Home Salute Cure naturali Salice: proprietà, benefici e controindicazioni

Salice: proprietà, benefici e controindicazioni

Ultima modifica: 7 marzo 2017

7065
1
CONDIVIDI

Le sue proprietà antinfiammatorie e antipiretiche fanno del Salice uno dei migliori rimedi contro la febbre, il mal di testa e i dolori muscolari.

Il Salice (Salix Alba) è un grande albero appartenente alla famiglia delle Salicaceae che cresce spontaneo nelle zone temperate di Asia ed Europa. L’albero presenta una folta chioma aperta con rami sottili e può raggiungere i 25-30 metri di altezza. A scopo curativo se ne usa la corteccia la quale è ricca di Salicina, un principio attivo molto interessante.

Le proprietà curative del Salice

La corteccia di Salice contiene Salicina, un principio attivo molto simile all’Aspirina® con proprietà analgesiche, antipiretiche, antinfiammatorie e antireumatiche.

Inoltre il fitocomplesso contenuto nella corteccia del Salice è ben più tollerabile dall’intestino rispetto all’acido acetisalicilico. La salicina trova impiego anche per uso esterno: esso infatti rientra in molte creme e lozioni per il trattamento di patologie dermatologiche come acne, psoriasi, dermatiti e forfora, verruche e calli svolgendo un’azione cheratolitica.

Come si usa il salice

Grazie alle sue proprietà il Salice è utilizzato con successo contro febbre, mal di testa, dolori muscolari, sintomi influenzali e mal di schiena. Può inoltre favorire la guarigione da mal di gola e raffreddore. Il salice solitamente si utilizza in tintura madre, in estratto secco oppure in tisane, a seconda di ciò che si vuole curare i tempi di somministrazione variano.

Modalità d’uso

  • In caso di tintura madre sciogliere 30-40 gocce in poca acqua da bere 2 o 3 volte al giorno;
  • Se si utilizza l’estratto secco assumerne 1 o 2 compresse al giorno dopo i pasti;
  • Molto utili anche le tisane di salice, da bere la sera o all’occorrenza.
Tempi di somministrazione

  • In caso di febbre non superare i 3 o 4 giorni di trattamento;
  • Se il suo utilizzo è contro dolori articolari o muscolari non superare le 3 settimane di trattamento;
  • Per combattere il mal di testa utilizzare all’occorrenza.

Controindicazioni del Salice

Evitare l’assunzione in caso di gravidanza o allattamento. Evitare l’uso anche in caso di allegria o ipersensibilità ai silicati. Possono esservi interazioni con farmaci anticoagulanti, antiaggreganti e FANS. Può inoltre interferire con barbiturici e farmaci antidiabetici.

In alcuni soggetti particolarmente sensibili può provocare un aumento di acidità gastrica. Se ne sconsiglia quindi l’utilizzo in caso di ulcera o reflusso gastrico. Si consiglia di rivolgersi al proprio medico prima di utilizzare il salice, nel caso si stia seguendo una cura farmacologica specifica. Sconsigliato l’utilizzo a bambini e adolescenti sotto i 18 anni.

Curiosità
Le virtù terapeutiche del Salice sono note da quasi duemila anni. Nel medioevo però il suo utilizzo a scopo terapeutico va via via perdendosi, a favore del suo utilizzo per la creazione di cesti di vimini, data la flessibilità dei rami. Il nome “vimini” infatti deriva dalla specie utilizzata a tale scopo ovvero il Salix Viminalis.

Hai letto: Salice: proprietà, benefici e controindicazioni
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here