Home Salute Corpo umano 7 segnali di una possibile ulcera

7 segnali di una possibile ulcera

Ultima modifica: 9 luglio 2018

204
0
Immagine di donna con dolori all'addome provocati da ulcera

L’ulcera peptica è una patologia gastrointestinale che comporta un danneggiamento della mucosa dello stomaco o dell’intestino e che può accompagnarsi a complicanze anche gravi quando non trattata: risulta pertanto importante conoscere i sintomi più comuni.

L’ulcera peptica è una patologia che colpisce circa il 10% della popolazione nei paesi più sviluppati ed è caratterizzata da un’escoriazione della mucosa gastrointestinale.

Si possono distinguere due differenti patologie sulla base della localizzazione dell’escoriazione stessa. L’ulcera gastrica, in particolare, interessa la mucosa dello stomaco e l’ulcera duodenale interessa la mucosa della prima parte dell’intestino (duodeno).

La causa di questa patologia non è del tutto conosciuta ma un’elevata percentuale dei casi di ulcera peptica è associata all’infezione di H. Pylori, un batterio scoperto in associazione alla gastrite e all’ulcera peptica nel 1984 da due ricercatori australiani: Marshall e Warren. Numerosi altri casi di questa patologia sono stati collegati all’utilizzo prolungato di alcuni farmaci come i FANS o i cortisonici. Infine è bene ricordare che anche lo stile di vita scorretto può portare a un peggioramento dell’escoriazione gastrointestinale: attenzione dunque all’abuso di alcolici, all’abuso di caffè e al fumo di sigaretta.

In caso di ulcera peptica l’intervento medico risulta necessario e fondamentale per prevenire le complicanze di questa malattia. Tra le varie complicanze ritroviamo i sanguinamento, che compare nel 15% di tutte le ulcere gastriche ed è da considerarsi la complicanza più comune, la perforazione dell’ulcera e la penetrazione in altri organi, che spesso si associa a una modifica dei sintomi che vi descriveremo più avanti e l’ostruzione gastrica dovuta a un restringimento del passaggio tra lo stomaco e l’intestino.

I segnali dell’ulcera peptica sono vari e talvolta aspecifici; è pertanto indispensabile rivolgersi al proprio medico di fiducia quando uno o più segni della patologia sono presenti. Un’attenzione maggiore deve inoltre essere rivolta agli anziani che risultano essere colpiti frequentemente da questa malattia, ma nei quali i segni tipici dell’ulcerazione sono spesso assenti.

Quando è presente questa malattia il trattamento è tipicamente farmacologico, ma esistono diversi rimedi naturali che possono essere associati o alternati al farmaco, qualora promossi dal medico curante. Inoltre è sempre bene tenere sotto controllo la propria alimentazione ed evitare cibi irritanti per la mucosa gastrointestinale come le spezie piccanti, i pomodori, gli agrumi e gli alimenti eccessivamente grassi, privilegiando invece carni magre, pesce, frutta e verdura (ad eccezione di quelle citate), legumi e cereali. Importantissima è anche la corretta masticazione e l’adeguata gestione dello stress. Vediamo quindi insieme nel prossimo paragrafo i sintomi più comuni dell’ulcera peptica.

7 sintomi di una possibile ulcera

In caso di ulcera i sintomi più caratteristici sono sicuramente il dolore e il bruciore all’addome, tuttavia esistono altri segnali caratteristici più o meno noti, vediamo quali sono.

1 Gonfiore e dolore addominale

L’ulcerazione si accompagna nella maggior parte dei casi a un forte dolore al centro dell’addome che può essere descritto sia come una sensazione di pesantezza, sia come una sensazione di “vuoto di stomaco”. Nel caso di ulcera gastrica il dolore aumenta generalmente a seguito dell’assunzione di cibo e successivamente scompare. Viceversa, in caso di ulcera duodenale, il dolore si attenua con il consumo di cibo e compare invece dopo qualche ora dal pasto. Il dolore può essere sia diurno, sia notturno. Nel caso di pazienti anziani questo segnale non sembra essere sempre presente e inoltre non è riportato nel 50% della popolazione che assume farmaci antinfiammatori.

2 Sensazione di bruciore all’addome

Anche la sensazione di bruciore nella zona centrale dell’addome è un sintomo di ulcera molto comune. Infatti molto spesso l’ulcera peptica si manifesta a seguito di una gastrite cronica, che a sua volta si accompagna molto spesso a questa sensazione di bruciore.

3 Nausea e/o vomito

La nausea è un sintomo aspecifico che molto spesso viene riportato dal paziente con ulcera. Le difficoltà digestive e il senso di pienezza sperimentato da alcuni pazienti è spesso accompagnato dalla nausea. In alcuni casi di ulcera può presentarsi un restringimento del passaggio tra lo stomaco e l’intestino e in questi casi la patologia può accompagnarsi a vomito.

4 Difficoltà digestive e meteorismo

Molti pazienti riportano frequenti eruttazioni, meteorismo e un senso di pesantezza dopo aver consumato il pasto. Questo sintomo aspecifico, ancora una volta non è altrettanto comune nella popolazione anziana.

5 Calo di peso e inappetenza

Le difficoltà digestive e il malessere generale si accompagnano a scarso appetito. Particolarmente significativo e indicativo di patologia un calo di peso involontario maggiore al 5% del proprio peso in un periodo di tempo inferiore all’anno. Tutte le volte che sperimentate un calo di peso similare o che è riportato da un vostro amico, famigliare o conoscente, non esitate a consigliare una visita medica.

6 Astenia

L’astenia è un sintomo molto aspecifico ed è spesso uno dei pochi sintomi riportati dal paziente anziano. Nella maggior parte dei casi, la forte stanchezza e spossatezza riportata si correla all’inappetenza appena descritta o al sanguinamento, cui consegue una forte carenza di ferro che può essere la causa di questo sintomo. Particolare attenzione deve essere mostrata nei confronti di questo segnale, che talvolta è l’unico riscontrabile e riportato ed è già l’espressione di una complicanza di questa malattia. Rivolgetevi pertanto al vostro medico di fiducia laddove sperimentiate una forte stanchezza senza causa.

7 Anemia da carenza di ferro

Quando l’ulcerazione si accompagna a sanguinamento e a conseguenti perdite ematiche è possibile sperimentare un’anemia sideropenica, rintracciabile attraverso i comuni esami del sangue. Inoltre, nei casi di sanguinamento, è possibile che la perdita di sangue sia visibile nelle feci o nel vomito.

Conoscete qualcuno o avete mai sperimentato voi stessi i sintomi che vi abbiamo riportato? Condividete con i vostri conoscenti questo articolo e l’importanza di mantenersi controllati.

Hai letto: 7 segnali di una possibile ulcera
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Stefania Cocolo
Biologa nutrizionista e amante dei cibi veri e naturali. Dopo la laurea, alcuni anni di esperienza lavorativa nell’ambito della formazione sanitaria e alcuni corsi di perfezionamento, si dedica dal 2015 esclusivamente all’ambito della nutrizione. Si divide tra attività di ambulatorio privato, corsi di formazione professionali riservati ad addetti mensa, corsi di divulgazione organizzati in collaborazione con diversi enti, aggiornamento professionale continuo e scrittura di brevi articoli informativi. Riceve presso diversi studi in provincia di Varese e principalmente a Gallarate. Tel: 340.5572519 - stefaniacocolo.wixsite.com/nutrizionista

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here