Home Rimedi Naturali Benessere e salute Candida: come vincerla con i rimedi naturali

Candida: come vincerla con i rimedi naturali

Ultima modifica:6 ottobre 2019

132285
1

La candida è un disturbo che colpisce in gran parte le donne e, se non curata, può cronicizzarsi. Curarla e prevenirla con rimedi naturali è possibile. Scopriamo insieme la candida Albicans, quando diventa un problema e la sua cura.

La candida è un micete ovvero un fungo naturalmente presente in diversi distretti corporei e solo in determinate condizioni può diventare pericoloso. Quando diventa patogeno si manifesta un’infezione causata soprattutto dal fungo della specie Candida Albicans.

I rimedi naturali contro la candida

Se si abbassano le difese immunitarie, per le varie ragioni che spiegheremo a breve, il fungo si attiva e provoca una serie di disturbi chiamati candidosi.

La candida vaginale è una delle forme di candidosi più frequenti. I sintomi con cui si presenta sono perdite biancastre, arrossamento della mucosa, prurito, bruciore.

Non sono solo le donne ad essene colpiti, la candida infatti può colpire anche gli uomini (candida nell’uomo) e provoca arrossamento, piccole piaghe, bruciore e prurito.

Il fungo può manifestarsi anche in bocca (mughetto) attraverso lesioni bianco-perlacee su gengive, lingua e mucosa orale.

I rimedi naturali contro la candida

Per combattere la candida possono essere utili diversi rimedi naturali particolarmente efficaci. Prima di assumerli però, è consigliabile chiedere il parere del proprio medico che potrà confermarne o escluderne l’uso, a seconda del proprio stato di salute.

1 Biotina

Per curare la candida si può assumere un integratore di Biotina (o vitamina B8) che contribuisce a controllare l’attività dei miceti. La vitamina B8 si trova nei cereali integrali, nella soia e nella frutta a guscio.

2 Aglio e pompelmo: due potenti antibiotici naturali

L’Aglio contiene allicina ed è conosciuto per le sue proprietà antivirali, antibatteriche e antifungine. È considerato un antibiotico naturale. Se si riesce, lo si può consumare crudo quotidianamente. Per risolvere il problema dell’alito cattivo, si può abbinare a del prezzemolo.

Anche il Pompelmo ha proprietà antibiotiche riconosciute da tempo. L’estratto secco dei semi ha un’azione antimicotica e antibiotica ed è utilizzato in gocce (molto amare) o compresse nelle infezioni causate da lieviti e funghi come la candida.

3 La Verga d’oro per combattere la candida

La Verga d’oro è una pianta officinale con azione diuretica, antinfiammatoria e decongestionante. Viene inoltre considerato un ottimo depuratore del sangue. La tintura madre in gocce e l’estratto secco in capsule hanno proprietà antimicotiche; infatti inibiscono la proliferazione della candida e di altre micosi intestinali e genito-urinare. Avendo un’azione astringente e antinfiammatoria sono efficaci per decongestionare le mucose e combattere l’eccessiva secrezione vaginale.

4 Tea tree oil: un efficace rimedio anti candida

L’olio essenziale di Tea tree è universalmente conosciuto per le sue proprietà antifungine. Nella candida vaginale si può utilizzare come lavanda quotidiana, per alleviare il prurito e l’arrossamento. Si mettono 15 gocce di olio essenziale in mezzo litro di acqua tiepida. Volendo si possono aggiungere anche tre gocce di olio essenziale di Lavanda e si procede con una irrigazione interna.

5 Compresse di Acido borico per la candida

Contro la candida, un altro rimedio naturale basato sulla biochimica organica è dato dalle compresse vaginali a base di Acido borico. Si inseriscono localmente e servono a creare un terreno interno con un pH dove le spore del fungo della candida non riescono a sopravvivere.

6 Erbe officinali

Per eliminare la candida vi sono delle erbe officinali molto valide, che svolgono un’azione antibiotica e antinfiammatoria, stimolando le difese immunitarie e sono: l’echinacea, l’uncaria, l’angelica, il cipresso, la salvia, il marrubio, l’eleuterococco. Si acquistano in erboristeria e si consiglia di assumere indicativamente 20 – 30 gocce di estratto liquido per 2 – 3 volte al giorno.

7 Impacchi alla camomilla

Per alleviare i fastidi legati alla candida è possibile effettuare degli impacchi a base di camomilla, nel corso della giornata. La camomilla infatti svolge un’azione calmante e dona un sollievo immediato e duraturo ai fastidi più intimi.

Per effettuare degli impacchi alla camomilla preparate un infuso portando ad ebollizione 250 ml di acqua in un pentolino, mettete in infusione per 10 minuti un cucchiaio di capolini di camomilla, che potete acquistare in erboristeria. Filtrate il tutto con un colino, lasciate intiepidire ed effettuate degli impacchi con una garza sterile sulle parti intime. È possibile sostituire la camomilla con le foglie di malva, che svolgono un’azione antinfiammatoria.

8 Gel d’aloe vera

L’aloe vera è un efficace rimedio naturale per il trattamento della candida, infatti svolge un’azione antinfiammatoria, rinfrescante e lenitiva, inoltre attenua il prurito e l’eventuale bruciore. Questo prodotto, acquistabile in erboristeria e farmacia, aiuta a tenere sotto controllo le manifestazioni esterne della candida, se applicato localmente.

9 Risciacqui agli oli essenziali

Vi sono alcuni oli essenziali molto utili in caso di candidosi, che si possono utilizzare per effettuare dei risciacqui intimi al fine di alleviare bruciore e prurito intimo. Gli oli essenziali più indicati sono quello di camomilla, tea tree, rosa o lavanda: basta metterne 10 gocce in una bacinella di acqua tiepida e sciacquare le parti intime. Si consiglia di ripetere questo trattamento 2 volte al giorno mattina e sera.

10 Probiotici

I probiotici sono uno dei rimedi naturali più efficaci per prevenire e alleviare in breve tempo i fastidi legati alla candida. I probiotici sono fermenti lattici che vanno a ristabilire il giusto equilibrio della flora batterica intestinale, riducendo in breve tempo le perdite biancastre, il prurito, i rossori e il bruciore.

Inoltre, il tratto digerente è implicato in misura importante nella risposta immunitaria e quindi un suo stato di salute corretto è necessario per un buon funzionamento di quest’ultima. Per la loro selezione, dosaggio e tempi di assunzione è sempre importante il consiglio di un professionista della salute, in quanto i prodotti reperibili sul mercato non sono tra loro equivalenti ed inoltre sarebbe importante selezionare caso per caso le specifiche necessità individuali.

11 L’alimentazione giusta

La candida è un lievito benigno che vive di zuccheri, quindi si consiglia di eliminare dalla propria dieta gli zuccheri semplici come lo zucchero e il miele per almeno tre mesi, evitando successivamente comunque gli zuccheri raffinati.

È fondamentale evitare anche il latte e i latticini, in quanto il lattosio favorisce la proliferazione del fungo, tutti gli alimenti che contengono lievito e muffe come i formaggi, le bevande alcoliche, pane, pizza, brioche e frutta secca.

È importante seguire un’alimentazione ricca di magnesio, zinco, vitamina C, quindi tra gli alimenti da preferire vi sono l’aceto di mele e le verdure come la cicoria, il carciofo e il tarassaco, ortaggi, frutta, cereali integrali, legumi, pesce e semi. L’alimento per eccellenza è l’aglio, nella dose di uno spicchio al giorno, il quale ha un’ottima azione antifugina.

12 Pau d’Arco

Il Lapacho (Tabebuia impetiginosa), conosciuto anche come Pau d’arco, è un rimedio naturale efficace in caso di infezioni come la candida, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antimicotiche; inoltre va a rafforzare le difese immunitarie e tonificare l’organismo.

Si può acquistare in erboristeria la sua corteccia, che viene venduta già tagliata in strisce sottili e usarla per preparare un decotto. Si fa sobbollire un cucchiaino di corteccia in un pentolino con 250 ml circa di acqua per circa 5 minuti, poi si filtra il tutto e si può bere al bisogno una o due volte al giorno. In alternativa è possibile acquistare le capsule di corteccia di Lapacho in polvere in erboristeria ed assumerlo ogni giorno, in base alle indicazioni riportate sul foglio illustrativo.

13 Relax

La candida è spesso causata da una vita particolarmente frenetica e stressante, che indebolisce in maniera importante il sistema immunitario. È importante quindi prendersi del tempo per sé stessi, per fare una passeggiata, fare dei massaggi, rilassarsi. Vi sono alcune discipline orientali, come lo yoga, che contribuiscono al rilassamento mentale e di conseguenza anche a quello dell’organismo.

Igiene intima corretta contro la candida

È consigliabile eseguire lavaggi intimi con acqua e bicarbonato oppure con detergenti completamente naturali, evitando l’uso di saponi aggressivi. Inoltre è importante utilizzare biancheria traspirante, in tessuti naturali come seta o cotone e non in tessuti sintetici, in quanto la Candida prolifera in ambiente caldo e umido.

Allo stesso modo, è importante evitare indumenti troppo stretti o pesanti ed evitare assorbenti in materiale sintetico. È importante usare saponi naturali, come il sapone di Marsiglia, per il lavaggio di indumenti e biancheria. Questi accorgimenti aiutano anche il mantenimento del corretto pH vaginale, fisiologicamente acido, la cui alterazione può facilitare lo sviluppo di microrganismi patogeni.

Contro la candida in conclusione, cosa fare?

La strategia migliore per combattere e contrastare la candida è quella combinata. Si segue l’alimentazione con grande rigore, si assumono probiotici insieme a due o tre rimedi naturali elettivi per contrastare la proliferazione del fungo e si eseguono lavande e applicazioni interne.

Un altro aspetto fondamentale è che la cura venga proseguita per almeno tre mesi dopo la remissione dei sintomi, e che l’alimentazione resti equilibrata molto a lungo. La sinergia vince sempre!

Rimedio della nonna contro la candida

Yogurt naturale, un aiuto semplice ed efficace
I batteri contenuti nello yogurt riescono a scongiurare l’infezione; se scegliete di provare questo rimedio veloce, ricordatevi che lo yogurt da utilizzare per la cura della candida deve essere naturale al 100%, potete anche provare a farlo da soli a casa. Se il problema riguarda le parti intime potete spalmare lo yogurt su un normale assorbente e indossarlo avendo cura di cambiarlo ogni 2 ore. Quando invece l’infezione da candida interessa altri parti del corpo è possibile ingerire lo yogurt senza aggiunta di zuccheri o aromi, al mattino prima di fare colazione.

Dove acquistare alcuni dei rimedi contro la candida

Tea tree oil da 10 o 30 ml

Tea Tree Oil da 10 ml e 30 ml

Olio essenziale biologico ottenuto dalla distillazione a vapore delle foglie alla Melaleuca Altemifolia. Non contiene contiene solventi, alcool o additivi sintetici.

Semi di pompelmo in gocce

Semi di pompelmo in gocce

Potente antivirale e battericida. Presenta un elevato quantitativo di sostanze in grado di contrastare le malattie, di antiossidanti e di fitonutrienti denominati bioflavonoidi. Avvertenze: date le tante interazioni farmacologiche del pompelmo, consultare il medico prima di assumere l’integratore in concomitanza con farmaci.

Hai letto: Candida: come vincerla con i rimedi naturali
Simona Vignali
Da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista.

1 COMMENTO

  1. Io sono una donna che ha sofferto per molti anni di candida, e che ha sofferto molto questo disagio prima di trovare una soluzione efficace. Quello che dice Mino è corretto: la candida è un fungo, e anche il ginecologo mi ha sempre detto che fare lavande non andava bene. Io ho tentato varie terapie con creme anche di marche differenti ma purtroppo sono stati dei tentativi che non mi hanno dato il vero beneficio. Mi ha aiutato molto nel ridurre il prurito e il bruciore fare attenzione al cibo che mangio. Per esempio i cibi con lievito (pane, pizza, focacce) e quelli zuccherati non vanno bene perchè sia il lievito sia lo zucchero sono nutrimento per la candida. Preferisco mangiare molta verdura, legumi, zuppe e carni bianche. Poi faccio molta attenzione a mantenere una adeguata igiene intima, quindi acquisto dei detergenti nn agressivi e che rispettino il ph dei genitali. Scelgo con estrema cura l’intimo a contatto con la pelle perchè ho capito a mie spese quanto danno possa portare l’uso di intimo di scarsa qualità. Io indosso solo tessuti naturali e non colorati all’interno; il top sono gli slip in fibroina di seta perchè è come non indossarli e spt leniscono il prurito.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome