Home Stile di vita Come riciclare l’acqua di cottura?

Come riciclare l’acqua di cottura?

Ultima modifica:29 Giugno 2020

8110
0

Dopo aver cucinato la pasta o i cereali, di solito viene buttata l’acqua di cottura, semplicemente perchè non si conoscono i molteplici utilizzi che questa può avere

Ecco 8 modi che vi proponiamo per riutilizzare l’acqua di bollitura, non solo della pasta, ma in generale dei cereali come riso, orzo, farro e miglio. Quindi la prossima volta che cucinerete, invece che buttare l’acqua di cottura.. riciclatela!

Come riciclare l'acqua di cottura?

8 modi per utilizzare l’acqua di cottura

1 Innaffia le piante

Lasciate rinfrescare l’acqua di cottura appena utilizzata poi unitela a 1/3 di acqua fresca da rubinetto e usatela per innaffiare le piante. Le piante troveranno grande giovamento dall’amido e dai sali minerali contenuti nell’acqua, specialmente quella di cottura dei vegetali a vapore o bolliti.

2 Per ammorbidire la pelle

Con l’acqua di bollitura dei cereali preparate un pediluvio rinfrescante. Si può usare quest’acqua anche come tonico dopo essersi lavati il viso, poichè l’amido contenuto svolge un’azione emolliente.

3 Per lavare i piatti

Per ottenere un detersivo ecologico molto efficace unite all’acqua di cottura (ricca di amido, dal forte potere sgrassante) il succo di mezzo limone e un cucchiaio di bicarbonato di sodio.

4 Per dipingere

Il liquido di cottura della pasta è perfetto anche per diluire tempere ed acquerelli. Se dipingete, perché non provare ad usarla?

5 Per impastare la farina

Se preparate in casa il pane o la sfoglia utilizzate quest’acqua ed otterrete un impasto perfetto.

6 Per bollire le verdure

Dopo aver lessato riso o pasta utilizzate l’acqua rimasta dalla cottura per cuocere verdure quali fagiolini, patate, cavolo, ecc.. Oltre che essere salutare rende più saporite le verdure.

7 Per l’ammollo dei legumi

I legumi secchi (lenticchie, fagioli, ecc..) prevedono di essere lasciati in ammollo prima della cottura. Per farlo utilizza il liquido in cui hai precedentemente cucinato i cereali, così i legumi assorbiranno le loro sostanze nutritive rimaste nell’acqua. A tal proposito però, si sconsiglia di bere l’acqua di ammollo dei legumi perché al suo interno è ricca di antinutrienti, sostanze che vengono espulse dai legumi a seguito dell’ammollo e che riducono l’assorbimento dei nutrienti.

8 Per preparare una bibita dissetante

Fate raffreddare l’acqua di cottura dei cereali, quando raggiunge la temperatura ambiente mettetela in frigorifero per almeno un’ora, aggiungete succo di limone e foglie di menta, sciroppo di mirtilli o di lampone, o ancora sciroppo di orzata (scegliete voi!), otterrete così una fresca bibita dissetante.

Hai letto: Come riciclare l’acqua di cottura?

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome