Home Salute Cure naturali Smettere di fumare con i rimedi naturali

Smettere di fumare con i rimedi naturali

Ultima modifica: 11 novembre 2018

19137
8

Se avete preso la decisione di smettere di fumare ci sono rimedi naturali che possono rivelarsi molto utili per non soffrire troppo l’astinenza da Nicotina.

Recentemente è stata svolta una ricerca Inglese pubblicata su “Nicotine and Tobacco Research” secondo la quale mangiare regolarmente frutta e verdura può aiutare a resistere alla tentazione di accendersi una sigaretta nel primo mese di astinenza al fumo.

Lo studio condotto dai ricercatori della UB’s School of Public Health and Health Professions ha dimostrato che chi consuma regolarmente frutta e verdura riesce a resistere maggiormente alla tentazione di fumare, riesce a diminuire sensibilmente il numero di sigarette fumate in un giorno, tendenzialmente non accende la prima sigaretta al risveglio ma inizia a fumare più tardi nel corso della giornata. Oltre a una corretta alimentazione ci sono diversi rimedi naturali, molto efficaci, per smettere di fumare.

Perché smettere di fumare?

Fumare fa male alla salute, ormai è un dato certo e a conoscenza di tutti. Ma quali sono i componenti dannosi delle sigarette? Ci sono ben oltre 4000 sostanze nel fumo di sigaretta, ma le più importanti sono: monossido di carbonio, catrame, nicotina e sostanze irritanti.

Il catrame, composto da corpuscoli di benzopirene e idrocarburi aromatici, è stato dimostrato avere un’azione cancerogena. Sempre il catrame è responsabile dell’ingiallimento dei denti e dell’alito cattivo.

Il monossido di carbonio riduce il trasporto di ossigeno nel sangue e quindi il “nutrimento” dei tessuti stessi. Questo avviene perché questa molecola, legandosi all’emoglobina, ne riduce la capacità di trasportare ossigeno.

La nicotina è un alcaloide naturale presente in quantità variabili dal 2 al 10% nel tabacco della sigaretta. Questa sostanza non è particolarmente tossica ma crea dipendenza ed è proprio a causa sua che esiste la dipendenza da fumo. Ciò che causa dipendenza è la capacità della Nicotina di stimolare il rilascio di dopamina, alla stregua di droghe come cocaina o anfetamine.

Le sostanze irritanti provocano danni immediati alla mucosa delle vie respiratorie, causando tosse, bronchiti ed enfisemi. Per cercare di ridurre i danni sono stati introdotti i filtri i quali però non trattengono in nessun modo il monossido di carbonio e limitano soltanto gli altri componenti.

I rimedi naturali per smettere di fumare

✓ Depurarsi dalla nicotina e calmare l’astinenza

La Nicotina è un elemento idrosolubile e viene smaltito tramite l’urina e il sudore. Un consiglio per favorire la depurazione da questa sostanza è bere molta acqua, unita a tisane calmanti a base di valeriana e biancospino (contro crisi d’astinenza, insonnia, nervosismo, ansia e ipertensione), passiflora (sedativo, aiuta contro i problemi del sonno), escolzia (analgesico contro depressione, emicrania, nervosismo e ansia) e tiglio (ansiolitico, calmante, sedativo, contro insonnia e il nervosismo).

✓ Interrompere l’abitudine al fumo

Per smettere di fumare si può usare l ‘Avena Sativa, grazie alle sue proprietà toniche, sedative e antidepressive risulta un ottimo alleato. La Tintura Madre va presa nella dose di 40-50 gocce 3 volte al giorno poco prima dei pasti.

✓ Ridurre i danni causati dal fumo

Un’integrazione di Oligoelementi quali zinco, rame, vitamine A-C-E, manganese e selenio, aiutano a ridurre i danni causati dal fumo. Il trattamento varia a seconda del soggetto ma generalmente si procede a mesi alterni (un mese di trattamento seguito da uno di pausa). Poiché una sigaretta consuma circa 20/25 mg di vitamina C nel corpo, un’integrazione costante di questo elemento è molto consigliato ai fumatori.

✓ Allontanare la voglia di fumare

Molto utili sono anche gli oli essenziali. Eucalipto, lavanda e timo, posti su un fazzoletto e inalati profondamente vi aiuteranno ad allontanare la voglia di fumare. La cosa più importante se si decide di smettere di fumare è di volerlo veramente ed esserne convinti al 100%.

✓ Disaffezionarsi al fumo

Per diminuire gradualmente il numero di sigarette fumate molti ricorrono a cerotti o gomme da masticare contenenti nicotina. In sostituzione a questi è possibile provare con l’Equiseto (noto maggiormente con il nome di “Coda di Cavallo” o “Coda cavallina“), utilizzato come medicina fin dai tempi greco-romani. Questa pianta contiene naturalmente nicotina in dosi molto basse (0,00004%). Un’altra pianta, tipicamente nota per le disaffezioni al fumo è la Piantaggine Maggiore (Plantago Major). Se ne assume in dose di circa 10 gocce per 4 o 5 volte al giorno, tenendola qualche istante in bocca prima di deglutire.

Quali sono i benefici per chi ha smesso di fumare?

Smettendo di fumare si possono avvertire i primi benefici nell’arco di poche ore. Respirazione più profonda, maggiore percezione degli odori e dei sapori sono solo alcuni dei benefici.
I benefici a lungo termine sono enormi

  • Aumento dell’aspettativa di vita di 5-8 anni
  • Si riduce il rischio di tumori
  • Si riduce il rischio di infarti e ictus
  • Si riducono gli episodi di tosse e bronchiti
  • Migliorano le prestazioni sessuali e la capacità di avere figli
  • L’alito e la persona perdono quel fastidioso e sgradevole odore di fumo
  • La pelle smette di invecchiare precocemente
  • Per le donne diminuisce il rischio di osteoporosi e aumenta l’età fertile

Fumare in gravidanza: un’abitudine molto dannosa anche per il bambino

Le sostanze chimiche dannose contenute nelle sigarette, passando attraverso il cordone ombelicale e la placenta, raggiungono il bambino che si sta formando; gli fanno arrivare meno nutrimento; gli tolgono ossigeno; gli trasmettono sostanze cancerogene che possono danneggiarlo fortemente e predisporlo alla comparsa di tumori durante la crescita.

Tutto questo può accadere sia se è la donna a fumare in prima persona, sia se la gestante è esposta al fumo passivo. Andando più nello specifico, la nicotina causa un restringimento dei vasi sanguigni, di conseguenza il bambino riceve meno sostanze nutritive e meno ossigeno; il monossido di carbonio limita ulteriormente l’apporto di ossigeno; nelle sigarette sono presenti oltre 4.000 sostanze, molte delle quali potenzialmente cancerogene o in grado di causare allergie.

Fumare in gravidanza aumenta il rischio di morte improvvisa nel neonato. Il rischio di SIDS (sindrome della morte in culla) è alto anche per quei lattanti esposti al fumo di sigarette dopo la nascita.
Fumare in gravidanza aumenta il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro. L’incremento del rischio è direttamente proporzionale al numero di sigarette fumate ogni giorno, ma nelle donne fumatrici è più alto che nelle non fumatrici anche quando si consumano poche sigarette.

Fumare in gravidanza espone il bambino a un rischio maggiore di soffrire di respiro affannoso e asma. Aumenta, inoltre, la sensibilità alle infezioni respiratorie anche da adolescenti e in età adulta.

È, inoltre, più probabile che il bambino si presenti con basso peso alla nascita e gli effetti sono, almeno in parte, definitivi; è stato infatti riscontrato che, da adulto, il bambino di una donna che ha fumato in gravidanza sarà circa 1 cm più basso della media. Se la donna fuma aumenta, inoltre, il rischio di sanguinamento vaginale e di problemi a livello placentare. Infine, chi fuma ha meno possibilità di concepire un figlio.

Hai letto: Smettere di fumare con i rimedi naturali
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

8 COMMENTI

  1. Purtroppo chi resiste sta sbagliando bisognerebbe esserne contenti di stare lontano dalla nicotina. E’ come dire sono tot giorni che non mi butto dalla finestra …sto resistendo…
    Ho smesso per 15 mesi e stavo una meraviglia. Per diversi problemi accumulatosi ho ripreso perchè come uno scemo ho pensato…se devono uccidermi i problemi allora lo faccio da solo. Ora sto uno schifo e i problemi non se ne sono andati. Leggete il libro di allen carr lo trovate da scaricare gratis. Il titolo,,, è facile smettere di fumare se sai come farlo. Leggendolo ho smesso per due volte se ho ripreso a fumare è solo colpa mia. vi consiglio di seguire le istruzioni e vedrete che funziona. Basta che vogliate smettere non ci saranno problemi e fino alla fine del libro potete fumare. Fidatevi non avete niente da perdere. .

  2. Interessante l’iniziativa della piattaforma online per smettere con l’orribile vizio del fumo……..ma non riesco ad entrare sulla pagina!!! Riproverò sicuro, ne avevo giusto bisogno…….sono mesi che ho un unico e incessante pensiero: SMETTERE DI FUMARE!!!!!!!!!!!!!
    Managgia a me e a quando ho iniziato.
    Complimenti a chi sta provando..non mollate mi raccomando.

  3. IO FUMO 10 SIGARETTE AL GIORNO A VOLTE ANCHE MENO E BRUTTO A DIRSI MA FUMO X NOIA O TENTATA DALLA COMPAGNIA DELLE AMICHE PENSO SEMPRE DI SMETTERE

    • Anche io fumo per noia . Questo è un vero problema! Ad esempio quando proprio non posso fumare non lo faccio anche per molte ore e noto che non mi costa sacrificio cioè non soffro piu di tanto ma poi quando sono libera di farlo ecco che lo faccio ! Soprattutto quando devo aspettare e non posso fare niente altro allora li scatta una voglia sfrenata … aiuto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here