Home Alimentazione Come cucinare sano Vellutata di verdure: 5 ricette da gustare

Vellutata di verdure: 5 ricette da gustare

Ultima modifica:4 maggio 2019

1068
0

Profumate, detox e ipocaloriche, le vellutate sono ricette che dovremmo consumare spesso per fare il pieno di preziose vitamine, fibre e sali minerali. Ma come si preparano? Ecco 5 ricette facili e leggere per fare buonissime creme di verdure!

La vellutata di verdure è una preparazione semplice che vede l’uso di molti ortaggi diversi, a seconda della ricetta scelta. Per farle, oltre agli ingredienti base, vi occorrerà anche un frullatore (noi consigliamo un frullatore ad immersione perché più pratico da utilizzare), con il quale andremo a frullare tutti gli ingredienti per creare la nostra “crema di verdure“.

Vellutate di verdura per ogni stagione

Possiamo preparare una vellutata in qualsiasi momento dell’anno, sfruttando la stagionalità degli alimenti. Tra gli ingredienti principali di questo tipo di preprazioni troviamo generalmente le patate, le carote, gli asparagi, la zucca o i broccoli, ma ognuno può sperimentare gusti e colori diversi e trovare il suo piatto perfetto!

Vellutata di verdure: 5 ricette da provare

Se non avete idee o state cercando nuovi spunti su come fare le vellutate, di seguito abbiamo raccolto alcune buonissime ricette leggere e bilanciate, che potrete utilizzare per preparare vellutate in autunno, in inverno e in primavera.

Le nostre ricette, inoltre, sono prive di glutine e di ingredienti di origine animale, adatte quindi a celiaci e vegani. Ma vediamo subito come fare in casa le vellutate di verdura sane, leggere e molto nutrienti.

1 Vellutata di asparagi senza patate, con scorza di limone

Questa ricetta di vellutata è indicata nel periodo primaverile, quando gli asparagi sono di stagione e quindi maggiormente ricchi di sapore e di nutrienti. Per preparare la vellutata utilizzeremo le punte degli asparagi, che rappresentano i germogli, ossia la parte commestibile degli asparagi. Questi ortaggi possono essere coltivati oppure selvatici, questi ultimi hanno un sapore molto più forte. Anche il colore può variare, in quanto esistono asparagi verdi, bianchi ma anche viola e rosso-viola. Noi utilizzeremo gli asparagi verdi.

Per addensare la vellutata utilizzeremo della fecola di patate e del latte di soia per dare cremosità, mentre per aromatizzare useremo delle bucce di limone. La ricetta non contiene ingredienti di origine animale quindi può essere consumata da vegani e vegetariani, ma anche dai soggetti intolleranti al lattosio. È inoltre priva di glutine quindi anche i celiaci possono gustarla, a patto di acquistare una fecola di patate che non abbia subìto delle contaminazioni.

Preparazione: 10 min Cottura: 20 min Tempo totale: 30 min circa
Ingredienti (Dosi per 2 persone):

  • 300 gr di Asparagi
  • 100 ml di Latte di soia
  • 2 Cipolle
  • 1 costa di Sedano
  • 200 ml di Brodo vegetale
  • 2 cucchiai di Fecola di patate
  • 2 cucchiai di Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Buccia di mezzo Limone bio
Procedimento:

1 Per prima cosa preparate il brodo, facendo bollire 250 ml di acqua e versando dentro una cipolla, una carota e una costa di sedano tagliati a pezzi;

2 Lavate gli asparagi e tagliate le punte su un tagliere, eliminando il gambo fibroso. Fate bollire dell’acqua in un pentolino e versate le punte di asparagi, facendo bollire per circa 15 minuti;

3
Nel frattempo che cuociono gli asparagi, tagliate a pezzetti una cipolla, versate l’olio in un altro pentolino e fate soffriggere la cipolla. Ora aggiungete alla cipolla il latte di soia e scaldate qualche minuto;

4 Quando gli asparagi saranno cotti, tagliateli a pezzi (lasciando da parte tre punte intere, che serviranno per la decorazione) aggiungeteli al latte di soia, versate anche il brodo, e 2 cucchiai di fecola di patate setacciata;

5 Completate con sale, pepe e la scorza grattugiata di mezzo limone e fate addensare, continuando a mescolare di tanto in tanto, fino a raggiungere la consistenza desiderata;

6 A questo punto, frullate con il frullatore ad immersione. Infine, servite in due ciotoline decorando con delle punte di asparagi e qualche scorzetta di limone.

Conservazione e consigli
Se non consumate la vellutata di asparagi, potete conservarla in un contenitore ben chiuso e riposto in frigo, solo dopo che la vellutata si sia raffreddata completamente. Se non amate il latte di soia, potete sostituirlo con un altro latte vegetale come il latte di miglio o il latte di riso. Se non siete vegan o intolleranti al lattosio, potete invece utilizzare il latte vaccino parzialmente scremato.

2 Vellutata di broccoli con semi di sesamo e peperoncino

La vellutata di broccoli è un primo piatto caldo e cremoso adatto nelle fredde giornate autunnali e invernali. Non è quindi un caso che la natura ci dona i broccoli da Novembre fino a Marzo.

Questa ricetta è ideale per chi segue un regime alimentare ipocalorico perché apporta solo 190 kcal a porzione, grazie al buon contenuto di fibra riduce il senso di fame mentre il peperoncino svolge un’azione brucia grassi.

Patate e broccoli sono ricchi di sali minerali e vitamine, in particolare questi ultimi contengono il sulforafano che svolge un’azione preventiva nella comparsa del cancro. I semi di sesamo e l’olio extravergine d’oliva forniscono grassi “buoni” che aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo.

Il piatto può essere consumato da vegani e vegetariani perché non sono presenti alimenti di origine animale. È privo di glutine, quindi adatto ai celiaci, in più la totale assenza di latte e derivati lo rende idoneo anche a chi è intollerante al lattosio.

Preparazione: 25 min Cottura: 20 min Tempo totale: 45 min
Ingredienti (Dosi per 2 persone):

  • 400 gr di Broccoli
  • 150 gr di Patate
  • 10 gr di Semi di sesamo (circa 4 cucchiaini)
  • 2 cucchiaini di Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • Mezzo Peperoncino essiccato
Procedimento:

1 Iniziate pulendo le verdure: staccate le cime dei broccoli dal torsolo e lavatele accuratamente sotto acqua corrente; lavate e pelate le patate e poi tagliatele a tocchetti.

2 Riempite il fondo di una pentola con l’acqua, adagiatevi dentro il cestello vaporiera (attenzione l’acqua non deve toccare il cestello) e disponete dentro i broccoli e le patate. Coprite la pentola e mettetela su fuoco medio. Le verdure saranno cotte dopo circa 20 minuti, fate la prova con la forchetta.

3 A cottura ultimata, conservate l’acqua utilizzata, ritirate delicatamente il cestello con le verdure e mettete da parte due cimette di broccoli per guarnire i piatti.

4 In un tegame unite le verdure cotte al vapore con 3 mestoli di acqua di cottura, mezzo cucchiaino di sale, i semi di sesamo e il peperoncino, frullate tutto con il minipimer fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.

5 Servite la vellutata guarnendo il piatto con la cimetta, precedentemente messa da parte, e con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.

Conservazione e consigli
Se vi avanza un po’ di vellutata di broccoli, potete conservarla in un contenitore ben chiuso e riposto in frigo per un massimo di 24/48 ore. Se preferite una consistenza più liquida, basta aggiungere qualche mestolo in più dell’acqua di cottura.

3 Vellutata di zucca, patate e cipolla

La zucca è la vera regina dell’autunno. La sua polpa arancione ha un sapore pieno, dolce ed è estremamente versatile in cucina: in pezzi al forno, cotta a mo’ di chips, in purea come ripieno per ravioli e condimento per pizze originali, la zucca è soprattutto l’ingrediente principale del piatto più gustoso della stagione autunnale: la vellutata di zucca, patate e cipolla.

La vellutata di zucca, oltre ad essere adatta a tutti, è una buona soluzione anche nel caso in cui uno o più commensali seguano regimi alimentari particolari. Vista l’assenza di glutine e di prodotti di origine animale, questa vellutata autunnale è adatta a celiaci e vegani. Ecco la ricetta.

Preparazione: 25 min Cottura: 20 min Tempo totale: 45 min
Ingredienti (Dosi per 4 persone):

  • 600 gr di Zucca (con buccia)
  • 400 gr di Patate
  • 1 Cipolla bianca
  • 500 ml di Brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di Olio extravergine di oliva
  • Sale q.b
  • Pepe in grani q.b
  • 1 cucchiaio di Timo
  • 1 cucchiaio di Semi di zucca
Procedimento:

1 Prendete il pezzo di zucca e privatelo della scorza. Tagliate la polpa a dadini e tenetela da parte. Ricaverete circa 400 gr di polpa di zucca.

2 Lavate le patate sotto l’acqua corrente in modo da eliminare buona parte della terra e sbucciatele eliminando eventuali parti ammaccate e non commestibili.

3 Sbucciate la cipolla eliminando le foglie esterne e tagliatela in quattro parti.

4 Scaldate il brodo di verdure all’interno di una pentola ampia fino a ebollizione. A questo punto mettete al suo interno anche zucca, patate e cipolla.

5 Lasciate la pentola sul fuoco per circa 30 minuti verificando la cottura degli ortaggi provando a pungerli con una forchetta.

6 Una volta ultimata la cottura, frullate il tutto direttamente in pentola con il frullatore a immersione. Aggiustate di sale, aggiungete poco olio extravergine di oliva e mescolate nuovamente.

7 Servite la vellutata con una macinata di pepe nero in grani, una spolverata di timo e qualche seme di zucca.

Conservazione e consigli
Per una variante più speziata e dai sapori etnici aggiungete, a cottura ultimata, un cucchiaio di latte di cocco a persona e speziate la vellutata con zenzero, curcuma e paprika piccante in polvere. Guarnite con anacardi tostati e una spolverata di cannella. Potete conservare questa vellutata in un contenitore ben chiuso e riposto in frigorifero.

Ricette con la zucca
Vi piace la zucca? Allora scoprite le nostre buonissime Ricette con la zucca, sane e leggere!

4 Vellutata di carote viola

Questa ricetta di vellutata utilizza principalmente le carote viola, che donano un caratteristico colore al piatto. Fino a poco tempo fa era difficile trovarle in giro, ma finalmente le carote viola stanno tornando sulle nostre tavole, bellissime e ricchissime di antiossidanti importanti. Un vero tesoro da non lasciarsi sfuggire, provatele in questa vellutata cremosa e leggera. Ecco la ricetta.

Preparazione: 15 min Cottura: 30 min Tempo totale: 45 min
Ingredienti (Dosi per 4 persone):

  • 600 gr di Patate
  • 2 Carote viola
  • 1 Costa di sedano
  • Mezza Cipolla
  • 2 litri di Acqua
  • 6 fette di Pane integrale
  • Olio evo q.b.
  • Erbe aromatiche miste q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Sale q.b.
Procedimento:

1 Pulite tutte le verdure (togliendo anche la buccia alle patate), tagliatele in grossi pezzi e versatele in una pentola con acqua e poco sale, quindi mettete sul fuoco con un coperchio e lasciate cuocere 30 minuti circa.

2 Quando le verdure saranno cotte frullate con un frullatore ad immersione (se non ne gradite il sapore, prima di frullare togliete la cipolla e il sedano) fino ad ottenere una crema liscia.

3 Aggiustate di sale, unite le erbe aromatiche e fate cuocere ancora 5 minuti, nel frattempo tagliate a cubetti le fette di pane e fatele abbrustolire con poco olio e sale in una padella.

4 Servite la vellutata caldissima accompagnata dai crostini di pane e un filo d’olio evo.

Conservazione e consigli
Come per le altre vellutate di verdure, anche questa ricetta potete conservarla in frigo in un contenitore ben chiuso, per 24/48 ore. Se non avete le carote viola, potete utilizzare le classiche carote, nella stessa misura riportata sopra.

5 Vellutata di lenticchie e curry

La ricetta della vellutata di lenticchie vi permetterà di realizzare un piatto davvero leggero, senza grassi e con poche calorie, ideale come primo piatto o contorno. Può essere consumato proprio da tutti: da coloro che seguono una dieta ipocalorica o vegana ed anche da chi ha problemi con il glutine in quanto è gluten free.

L’ingrediente principale di questa minestra sono le lenticchie, un legume considerato nei tempi antichi la carne dei poveri perché sono una grande fonte di ferro nel mondo vegetale.

Esistono diverse tipologie di lenticchie, in questa preparazione vengono utilizzate quelle rosse le quali hanno la particolarità di necessitare di brevi tempi di cottura ed essere più facilmente digeribili. Inoltre non hanno bisogno di ammollo quindi se avete poco tempo a disposizione non preoccupatevi perché ci vorrà poco per preparare questo piatto.

Durante la cottura le lenticchie rosse decorticate tenderanno a disfarsi, ma questo è un bene perché così si creerà in modo naturale una sorta crema dal colore aranciato, quindi diventerà quasi superfluo utilizzare il mixer ad immersione. In questo piatto vengono usate moltissime spezie ed aromi che hanno il compito di dare maggiore gusto e carattere ad un piatto così delicato, mentre l’aceto di mele servirà a rendere ancora più digeribili i legumi.

Preparazione: 15 min Cottura: 45 min Tempo totale: 60 min
Ingredienti (Dosi per 4 persone):

  • 200 gr di Cipolle
  • 100 gr di Sedano
  • 120 gr di Carote
  • 3 spicchio d’Aglio
  • 1,5 l di Acqua

  • 
½ cucchiaino di Sale marino
  • 1 cucchiaino di Curry
  • 
1 cucchiaino di Paprika

  • 1 pizzico di Timo essiccato

  • 400 gr di Lenticchie rosse decorticate
  • 3 cucchiaini di Rosmarino fresco tritato

  • 2 cucchiaini di Aceto di mele
  • Pepe nero macinato a piacere

Procedimento:

1 
Tagliate a dadini le cipolle, il sedano, le carote e tritate l’aglio;

2 
In una pentola ampia versate l’acqua, aggiungete le verdure tritate, il sale, il curry, il pepe, la paprika e il timo secco e mescolate per amalgamare i sapori;

3 Chiudete la pentola con un coperchio e fate cuocere per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto;

4 Con l’aiuto di un colino sciacquate abbondantemente le lenticchie rosse decorticate, versatele nella pentola insieme al brodo vegetale appena preparato e mescolate bene;

5 
Una volta raggiunto il bollore abbassate la fiamma, coprite e fate cuocere per 15 minuti;

6 
A questo punto aggiungete il rosmarino e fate sobbollire per altri 10 minuti o comunque fino a quando le lenticchie non si saranno ammorbidite;

7 Infine aggiungete l’aceto di mele, amalgamate e, se volete rendere la vostra zuppa ancora più cremosa, procedete frullando tutto con un mixer ad immersione;

8 Se la crema risulta tropo densa, potete aggiungere qualche cucchiaio di acqua, fino a che la zuppa non avrà raggiunto la consistenza desiderata;

9 
Aggiustate di sale e aggiungete del pepe nero a piacere prima di servire ancora tiepida la vostra crema delicata di lenticchie.

Conservazione e consigli
Potete conservare questa vellutata in frigo per un massimo di due giorni. Se non avete a disposizione il rosmarino fresco potete sempre optare per quello essiccato, in questo caso aggiungetene 1 cucchiaino all’inizio della cottura insieme alle altre spezie. Per rendere il piatto più sostanzioso ed equilibrato, potete condirlo con un filo di olio extravergine d’oliva a crudo ed accompagnarlo con dei crostini di pane.
 In alternativa ai crostini di pane, o se dovete evitare il glutine, potete aggiungere in cottura insieme alle lenticchie un cereale come riso o grano saraceno.

Hai letto: Vellutata di verdure: 5 ricette da gustare

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome