Home Alimentazione Proprietà degli alimenti Proprietà e benefici del cioccolato fondente

Proprietà e benefici del cioccolato fondente

Ultima modifica: 8 gennaio 2019

140363
13
Il cioccolato fondente fa bene sotto tanti punti di vista: al sistema cardiovascolare, all’umore e al palato. Sembra che sia persino in grado di allungare la vita. Scopriamo le proprietà e i benefici del cioccolato fondente.

Si dice che nove persone su dieci amano il cioccolato. C’è chi lo preferisce fondente e chi al latte, ma se ragioniamo in termini di salute, quello fondente è certamente più buono. Un cioccolatino farcito e un quadratino di cioccolato al latte non sono paragonabili, quanto a proprietà, a un quadratino di cioccolato fondente.

Tavolette di cioccolato fondente spezzate

L’ingrediente più salutare del cioccolato è il cacao; più cacao c’è, maggiori saranno le proprietà del prodotto finale. Il cioccolato fondente migliore per la salute è quello che contiene almeno il 70% di cacao.

Questo alimento deriva dal Theobroma cacao, un albero orginario dell’America meridionale e in particolare dai semi di questa pianta. Il cioccolato è un alimento molto ricco di grassi sia saturi e sia monoinsaturi; tra quelli monoinsaturi il più rappresentato è l’acido oleico, un acido grasso dalle proprietà antinfiammatorie che ritroviamo anche nel nostro olio di oliva. Gli acidi grassi saturi più presenti sono l’acido stearico e quello palmitico.

Inoltre, il cioccolato fondente contiene un’elevata quantità di minerali come il magnesio, il potassio, il rame e il ferro. Ciò che tuttavia rende il cioccolato così benefico per la nostra salute sono i polifenoli in esso contenuti, delle sostanze naturali particolarmente presenti in molti prodotti del regno vegetale e che hanno mostrato avere molteplici proprietà. Tra questi polifenoli i più abbondanti sono catechine, antocianine e proantocianidine.

Secondo alcuni studi, il cioccolato perderebbe tutte le proprietà antiossidanti quando è accompagnato con il latte. Il latte, infatti, “cattura” le epicatechine (flavonoidi) impedendone l’assorbimento nell’intestino e riducendo, in questo modo, gli effetti cardioprotettivi del cacao.

Proprietà e benefici del cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è uno degli alimenti più conosciuti e apprezzati. Ma questo non basta: il cioccolato fondente è anche un alimento utile, un toccasana, una miniera di polifenoli dall’azione antiossidante e antinfiammatoria, caratteristica importante di questo alimento. Inserirlo della dieta può quindi avere ripercussioni benefiche sulla nostra salute, vediamo quali sono.

  • Il cioccolato fondente allunga la vita

    Uno studio condotto da ricercatori olandesi e pubblicato sugli Archives of Internal Medicine ha evidenziato che, in un campione di 470 uomini di età compresa tra i 65 e gli 84 anni e tenuti sotto osservazione per 15 anni, quelli che consumavano un certo quantitativo di cacao avevano un tasso di mortalità inferiore. Le persone che assumevano regolarmente cacao avevano valori più bassi di pressione arteriosa e, quindi, una minore esposizione ad eventi cardiovascolari quali infarto e ictus. La protezione cardiovascolare dovuta al cacao, e quindi al cioccolato fondente, che ne contiene molto, sarebbe dovuta all’elevato contenuto di antiossidanti, in particolare flavonoidi.

  • Il cioccolato fondente fa bene al sistema cardiovascolare

    Un gruppo di studiosi dell’Università della California di San Francisco ha posto l’accento sulle qualità del cioccolato fondente amaro; ricco di flavonoidi e, in particolare, di epicatechina, una sostanza che agisce sulle fibre muscolari del cuore consentendo alle arterie di mantenersi flessibili e dilatate. La capacità delle arterie di mantenersi pervie, cioè aperte e dilatate, è la qualità che consente al cuore di proteggersi da eventi infausti quali l’infarto. Inoltre, il consumo di cioccolato fondente, ma non di cioccolato bianco, porta ad un abbassamento della pressione arteriosa.

  • Miglioramento del rapporto colesterolo HDL/LDL

    Diversi studi hanno valutato anche l’effetto del consumo di cioccolato fondente sulle dislipidimie e sui valori di colesterolo e trigliceridi. Sebbene non ci sia evidenza di un abbassamento del valore di trigliceridi nel sangue dovuto al consumo di questo alimento, è stato notato un abbassamento dei valori di colesterolo LDL e un aumento dei valori di colesterolo HDL.

  • Il cioccolato è un antidepressivo naturale

    Il cioccolato stimola la produzione di serotonina e svolge, dunque, sul sistema nervoso un’azione eccitante ed antidepressiva. La serotonina è un ormone prodotto dal cervello che determina il buonumore. Quando la produzione non è sufficiente si rischia la depressione; moltissimi antidepressivi hanno proprio la funzione di normalizzare i livelli di serotonina. Il cioccolato svolge, quindi, un’azione antidepressiva naturale.

  • Migliora le performance sportive

    Tra le proprietà del cioccolato fondente c’è anche quella di essere utilizzato dagli sportivi per migliorare le performance. In particolare, il consumo di cioccolato, sembra migliorare l’ossigenazione dei tessuti, incrementando quindi l’apporto di sangue ai muscoli. Inoltre, il consumo di cioccolato permetterebbe di migliorare il recupero ed evitare danni muscolari quando assunto immediatamente dopo l’esercizio fisico e poi nuovamente a distanza di 2 ore.

  • Protegge dalle malattie neurodegenerative

    Il cioccolato sembra avere un effetto protettivo anche nei confronti di alcune comuni patologie neurodegenerative come la demenza senile e l’Alzheimer. In particolare, la sua capacità di stimolare la produzione di ossido nitrico potrebbe inibire o diminuire la produzione di beta amiloide, la proteina coinvolta nella patogenesi dell’Alzheimer.

  • Aiuta a mantenere il peso forma

    Nonostante sia un alimento calorico, se introdotto nelle giuste quantità e abbinato a costante attività fisica, il cioccolato non solo non fa ingrassare ma, al contrario, pare essere un valido alleato nella perdita di peso. Questa proprietà sarebbe dovuta alla sinergia di diverse caratteristiche. Innanzitutto, grazie alla presenza di fibre, il cioccolato aumenta la sazietà e diminuisce il senso di fame agendo sulla produzione di grelina, ormone responsabile proprio del senso della fame. Inoltre, pare che il consumo di cioccolato aiuti a ridurre l’assorbimento di grassi e carboidrati, sopratutto nei soggetti in sovrappeso.

  • Ha effetto preventivo sulle malattie oncologiche

    Poiché molti tipi di patologie tumorali sono connesse a uno stato di infiammazione cronica, il consumo dei polifenoli presenti nel cioccolato fondente sono in grado di rallentare la progressione di alcune patologie tumorali. Questi risultati sono stati ottenuti in esperimenti condotti su animali e sarebbero dovuti all’attività antinfiammatoria e antiossidante svolta dai polifenoli stessi.

  • Benefico in caso di diabete

    Se vi state chiedendo se sia possibile mangiare cioccolato fondente col diabete, dovete sapere che è stato visto come i polifenoli contenuti siano in grado di migliorare la sensibilità all’insulina dei tessuti periferici e di stimolare la produzione di insulina. Per questi motivi, non solo non è controindicato, bensì il cioccolato fondente potrebbe rappresentare un valido aiuto nella gestione del diabete mellito di tipo 2, la più comune forma di diabete. Da sottolineare tuttavia che va posta particolare attenzione alla scelta del prodotto in quanto molti prodotti contengono una grande quantità di zucchero, che invece peggiorerebbe la situazione. In questo caso meglio scegliere un cioccolato fondente extra 100% senza zucchero.

  • Il cioccolato fondente fa bene all’intestino

    Mangiare cioccolato fondente fa bene anche all’intestino. Questo perché la produzione del cioccolato inizia con la fermentazione dei semi che porta alla crescita di microrganismi di origine batterica e fungina. Tali microrganismi producono una serie di sostanze utili al benessere del nostro microbiota intestinale. Inoltre sembrerebbe che il consumo di cioccolato fondente abbia anche un effetto diretto, grazie all’azione dei polifenoli, sulla composizione della nostra nostra flora batterica intestinale, portando a un aumento dei lattobacilli e dei bifidobatteri.

Infografica sulle proprietà del cioccolato fondente

Cioccolato fondente: calorie e quanto mangiarne

Abbiamo visto come il consumo di questo alimento possa essere benefico per la nostra salute, tuttavia dobbiamo fare i conti con l’altra faccia della medaglia: è un prodotto calorico (le calorie del cioccolato fondente sono 545 ogni 100 grammi di alimento) e può essere molto zuccherino, pertanto il cioccolato da consumare va scelto con cura e mangiato nelle giuste quantità.

Prima di tutto vi indichiamo come scegliere cioccolato fondente migliore: come abbiamo accennato ad inizio articolo, la maggior parte degli effetti benefici sono dovuti al contenuto di polifenoli del cioccolato e i polifenoli si trovano nel cacao: maggiore è la percentuale di cacao, maggiore l’effetto! Avete visto, per esempio, che il consumo di cioccolato bianco non produceva gli stessi effetti sulla salute cardiovascolare di quello fondente. Quindi, scegliete cioccolato con almeno il 70% di cacao e ponete attenzione alla quantità di zucchero: meno è meglio!

Questo alimento può essere utilizzato per gli spuntini o per terminare piacevolmente un pasto, ma quanto mangiarne? Per quanto riguarda la quantità necessaria ad ottenere benefici, essendo un alimento piuttosto calorico, si consiglia di non consumarne oltre i 10/15 gr al giorno se mangiato regolarmente, in alternativa si possono mangiare fino a 30 gr di cioccolato in un giorno, considerando però un uso sporadico dell’alimento.

Controindicazioni del cioccolato fondente

Il cioccolato fondente, nonostante tutte le proprietà, non è un alimento adatto a chi soffre di gastrite, reflusso gastroesofageo, ulcere e sindrome del colon irritabile. Avendo un effetto vasodilatatore andrebbe, inoltre, evitato in caso di mal di testa. Come abbiamo già detto, il cioccolato fondente è piuttosto calorico, non bisogna quindi abusarne. Non è, invece, mai stata dimostrata scientificamente, la correlazione tra consumo di cioccolato e acne.

Cioccolato fondente: consigli per gli acquisti

Cioccolato Extra Fondente con stevia

Una deliziosa cioccolata naturalmente senza glutine. La particolare cura nella lavorazione lo rende particolarmente delicato anche per chi non ama un gusto troppo deciso.

Cioccolato Fondente alle Mandorle

Tavoletta di cioccolata fondente ideale da consumare come snack. Il cioccolato Rapunzel è stato il primo al mondo ad essere prodotto al 100% da agricoltura biologica.

Hai letto: Proprietà e benefici del cioccolato fondente
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Dott.ssa Stefania Cocolo
Biologa nutrizionista e amante dei cibi veri e naturali. Dopo la laurea, alcuni anni di esperienza lavorativa nell’ambito della formazione sanitaria e alcuni corsi di perfezionamento, si dedica dal 2015 esclusivamente all’ambito della nutrizione. Si divide tra attività di ambulatorio privato, corsi di formazione professionali riservati ad addetti mensa, corsi di divulgazione organizzati in collaborazione con diversi enti, aggiornamento professionale continuo e scrittura di brevi articoli informativi. Riceve presso diversi studi in provincia di Varese e principalmente a Gallarate. stefaniacocolo.wixsite.com/nutrizionista

13 COMMENTI

  1. cioccolato Zaini la nuoiva confezione dice senza glutine che differenza fa se contiene il glutine? io ho trovato a fare il solito tortino ed è stato un disaatro galleggiava sopra l’impasto un qualcosa di oleoso . sapete3 dirmi qualcosa ???

    • Salve Franco, non vedo controindicazioni nel suo caso nel consumo di cioccolato fondente. Questo alimento può rivelarsi talvolta problematico in caso di gastriti croniche o reflusso gastroesofageo, ma non nel suo caso. Ovviamente senza esagerare!
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  2. io mangio solo tavolette 99% e 100%: così assaporo il vero gusto del cacao, senza essere “distratto” da zuccheri o altro.

    • Quando si è a dieta, si consiglia di non superare i 20 g giornalieri di cioccolato fondente. Personalmente, suggerisco di preferire quello con alte percentuali di polvere di cacao e di consumarlo come spuntino di metà mattina o pomeriggio, accompagnato a un po’ di semi oleosi o della frutta.

  3. Il cioccolato fondente,specialmente l’amaro,é utile al cuore ,all’umore,é un antiossidante naturale,infatti io ne mangio un pezzo ogni giorno,accompagnato da frutta e verdura ,un bicchiere di vino a pranzo e tanto sport ,senza ovviamente essere eccesivi,aiuta vivere bene e meglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here