Home Alimentazione Come cucinare sano Dolcetti light al cioccolato fondente: 6 ricette da provare

Dolcetti light al cioccolato fondente: 6 ricette da provare

Ultima modifica:20 aprile 2019

131
0
Il cioccolato fondente è un alimento sano e nutriente che possiamo consumare con regolarità, sia come snack sia mangiando dolcetti fatti in casa, sani ed equilibrati. Scopriamo allora la preparazione di dolcetti light e golosi a base di cioccolato fondente per fare il pieno di gusto e salute!

Quando parliamo di cioccolato fondente pensiamo, probabilmente, a qualcosa da evitare per chi è a dieta o da consumare solo saltuariamente come golosità extra. Dovete sapere, invece, che il cioccolato fondente offre numerosi benefici alla salute e può essere consumato, con moderazione, anche tutti i giorni.

Ricette per fare dolcetti al cioccolato fondente

In particolare, il cioccolato fondente è una miniera di sostanze nutritive importanti per il benessere umano. Esso contiene i flavonoidi, potenti antiossidanti che inibiscono l’azione ossidativa dei radicali liberi, prevenendo l’invecchiamento cellulare ma anche la perossidazione lipidica che è uno dei fattori che predispone alla formazione delle placche aterosclerotiche.

Quindi il consumo di cioccolato fondente è utile a prevenire le malattie cardiovascolari. Ma non solo, il cioccolato fondente ha un effetto positivo anche a livello psicologico, in quanto favorisce il buonumore e allontana il rischio di depressione. Questo è dovuto al suo effetto stimolante sulla produzione di serotonina, un ormone che è responsabile del buonumore.

Dolcetti a base di ciccolato fondente

Oltre ad essere consumato come snack, questo goloso alimento si presta benissimo alla realizzazione di dolci sani e nutrienti. Ci sono ricette per tutti i gusti e tutte le stagioni, dal classico biscotto ad un buonissimo muffin al cioccolato. Vediamo allora come fare dolcetti sani e golosi a base cioccolato fondente.

1 Barrette con cioccolato e quinoa

Se state cercando un dolcetto veloce da fare, questa ricetta fa al caso vostro poiché prevede l’uso di soli due ingredienti: cioccolato fondente e quinoa. La quinoa, tanto amata da vegetariani e vegani, ha un elevato valore nutrizionale e per questo è considerata quasi un alimento unico. Composta da carboidrati complessi, aiuta a tenere sottocontrollo la fame e a contenere i livelli di zuccheri nel sangue. La preparazione di questo snack è semplice e veloce, potrete così avere sempre a disposizione una merenda sana e nutriente. Ecco come si prepara.

Preparazione: 10 min Cottura: 0 min Tempo totale: 10 min
Ingredienti (Dosi 4/5 barrette):

  • 40 gr di Quinoa
  • 100 gr di Cioccolato fondente (almeno al 70% di cacao)
Procedimento:

1 Tritate grossolanamente il cioccolato, trasferitelo in una ciotola e scioglietelo dolcemente a bagnomaria;

2 Quando sarà sciolto unite la quinoa soffiata e mescolate bene;

3 Versate il tutto in uno stampo da pane foderato con carta da forno, livellatelo e pressatelo leggermente;

4 Coprite con una pellicola e ponetelo in frigorifero per circa 1 ora;

5 Quando si sarà solidificato mettete il preparato su un tagliere e formate delle barrette con un grosso coltello. Ora le vostre barrette sono pronte da gustare.

Conservazione e consigli
Quando avrete fatto le vostre barrette, potete conservarle in frigo in un contenitore ermetico per 4 o 5 giorni. Nella stagione fredda potete anche conservarle fuori frigo, possibilmente in un luogo fresco e asciutto, per 2 o 3 giorni. Il consiglio per questa ricetta: potete sostituire la quinoa con l’amaranto per alternare gusto e proprietà di questi alimenti.

2 Muffin al cioccolato

I muffin sono dei dolci dalla tipica forma a cupola originari dei paesi anglosassoni, ottimi soprattutto se si ha poco tempo o non ci si voglia cimentare in esperimenti lunghi e complicati! Si possono preparare sia nella versione dolce sia nella salata e farcirli nei più svariati modi, lasciando spazio alla fantasia. La versione che vi proponiamo ha un dolce cuore di crema al cioccolato, che si sposa benissimo con la leggerezza dell’impasto. Questi muffin al cioccolato sono privi di glutine e quindi adatti anche a chi è celiaco, sensibile al glutine o semplicemente preferisce non assumerlo, senza però rinunciare alla bontà e alla morbidezza della versione classica.

Preparazione: 30 min Cottura: 30 min Tempo totale: 60 min
Ingredienti (Dosi per 10 muffin):

  • 100 gr di Farina di riso integrale
  • 100 gr di Farina di nocciole
  • 50 gr di Fecola di patate
  • 2 cucchhiai di Cacao amaro
  • 1 bustina di Cremor tartaro
  • 80 gr di Sciroppo d’acero
  • 250 gr di Latte di soia (o di riso)
  • 50 gr di Olio di germe di mais spremuto a freddo

Ingredienti (per la crema di cioccolato):

  • 6 cucchiai di Cacao amaro
  • 3 cucchiai di Olio di cocco extravergine
  • 2 cucchiai di Scirppo d’acero
Procedimento:

1 In una terrina amalgamate tutti gli ingredienti secchi, ovvero le farine, il cacao e il cremor tartaro (leggete sulla bustina di cremor tartaro se fra gli ingredienti è presente il bicarbonato di sodio, altrimenti aggiungetene un pizzico all’impasto);

2 In un’altra terrina unite tra loro tutti gli ingredienti liquidi, ovvero lo sciroppo d’acero, il latte vegetale e l’olio e amalgamateli bene;

3 Ora unite gli ingredienti secchi a quelli liquidi e amalgamate il tutto;

4 Versate l’impasto negli appositi stampini/pirottini da muffin, potete usare la versione in silicone oppure foderare degli stampini di metallo con dei pirottini di carta per agevolarvi a staccarli dopo la cottura;

5 Cuocete in forno statico a 170°/180° per circa 30 minuti, controllando la cottura con uno stecchino in legno (la cottura dipenderà dal forno e dalla grandezza degli stampini)

6 Mentre i vostri muffin cuociono, preparate la salsina al cioccolato amalgamando tutti gli ingredienti indicati, ovvero il cacao amaro, l’olio di cocco e lo sciroppo d’acero;

7 Una volta che i muffin al cioccolato saranno ben freddi, tagliate la calotta superiore con un coltellino, versate la cremina e richiudete i vostri golosi muffin.

Conservazione e consigli
I muffin si conservano in un luogo fresco e asciutto per 4 o 5 giorni. Nella stagione calda vi consigliamo di riporli in frigo e tirarli fuori da frigo almeno 15 minuti prima di consumarli. Il consiglio per questa ricetta: potete sostituire la crema di cioccolato farcendo i vostri muffin con una crema all’arancia o alla menta, per creare un contrasto cromatico con l’impasto. Oppure, potete preparare un impasto escludendo il cacao dagli ingredienti e arricchirlo con la scorza gratugiata di 1 limone biologico.
Oppure potete sostituire le farine di nocciole e riso integrale, che sono senza glutine, con altrettanta farina 2 o con la farina che usate abitualmente per preparare i dolci. Potete anche sostituite il dolcificante, per esempio utilizzando lo zucchero integrale di canna nelle stesse quantità. Insomma, largo alla vostra fantasia!

3 Tartufi dolci con datteri e cacao crudo

I tartufini dolci con datteri e cacao crudo sono un dessert da preparare tutto l’anno. Potete servirli come dolcetto a fine pasto oppure trasformarli in originali regalini per i vostri amici. Si tratta di una ricetta crudista, infatti, queste piccole delizie si preparano senza cottura, in più sono una valida alternativa vegana e senza lattosio alla classica ricetta dei tartufini al cacao che di solito prevede l’utilizzo di mascarpone o ricotta. La ricetta è idonea anche ai celiaci.

Preparazione: 20 min Cottura: 0 min Tempo totale: 20 min
Ingredienti (Dosi per 25 tartufini):

  • 200 g Datteri secchi denocciolati (circa 15 datteri)
  • 80 g Mandorle sgusciate
  • 20 g Cacao crudo in polvere + 10 g per la decorazione
  • 1 cucchiaino di Cannella in polvere
  • 1 cucchiaio di olio di cocco extravergine (facoltativo)
  • 1-2 cucchiaini di Acqua
Procedimento:

1 Iniziate eliminando il nocciolo dei datteri e lasciateli ammorbidire per 5 minuti in una ciotola con acqua tiepida. Scolateli e strizzateli per eliminare l’acqua in eccesso;

2 Tostate le mandorle intere, per pochi minuti, in una padella antiaderente. Fate attenzione a non bruciarle;

3 Nel boccale del mixer inserite tutti gli ingredienti: mandorle, datteri, cacao crudo in polvere (20 g) e cannella. Tritate tutto per un paio di minuti. Se l’impasto è troppo granuloso, aggiungete due cucchiaini d’acqua ed azionate di nuovo il mixer fino ad ottenere un composto compatto e morbido;

4 Con l’impasto ottenuto realizzate 25 palline. In un piattino disponete l’altra parte di cacao crudo in polvere (10 g) e fatevi rotolare i tartufini fino a quando saranno leggermente ricoperti;

5 Disponete i tartufini in un piatto da portata e conservateli in un luogo fresco e asciutto.

Conservazione e consigli
Potete conservare i tartufini dolci con datteri e cacao crudo per circa 5 giorni in frigorifero avendo cura di coprirli con la pellicola. Potete personalizzare la ricetta sostituendo i datteri con un altro tipo di frutta disidrata (prugne secche, albicocche ecc…), mentre le mandorle si possono mixare con nocciole, noci o pistacchi.

4 Mele caramellate al cioccolato fondente

Una ricetta facile e sfiziosa che unisce le proprietà benefiche delle mele alla bontà del cioccolato fondente. La ricetta può essere consumata dai vegetariani e dai vegani, sostituendo il miele con sciroppo di agave.

Anche i celiaci possono mangiare questo dolce, a patto che controllino che sull’etichetta del cioccolato sia riportata la dicitura “senza glutine”. Il cioccolato non contiene naturalmente glutine, ma il prodotto potrebbe aver subìto delle contaminazioni se nello stabilimento di produzione vengono lavorati prodotti con il glutine.

Preparazione: 5 min Cottura: 15 min Tempo totale: 20 min
Ingredienti per la base (Dosi per 4 persone):

  • 4 Mele biologiche
  • 450 gr di Zucchero integrale di canna
  • 150 gr di Cioccolato fondente
  • 40 gr di Miele (oppure 40 gr di sciroppo di agave)
  • 100 ml di Acqua
  • ½ cucchiaino di Cannella in polvere
Procedimento:

1 Per prima cosa, lavate le mele, asciugatele bene, privatele del picciolo e infilzatele con degli stecchi lunghi di legno o di plastica;

2 In un pentolino dai bordi alti versate l’acqua e lo zucchero e preparate il caramello, mescolando in continuazione;

3 Quando lo zucchero comincia a sciogliersi, versate il miele o lo sciroppo di agave;

4 Controllate con il termometro la temperatura e quando raggiunge i 100 ° aggiungete la cannella in polvere;

5 Mescolate bene e fate bollire fino a 150 °C, quindi prendete le mele e immergetele nel caramello;

6 Ponetele su una gratella per scolare l’eccesso di caramello, mettendo sotto un foglio di alluminio per non sporcare il tavolo. Lasciate raffreddare e servite;

7 Per la versione al cioccolato, basterà versare il cioccolato fondente in un pentolino e porlo dentro un pentolino con dell’acqua, che metterete sul fuoco, realizzando così la tecnica a bagnomaria;

8 Quando il cioccolato sarà fuso, immergete bene le mele e mettetele a scolare su una gratella.

Conservazione e consigli
Questa preparazione si conserva bene anche per 6 o 7 giorni, dato il potere conservante dello zucchero. Il consiglio per questa ricetta: se non avete il termometro da cucina per caramello, per vedere se è pronto si può versare una goccia di caramello in mezzo bicchiere di acqua fredda, se si addensa vuol dire che il vostro caramello è pronto. Inoltre, per rendere ancora più aromatica la ricetta, potete versare nel caramello, alla temperatura di 100 °C, 3 chiodi di garofano, avendo cura di eliminarli prima di immergere le mele nel caramello.

5 Biscotti ripieni di cremoso cioccolato

Proseguiamo questa serie di sani e golosi dolcetti al cioccolato fondente con questa delizia che allieterà tutti i palati: buonissimi biscotti ripieni di cremoso cioccolato. Quando assaggerete questi biscotti al cioccolato vegan non vi sembrerà vero che siano anche salutari, dedicati a tutti i golosi di cioccolato (grandi e piccini) che non vogliono rinunciare ad un’alimentazione sana e naturale. Ecco come farli.

Preparazione: 15 min Cottura: 20 min Tempo totale: 35 min circa
Ingredienti per la base (Dosi per 6 porzioni):

  • 150 gr di farina integrale
  • 100 gr di farina integrale di grano saraceno
  • 100 gr di farina di cocco
  • 60 gr di cacao amaro in polvere

  • 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 100 gr di zucchero integrale di canna
  • 1 bustina di polvere lievitante di cremor tartaro
  • 100 gr di cioccolato fondente al 70% di cacao
  • 80 gr di olio di germe di mais
  • 160/200 gr di acqua tiepida
Procedimento:

1 In una terrina unite tutti gli ingredienti in polvere (le farine, il cacao amaro, la vaniglia, lo zucchero e la polvere lievitante di Cremor Tartaro);

2 Aggiungete nella terrina anche il cioccolato fondente tritato più o meno finemente a seconda dei gusti: i pezzetti più grandi si scioglieranno nel forno creando un cuore di cioccolato all’interno del biscotto;

3 Amalgamate gli ingredienti in modo da creare un composto omogeneo;

4 Unite 80gr di olio di germe di mais (in alternativa possiamo usare dell’olio evo) e 160gr di acqua tiepida. Amalgate ed eventualmente aggiungete altra acqua fino a che il composto risulterà uniforme ma non umido (non si deve attaccare alle pareti della terrina);

5 Con le mani formate delle palline di impasto, schiacciatele fra i palmi e disponetele su di una teglia ricoperta di carta da forno;

6 Infornare in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti, a seconda del forno il tempo di cottura potrebbe variare, saprete che sono pronti quando toccandoli in superficie li sentirete croccanti ed asciutti.

Conservazione e consigli
Potete conservare i biscotti in un luogo fresco e asciutto per un tempo di circa 5 o 6 giorni. Il consiglio per questa ricetta: per ottenere una variante senza glutine dei biscotti al cioccolato vegan, adatta quindi a chi soffre di celiachia, sotituire i 150 gr di farina integrale con altrettanta farina integrale di grano saraceno, naturalmente priva di glutine.

6 Budini Vegan al cacao e cocco

Senza latticini e senza gelatine animali, ma solo ingredienti semplici e facili da reperire per preparare questi dolcetti golosi e sani. Perfetti per la colazione e la merenda!

Preparazione: 10 min Cottura: 10 min Tempo totale: 20 min + 1 notte di riposo
Ingredienti per la base (Dosi per 4 persone):

  • 2 cucchiai di Amido di mais
  • 2 cucchiai di Cacao amaro
  • 2 cucchiai di Cocco grattugiato
  • 1/2 bustina di Agarantina
  • 500 ml di Latte di mandorla
  • 3 cucchiai di Succo d’agave
  • Zucchero integrale di canna q.b.
Procedimento:

1 In un pentolino mescolate insieme tutti gli ingredienti secchi, ad eccezione dello zucchero di canna che utilizzeremo per spolverare il fondo degli stampini;

2 Versate poco alla volta il latte mescolando bene con una frusta per evitare che si formino grumi;

3 Aggiungete il succo d’agave, mettete sul fuoco e fate cuocere 10 minuti circa mescolando costantemente (se utilizzate l’agarantina potrete spegnere il fuoco 2 minuti dopo che avrà raggiunto il bollore, mentre se usate l’agar agar puro dovrete pazientare qualche minuto in più);

4 Intanto bagnate leggermente l’interno degli stampini e spolverate il fondo con lo zucchero di canna. Una volta che il composto sarà pronto riempite le formine;

5 Fate intiepidire e lasciate poi rassodare in frigo per una notte.

Conservazione e consigli
Questi dolcetti al cioccolato si conservano in frigorifero per 3 o 4 giorni. Il consiglio per questa ricetta: se non trovate l’agarantina, potete sostituirla con 2 cucchiaini di agar agar in polvere. Questi dolci sono perfetti anche per san Valentino, in questo caso potete utilizzare stampini a forma di cuore durante la preparazione.

Hai letto: Dolcetti light al cioccolato fondente: 6 ricette da provare

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome