Home Rimedi Naturali Prodotti erboristici Eleuterococco per superare fatica e stress: ecco a cosa serve, come usarlo...

Eleuterococco per superare fatica e stress: ecco a cosa serve, come usarlo e le controindicazioni

Ultima modifica:29 settembre 2019

350
0

L’eleuteroccoco è una pianta considerata un ottimo tonico per il nostro organismo, ma non solo. Scopriamo tutte le proprietà, gli usi e le controindicazioni da tenere presenti se assumiamo il cosiddetto ginseng siberiano.

L’eleuterococco (Eleuterococcus senticosus) è noto anche come ginseng siberiano e questo nome ci fornisce già delle indicazioni utili sulle sue proprietà. Si tratta infatti, proprio come il più noto ginseng (panax ginseng), di un rimedio tonico-adattogeno, in grado di stimolare al meglio l’organismo fornendo la giusta dose di energia e contemporaneamente agendo come anti stress.

Eleuterococco in erboristeria

Ecco perché questo rimedio è spesso consigliato in periodi di forte stanchezza, affaticamento, stress, convalescenze ma anche per favorire l’adattamento del corpo alle cambiate condizioni climatiche durante il passaggio da una stagione ad un’altra. Il ginseng siberiano è utile poi a chi deve concentrarsi per motivi di studio o lavoro e a chi deve migliorare il rendimento sportivo.

Dell’eleuterococco, rimedio particolarmente caro alla fitoterapia e alla medicina popolare, si utilizzano in particolare le radici della pianta con le quali si realizzano estratti secchi o liquidi e compresse che possono essere utilizzate al bisogno in diverse situazioni.

Le sue potenzialità sono riconosciute anche dalla medicina tradizionale cinese che usa il ginseng siberiano non solo come rimedio immunostimolante e adattogeno, ma anche nel trattamento di alcuni disturbi a carico di reni, anca e ginocchio. Ma scopriamo adesso tutte le proprietà dell’eleuterococco.

Eleuterococco: proprietà e benefici

Il ginseng siberiano è ricco di principi attivi che stimolano il metabolismo, agiscono positivamente sull’energia a disposizione del corpo e sulle difese immunitarie. Ma concretamente l’eleuterococco a cosa serve? Approfondiamo di seguito gli effetti benefici di questo rimedio naturale.

✓ Metabolismo ed energia

Questo rimedio è un forte tonico per l’organismo in grado di stimolare il metabolismo a funzionare al meglio, migliorando così la prestazione fisica e aumentando l’energia vitale. Il tutto senza creare stati di agitazione o nervosismo. È particolarmente consigliato alle donne in quanto spesso sono la categoria più soggetta ad astenia, stanchezza o stati di ansia.

✓ Migliora la concentrazione

Grazie al suo potere defaticante, l’eleuterococco si rivela particolarmente utile anche a ritrovare la concentrazione sul lavoro o per lo studio, specialmente nei periodi più intensi e stressanti.

✓ Antidepressivo

Sempre grazie alle sue proprietà tonificanti, l’eleuterococco può essere considerato un antidepressivo naturale. Il fatto di sentirsi maggiormente carichi di energia ha indubbiamente un effetto positivo anche sull’umore.

✓ Immunomodulante

Questa pianta contiene molti polisaccaridi che le donano proprietà immunomodulanti ovvero la capacità di agire positivamente sulle difese del nostro organismo. Ottimo quindi per chi vuole prevenire influenze e raffreddori.

✓ Afrodisiaco

L’eleuterococco agisce sul sistema ormonale, in particolare sulle sostanze che producono le ghiandole surrenali e sessuali. Ecco perché è considerato anche un rimedio in grado di aumentare la libido.

Infografica sulle proprietà dell'eleuterococco

Eleuterococco: come si usa

Troviamo l’eleuterococco disponibile sotto diverse forme: estratti secchi, tintura madre, gocce, tisane, granuli omeopatici ma anche inserito all’interno di rimedi composti da più piante.

Generalmente per un trattamento immunostimolante si utilizzano 30-40 gocce di tintura madre diluita in poca acqua al mattino oppure dai 0,3 ai 0,5 grammi di estratto secco di eleuterococco tre volte al giorno sotto forma di capsule o compresse. Per avere il dosaggio corretto è bene rivolgersi ad un esperto che lo calibrerà in base alle vostre caratteristiche ed esigenze.

Per sfruttare le doti di questo rimedio, potete anche preparare una tisana di eleuterococco. Procuratevi in erboristeria le radici secche e utilizzatene un cucchiaino ogni tazza d’acqua. La preparazione è molto semplice: dopo aver portato a bollore l’acqua, spegnete il fuoco e aggiungete l’eleuterococco lasciandolo in infusione per circa 10 minuti coperto. Filtrate e bevete. Si consigliano un paio di tazze al giorno lontano dai pasti.

Questo rimedio può anche essere associato ad altri per aumentarne la potenza o per arricchirlo di diverse proprietà. Nello specifico può essere combinato con:

  • Rodiola o gingeng: per aumentare l’effetto tonico-adattogeno
  • Iperico: per favorire il potere antidepressivo
  • Ginko biloba: per migliorare memoria e concentrazione
  • Pappa reale o dattero: per aumentare l’energia
  • Spirulina: per aumentare le difese immunitarie e fronteggiare meglio i cambi di stagione

In commercio esistono anche tisane o rimedi già pronti in cui l’eleuterococco è associato ad altre piante per ottenere effetti sinergici. Bisogna aspettare almeno un paio di settimane prima di vedere gli effetti dell’assunzione di un integratore di eleuterococco ma è circa dopo un mese che si possono valutare al meglio.

Informazioni botaniche

L’Eleuterococcus senticosus è una pianta perenne della famiglia delle Araliaceae, la stessa del ginseng e dell’edera rampicante. Si caratterizza per essere spinoso, con una corteccia che può essere grigia o marrone, foglie palmate, fiori gialli o viola e bacche dalle sfumature violacee e nere.

Si tratta di una pianta che preferisce i climi freschi, non a caso è originaria della Siberia e della Mongolia ma cresce spontaneamente anche in Cina, Giappone e Corea del Sud. La radice, parte principale da cui si ottengono gli estratti secchi, si raccoglie soprattutto in autunno e viene poi fatta essiccare al sole prima di essere utilizzata. 

Eleuterococco: controindicazioni ed effetti collaterali

Esistono alcune controindicazioni dell’eleuterococco, in particolare non va utilizzato in presenza di extrasistole, tachicardia o asma. Sconsigliato anche se si soffre di ipertensione o insonnia. Da evitare, come la maggior parte dei rimedi naturali, anche in gravidanza e allattamento.

Le possibili interazioni di questa pianta riguardano l’assunzione di contraccettivi orali, in questo caso, infatti, l’eleuterococco potrebbe avere effetti estrogenici che andrebbero ad interferire con il corretto funzionamento del contraccettivo. Inoltre potrebbe interagire anche con farmaci come l’insulina e alcuni antibiotici.

È chiaro, dunque, che prima di assumere integratori di eleuterococco bisogna valutarne la fattibilità e la sicurezza con il proprio medico. Tra gli effetti collaterali dell’eleuterococco ricordiamo la possibile comparsa di mal di testa, irritabilità e insonnia ma sono rari e si presentano soprattutto in caso di sovradosaggio.

Eleuterococco: prezzo e dove si compra

È possibile acquistare un integratore di eleuterococco ma anche la tintura madre e le altre forme disponibili di questo rimedio in ogni farmacia, erboristeria, negozio alimentazione naturale o online.

Capsule e compresse di eleuterococco hanno prezzi a partire da circa 9 euro (ma si può arrivare anche a circa 20) mentre la tintura madre e le gocce costano dai 6 ai 15 euro circa. Le oscillazioni di prezzo dipendono non solo dalla marca del prodotto ma anche dal quantitativo e se si tratta o meno di un rimedio ottenuto da agricoltura biologica.

Dove acquistare l’eleuterococco

Eleuterococco Aboca

Estratto di ginseng siberiano in confezione da 50 opercoli. Il prodotto possiede un’elevata concentrazione delle sostanze funzionali, la totalità ed integrità dei componenti della pianta presenti in natura ed è privo di eccipienti chimici.

Eleuterococco Solgar

Questo prodotto è un integratore alimentare tonico-adattogeno che favorisce la memoria e le funzioni cognitive e sostiene le naturali difese dell’organismo.

Avete mai assunto il ginseng siberiano? Che benefici avete notato? Raccontatecelo nei commenti!

Hai letto: Eleuterococco per superare fatica e stress: ecco a cosa serve, come usarlo e le controindicazioni
Francesca Biagioli
Laureata in lettere moderne con il massimo dei voti all’Università Roma 3. Redattrice web, blogger e studentessa di naturopatia da sempre appassionata di benessere naturale, salute alternativa, vivere green, sana alimentazione e yoga.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome