Home Salute Cure naturali Tieni giovane la mente

Tieni giovane la mente

Ultima modifica: 9 gennaio 2016

2282
1
CONDIVIDI

Come mantenere giovane e sano il cervello anche in età avanzata

L’invecchiamento cerebrale rappresenta una tappa inevitabile nella vita di ognuno di noi, anche se l’età di esordio può variare. Alcuni individui, infatti, non mostrano nessun declino delle funzioni neurologiche e cognitive anche in età più avanzata (per esempio intorno ai 90 anni), mentre altri evidenziano precocemente segni e sintomi di invecchiamento (per esempio intorno ai 65-70 anni).
Oggi, grazie a ricerche scientifiche, sappiamo che condurre una vita sana e seguire alcuni accorgimenti può far mantenere sano il nostro cervello più a lungo nel tempo.

Ecco 6 consigli utili su come tenere allenata la mente e contrastare l’invecchiamento naturale:

1.

Fai sport

Fare sport, in particolare uno sport di tipo aerobico (ciclismo, spinning, boxe, corsa, ecc) fa bene al cervello.
L’esercizio regolare migliora l’ossigenazione del cervello creando un effetto benefico su di esso, oltre a contribuire al miglioramento di tutto l’apparato cardiocircolatorio.
Recenti studio dimostrano che l’attività aerobica ha anche una funzione protettiva sull’ippocampo, la struttura cerebrale responsabile della formazione e del mantenimento della memoria.

2.

Coltiva passioni e interessi

Un cervello allenato invecchia più tardi.
In genere, più esercitiamo le funzioni cognitive (memoria, attenzione, ecc), più è probabile che queste si mantengano efficienti.
Da questo punto di vista il cervello somiglia ai muscoli: meno li usiamo e più perdono forza, resistenza e flessibilità.
Allo stesso modo, dovremmo allenare il nostro cervello perchè non si offuschino le nostre performance cognitive.
Andare al cinema o teatro, leggere, viaggiare, coltivare hobby, cantare, suonare uno strumento, dipingere… ognuna di queste attività è un buon allenamento per il cervello.

3.

Dormi bene

Un buon sonno aiuta la prestazione mentale.
Più che la quantità di sonno conta la qualità, tanto più che ognuno di noi ha diverse necessità; ci sono persone che devono dormire 9 ore e altre a cui ne bastano 6.
Gli studi condotti negli ultimi anni hanno dimostrato che di notte il cervello non dorme affatto; durante il sonno, il cervello lavora per consolidare certi tipi di memoria, agevolandone il trasferimento dall’ippocampo alla corteccia cerebrale. Insomma, una buona dormita potrebbe aiutarci a migliorare le nostre performance diurne anche nella memoria!

4.

Mangia poco

Mangiare poco e in modo equilibrato fa bene al cervello prima ancora che al corpo.
Un regime alimentare che comporti una restrizione del 20-40% delle calorie consumate normalmente non solo allunga la vita e ha benefici effetti sui sistemi cardiovascolare, immunitario ed endocrino, ma stimola la produzione di nuovi neuroni e sinapsi (le connessioni tra i neuroni).
Inoltre, la restrizione calorica, migliora l’apprendimento e la memoria e rafforza la capacità del cervello di resistere al processo di invecchiamento riducendo lo stress ossidativo nelle cellule cerebrali e quindi l’insorgere di radicali liberi.

5.

Mangia sano

Una ricerca australiana ha dimostrato che mangiare cibi contenenti sostanze antinfiammatorie, antiossidanti e neuroprotettive possono proteggere dal rischio di sviluppare varie forme di demenza senile. I risultati hanno posizionato la dieta mediterranea al primo posto perchè correlata alla più bassa percentuale di patologie neurodegenerative.
L’alimentazione mediterranea, ricca di olio d’oliva, frutta e verdura, cereali e vino rosso, garantisce una elevata quantità di elementi protettivi nei confronti del cervello. Dalla ricerca, inoltre, emerge che il regolare consumo di pesce può diminuire il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer grazie alla presenza di grassi omega-3 e che altrettanto fa l’assunzione dell’acido folico contenuto nei vegetali verdi.

6.

Fai una vita sociale

Coltivare contatti attraverso social network non è sicuramente sufficiente!
Secondo uno studio condotto in California, le persone che escono di casa, interagiscono con altri, coltivano nuovi legami di amicizia e si aprono a nuove esperienze sociali arrivano anche a 90 anni con buone facoltà cognitive.

Hai letto: Tieni giovane la mente

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

*