Home Alimentazione Dimagrire Le ciliegie fanno ingrassare o aiutano a dimagrire? Quante se ne possono...

Le ciliegie fanno ingrassare o aiutano a dimagrire? Quante se ne possono mangiare al giorno?

Ultima modifica:5 maggio 2019

14331
0

Non è facile resistere alla dolcezza delle ciliegie, ma lasciarsi andare a questo invito costerà alla nostra linea? Vediamo se le ciliegie fanno ingrassare.

La ciliegia è un frutto originario dell’Asia, poi rapidamente diffusosi in Grecia e in tutta l’area mediterranea ai tempi dell’Impero Romano, periodo in cui era un frutto molto apprezzato.

Ciliegie sfuse in un cesto

In effetti le ciliegie sono sicuramente fra i frutti più amati da adulti e bambini e purtroppo possiamo consumarle solo in un breve periodo dell’anno, per cui di solito quando arrivano sulle nostre tavole cerchiamo di approfittare il più possibile per gustarle.

È quindi lecito chiedersi se mangiarle tutti i giorni quando sono di stagione ci faccia ingrassare. Vediamo di approfondire questo aspetto di seguito e capiamo meglio se mangiare ciliegie fa ingrassare o se, invece, possa essere un aiuto per mantenere la linea.

Le ciliegie fanno ingrassare o dimagrire?

Le ciliegie sono dei frutti poco calorici, apportano infatti circa 60 kcal per 100 grammi. Sono inoltre molto ricche di vitamine, in particolare di vitamina C, una vitamina dalle proprietà antiossidanti, insieme ai numerosi polifenoli, che fanno sì che mangiare regolarmente un po’ di ciliegie ci aiuti a proteggere le nostre cellule dall’invecchiamento e dallo stress ossidativo, oltre che a ridurre gli stati infiammatori.

Hanno anche un buon contenuto di sali minerali, in particolare magnesio e potassio; il primo è fondamentale per le funzioni muscolari e per il corretto funzionamento del sistema nervoso e il secondo per il mantenimento dell’equilibrio idro-salino e per la regolazione della pressione arteriosa.

Contengono acqua per l’86% circa, pertanto aiutano a contenere la fame e regolano l’idratazione corporea, per questo sono particolarmente adatte ad essere consumate nell’ambito di una dieta ipocalorica ed anche dagli sportivi, per recuperare i liquidi persi durante l’attività fisica, per reintegrare sali minerali e per il recupero che deve seguire alla fatica muscolare dopo uno sforzo fisico.

Grazie al loro contenuto di antociani inoltre, sono benefiche per la salute dei capillari, favorendo la microcircolazione. Inoltre, alcuni studi dimostrano che le ciliegie sono in grado di ridurre l’infiammazione legata all’obesità e a tutto il quadro clinico che si accompagna alla sindrome metabolica. Possiamo dunque affermare che le ciliegie non fanno ingrassare, anche perché sono frutti a basso indice glicemico e possono quindi essere consumate anche da chi soffre di diabete.

Hanno un buon contenuto di fibre (circa 2 g ogni 100 g), che ci aiutano a contenere la fame e sono un toccasana per l’apparato gastro-intestinale, per cui le ciliegie non solo non ingrassano ma, al contrario, favoriscono la perdita di peso.

Le ciliegie sono antiossidanti, aiutano a contenere la fame, favoriscono la microcircolazione e sono benefiche per l’intestino. Grazie a queste proprietà aiutano a mantenersi in forma.

Quante ciliegie mangiare al giorno?

Naturalmente, anche se si è appena detto che le ciliegie non fanno ingrassare, non se ne deve fare un consumo eccessivo, per cui circa 200 grammi al giorno, anche divise in due o più porzioni soddisferanno i nostri fabbisogni e il nostro palato aiutandoci a perdere peso.

L’ideale sarebbe consumarle come rinfrescante spuntino, a metà mattina o nel pomeriggio, ma anche mangiarle a colazione non sarà una scelta sbagliata, ad esempio insieme ad uno yogurt bianco e dei cereali integrali. Le ciliegie si prestano bene anche ad essere utilizzate come snack la sera prima di andare a letto, grazie alla melatonina in esse contenuta, infatti, favoriranno un sereno riposo notturno.

Non importa se nella varietà più acidula o in quella più dolce, se un po’ acerbe o ben mature, le ciliegie aiuteranno comunque a mantenere la linea. Il modo migliore per consumarle senza ingrassare, naturalmente, è fresche, al naturale, dopo averle lavate per bene, anche se sono frutti che ben si prestano alla realizzazione di marmellate e dolci.

Oltre che per controllare il nostro peso, dobbiamo evitarne un consumo eccessivo poiché, essendo molto ricche di fibre, potrebbero causare disturbi gastro-intestinali, in particolar modo a chi soffre di colon irritabile, come diarrea e crampi addominali. Proprio per il loro effetto lassativo, infatti, i bambini dovrebbero farne un uso moderato.

Anche i gambi delle ciliegie posso essere utilizzati poiché hanno proprietà benefiche. Lasciati essiccare, infatti, si usano per preparare delle tisane drenanti in quanto sono diuretici e aiutano il benessere delle vie urinarie. Anche bere la tisana fatta con i piccioli delle ciliegie ci aiuterà a sgonfiarci e depurarci!

Hai letto: Le ciliegie fanno ingrassare o aiutano a dimagrire? Quante se ne possono mangiare al giorno?
Dott.ssa Azzurra De Luca
Biologa nutrizionista con un dottorato di ricerca in Scienze Morfologiche Molecolari. Negli ultimi anni ha lavorato negli Stati Uniti presso la Stanford University nel campo della biochimica e della biologia molecolare.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome