Home Ricette Tisane e Tè Tisana per depurare il fegato

Tisana per depurare il fegato

Ultima modifica: 10 luglio 2018

23185
8
Ricetta della tisana depurativa del fegato

Questa tisana, grazie alle proprietà dei suoi ingredienti, aiuta a depurare il fegato e mantenerlo in salute. Vediamo cosa occorre e come si prepara.

La tisana per depurare il fegato è a base di semi di cardo mariano, foglie di salvia, radice di tarassaco e foglie di carciofo. Si tratta di una tisana che si può preparare in qualsiasi stagione, in quanto gli ingredienti che occorrono si trovano tutto l’anno in forma essiccata.

Essendo una tisana depurativa, è consigliata soprattutto dopo le feste natalizie o pasquali, o nei cambi di stagione per eliminare le tossine accumulate durante l’inverno o l’estate.

Inoltre, la tisana può essere assunta anche come depurativo del fegato quando è necessario ritrovare uno stato ottimale di benessere. Ecco alcuni sintomi che potrebbero essere collegati ad una disfunzione dell’attività epatica: vista indebolita, ciclo mestruale irregolare, mal di testa ricorrente, forfora, alitosi, repentino aumento di peso, sonnolenza post-prandiale, aumento dei livelli di colesterolo, addome gonfio, ritenzione idrica, disturbi gastrointestinali, difficoltà di concentrazione.

Il cardo mariano è un forte epato-protettore grazie alla silimarina. La salvia depura il fegato ed è antisettica. Il tarassaco protegge il fegato ed è un potente diuretico. Il carciofo in tisana è diuretico e disintossica il fegato. La ricetta della tisana per depurare il fegato può essere preparata e consumata da celiaci, intolleranti al lattosio, vegani e vegetariani. Vediamo come prepararla.

Ricetta: Tisana per depurare il fegato


La tisana depurativa del fegato, grazie alla facile reperibilità degli ingredienti secchi, può essere preparata tutto l’anno. Essa è a base di carciofo, tarassaco, cardo mariano e salvia. La tisana è indicata per effettuare una depurazione e detossificazione epatica, proteggendo allo stesso tempo il fegato e permettendogli di lavorare al meglio. Inoltre, come accennato, la tisana aiuta ad eliminare il colesterolo in eccesso.

Preparazione: 15 min Metodo: Decotto + Infuso

Ingredienti
Dosi per preparare 1 tazza di tisana

  • Cardo mariano (semi) › ½ cucchiaino
  • Tarassaco (radici) › ½ cucchiaino
  • Salvia (foglie) › ½ cucchiaino
  • Carciofo (foglie) › ½ cucchiaino

Attrezzi e utensili da cucina

  • Un pentolino
  • Un filtro per tisane

Difficoltà
Facilissima › 1 su 5

Caratteristiche
Categoria: Tisane e Tè
Tisana depurativa

A cosa serve: i benefici

  • Questa tisana aiuta a depurare e detossificare il fegato.
Procedimento per 1 tazza

1 Versate 200 ml di acqua in un pentolino, insieme a mezzo cucchiaino di semi di cardo mariano e mezzo cucchiaino di radice di tarassaco;

2 Accendete il fuoco e fate bollire per circa 5/6 minuti;

3 Adesso spegnete il fuoco, aggiungete mezzo cucchiaino di foglie di salvia e mezzo cucchiaino di foglie di carciofo e coprite con un coperchio, lasciando riposare per 10 minuti;

4 Filtrate e versate in una tazza. La vostra tisana è pronta da gustare

Dove acquistare gli ingredienti

Gli ingredienti per preparare la tisana possono essere acquistati in erboristeria oppure presso negozi specializzati in alimenti biologici e integratori alimentari. In alternativa, è anche possibile acquistare online i singoli ingredienti sfusi, prelevandone la quantità che occorre quando si prepara la tisana.

Indicazioni d’uso: quando bere la tisana

La tisana per depurare il fegato può essere bevuta 2 volte al giorno per un periodo di almeno 14 giorni. Il momento migliore per berla è al mattino a digiuno, ma può essere bevuta anche nel corso della giornata, possibilmente lontano dai pasti. È anche possibile preparare la tisana in anticipo e berla a temperatura ambiente mentre si è a lavoro.

Precauzioni e possibili controindicazioni
La tisana per depurare il fegato non può essere consumata da chi è allergico anche ad uno solo degli ingredienti della tisana o alla famiglia a cui appartengono. Il tarassaco è sconsigliato a coloro i quali soffrono di gastrite, pirosi gastrica e reflusso gastro-esofageo. Il cardo mariano non va assunto dagli ipertesi e sia il cardo mariano che il carciofo non vanno bene quando sono presenti calcoli biliari, epatici o alla cistifellea. La tisana è sconsigliata anche in caso di gravidanza e allattamento.

I benefici degli ingredienti principali

Cardo mariano

Il cardo mariano ha proprietà disintossicanti e antinfiammatorie. Esso viene usato molto spesso in caso di epatiti e intossicazioni da droghe, funghi e alcol. Questo avviene grazie ad una sostanza presente nel cardo mariano, chiamata silimarina, la quale stimola la rigenerazione dei tessuti epatici. Inoltre, il cardo mariano aiuta a ridurre la colesterolemia.

Salvia

La salvia ha un’azione digestiva perché stimola i succhi gastrici, è disinfettante e cicatrizzante. Il suo utilizzo aiuta a depurare il fegato e a mantenere bassi i livelli di zuccheri nel sangue. La salvia stimola la diuresi, prevenendo ritenzione idrica e cellulite, e ha proprietà antisudorifere.

Tarassaco

Il tarassaco è una pianta antibatterica ma anche antinfiammatoria. Il suo utilizzo è consigliato in caso di pressione alta, in quanto consente di abbassare la pressione grazie al suo potente effetto diuretico. Grazie alla presenza di taraxacina, una sostanza amara, il tarassaco consente di depurare il fegato.

Carciofo

Il carciofo, se assunto dopo i pasti, stimola la digestione. È un ottimo diuretico e drenante e aiuta ad eliminare l’eccesso di acido urico e a smaltire le tossine in eccesso. La tisana a base di foglie di carciofo è in grado di abbassare i livelli di colesterolo e glucosio presenti nel sangue.

E voi, avete bisogno di depurare il vostro fegato dopo un periodo di eccessi? Provate la nostra tisana e fateci sapere come vi siete trovati lasciandoci un commento!

Hai letto: Tisana per depurare il fegato
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Barbara Ziparo
Barbara Ziparo è biologa nutrizionista, laureata con 110 e lode in Scienze della Nutrizione Umana, iscritta all’albo dei biologi. Appassionata da sempre delle proprietà curative degli alimenti, oggi effettua tirocinio volontario presso il reparto di Nutrizione Clinica di Catanzaro ed esercita la libera professione a Catanzaro e provincia e a Roma, effettuando valutazione dello stato nutrizionale e dei fabbisogni nutritivi ed energetici, percorsi di rieducazione alimentare, elaborazione di piani alimentari personalizzati per soggetti in particolari condizioni fisiologiche e patologiche. - barbaraziparonutrizionista.blogspot.it/. Per contatti telefonici: 3421474619

8 COMMENTI

  1. OPTEREI nel togliere la salvia lasciando Cardo, Tarassaco e Carciofo. Queste tre piante sono più che sufficienti anzi direi sinergiche nella depurazione epatica. Perchè senza salvia? Perchè la salvia può indurre aumenti pressori e un certo grado di tossictà (Tujone), considerando che anche il prezioso cardo mariano è sensibilmente ipertensivo e se aggiunta alla salvia potrebbe davvero essere altamente controindicato per chi è predisposto all’ipertensione. Anzi con tutta franchezza direi che sarebbero anche solo sufficienti Cardo e Tarassaco (binomio perfetto), perchè essendo queste coleretiche l’aggiunta di carciofo (anch’essa altamente coleretica) dopo un uso protratto questa tisana potrebbe stimolare troppo la peristalsi e indurre dolori di pancia. Saluti

  2. Scusate si parla di dosi in % potreste indicarmele in grammi. Del tarassaco indicate di usare le radici cioè in che quantità io pensavo di usare le foglie secche. La salvia le foglie fresche o secche? Il cardo mariano i semi non le foglie? Fatemi sapere. GRAZIE

    • Ciao Emanuele!
      Dall’erborista fatti preparare un etto di tisana (metti in infusione 1 cucchiaio per tazza, bevi almeno 2 tazze al giorno, meglio se 3 o 4, a stomaco vuoto per almeno 15 giorni consecutivi). Le quantità in grammi, per 1 etto di tisana, sono:
      30 g di cardo mariano + 30 g di carciofo + 30 g di tarassaco + 10 g di salvia.
      In questa tisana si usano i semi del cardo, mentre del tarassaco le radici.
      Inoltre se compri la tisana in erboristeria le foglie di salvia saranno inevitabilmente secche.
      Saluti.

  3. Ottima anche in caso di dolori mesturali, ho fatto un ciclo di 3 mesi nei quali bevevo una tazza di questa tisana al giorno per 20 giorni al mese (tranne nei giorni delle mestruazioni). In più evito i latticini, tranne lo yogurt.
    Ora durante il ciclo sento meno dolore

      • Ciao, del tarassaco le radici, del cardo mariano i semi, del carciofo e della salvia le foglie… tutte queste cose le trovi semplicemente in erboristeria.
        Saluti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here