasi. Ciò che è certo oggi è che applicazioni topiche di antiossidanti come la curcumina possono aiutare a proteggere i tessuti dai danni ossidativi e migliorare in modo significativo rimodellamento tissutale. Grazie dunque alle proprietà antiossidanti, la curcuma ci aiuta nel combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce delle cellule.

3 Un supporto per i dolori articolari

Numerosi studi hanno documentato le forti proprietà anti-artrite della curcuma. È anche un prezioso supporto per le osteoartiti, un disturbo doloroso e invalidante per chi ne soffre.

Questa proprietà della curcuma è dovuta sempre alle sue caratteristiche anti-infiammatorie e antiossidanti, in particolare della curcumina. Naturalmente essa non si può sostituire alla terapia adeguata definita da uno specialista, ma può contribuire in ogni caso a dare sollievo e può essere d’aiuto per lievi dolori articolari.

4 Un aiuto per la colite

Per chi soffre semplicemente di colon irritabile o per chi ha malattie gastrointestinali più severe come la colite ulcerosa, l’uso della curcuma si è dimostrato efficacie nel ridurre l’infiammazione della mucosa intestinale.

In generale, questa spezia ha effetti positivi su tutto il sistema gastrointestinale in quanto è in grado di allieviare i dolori di stomaco e contribuisce a regolare gli stati di diarrea o stipsi.

5 Un sostegno per la mente

Un interessante studio del Dr Tze-Pin Ng ha dimostrato come persone over 60 anni che consumano curry (la cui componente base è la curcuma) sia saltuariamente sia costantemente, abbiano una performace cognitiva superiore a coloro che invece non hanno mai consumato curry.

Alcuni studi di laboratorio hanno mostrato che la proprietà neuroprotettiva della curcuma potrebbe giocare a favore del controllo di alcune malattie neurodegenerative come l’Alzheimer.

La curcumina inoltre stimola la produzione della molecola DHA (acido docosaesaenoico), molto importante per la funzionalità cerebrale ed è anche in grado di ridurre gli stati di ansia (verificato in un modello animale).


6 Una alleata nella lotta ai tumori

La curcumina è stata ampiamente studiata per le sue proprietà antitumorali grazie ai suoi effetti diversi meccanismi biologici coinvolti nel ciclo cellulare dei tumori, nella sensibilizzazione alla chemioterapia e radioterapia, nello sviluppo di metastasi.

Diversi studi hanno dimostrato come la curcuma possa essere utilizzata, unitamente alle terapie oncologiche necessarie, nel trattamento di molti tumori in particolare contro quelli del fegato, pelle, pancreas, prostata, dell’ovaio, del polmone e testa-collo.

Per quest’ultimo ad esempio, la curcumina ha mostrato alcuni effetti anti-tumorali, bassa tossicità e può essere quindi usata come terapia di supporto anche quando le terapie attualmente disponibili perdono di efficacia.

Anche per il tumore del polmone ci sono dati sono incoraggianti, ma la ricerca deve ancora proseguire.

7 Un’amica della salute in generale

Come abbiamo visto, questa spezia può essere di grande aiuto per la nostra salute in generale grazie alle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti in primis.

Non sottovalutiamo anche il suo ruolo antibatterico ad esempio durante l’inverno e malanni di stagione. Vi sono diversi studi che dimostrano come l’utilizzo della curcuma, anche insieme agli antibiotici, sia in grado di accelerare l’efficacia dei farmaci e di favorire il recupero da una infezione.

Troviamo poi evidenze di un effetto positivo della curcuma nei pazienti affetti da diabete e alcuni studi effettuati nei ratti mostrano un beneficio contro l’ipertensione. Infine ricordiamo che la curcuma è un ottima alleata del fegato, aiutandolo nella depurazione e disintossicazione.

Insomma, davvero grandi proprietà per una piccola radice. Chissà quali altri segreti ancora nasconde e confidiamo che la ricerca possa presto svelarcene alcuni.

Un’idea per assumere la curcuma
Vi proponiamo ora una ricetta facilissima per gustare la curcuma: una piacevole tisana. Basterà aggiungere 2 cucchiaini di polvere di curcuma a una tazza di acqua bollente, un po’ di miele, succo di limone e un pizzico di pepe e la tisana è pronta!
Una curiosità: i benefici della curcuma possono essere potenziati se assunta in combinazione con pepe nero; la piperina in esso presente sembra aumentare l’efficacia della curcumina.

Dove comprare la curcuma

Curcuma in compresse

Curcuma Bio – 250 Compresse

Curcuma bio in compresse. Utile a favorire la funzionalità digestiva ed epatica. La curcuma è inoltre un ottimo antinfiammatorio naturale.

Curcuma in polvere

Dal cuore della radice di curcuma si ottiene una polvere dal colore arancione intenso. Il colore della curcuma è molto importante per riconoscerne la qualità, più il colore è aranciato più la curcuma è il risultato di una lavorazione artigianale che ne ricava il cuore centrale più terapeutico.

Hai letto: 7 benefici della curcuma scientificamente provati
Chiara Mossali
Laureata in Biotecnologie, ha lavorato come Ricercatrice per progetti legati alla genetica umana, veterinaria e alimentazione. Grande interesse per la scrittura in particolare legata a temi in ambito medico-scientifico, dapprima una passione personale e poi trasformata in una vera professione. Si occupa di progetti educazionali e di aggiornamento rivolti non solo alla classe medica, ma anche al grande pubblico per contribuire alla diffusione delle novità più importanti legate alla scienza e alla salute.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here