Home Rimedi Naturali Benessere e salute 10 ottimi lassativi naturali contro l’intestino pigro

10 ottimi lassativi naturali contro l’intestino pigro

Ultima modifica:30 Luglio 2020

149854
4

Scopri quali sono dieci ottimi lassativi naturali per risolvere i problemi di intestino pigro senza ricorrere ai farmaci. Con i rimedi giusti e uno stile di vita attivo ci si potrà liberare dalla stitichezza.

La stitichezza o stipsi può essere dovuta a diverse cause; le più comuni sono cattiva alimentazione, alterazione della flora batterica intestinale, stress, uso di alcuni farmaci, rallentamento dell’attività epatica.

Ottimi lassativi naturali

Nella maggior parte dei casi, e quando non ci sono patologie sottostanti, idratandosi correttamente e seguendo una dieta ricca di fibre, è possibile risolvere i problemi di stitichezza.

I lassativi naturali possono agire in modi differenti. In particolare abbiamo lassativi osmotici, formanti massa ed emollienti. I lassativi osmotici agiscono “richiamando” acqua nel colon, favorendo così l’idratazione delle feci, rendendole più morbide e idratate. I lassativi formanti massa, invece, come suggerisce il nome sono quei lassativi che favoriscono l’aumento del volume fecale e stimolano così la peristalsi, inducendo quindi lo stimolo alla defecazione. Abbiamo poi i lassativi emollienti, che agiscono ammorbidendo e lubrificando le feci, facilitandone il passaggio.

10 lassativi naturali

Vediamo ora in dettaglio dieci lassativi naturali, veri e propri rimedi che aiutano contrastare il problema dell’intestino pigro.

1 Acqua

Il primo dei lassativi naturali è l’acqua. Per il buon funzionamento dell’intestino è fondamentale bere a sufficienza; in generale si consiglia di bere almeno due litri di acqua al giorno. Le fibre contenute negli alimenti possono svolgere la propria funzione solo se accompagnate ad acqua; queste, infatti, assorbendo acqua aiutano ad aumentare il volume della massa fecale, favorendone l’espulsione.

2 Malva

La malva è un valido rimedio per il benessere intestinale. Svolge la sua azione grazie alla presenza di mucillagici che, rigonfiandosi nell’intestino, favoriscono l’evacuazione e aiutano a contrastare la stitichezza. Si utilizza prevalentemente sottoforma di tisana, da bere all’occorrenza. Il suo effetto emolliente poi, aiuta anche a contrastare crampi e dolori addominali.

3 Semi di chia

I semi di chia sono i semi dalla Salvia hispanica, una pianta originaria di Messico e Guatemala. Sono ricchissimi di fibre e, grazie a questa qualità, sono in grado di assorbire un quantitativo di acqua pari a 10-12 volte il loro peso. Mettendo a bagno un cucchiaio di semi di chia in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente, dopo mezz’ora si ottiene una sostanza gelatinosa che può essere assunta per favorire l’evacuazione. I semi di chia aiutano la regolarità intestinale anche quando vengono consumati senza prima metterli in ammollo; hanno un gusto piuttosto neutro e possono essere aggiunti a insalate e zuppe, oppure utilizzati per guarnire prodotti da forno dolci e salati. Quando si consumano semi di chia è sempre consigliabile bere molta acqua.

4 Semi di lino

Più che lassativi, i semi di lino sono emollienti intestinali che, grazie alla loro azione, ne favoriscono la regolarità. Al contatto con l’acqua, rilasciano mucillagini che ammorbidiscono le feci, facendole aumentare di volume e favorendone l’evacuazione. L’effetto dei semi di lino non è immediato; prima che svolgano la propria funzione regolatrice dell’intestino possono essere necessari anche tre giorni dalla prima assunzione. Possono essere consumati, anche per periodi prolungati, in diversi modi; per esempio si possono aggiungere alle insalate, interi, o dopo averli schiacciati; anche l’assunzione di semi di lino va sempre accompagnata con tanta acqua.

5 Semi di psillio

Tra i lassativi naturali non possono mancare anche i semi di psillio, notoriamente utilizzati per combattere la stitichezza. I semi di psillio, oltre ad essere ricchi di fibre, contengono mucillagini che, assorbendo liquidi, si “rigonfiano” e favoriscono così l’evacuazione, rendendo anche le feci più idratate. I semi di psillio si trovano in erboristeria e si assumono generalmente sottoforma di polvere, nella misura di 2-5 gr sciolti in circa 200 ml di acqua.

6 Rabarbaro

La radice di rabarbaro è notoriamente utilizzata cone lassativo naturale. Questo rimedio, se assunto a piccole dosi favorisce la digestione, mentre a dosi più elevate agisce da vero e proprio lassativo, utile quindi per risolvere il problema della stitichezza. Più nello specifico, il rabarbaro svolge la sua funzione lassativa aumentando il volume del contenuto intestinale. Generalmente lo si assume sotto forma di infuso o di estratto standardizzato, reperibile in erboristeria.

7 Prugne secche

Sono il classico rimedio lassativo della nonna. Chi non lo conosce? Per preparare un lassativo naturale con le prugne secche, farle cuocere in poca acqua e consumarle insieme alla propria acqua di cottura tiepida. Le prugne secche hanno effetto lassativo anche quando vengono consumate crude.

8 Tamarindo

Il tamarindo è considerato un lassativo naturale e deve questa sua proprietà alla presenza di sostanze mucillaginose. Il suo consumo favorisce l’evacuazione e risulta quindi un valido aiuto contro l’intestino pigro. Generalmente lo si trova sottoforma di composte o sciroppi. Oltre ad essere utile contro la stitichezza, il tamarindo è di aiuto anche in caso di diarrea.

9 Frangola

La frangola è un noto rimedio lassativo molto potente la cui assunzione deve essere fatta con cautela. È particolarmente indicata nei casi in cui le feci devono essere molli e la defecazione deve essere facile (ad esempio in caso di ragadi anali o emorroidi). La frangola viene usata soprattutto nei soggetti che hanno fatto uso per molto tempo di lassativi, dai quali ora dipende la motilità intestinale. Vista la sua potente azione lassativa, la sua assunzione deve essere supervisionata da uno specialista.

10 Manna

La manna è un lassativo naturale molto noto e utilizzato contro l’intestino pigro. La sua azione, dovuta alla presenza di mannite, è più delicata rispetto alla frangola e il meccanismo di funzione è quello di lassativo osmotico, ovvero “attira” l’acqua nel colon e aumenta così il contenuto intestinale, oltre a rendere le feci più morbide. La si trova in farmacia o in erboristeria sottoforma di estratti standardizzati o per la preparazione di decotti utili contro l’intestino pigro.

Hai letto: 10 ottimi lassativi naturali contro l’intestino pigro

4 COMMENTI

  1. Da quando faccio la dieta con i prodotti herbalife sono molto più regolare. Forse dipende anche dal latte, che prima prendevo raramente.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome