Home Alimentazione Mangiare sano Mirtillo rosso: proprietà nutrizionali, benefici, uso e controindicazioni

Mirtillo rosso: proprietà nutrizionali, benefici, uso e controindicazioni

Ultima modifica: 16 ottobre 2017

15529
2
CONDIVIDI
Mirtillo rosso: proprietà, benefici e controindicazioni

Il mirtillo rosso è una piccola bacca dalle grandi proprietà benefiche: da assumere come frutto fresco o come succo di frutta, risulta utile contro la cistite e nel trattamento delle patologie tumorali grazie al suo potere antiossidante. Scopriamo tutte le proprietà del mirtillo rosso.

Il mirtillo rosso è un arbusto facente parte della famiglia delle Ericaceae e, in particolare, al genere Vaccinium. Questa pianta cresce spontaneamente in Europa ed è diffusa anche nell’Italia settentrionale, nella zona compresa tra le Alpi e l’Appennino tosco-emiliano.

Arbusto sempreverde, raggiunge altezza modeste comprese tra i 10 e i 30 cm e produce piccoli frutti dalla forma sferica e dal gusto acidulo che vengono chiamati comunemente mirtilli rossi. Queste bacche, inizialmente bianche, cambiano colore man mano che aumenta il loro grado di maturazione, assumendo infine una colorazione rossastra.

Il frutto viene consumato sia fresco, sia spremuto e contiene diversi nutrienti che conferiscono a questa bacca numerose proprietà nutrizionali. In particolare, come approfondiremo nei prossimi paragrafi, possiedono un’elevata quantità di antocianine e di mirtiliina, sostanze in grado di promuovere la salute.

Esistono in natura diverse varietà di questa pianta: il mirtillo rosso (chiamato in inglese cowberry) che è il genere più diffuso nelle zone pianeggianti della nostra penisola; il mirtillo rosso americano (il cranberry) che è quello più diffuso al mondo e, conseguentemente, anche il più studiato. La maggior parte dei succhi di mirtillo che troviamo in commercio sono preparati utilizzando quest’ultima varietà.

Infine possiamo ricordare un terzo tipo di mirtillo rosso definito Mortella di palude. I diversi tipi di mirtillo si differenziano per la grandezza e il colore delle bacche che producono: il primo e il terzo tipo di mirtilli sopra citati producono un frutto più piccolo rispetto al cranberry, che nel caso della mortella di palude ha un colore più scuro.

Mirtillo rosso: caratteristiche e valori nutrizionali

Come vi abbiamo anticipato il cranberry è la varietà maggiormente studiata e per il quale sono state rese note da una fonte autorevole, come il Dipartimento di Agricoltura statunitense, le proprietà nutrizionali. Come tutti i frutti di bosco, anche il mirtillo rosso è un frutto con un contenuto limitato di zuccheri semplici (meno di 5 gr per 100 gr di prodotto), una buona quantità di fibra e un modesto contenuto di vitamina C.

Grazie al suo basso quantitativo di zuccheri e al ridotto contenuto calorico (46 calorie per 100gr), il mirtillo rosso si presta a essere consumato da chiunque, senza particolari restrizioni. È conosciuto principalmente per il suo elevato contenuto in antocianine e in particolare in cianidina e peonidina, che conferiscono al frutto il tipico colore rosso-arancio, in delfinidina (o mirtillina) con attività antiossidante e in quercina, un flavonoide dalle numerose proprietà benefiche.

Valori nutrizionali per 100g di mirtilli rossi:
Acqua 87,32 g
kcal 46
Proteine 0,46 g
Grassi 0,13 g
Carboidrati 11,97 g
Fibre 3,6 g
Ferro 0,23 mg
Sodio 2 mg
Potassio 80 mg
Fosforo 11 mg
Vitamina C 14 mg
Zinco 0,09 mg
Magnesio 6 mg
Indice glicemico 25
Colesterolo 0 g

Mirtillo rosso: proprietà nutrizionali

Questo frutto non contiene quantità elevate di nutrienti essenziali: in base alle indicazioni americane gli unici a essere moderatamente rappresentati sono: vitamina C (100 gr di cranberry contengono il 13% della dose giornaliera raccomandata dalle nostre linee guida) e il rame (circa il 9% della dose giornaliera consigliata).

L’importanza del mirtillo rosso e le sue proprietà benefiche sono legate alla presenza di sostanze meno conosciute come la sopra citata quercitina. Inoltre il cranberry contiene una discretà quantità di luteina e di zeaxantina. Conosciamo insieme le proprietà di queste sostanze:

  • Vitamina C: con la sua funzione antiossidante, è fondamentale per il nostro sistema immunitario, inoltre è coinvolta nella sintesi del collagene ed è importante per l’assimilazione del ferro da parte dei globuli rossi;
  • Rame: coinvolti in diverse reazioni cellulari e facente parte di alcune importanti proteine, è anche una molecola con attività ossidoriduttiva. Inoltre è un minerale fondamentale per la formazione degli eritrociti e per il benessere delle nostre ossa.
  • Quercitina: questo flavonoide si è rilevato interagire con diversi enzimi cellulari coinvolti nell’infiammazione e nella proliferazione cellulare. È inoltre un potente antiossidanti in grado di eliminare i radicali liberi e proteggere le cellule.
  • Luteina: appartenente al gruppo dei carotenoidi, questa molecola ha una spiccata proprietà antiossidante. Essa è concentrata soprattutto a livello degli occhi e della retina e risulta fondamentale per la salute dell’apparato visivo.
  • Zeaxantina: anch’essa appartiene alla famiglia dei carotenoidi e svolge un’azione molto simile a quella della luteina.

Mirtilli rossi: benefici per la salute

I particolari nutrienti presenti, conferiscono al mirtillo rosso proprietà molto interessanti per la nostra salute. Prima di descrivere i benefici che apporta però, vogliamo soffermarci sul suo utilizzo a livello erboristico. Infatti sono comunemente diffusi fitoterapici preparati a base di mirtillo, sia nero, sia rosso. Gli estratti di carnberry, in particolare, vengono consigliati soprattutto in caso di problemi uro-vescicali, come le cistiti.

Inoltre si possono trovare in commercio numerosi integratori a base di luteina e zeaxantina, consigliati per migliorare la salute degli occhi. A tal proposito desideriamo sconsigliare il fai da te: rivolgetevi sempre al vostro medico o a un esperto erborista/naturopata che possa valutare le integrazioni e i dosaggi più adatti alle vostre esigenze. Approfondiamo ora le proprietà del mirtillo rosso e le azioni benefiche che svolge sul nostro organismo.

✓ Contro la cistite

L’utilizzo di preparati di cranberry per la gestione della cistite, molto comuni tra le donne soprattutto in menopausa, è giustificato da anni di pratica e dalla presenza nel frutto di proantocianidine in grado di inibire l’adesione di batteri patogeni alle pareti del tratto urinario.

La mancanza di estrogeni tipica del periodo menopausale, in particolare, aumenta la suscettibilità a questo tipo di infezioni. Il consumo di succo di mirtillo potrebbe essere consigliato a donne e bambini a scopo preventivo.

✓ Proprietà anti-ossidanti del mirtillo rosso

Grazie alla presenza delle numerose antocianine, della quercitina, della vitamina c e dei carotenoidi, il mirtillo rosso è un frutto con elevato potere antiossidante. Questi frutti, come altri frutti di bosco, risultano essere tra i prodotti alimentari più ricchi di composti con azione antiossidante presenti in natura.
Sembrerebbe che tale azione sia svolta in particolare dalla presenza di quercitina e di altri composti fenolici.

Inoltre alcuni studi rivelano che tale attività sia maggiore a seguito del congelamento dei frutti, mentre la lavorazione ad alte temperature o l’essiccatura diminuirebbe il loro potere. Infine vogliamo sottolineare che, nonostante i pochi studi condotti sul mirtillo rosso, limitate evidenze sottolineano un potere antiossidanti maggiore rispetto ad altri frutti di bosco come fragole, lamponi e mirtilli neri.

✓ Proprietà antitumorali

Studi eseguiti sia in vitro sia in vivo hanno dimostrato l’attività benefica del cranberry in campo oncologico, nei confronti di diversi tipi di cancro (cancro dell’esofago, dello stomaco, del colon, della prostata, della vescica, glioblastoma e linfoma).

I numerosissimi composti presenti nel cranberry influiscono sulla patologia tumorale tramite diversi meccanismi: stimolando la morte cellulare programmata, inibendo la proliferazione cellulare e l’adesione cellulare, diminuendo l’infiammazione e lo stato ossidativo della cellula e influenzando il ciclo e la comunicazione cellulare.

✓ Protezione cardiovascolare

Il potere antiossidante del cranberry si ripercuote anche sulla salute cardiovascolare. Infatti, alcuni studi hanno dimostrato che l’utilizzo di cranberry aumenta il contenuto di molecole antiossidanti presenti nel sangue e diminuisce l’ossidazione delle LDL (lipoproteine a bassa densità) e delle VLDL (lipoproteine a densità molto bassa), coinvolte nella genesi delle placche arterosclerotiche.

Mirtillo rosso: come utilizzarlo e conservarlo

Il mirtillo rosso è adatto ad essere consumato fresco, sia da solo sia in macedonie più ricche, o per la preparazione di succhi di frutta o di marmellate.
Inoltre, come abbiamo visto può anche essere congelato, per essere utilizzato anche nei mesi in cui non è disponibile fresco. Grazie al suo gusto particolare può accompagnare anche piatti più elaborati, fornendo una nota acidula. Un esempio? Un arrosto di maiale con patate e crema di mirtilli rossi.

Come abbiamo accennato sopra, in fitoterapia si utilizza principalmente per trattare le infezioni alle vie urinarie. A tale scopo si consiglia generalmente di assumere il succo fresco o l’estratto secco acquistabile in erboristeria o in farmacia, da usare secondo le indicazioni riportate sulla confezione.

Mirtillo rosso: controindicazioni e potenziali effetti negativi

Il mirtillo rosso non è privo di controindicazioni. Vogliamo segnalare una possibile interazione tra il cranberry e l’utilizzo di warfarin (o coumadin), un farmaco anticoagulante. Sembrerebbe infatti che un elevato consumo di questo frutto per un periodo prolungato di tempo possa interferire con l’effetto del farmaco. Un consumo moderato e non eccessivo può essere invece consigliato a tutta la popolazione, senza particolari controindicazioni. Si consiglia comunque di chiedere il parere del medico prima di utilizzare estratti di mirtillo rosso qualora si faccia uso di farmaci.

Curiosità
Il mirtillo rosso è un frutto di cui non solo noi umani siamo ghiotti, ma anche diversi tipi di animali. Il nome inglese del mirtillo rosso diffuso in Italia è infatti cowberry, che può essere tradotto come “bacca delle vacche”, proprio perché viene consumato anche dai bovini.

Avete mai provato i mirtilli rossi freschi o utilizzato estratti di questi frutti per uno degli scopi che vi abbiamo descritto? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti!

Dove acquistare il mirtillo rosso

Mirtillo Rosso Bio

Le bacche di mirtillo rosso sono buone e possono essere integrate nella nostra dieta quotidiana in mille modi, ad esempio unite allo yogurt, ai muesli, nelle insalate,nei dolci o nei gelati.

Succo di Mirtillo Rosso

Succo di mirtillo rosso proveniente da agricoltura biologica. Il succo di mirtillo rosso è buonissimo e sano, da portare sempre con se durante il giorno.

Succo di Mirtillo Rosso Bio

Succo di mirtillo rosso prodotto da agricoltura biologica, in comoda confezione richiudibile da 0,33 L.

Hai letto: Mirtillo rosso: proprietà nutrizionali, benefici, uso e controindicazioni
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Stefania Cocolo
Biologa nutrizionista e amante dei cibi veri e naturali. Dopo la laurea, alcuni anni di esperienza lavorativa nell’ambito della formazione sanitaria e alcuni corsi di perfezionamento, si dedica dal 2015 esclusivamente all’ambito della nutrizione. Si divide tra attività di ambulatorio privato, corsi di formazione professionali riservati ad addetti mensa, corsi di divulgazione organizzati in collaborazione con diversi enti, aggiornamento professionale continuo e scrittura di brevi articoli informativi. Riceve presso diversi studi in provincia di Varese e principalmente a Gallarate. Tel: 340.5572519 - stefaniacocolo.wixsite.com/nutrizionista

2 COMMENTI

    • Ciao Cristoforo,
      abbiamo selezionato due succhi di mirtillo rosso che riteniamo essere di qualità per gli ingredienti utilizzati. Li abbiamo inseriti nel box dei “Prodotti consigliati” che puoi trovare alla fine dell’articolo. Se decidi di provarne uno, facci sapere se anche tu sei d’accordo con noi sulla qualità di questi succhi!
      Un caro saluto 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here