Home Alimentazione Mangiare sano Cavolo: proprietà, benefici e consigli d’uso

Cavolo: proprietà, benefici e consigli d’uso

Ultima modifica: 12 dicembre 2016

6297
1
CONDIVIDI
proprieta e benefici del cavolo

Semplice quanto diffuso il cavolo è principe nelle tavole invernali. Ricco i vitamine e minerali è ottimo sia crudo che cotto, ma sempre meglio scegliere cotture brevi per evitare di disperderne i nutrienti. Antitumorale, antiossidante, ricco di fibre, il cavolo andrebbe gustato almeno 3 volte a settimana e può essere somministrato al posto della carne grazie al suo apporto proteico elevato.

Cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, broccoli, cavolo rosso, cavolo cinese… questi e tanti altri sono i tipi di cavolo che conosciamo e tutti sono decisamente salutari e ricchi di proprietà benefiche.

I vari tipi di cavolo vengono classificati in base alle foglie, alle gemme, alle infiorescenze e ai fusti:

  • Foglie: cavolo cappuccio, cavolo nero e cavolo verza
  • Gemme: cavolini di Bruxelles
  • Infiorescenze: cavolfiore e broccoli di cavolo (ma anche cavolo romano)
  • Fusti: cavolo rapa.

Questi sono solo alcuni tipi, quelli più conosciuti. Tutti sono ricchi di proteine e minerali e hanno potere anticanceroso.


Cavolo: proprietà benefiche numerose grazie ai minerali

Valori nutrizionali per 100g di cavolo:
Acqua92,18 g
kcal25
Proteine1,28 g
Grassi0,1 g
di cui saturi0,034 g
Carboidrati5,8 g
di cui zuccheri3,2 g
Fibre2,5 g
Vitamina C36,6 mg
Vitamina K75 µg
Indice glicemico15
Colesterolo0 g

Il cavolo è povero di calorie (25Kcal/100 gr) e ricco di minerali: ferro, magnesio e zolfo ne sono i principali componenti. Lo zolfo in particolare è il responsabile del cattivo odore che emanano i cavoli durante la cottura. Il cavolo è anche ricco di acido ascorbico (vitamina C) al punto che in tempi antichi veniva somministrato ai migranti per preservarli dalle infezioni dello scorbuto. Inoltre questo ortaggio è una buona fonte di acidi grassi del tipo omega-3 e omega-6. Tra le tante proprietà del cavolo ricordiamo:

  • Antinfiammatorie: il cavolo è un antiinfiammatorio naturale e quindi è utile per combattere artrite e patologie cardiache.
  • Super nutriente: i vegani assumono cavolo al posto della carne perché ha molto ferro, in percentuali decisamente superiori anche al manzo. Inoltre contiene anche moltissimo calcio, in quantità superiori che nel latte.
  • Aiuta il sistema immunitario: le proprietà benefiche del cavolo aiutano il sistema immunitario a combattere malattie e attacchi di germi e batteri.
  • Amico dell’intestino: il cavolo è ricco di fibre elementi indispensabili per una corretta funzionamento di cuore e intestino. Per essere più precisi: una porzione di cavolo fornisce al nostro organismo oltre il 5% del fabbisogno giornaliero di fibre.
  • Antiossidante: grazie alla presenza massiccia di flavonoidi il cavolo contribuisce a prevenire l’invecchiamento precoce.
  • Antireumatico: grazie alla presenza di zolfo, il cavolo aiuta a prevenire e contrastare efficacemente i reumatismi.
  • Disintossicante: alcuni componenti del cavolo regolano l’eliminazione delle tossine e aiutano il fegato a depurarsi. Inoltre è dimostrato che il cavolo sia benefico nei confronti di alcuni tipi di cancro in particolare al seno, al colon e alla vescica.
  • Un aiuto contro l’ipertensione: assumere regolarmente cavolo aiuta ad abbassare la pressione grazie alla presenza di amminoacidi.
    Inoltre il cavolo è ricco di acidi grassi, in percentuali pari a quelle dei semi di lino.


Cavolo: consigli d’utilizzo

Come per tutte le verdure anche il cavolo sarebbe bene che venisse cucinato il meno possibile in modo da non perdere alcuna delle proteine e minerali di cui è ricco. In linea generale possiamo consigliare di cucinare il cavolo a vapore aggiungendo all’acqua un cucchiaino di aceto bianco in modo che l’odore sprigionato durante la cottura (provocato dalla massiccia presenza di zolfo), risulti meno acuto.

Si consiglia inoltre di acquistare i cavoli freschi con le infiorescenze compatte e privi di macchie. Si tratta di una verdura tipicamente invernale, ma nei supermercati più forniti si può acquistare durante tutto l’anno.

Per mantenere il cavolo fresco anche dopo l’acquisto si consiglia di pulirlo, asciugarlo con un panno di cotone e conservarlo in frigorifero ben chiuso in una bustina di plastica per alimenti.

È possibile preparare delle centrifughe a base di cavolfiore e consumarle in caso di raffreddamento per un sollievo immediato. Contro i disturbi intestinali è possibile bere acqua di cottura del cavolo per ripristinare la flora batterica.

Hai letto: Cavolo: proprietà, benefici e consigli d’uso
Francesca Oliva
Mamma ed esperta di comunicazione online, si occupa di content marketing per diversi blog e siti e di social media marketing. Appassionata di salute e benessere per Viversano.net è redattrice. www.francescaoliva.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO