Home Alimentazione Dieta e salute 7 benefici della quinoa scientificamente provati

7 benefici della quinoa scientificamente provati

Ultima modifica: 15 dicembre 2017

609
0
CONDIVIDI
Quinoa sette benefici scientificamente provati

La quinoa è un alimento dalle innumerevoli proprietà nutritive, oggi molto utilizzata e amata da chi pratica sport e non solo. Vediamo perché.

La quinoa è una pianta appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, cui appartengono anche spinaci e barbabietola. Originaria del Sud America, questa pianta si adatta a diverse condizioni climatiche anche se maggiori produttori rimangono Perù e Bolivia, laddove questo cereale è utilizzato da millenni come fonte primaria di nutrimento.

L’interesse verso questa pianta è via via cresciuto per merito delle sue eccezionali proprietà nutritive, tanto da entrare a far parte anche dell’alimentazione degli altri paesi del mondo.

La parte edibile sono i semi di questa pianta, infatti la quinoa è considerata uno pseudo-cereale perché i suoi semi possono essere utilizzati anche per produrre farine. Questi semi, oltre a essere ricchi di macronutrienti quali proteine, lipidi, carboidrati e fibre, contengono anche micronutrienti importanti, ossia vitamine, minerali e composti antiossidanti. Essendo poi naturalmente privi di glutine possono essere liberamente consumati anche in caso di celiachia.

Il contenuto proteico della quinoa è elevato ed inoltre le proteine in essa contenute hanno un valore nutrizionale paragonabile a quello delle proteine del latte. Per questo motivo è molto utilizzata dagli sportivi e da chi segue un’alimentazione vegana, potenzialmente povera di proteine.

7 benefici della quinoa scientificamente provati

Vediamo ora 7 fra i benefici che il consumo di quinoa può apportare alla nostra salute.

1 Effetti sul peso corporeo

La quinoa ha un elevato contenuto di quercetina, che è un composto antiossidante della famiglia dei flavonoidi. Sembra che questo composto sia in grado di aumentare il consumo energetico delle cellule muscolari. Per questo motivo la quercetina, e di conseguenza il consumo di quinoa, potrebbe fornire un aiuto nel combattere il sovrappeso aumentando la spesa energetica dell’organismo, oltre ad essere un’ottima fonte nutritiva per il suo contenuto in proteine e fibre.

2 Effetti antinfiammatori

Tra i benefici della quinoa troviamo anche gli effetti antinfiammatori. In particolare, grazie al suo contenuto in composti antiossidanti e antiinfiammatori, la quinoa è un alimento che può aiutarci a prevenire varie patologie di tipo infiammatorio. In particolare la quercetina contenuta in questo alimento, secondo uno studio del 2003, sarebbe in grado di ridurre la sintesi di molecole infiammatorie.

3 Effetti sul profilo lipidico

È stato dimostrato che i semi di quinoa hanno proprietà ipocolesterolemizzanti, sono cioè in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Tale proprietà è dovuta alla presenza di fibre solubili che impediscono il riassorbimento degli acidi biliari nell’intestino e di conseguenza è stimolata la sintesi ex novo degli acidi biliari. Questo è un processo che richiede colesterolo che quindi viene allontanato dal sangue. Inoltre la quinoa contiene acido oleico e linoleico, rispettivamente un acido grasso monoinsaturo ed un acido grasso della serie omega 6, entrambi in grado di ridurre i livelli di colesterolo.

4 Benefici sull’apparato cardiovascolare

In virtù della sua capacità di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di abbassare la pressione sanguigna, la quinoa apporta grandi benefici all’apparato cardiovascolare. Inoltre, anche gli acidi grassi polinsaturi che essa contiene, contribuiscono a proteggere il cuore. Anche le fibre solubili presenti in grandi quantità in questi semi hanno dimostrato di avere un ruolo fondamentale nell’abbassare il rischio di contrarre malattie cardiovascolari.

5 Contro il diabete

Sono ancora una volta le fibre contenute nei semi di quinoa che conferiscono a questo alimento un indice glicemico particolarmente basso. Ciò vuol dire che la quinoa è consigliata anche a chi abbia problemi di diabete o di insulino-resistenza, poiché aiuta a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri e, conseguentemente, di insulina nel sangue.

6 Ricca di antiossidanti

La quinoa è particolarmente ricca di composti antiossidanti, fra cui carotenoidi, flavonoidi e composti fenolici, che hanno un ruolo protettivo non solo sulle cellule dell’endotelio dei vasi sanguigni, ma anche in altri distretti del nostro organismo, proteggendolo dai danni ossidativi e dall’invecchiamento cellulare.

7 Contrasta l’osteoporosi

La quinoa è una straordinaria fonte di sali minerali, fra cui magnesio (197 mg per 100 g), manganese (2 mg per 100 g), calcio (47 mg per 100 g), tutti composti fondamentali per la salute delle ossa. Per questo motivo la quinoa è un alimento da inserire nella nostra dieta soprattutto nel caso in cui si abbiano problemi di osteoporosi. Inoltre, le proteine contenute nella quinoa sono particolarmente utili nel prevenire la perdita di massa ossea.

Quinoa: consigli e precauzioni d’uso

Nel consumare i semi di quinoa è indispensabile seguire dei piccoli accorgimenti. I semi di quinoa contengono saponine, dei composti che in natura contribuiscono a tenere lontano dalla pianta insetti e parassiti e che anche sull’uomo possono avere effetti dannosi, specialmente se assunti in grandi quantità. Attualmente però, le saponine vengono ridotte dai semi di quinoa con efficienti processi industriali prima che questi vengano immessi sul mercato. Un’ulteriore precauzione che potremmo usare in casa è quella di sciacquare più volte i semi sotto acqua corrente prima della cottura.

La quinoa, così come altri cereali e vegetali della stessa famiglia come spinaci e barbabietole, contiene ossalati di calcio, dei composti salini insolubili che si presentano sotto forma di minuscoli cristalli che in soggetti predisposti possono favorire l’insorgenza dei calcoli renali e possono inoltre impedire il corretto assorbimento dei sali minerali.

Oltre ad avere effetti positivi sulla nostra salute, la quinoa ha anche un sapore molto gradevole e si presta benissimo sia a preparazioni salate che dolci, per cui possiamo sbizzarrirci in mille fantasiose ricette.

Se utilizzate la quinoa nella vostra dieta quotidiana, lasciate un commento e condividete con noi qualche interessante metodo per prepararla.

Dove trovare la quinoa

Quinoa Real Biologica

La quinoa Primal ha il marchio Bio equitable, in quanto l’azienda che la produce contribuisce ad un progetto di agricoltura bio-ecosolidale a sostegno dello sviluppo delle popolazioni più disagiate che la coltivano.

Farina di Quinoa

Una ricca fonte di proteine e fibre! La farina di quinoa, 100% biologica, non contiene glutine ed è ricca di proteine, minerali e fibre.

Quinoa

Quinoa Bio

Quinoa proveniente da agricoltura biologica, ideale per i risotti. La quinoa non contiene glutine ed è pertanto indicata nella dieta delle persone con problemi legati alla celiachia.

Hai letto: 7 benefici della quinoa scientificamente provati
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Azzurra De Luca
Biologa nutrizionista con un dottorato di ricerca in Scienze Morfologiche Molecolari. Negli ultimi anni ha lavorato negli Stati Uniti presso la Stanford University nel campo della biochimica e della biologia molecolare. Oggi esercita a Bracciano e Roma ed esegue analisi dello stato nutrizionale, valutazione della composizione corporea ed elaborazione di piani nutrizionali per singoli o comunità di individui in stati fisiologici e patologici. Per consulenze contattare: 339 2746320 - www.adlbio.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here