Home Alimentazione Dieta e salute Miglio e capelli: quali sono i benefici

Miglio e capelli: quali sono i benefici

Ultima modifica:4 Marzo 2020

2404
0

Miglio e capelli, un’associazione che si fa sempre più spesso. Ma… perché? Il miglio fa davvero bene ai capelli? Quali sono i benefici? Come si usa il miglio per la salute dei capelli?

Il miglio è un cereale noto prevalentemente come mangime per uccelli e pollami, ma, soprattutto da qualche anno, se ne parla sempre più come rimedio naturale per la salute e la bellezza di capelli, pelle e unghie.

Miglio per la salute dei capelli

Di conseguenza, è molto utilizzato nella preparazione di integratori e cosmetici, specie quando si tratta di prevenire la caduta dei capelli; sembra essere utile soprattutto quando questa è dovuta a cambi di stagione e periodi di particolare stress.

Il miglio fa davvero bene ai capelli?

Il miglio è ricco di sostanze a cui viene attribuita la capacità di rinforzare i capelli e prevenirne la caduta. Per questo, negli ultimi anni, è stato oggetto di ricerche che hanno cercato di analizzare gli effettivi vantaggi di questo cereale per la salute dei capelli.

Alcuni studi, per esempio, si sono concentrati sulla caduta di capelli che si verifica nelle donne in menopausa, quando l’assetto ormonale cambia e i capelli diventano più fragili. Il miglio è ricco di miliacina, una sostanza che stimola il metabolismo dei cheratonociti e la loro proliferazione.

Contiene, inoltre, aminoacidi, acido silicico, e un ottimo quantitativo di vitamine e minerali quali manganese, in combinazione con L-cistina e pantotenato di calcio, tutte sostanze che, assunte quotidianamente sotto forma di integratori, hanno dimostrato, secondo alcuni studi, un aumento della fase anagen nelle donne in menopausa. L’anagen è la fase di crescita dei capelli. Il ciclo di vita dei capelli segue, infatti, tre fasi: una fase anagen, che è appunto quella della crescita, una fase di regressione detta catagen e infine un periodo di riposo.

L’acido silicico, in particolare, favorisce l’irrobustimento della struttura dei capelli, ne preserva l’elasticità e stimola la produzione di collagene.

Tutto questo, però, non deve spingerci a considerare il miglio come una sostanza miracolosa, anche perché le cause alla base della caduta dei capelli sono molto numerose. Semplicemente, il miglio può essere considerato un aiuto, sempre nel contesto di uno stile di vita sano e di un’alimentazione equilibrata. Inoltre, sono necessari ulteriori studi e approfondimenti per comprendere meglio come e in che misura questo cereale possa essere utile nella prevenzione e nel rallentamento della caduta dei capelli.

Come usare il miglio per la salute dei capelli

Il miglio, quando si tratta di salute dei capelli, può essere assunto come integratore. Ce ne sono davvero tanti in commercio, con formulazioni diverse, ma sempre con lo scopo principale di prevenire o rallentare la caduta. In genere, questi integratori sono formulati in maniera diversa a seconda che si rivolgano agli uomini oppure alle donne e, naturalmente, come tutti gli altri supplementi, non sostituiscono una dieta sana e bilanciata.

Per sfruttarne tutti i benefici, il miglio andrebbe inserito nella dieta anche come alimento. Si può usare in tantissime ricette ed è un ottimo ingrediente soprattutto per la preparazione di polpette, insalate e minestre. Ancora troppo sottovalutato, forse perché spesso associato ai mangimi più che alla dieta dell’uomo, è un alimento altamente nutriente, soprattutto grazie all’elevato contenuto di minerali. Di conseguenza, indipendentemente dall’effetto che fa sui capelli, è un prodotto a cui non bisognerebbe rinunciare.

Oltre che assumendolo sotto forma di alimento o di integratore, si può usare il miglio acquistando lozioni, shampoo, balsami, maschere o altri prodotti per i capelli che lo contengano. I detergenti, le lozioni e i cosmetici a base di miglio contribuiscono a migliorare la struttura del capello e a rendere la chioma più luminosa ed elastica. Naturalmente, devono essere prodotti di buona qualità e avere dunque un buon INCI.

Una buona maschera al miglio è un ottimo rimedio naturale per la cura dei capelli; se applicata su tutta la lunghezza e sulle punte idrata e dona corpo e volume anche ai capelli più sottili. Un buono shampoo al miglio, invece, oltre a donare lucentezza, elasticità e robustezza, lenisce il cuoio capelluto e ne agevola la corretta pulizia favorendo la rimozione della forfora, sia grassa sia secca.

Controindicazioni del miglio

Il miglio non presenta particolari controindicazioni, bisogna fare attenzione solo in caso di intolleranza o allergia individuale. Pur essendo un cereale, se decorticato è privo di glutine e può dunque essere introdotto anche nell’alimentazione del celiaco.

Bibliografia

  • 1. Miliacin encapsulated by polar lipids stimulates cell proliferation in hair bulb and improves telogen effluvium in women. J Cosmet Dermatol. 2020 Feb;19(2):485-493. doi: 10.1111/jocd.12998. Epub 2019 May 28.
  • 2. Nutrition of women with hair loss problem during the period of menopause. Prz Menopauzalny. 2016 Mar; 15(1): 56–61. Published online 2016 Mar 29. doi: 10.5114/pm.2016.58776
  • 3. Gehring W, Gloor M: Use of the phototrichogram to assess the stimulation of hair growth – an in vitro study of women with androgenetic alopecia. Z Hautkr 2000; 75: 419–423.
Hai letto: Miglio e capelli: quali sono i benefici

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome