Home Alimentazione Mangiare sano Malto d’orzo: dai cereali un dolce sciroppo

Malto d’orzo: dai cereali un dolce sciroppo

Ultima modifica: 3 agosto 2016

20701
0
CONDIVIDI
Malto di orzo

Il malto d’orzo è un dolcificante naturale estremamente dolce che apporta però anche un’alta percentuale di acqua. Può essere usato sia da solo, spalmato sul pane, che come dolcificante per prodotti da forno. I suoi zuccheri a rilascio lento lo rendono perfetto per l’alimentazione degli sportivi. Scopriamolo insieme.

Il malto d’orzo viene ricavato tramite la macerazione dei chicchi di orzo ed è un dolcificante naturale ricco di proprietà nutrizionali.

L’effetto dolcificante è inferiore a quello dello zucchero, al contrario dello sciroppo d’agave in cui invece è molto superiore, perché nel malto è contenuta una maggiore quantità di acqua, quindi se ne deve usare una dose più grande per dolcificare dolci e bevande, ma il suo apporto calorico è decisamente inferiore rispetto allo zucchero raffinato, il che aiuta le persone che devono seguire una dieta ipocalorica.
Il malto si può ottenere da molti cereali, come il mais, il grano o il riso e tutti apportano benefici per l’organismo.

Malto d’orzo: proprietà

Il malto d’orzo è relativamente poco calorico: 300 calorie ogni 100 grammi. Contiene maltosio, uno zucchero semplice simile al fruttosio, e molti minerali e vitamine, in particolare spiccano le percentuali di sodio e magnesio.

I suoi componenti apportano tanti benefici all’organismo tra cui:
Antitumorale: studi scientifici dimostrano che il maltolo è una sostanza capace di allontanare le patologie cancerogene.

Favorisce il buon funzionamento dell’intestino: l’amido contenuto nel malto d’orzo viene demolito all’interno dell’intestino tenue minimizzando il rischio di fermentazione.

Protegge i polmoni: tutti i malti di cereali, in particolare quello di riso, aiutano a proteggere i polmoni. Seppur in modo ridotto rispetto al riso, anche il malto d’orzo aiuta l’attività polmonare.

Depurante: il malto d’orzo ha proprietà depuranti nei confronti del fegato e lo aiuta a liberarsi dalla scorie in eccesso.

Combatte la cistite: il malto d’orzo ha azione benefica sulle vie urinarie. Più potente del malto d’orzo in questo senso è quello di riso.

In linea generale sembra che il malto apporti benefici anche all’umore aiutando il sistema nervoso.

Malto d’orzo: usi e consigli

Il malto d’orzo può essere usato come dolcificante naturale sia per bevande che per dolci. In particolare è indicato nei prodotti da forno perché la sua composizione favorisce l’attività dei lieviti, esaltando sia il sapore che il profumo del prodotto finito.

Per sostituire lo zucchero con il malto d’orzo si deve tener conto della percentuale di acqua in esso contenuta e quindi usare 125 g di malto al posto di 100 grammi di zucchero semolato, riducendo i liquidi contenuti nella ricetta (eliminandone 25 grammi o aumentando la farina). Può anche essere usato da solo, semplicemente spalmandolo sul pane o aggiungendolo a formaggi vegan come fosse miele.

Il malto d’orzo è molto usato nell’alimentazione degli sportivi. Gli zuccheri in esso contenuti sono ad azione prolungata nel tempo e quindi apportano costantemente energia.

Vogliamo segnalarvi una divertente ricetta vegan a base di malto d’orzo: barrette ai semi di sesamo molto ma molto veloci. 
Gli ingredienti sono: 250gr semi di sesamo, 100gr malto d’orzo, 60gr zucchero di canna. Il procedimento è altrettanto svelto: si deve sciogliere il malto in un pentolino, appena comincia a bollire unire zucchero e semi e lasciar cuocere 15 minuti. Spegnere e spalmare il composto su un foglio di carta da forno in modo omogeneo. Lasciar raffreddare non completamente e tagliare in barrette alla misura desiderata. Aspettare che raffreddino completamente prima di gustarle. Si mantengono fino a 10 giorni in un contenitore chiuso ermeticamente.

Dove trovare il malto d’orzo

Malto D’Orzo

Ottimo come dolcificante naturale, si può utilizzare tal quale spalmato sopra una galletta di riso o su del pane, si presta bene anche per la preparazione di dolci e biscotti.

Malto di Orzo Bio

I malti La Finestra sul Cielo sono ottenuti con il metodo tradizionale che prevede l’aggiunta di orzo germogliato (ricco di enzimi) ad un cereale cotto.

Hai letto: Malto d’orzo: dai cereali un dolce sciroppo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here