Home Alimentazione Mangiare sano Succo di melograno: benefici, preparazione e controindicazioni

Succo di melograno: benefici, preparazione e controindicazioni

Ultima modifica: 6 ottobre 2016

11855
10
CONDIVIDI
Succo di melograno: proprieta e benefici

Il succo di melograno si ottiene attraverso la spremitura a freddo di questo buonissimo frutto colto durante la stagione autunnale. Considerato da molti un potente rimedio naturale contro tante malattie, scopriamo insieme quali sono i benefici del succo di melograno e le sue controindicazioni.

Spremendo gli arilli del melograno si ottiene un buonissimo succo, ricco di proprietà benefiche per la nostra salute. E’ possibile acquistarlo nei negozi oppure, prepararlo direttamente in casa.

Il succo di melograno casereccio è senza dubbio migliore perché puro e freschissimo. Questi due punti sono indispensabili se vogliamo assorbire tutte le sostanze nutritive del frutto, i conservanti e gli zuccheri aggiunti da alcune aziende infatti, andrebbero a alterare le sue proprietà.

Come preparare il succo di melograno

Tutto ciò di cui avete bisogno è un melograno maturo e uno spremi agrumi. Il succo si estrae come da un’arancia o un limone. Solo dovete prendere alcune precauzioni extra perché il suo succo rosso crea macchie che non vengono via, tagliere e abiti inclusi.

Rimuovete con il coltello la corona e dopo, incidete la buccia da una parte all’altra fino alla zona bianca, facendo attenzione a non tagliare anche gli arilli che servono appunto per creare il succo. Aprite il melograno partendo dai tagli che avete fatto per dividerlo in due parti e spremete. Potete così gustare una buonissima e sana spremuta di melograno pura.

Benefici del succo di melograno

Grazie all’acido ellagico presente all’interno del succo di melograno, è possibile contrastare e prevenire la Tenia Solium, volgarmente definita verme solitario, che entra in contatto con il nostro intestino principalmente a causa del consumo di carne di maiale poco cotta. 



Il succo di melograno ha attirato l’interesse di molte persone soprattutto perché sembra che riesca a contrastare le cellule cancerogene, portandole alla morte. Questa azione è data dall’acido ellagico e i flavonoidi, sostanze antiossidanti presenti nel succo di melograno. Non una semplice teoria, ma un vero e proprio studio scientifico pubblicato su Translational Oncology. Ha un’azione preventiva soprattutto contro i tumori dei polmoni, della prostrata, del seno e della pelle.

La rivista Toxicology and Industrial Health pubblicò uno studio nel quale venne evidenziato come la spremuta di melograno riesce a proteggere il fegato da eventuali agenti nocivi. Anche contro i reni svolge la stessa azione positiva.

L’assunzione costante di succo di melograno agisce sul sistema cardiocircolatorio contrastando sia l’ispessimento arterioso che la formazione delle placche aterosclerotiche. Aumenta il colesterolo buono nel sangue, contrasta le infezioni e aiuta a mantenere la pressione bassa.

Effetti positivi nella vita quotidiana

I benefici del succo di melograno si possono riscontrare ogni giorno. Aiuta a contrastare la diarrea grazie al potere astringente, rafforza il sistema immunitario contro i malanni stagionali e le allergie. Sembra inoltre una bevanda naturale perfetta per contrastare ansia e depressione.

Consideriamo infatti che il melograno è ricco di vitamina C, molto più dell’arancia e di qualsiasi altro frutto. Per questo motivo è l’ideale per combattere gli stati influenzali. Inoltre è importante sapere che il succo di melograno protegge il corpo dai tumori della pelle, contrastando l’azione nociva dei raggi UV sull’epidermide e favorisce l’abbronzatura.

Il succo puro protegge i denti dalle carie e svolge una funzione analoga sulla mucosa gastrica, purificandola da eventuali batteri.

Controindicazioni del succo di melograno

Studi medici hanno confermato che il succo di melograno ha effetti collaterali più o meno gravi e può interferire con farmaci antidepressivi, per l’ipertensione e antinfiammatori.

Le controindicazioni del melograno non rimangono limitate a questo specifico campo. Sembra infatti che anche un utilizzo spropositato del frutto (soprattutto se non biologico) possa portare a intossicazioni (a causa degli insetticidi utilizzati).

Gli effetti collaterali più comuni fino a oggi sono stati casi di mal di testa, sonnolenza, una certa difficoltà a respirare e un senso di vertigini. Ognuno di voi poi, dovrà tener di conto delle possibili (e personali) reazioni allergiche nei confronti di uno specifico alimento.

Se avete alcuni dubbi o avete notato che, assumendo un farmaco e subito dopo del succo di melograno si sono presentati effetti collaterali, fatelo presente al vostro medico e chiedete consiglio a lui. In alcuni casi poi sarebbe bene limitare l’assunzione di questa bevanda a cicli ben stabiliti e durante momenti precisi della giornata.

Dove trovare il succo di melograno

Succo di Melograno

Biotta Melagrana contiene il prezioso succo di melagrana ed è insaporito con tè bianco, concentrato di agave, purea di pere e succo di aronia.

Succo di Melograno puro al 100%

Il succo di melograno Prima Qualità Salugea non è ottenuto da concentrato e non è stato mixato con altri succhi: solo 100% spremitura diretta del melograno.

Hai letto: Succo di melograno: benefici, preparazione e controindicazioni
Claudia Lemmi
Web Writer, si occupa di creare testi per siti e blog, con una predisposizione verso ciò che riguarda il benessere. Alle spalle ha studi nel mondo dell'arte e dell'estetica. Negli anni si è poi specializzata nelle terapie reiki e di cristalloterapia, mantenendo sempre una viva curiosità verso le medicine alternative e quelle Tradizionali Cinesi. www.pennacreativa.it

10 COMMENTI

  1. sono francesca io prendo cardioaspirina e anticoaugulanti per i postumi di un infarto posso prendere il melograno se è si in che quantità ?
    grazie

    • Buongiorno Rita, il succo di melograno può interferire con l’attività di numerosi farmaci tra cui gli antidepressivi, gli ipotensivi e gli antinfiammatori. Per queste ragioni la possibile integrazione va valutata in accordo con il parere del suo medico curante e dell’endocrinologo.

    • Corretta denominazione,il frutto Melagrana, il fico e l’albero,il frutto come lo chiameresti? dal fruttivendolo/a, forse fica? Spesso si compongono parole anche non corrette, solo per dargli scorrevolezza di dialogo, continuità e suoni piacevoli all’orecchio. Si consiglia esonerare l’applicazione della grammatica, per non dare interpretazioni equivoche.

      • Il frutto della pianta del fico d’india così come dell’albero di fico si chiama sempre al maschile, il fico, no come dice lei, sig. Angelo!
        L’osservazione dell’anonimo è corretta.
        Ahimè, la lingua italiana!

LASCIA UN COMMENTO