Tè oolong, un tè pregiato ricco di aromi: cos’è, i benefici, come prepararlo e quale scegliere

Il tè oolong sta diventando sempre più popolare in tutto il mondo grazie al suo profilo aromatico unico. Vediamo cos’è, a cosa fa bene e come prepararlo correttamente.

Il tè oolong è un tipo di tè ottenuto dalle foglie della pianta Camellia sinensis, la stessa da cui derivano anche gli altri tipi di tè. Chiamato anche tè blù o tè azzurro, l’oolong è molto apprezzato fra gli amanti dei tè per la sua varietà di sapori e aromi dovuti alla sua particolare lavorazione. Si tratta di una varietà prodotta principalmente in Cina e a Tawian ed è considerato una via di mezzo fra il tè nero ed il tè verde. Più nello specifico, a seconda del grado di ossidazione, il tè oolong avrà caratteristiche più simili all’uno o all’altro tipo di tè.

Te oolong sfuso e teiera sopra un tavolo

In linea generale, possiamo dire che un oolong con fermentazione inferiore al 50% sarà più simile al tè verde, mentre un oolong con fermentazione superiore dal 50% avrà caratteristiche più simili ad un tè nero. Questi gradi di fermentazione ne caratterizzano poi anche il gusto, l’aroma ed il colore delle foglie. Di seguito entreremo nel mondo di questo particolare tipo di tè, vedremo come si produce, quali sono i suoi benefici e come prepararlo in modo corretto.

Cos’è il tè oolong e come si produce

Come anticipato, il tè oolong è un tipo di tè semi-fermentato (o semi-ossidato) prodotto dalle foglie di Camellia Sinensis, una pianta originaria della Cina e nota per essere la piante del tè. Il processo di produzione del tè oolong inizia con la raccolta delle foglie, che vengono poi fatte appassire al sole. Successivamente, le foglie vengono messe in speciali cesti di bambù e lasciate essiccare ulteriormente. Quindi, vengono mescolate per dare il via al processo di fermentazione [1].

Il grado di ossidazione dei tè oolong è inferiore rispetto a quello dei tè neri e dipende dal tipo di oolong ricercato. Può variare, ad esempio, da circa il 10-40% per ottenere un oolong simile ad un tè verde, fino al 50-60% per un oolong più simile ad un tè nero. L’ossidazione, oltre a cambiare il sapore del tè, cambia anche il colore delle foglie in una tonalità più scura. Maggiore è l’ossidazione, più scuro è il colore.

Dopo aver raggiunto il livello di ossidazione desiderato, le foglie vengono riscaldate ad alte temperature (un processo chiamato “fissaggio“) per bloccare un’ulteriore ossidazione. A questo punto le foglie vengono essiccate e poi arrotolate. Infine, a seconda del tipo di tè preparato, la fase finale può includere una tostatura per far sviluppare note legnose, dolci e caramellate.

Il sapore del tè oolong

Il sapore del tè oolong cambia a seconda della varietà, ma in generale possiamo definirlo leggermente amarognolo, con note di frutta e fiori. Inoltre, come detto, il gusto può variare sensibilmente anche in base al grado di ossidazione, pertanto gli oolong verdi (ossidazione inferiore al 50%) possiedono aromi erbacei e floreali più delicati, mentre gli oolong scuri (ossidazione superiore al 50%) hanno note più legnose e intense, talvolta fruttati e un po’ dolci.

Il colore del tè oolong

Così come il sapore, anche il colore del tè oolong dipende dal grado di ossidazione a cui è stato sottoposto durante il processo di produzione. Un tè oolong meno ossidato ha un colore dorato, mentre un tè oolong più ossidato può avere un colore più scuro, da marrone scuro a nero. Le foglie, invece, si presentano scure o verdognole con una tonalità blu-azzurro, ed è proprio questa a conferire a questo tè il nome alternativo di “tè blu” o “tè azzurro”.

I benefici del tè oolong

Il tè oolong, così come il tè verde, può avere numerosi benefici per la salute. Questa varietà di tè contiene alcuni minerali, vitamine ed è ricco di una vasta gamma di antiossidanti presenti sia nel tè verde che in quello nero. Una tazza da 240 ml di tè oolong può contenere un quantitativo di circa 38 mg di caffeina e 5 mg di teobromina [2], valori che possono variare sensibilmente a seconda della tipologia usata e del tempo di infusione. Vediamo ora in dettaglio i benefici principali.

✓ Antiossidante

Come anticipato, il tè oolong è ricco di antiossidanti, in particolare di epigallocatechina-gallato (EGCG), in grado di proteggere le cellule dai danni causati da un eccesso di radicali liberi e dallo stress ossidativo, condizione che si pone alla base di alcune malattie croniche. Grazie alla sua spiccata attività antiossidante, poi, il tè oolong può anche svolgere un effetto antinfiammatorio.

✓ Utile per le prestazioni cognitive

Così come il tè verde, anche il tè oolong contiene L-teanina, un aminoacido che ha dimostrato avere effetti positivi sul rilassamento e sulle prestazioni cognitive. Oltre a ciò, l’azione antiossidante e antinfiammatoria sembra essere utile nella prevenzione di alcuni disturbi neurodegenerativi.

✓ Aiuta contro il diabete

È stato dimostrato che il tè aiuta a prevenire e contrastare le complicanze causate dal diabete riducendo il tasso di glucosio nel sangue, l’insulino resistenza e l’infiammazione [3].

✓ Salute del cuore

Gli antiossidanti di cui è ricco, possono aiutare a ridurre il rischio di alcune malattie a carico dell’apparato cardiovascolare. A tal proposito, è stato dimostrato che il tè oolong può aiutare ad abbassare il colesterolo nel sangue e ridurre il rischio di ictus e cardiopatia ischemica [4]. Inoltre, questa bevanda, consumata regolarmente, sembra essere utile nel ridurre la pressione sanguigna [5].

✓ Controllo del peso corporeo

Consumare regolarmente 2 o 3 tazze di tè al giorno sembra influire positivamente sulla perdita di peso e la prevenzione dell’obesità, a patto di inserirlo in un contesto di dieta bilanciata e regolare attività fisica. Il potere dimagrante del tè è stato ampiamente studiato e abbiamo approfondito l’argomento in un articolo dedicato, che vi invitiamo a leggere: Tè verde per dimagrire: come funziona e perché aiuta.

✓ Salute di bocca e gengive

Il consumo regolare di tè oolong (ma anche di tè verde) aiuta a mantenere in salute la bocca e le gengive, favorendo la diminuzione della placca e contrastando la gengivite.

Poiché il tè oolong condivide numerosi benefici con il tè verde, per approfondire ulteriormente questo argomento vi invitiamo a leggere: Tè verde: tutti i benefici per la salute.

Come preparare un tè oolong: metodo semplice e metodo tradizionale

Il metodo più semplice per preparare a casa un tè oolong è simile a quello di preparazione del tè verde. Si inizia ponendo 1 o 2 cucchiaini di foglie in una tazza di acqua ad una temperatura di circa 80-85 gradi. Il tempo di infusione ideale è di 2 o 3 minuti, mentre tempi più lunghi possono aumentare l’intensità del sapore, conferendo talvolta anche note metalliche al gusto. Da considerare, poi, che tempi di infusione maggiori aumentano il quantitativo di caffeina.

Per la preparazione si può usare una classica teiera o una tisaniera, in cui mettere le foglie di tè in infusione. In alternativa, come per le tisane, è possibile utilizzare un colino da porre in acqua calda.

Preparazione tradizionale: metodo Gong Fu Cha

Talvolta preparare un tè oolong diventa un’arte e, in questo caso, viene preparato secondo il metodo della tradizione orientale, noto anche come metodo Gong Fu Cha. Questo procedimento, che consente di apprezzare al meglio tutte le sfumature aromatiche di un oolong, prevede l’uso di una teiera di piccole dimensioni e una brocca di vetro o ceramica, oltre che di piccoli bicchieri da tè. Vediamo il procedimento per rifarlo a casa.

  • Dopo aver inserito un quantitativo generoso di foglie nella teiera (circa 1/4 della sua capacità), si effettua un breve risciacquo del tè, versandovi sopra un piccolo quantitativo di acqua calda, da buttare via quasi subito. Questo passaggio è utile per “preparare” le foglie;
  • A questo punto si procede con l’infusione vera e propria, versando acqua calda da lasciare in infusione per circa 1 minuto o poco meno;
  • Trascorso questo tempo si versa il tè così ottenuto in una piccola brocca in vetro o ceramica oppure direttamente nei bicchierini da tè;
  • Si procede in questo modo facendo altre 3 o 4 infusioni con le stesse foglie.

Il procedimento originale può prevedere il travaso del tè dalla teiera a speciali bicchierini alti (chiamati tazze da aroma), da cui poi si versa il tè in bicchieri più piccoli (chiamati tazze da degustazione). Prima di gustare il tè si annusa la tazza da aroma, che sprigionerà un incredibile ventaglio di profumi rilasciati dal tè e, infine, si gusta la bevanda vera e propria dalle tazzine da degustazione.

Se non disponete di un set da cerimonia di questo tipo, potete comunque provare a fare più infusioni con le stesse foglie e apprezzare tutte le sfumature aromatiche di questo buonissimo tè. Ricordiamo che esistono in commercio anche diversi set per la preparazione secondo il metodo gong fu cha con cui sperimentare questo tipo di preparazione. Generalmente i set in commercio sono composti da teiera, tazzine da degustazione, brocca, colino e accessori per maneggiare il tè, ma ogni prodotto può variare.

Le migliori varietà di oolong

Ci sono molte varietà di tè oolong, ognuna con un sapore e un profumo unico. La raccolta delle foglie può avvenire in tutte le stagioni ma c’è chi considera migliori quelli raccolti a mano durante i mesi primaverili e invernali. Molto apprezzati dagli amanti del tè oolong sono anche quelli prodotti da piantagioni di alta montagna. Si trovano inoltre oolong ad alta fermentazione o a bassa fermentazione. Tutte queste caratteristiche creano un assortimento di oolong molto vasto. Di seguito vi riportiamo alcune delle varietà più apprezzate.

✓ Milky oolong

Il milky oolong è una varietà particolare e apprezzata di tè oolong e viene prodotta solamente in specifiche regioni di Cina e Taiwan. Si tratta di un oolong con un caratteristico sapore di latte, che si fonde insieme alle note aromatiche ed erbacee del tè, per dare vita ad un profilo aromatico unico e molto speciale. Ciò che conferisce a questo tè il sapore del latte è il processo di produzione, che prevede l’esposizione del tè con vapori del latte. L’ossidazione del milky oolong è bassa (15-20% circa), pertanto si tratta di un oolong “verde”.

✓ Alishan

Si tratta di un oolong prodotto da piante che crescono in alta montagna, al di sopra dei 1000 metri, in una specifica regione di Taiwan. Si tratta di una varietà molto apprezzata per il suo aroma. Ha un basso grado di ossidazione, intorno al 15%, il che lo rende simile ad un tè verde. Questo tè ha un sapore floreale, erbaceo e con note dolciastre.

✓ Dong ding

Questa varietà è una delle più famose di Taiwan. Si tratta di un oolong con ossidazione al 30% circa e un profilo aromatico intenso e corposo, con note floreali ed erbacee, a tratti dolciastre.

✓ Da Hong Pao

È un oolong che cresce nella regione del Fujian, nella Cina del sud ed è considerato un tè pregiato, con un grado di ossidazione alto (circa 60%), il che gli conferisce caratteristiche più simili al tè nero. Ha un profilo aromatico molto apprezzato con note legnose e floreali.

✓ Tieguanyin

Si tratta di un oolong con basso grado di fermentazione (circa al 15&) che si caratterizza per il sapore delicato e floreale, con un corpo “setoso”. Le foglie hanno un caratteristico colore verde-bluastro e vengono raccolte principalmente nella contea di Anxi, nella zona sud-orientale della Cina.

Le controindicazioni del tè oolong

Come tutti i tipi di tè, anche il tè oolong può avere alcune controindicazioni. Innanzitutto, è sconsigliato berlo nelle ore serali, specialmente se si tratta di oolong ad alta fermentazione, più ricchi di caffeina, che potrebbero disturbare il sonno. Inoltre è risaputo che potrebbe interagire con alcuni farmaci, pertanto, in caso di cure farmacologiche è importante chiedere il parere del medico prima di assumerlo. È consigliabile evitare di bere grandi quantitativi tè oolong se si è in gravidanza o allattamento. Così come per altri tipi di tè, poi, anche per quello oolong vale la regola del buon senso e, generalmente, si consiglia di non superare le 3-5 tazze al giorno.

Dove comprare il tè oolong

Il tè oolong è meno diffuso nella grande distribuzione rispetto al tè nero, tuttavia può essere acquistato nelle erboristerie, nei negozi di prodotti biologici, dai rivenditori di tè o nei numerosi negozi online specializzati. Il prezzo può variare a seconda della tipologia di tè. Mediamente, per un buon oolong si possono spendere dai 15 ai 30 euro per etto di prodotto. Come ultimo consiglio, vi suggeriamo di preferire prodotti biologici e possibilmente conservati in sacchetti ermetici, che ne migliorano la conservazione e la freschezza.

Come abbiamo visto esistono tantissime tipologie di oolong, se siete alle prime armi vi consigliamo di provare e sperimentare sia nelle qualità che nella sua preparazione.

Viversano.net

VIVERSANO.net è il sito di riferimento per la sana alimentazione, i rimedi naturali per essere sempre in forma e in salute e la cosmesi naturale. Siamo online dal 2012 con la missione di creare una risorsa utile ed affidabile per promuovere uno stile di vita più sano e naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio