Home Salute Cure naturali Artemisia annua: l’erba che favorisce la digestione e regolarizza il ciclo mestruale

Artemisia annua: l’erba che favorisce la digestione e regolarizza il ciclo mestruale

Ultima modifica: 20 settembre 2016

2021
0
CONDIVIDI
Scopri le proprietà dell'Artemisia annua, l’erba che favorisce la digestione e regolarizza il ciclo mestruale

L’artemisia annua è una pianta di cui negli ultimi anni si è sentito molto parlare soprattutto associata alla malaria e alla possibilità che si riesca ad utilizzare i suoi principi attivi nella lotta ai tumori. Scopriamo allora tutti i benefici dell’artemisia.

L’artemisia, pianta annua della famiglia delle Asteracee, è originaria della Cina ed è molto utilizzata nella medicina tradizionale cinese che se ne serve per curare numerose patologie sia di tipo batterico che di origine infiammatoria. Non a caso il nome renderebbe omaggio alla dea Artemide, divinità dal potere curativo.

In Cina l’artemisia annua, e in particolare l’olio essenziale che si ricava dalle sue foglie, vengono utilizzati anche in cucina per aromatizzare i cibi tradizionali. Attenzione però a non confondere l’artemisia annua con l’artemisia absinthium, il molto più comune assenzio.

L’artemisia è una pianta diventata particolarmente nota anche in occidente dagli anni ’70 quando il principio attivo principale di cui si compone, l’artemisinina, si è scoperto essere particolarmente attivo contro la malaria. Attualmente la ricerca scientifica si concentra invece sulle possibilità di utilizzare un estratto di questa pianta per combattere alcuni tipi di tumore, le premesse sono buone ma i risultati hanno bisogno di ulteriori conferme.

  • Antibatterico
  • Antinfiammatorio
  • Digestivo
  • Antipiretico
  • Allevia i dolori mestruali
  • Regolarizza le mestruazioni
  • Stimola l’appetito
  • Antitumorale

Le proprietà dell’Artemisia annua

Antibatterica e antinfiammatoria

Secondo la medicina cinese questa pianta ha grandi doti antibatteriche e antisettiche: blocca infatti la riproduzione dei batteri e impedisce lo sviluppo di microrganismi. Vista la capacità antinfiammatoria, poi, viene utilizzata con successo in caso di dermatiti e sfoghi cutanei di vario genere.

L’artemisia migliora le funzioni digestive

Tra i benefici dell’artemisia più noti c’è probabilmente quello di aiutare il tratto gastrointestinale a lavorare meglio. Questa pianta ha infatti la capacità di migliorare la digestione e alleviare problemi come diarrea, coliche, gonfiore e flatulenza.

Artemisia contro febbre e malaria

L’artemisia annua è utilizzata, soprattutto in Cina, come antipiretico naturale. Sembra infatti che riesca ad agire nei confronti della febbre alta regolarizzando la temperatura corporea in poco tempo. L’artemisinina, il principio attivo più studiato e noto di questa pianta, agisce uccidendo i parassiti che causano la malaria e molti farmaci sono realizzati servendosi di questa conoscenza.

Artemisia per alleviare i dolori mestruali

La dea Artemide era nota in particolare per favorire il parto e aiutare la fluidità del ciclo mestruale delle donne rendendolo meno doloroso, anche la pianta che deve il nome a questa divinità greca ha caratteristiche simili. Viene infatti utilizzata per alleviare i dolori del ciclo (dato che funge da antispasmodico) e per regolarizzare le mestruazioni in caso di amenorrea o dismenorrea.

Aumenta l’appetito

Tra le proprietà dell’artemisia annua c’è anche quella di favorire l’appetito, in quanto stimola la secrezione dei succhi gastrici. In questo senso può essere utilizzata nei casi di anoressia.


Artemisia antitumorale

L’effetto benefico dell’artemisia annua più discusso è senza dubbio quello che la vede come “erba magica” (questo il soprannome) particolarmente efficace nel combattere i tumori. C’è chi è convinto che sia in grado di distruggere il 98% delle cellule tumorali in sole 16 ore! Ovviamente tutto ciò deve essere confermato da regolari ricerche scientifiche prima di gridare al miracolo. C’è da dire però che alcuni studi hanno effettivamente notato come l’artemisinina sia efficace nell’indurre l’apoptosi (ovvero la distruzione) delle cellule tumorali di alcuni tipi di cancro (quelli che si caratterizzano per un’alta concentrazione di ferro). Tuttavia, come già accennato, la notizia che sia davvero una cura efficace contro il cancro è ancora tutta da confermare dalla ricerca scientifica.

Artemisia annua: gli utilizzi principali
Come utilizzare l’Artemisia?

1 Artemisia per favorire la digestione

La tisana a base di artemisia può essere utile soprattutto per migliorare le funzioni digestive. A questo scopo può essere presa in ogni momento della giornata. Prepararla è semplicissimo, basta far bollire una tazza da tè d’acqua, aggiungere un cucchiaio di erba e lasciare in infusione per 10-15 minuti con il fuoco spento e ben coperta. Non resta che filtrarla, lasciarla raffreddare e bere un paio di volte al giorno, meglio se lontano dai pasti.

2 Per alleviare i dolori mestruali o favorire il ciclo

La stessa tisana a base di artemisia annua può essere utilizzata dalle donne per favorire il ciclo mestruale in caso di amenorrea o trattare dolori e crampi addominali. A questo scopo è bene iniziare ad assumere la tisana una decina di giorni prima di quando dovrebbe comparire il ciclo.

3 Artemisia versus febbre e infezioni batteriche

In caso di febbre o infezioni di tipo batterico l’artemisia può essere utile ad alleviare i sintomi e sconfiggere prima la malattia. Assumere la tisana una paio di volte al giorno potrebbe essere sufficiente.

4 Bagno all’Artemisia annua

Con l’infuso di artemisia si può preparare anche un bagno caldo, versandolo nella vasca insieme ad abbondante acqua calda e immergendosi per almeno 15-20. In questo modo si contribuirà a disinfettare la pelle e trattare eventuali dermatiti o sfoghi cutanei.

5 Artemisia contro la malaria

Per trattare la malaria esistono dei farmaci a base di artemisina, ovviamente si tratta di prodotti di competenza medica e bisogna quindi necessariamente attenersi alle indicazioni date dagli specialisti e riportate sulle confezioni.

Informazioni Botaniche

L’Artemisia annua è una piccola pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae, originaria della Cina e dell’Europa dell’est. Può raggiungere i 2 metri di altezza ed è caratterizzata da foglie dal colore verde brillante e da un’infiorescenza a pannocchia fogliosa terminale generalmente di colore giallo che compare nel periodo di fioritura (da agosto a ottobre). L’artemisinina, il principio attivo tanto interessante dal punto di vista curativo, è più spiccatamente presente nei fiori piuttosto che nelle foglie e nelle radici.

Controindicazioni ed effetti collaterali dell’Artemisia annua

Esistono delle controindicazioni dell’Artemisia annua da non sottovalutare. In alcuni casi l’assunzione può portare ad episodi di vomito, diarrea, nausea o crampi. Non è da escludere neppure una possibile allergia alla pianta, soprattutto se si soffre di reazioni nei confronti dei pollini. Assolutamente da evitare in gravidanza, allattamento, non utilizzare per i bambini o in caso si soffra di gastrite, ulcera peptica o epilessia.

Dove trovare l’Artemisia

In Italia l’artemisia annua è ancora poco diffusa, si trova principalmente la tisana a base di steli, foglie e fiori e qualche sporadico integratore (disponibile quasi solo tramite acquisti online). Per la vendita di questa pianta, in capsule o tintura idroalcolica, si può chiedere direttamente alle farmacie galeniche (quelle che hanno un laboratorio per le preparazioni fitoterapiche) ma è necessaria la ricetta medica e bisogna quindi attenersi strettamente alle indicazioni del proprio medico curante.

Artemisia annua: dove comprarla

Artemisia annua in Capsule

Estratto di artemisia annua: confezione contenente 100 capsule da 400mg.

Artemisia Annua per tisane

La confezione contiene foglie e parti della pianta di artemisia annua, ideale per la preparazione di tisane.

Hai letto: Artemisia annua: l’erba che favorisce la digestione e regolarizza il ciclo mestruale

LASCIA UN COMMENTO