Home Salute Cure naturali Rimedi naturali contro l’insonnia: i consigli dell’esperto

Rimedi naturali contro l’insonnia: i consigli dell’esperto

Ultima modifica: 19 luglio 2016

3079
0
CONDIVIDI
rimedi naturali contro insonnia

Quali sono le cause dell’insonnia? E i rimedi naturali? Scopriamo i segreti del dormire bene in questa intervista.

L’insonnia è un problema molto diffuso tra gli italiani e le cause sono spesso associate a stati di ansia e stress. Noi di Viversano abbiamo voluto approfondire questo argomento intervistando Antonella Martellini, naturopata ad indirizzo psicosomatico accreditata presso l’Université Européenne Jean Monnet di Bruxelles, Master Reiki, ThetaHealer ed esperta di tecniche di riequilibrio energetico-emozionale.

Bentrovata Antonella. Tutti ormai sappiamo che l’insonnia affligge milioni di Italiani. Può spiegarci quali sono le cause dell’insonnia?

Buongiorno a Voi di Viversano. Effettivamente l’insonnia colpisce oggigiorno una percentuale molto elevata di persone, tanto che da molti viene ritenuta una vera e propria patologia o, quanto meno, una condizione abituale di vita. Eppure l’insonnia, secondo la concezione naturopatica, non è da ritenersi un disturbo a sé stante, così come non compare mai per caso: essa rivela infatti la presenza di un disagio emotivo più profondo, spesso identificabile in uno stile di vita poco consono alla nostra vera natura.

Stress, ansia, angoscia e depressione in molti casi si accompagnano a disturbi del sonno, che si possono presentare in forme diverse: c’è chi ha difficoltà ad addormentarsi, chi soffre di frequenti risvegli notturni e chi, invece, tende a svegliarsi molto presto al mattino senza poi riuscire a riaddormentarsi.

A volte l’insonnia sopraggiunge quasi senza avvisaglie nella nostra vita, magari in seguito ad un periodo di forte affaticamento, in cui abbiamo sottoposto l’organismo a ritmi troppo frenetici e ad un eccesso di impegni e responsabilità.
Tuttavia, ciò che generalmente accomuna gli insonni è la percezione di un forte divario tra quello che si è (o si fa nella vita) e quello che si vorrebbe veramente essere o fare. Tutto ciò è ovviamente aggravato da pressioni e aspettative provenienti dall’esterno, che ci fanno sentire impotenti e “in gabbia”, quasi incapaci di portare a termine i consueti compiti quotidiani.

Quali i rimedi naturali più indicati per combattere l’insonnia?

La fitoterapia ci viene in aiuto in questi casi con alcuni rimedi molto efficaci, da utilizzare in particolare sotto forma di tinture madri e tisane, tra cui:
La Valeriana, dalle note proprietà sedative e calmanti del sistema nervoso. Se assunta un’ora circa prima di coricarsi, è un valido aiuto per chi è afflitto da disturbi del sonno, soprattutto se associati a sovraffaticamento, ansia da prestazione e sindromi ansiose con spasmi addominali.

La Melissa, con proprietà ansiolitiche, antidispeptiche e spasmolitiche. Rappresenta un valido aiuto nei casi in cui l’insonnia è associata a disturbi digestivi e gastrointestinali.

L’Escolzia, con attività sedativa, spasmolitica, blandamente ipnotica e in grado di riattivare il microcircolo. Si rivela efficace in particolare nei disturbi del sonno associati a crampi e stati dolorosi.

Il Tiglio, utilizzato anche sotto forma di gemmoderivato, con proprietà calmanti e sedative. E’ in grado di migliorare la qualità del sonno, soprattutto quando l’insonnia è associata a stress, palpitazioni, iper-eccitabilità e ansia.

La Passiflora, con attività sedativa e blandamente ipnotica. E’ ottima per le forme di insonnia dovute a stress, affaticamento ed eccitazione cerebrale, ovvero nei casi in cui la mente è sottoposta ad eccessivo lavoro intellettuale e risulta difficile “staccare” durante la notte. Viene impiegata anche nell’insonnia che si presenta nel climaterio e nella menopausa. Essa induce un sonno fisiologico ristoratore e un risveglio mattutino completo e veloce.

Anche la Floriterapia, con i Fiori di Bach, ci fornisce alcuni rimedi molto validi in caso di insonnia. Sempre tenendo conto che occorre valutare la storia personale e le tendenze caratteriali del soggetto, i rimedi in genere più impiegati nei disturbi del sonno sono:

Aspen: per gli stati di inquietudine, tensione e ansia generalizzata, quando non si sa a cosa attribuire il proprio malessere e quando si manifestano incubi, sonnambulismo e paura del buio. Induce rilassamento e favorisce sonni tranquilli.
Se l’insonnia è accompagnata da pensieri disturbanti, tendenza a rimuginare e difficoltà a “staccare” la mente, si può associare White Chestnut, che aiuta a lasciarsi andare e ad abbandonarsi ad un buon sonno ristoratore.

Anche gli Oli Essenziali possono rivelarsi molto utili in quanto inducono reazioni a livello ormonale che si ripercuotono positivamente sulla qualità del sonno, sul tono dell’umore e sul nostro benessere in generale. In questo caso possiamo impiegare:

L’Olio Essenziale di Petitgrain, in grado di riequilibrare il sistema nervoso, è efficace in particolare per problemi di insonnia correlati a sensazione di solitudine, tristezza e senso di inutilità. Si consiglia di massaggiare due gocce di olio essenziale, diluite in olio di mandorle oppure olio di jojoba, sul plesso solare prima di coricarsi.

L’Olio Essenziale di Verbena, dalle forti proprietà sedative e calmanti, è in grado di favorire il rilassamento e il riposo notturno, attenuando tensioni ed irritabilità. Si consiglia di distribuire, attraverso appositi diffusori, alcune gocce nella camera da letto o, in alternativa, versarle su un fazzoletto da tenere accanto al comodino.

Ci sono alimenti che aiutano a combattere l’insonnia?

Indubbiamente l’alimentazione riveste un ruolo essenziale, oltre che per il nostro benessere in generale, anche per quanto riguarda la qualità del sonno. Tra gli alimenti in grado di favorire una notte serena e riposante troviamo:
Gli Spinaci, che contengono magnesio, clorofilla, calcio e acido folico, capaci di favorire il rilassamento muscolare.
I Semi di sesamo, ricchi di triptofano, precursore della serotonina, l’ormone del buonumore.
I Semi di zucca, ricchi di magnesio, di cui l’organismo necessita per lasciar andare le tensioni e favorire il rilassamento muscolare.
E ancora… Riso integrale, ricotta, lenticchie, tofu, che contengono tutti triptofano e aiutano a rilassare il corpo e la mente.

Cosa consiglia di fare (o non fare) prima di andare a letto?

Sicuramente vi sono alcune abitudini di vita fondamentali per garantirsi un sonno sereno:

  • Cenare ad orari regolari ed evitare gli eccessi. Mangiare sempre alla stessa ora, in modo equilibrato e prediligendo alimenti che contengono triptofano e magnesio favorisce serenità e buonumore, e aiuta a trascorrere una notte serena.
  • Prepararsi al sonno in un clima rilassato e tranquillo. Rimanere “connessi” fino a cinque minuti prima di andare a dormire, tra computer, tablet, televisione e cellulare, magari in una stanza illuminata a giorno, allontana il sonno e stimola in modo artificiale il nostro sistema nervoso. Prendiamo invece la sana abitudine, ad una certa ora, di abbassare le luci e creare un’atmosfera piacevole intorno a noi, magari dedicandoci alla lettura di un buon libro o all’ascolto di musica rilassante!
  • Evitare di svolgere attività fisica intensa prima di andare a dormire. Se da un lato l’attività fisica è fondamentale per il nostro equilibrio e il nostro benessere, praticare uno sport intenso fino a poco prima di andare a dormire non fa altro che svegliarci e renderci iperattivi. Prendiamo quindi la sana abitudine di terminare l’attività fisica non oltre l’ora di cena!
  • Andare a dormire sempre alla stessa ora. Predisporsi al sonno in un orario prestabilito – possibilmente non oltre la mezzanotte – aiuta l’organismo a riequilibrare il ciclo sonno-veglia e favorisce la regolarità del sonno.
  • Concedersi un buon “rituale tisana”. Il fatto in sé di prepararsi, ad una certa ora, una gradevole tisana rilassante può essere un buon modo per coccolarsi e iniziare a prendersi cura di sé, a patto però, ovviamente, che questa routine non diventi una “stampella” emotiva, senza la quale non sia più possibile addormentarsi!

Questi suggerimenti, uniti ai rimedi che ci offre Madre Natura, possono indubbiamente rivelarsi efficaci nell’alleviare i disturbi del sonno. Le piante, in particolare, attivano nell’organismo dei meccanismi capaci di placare il sintomo, sia esso insonnia, stress, ansia o tensioni muscolari. Tuttavia, nessuna di queste sarà in grado di risolvere l’origine della nostra insonnia, che spesso risiede, secondo la concezione naturopatica, prima ancora che in un errato stile di vita, in un “errato” modo di pensare e di sentire.

Ed è in quest’ottica che generalmente associo al consulto naturopatico un percorso di riequilibrio energetico-emozionale comprensivo, ad esempio, di un ciclo di trattamenti del Reiki tradizionale giapponese specifici per ansia, stress e insonnia, in grado di aiutare la persona a liberarsi da quegli schemi mentali disarmonici che le impediscono di affrontare la vita con serenità ed equilibrio.

Hai letto: Rimedi naturali contro l’insonnia: i consigli dell’esperto
Antonella Martellini
Naturopata ad indirizzo psicosomatico accreditata presso l’Université Européenne Jean Monnet di Bruxelles, Master Reiki Metodo Usui Tradizionale Giapponese, Insegnante certificata ThetaHealing® iscritta a The ThetaHealing Institute of Knowledge® (THInK). Svolge la sua attività a Milano integrando l’iridologia e le discipline naturopatiche (Floriterapia (Fiori di Bach) – Fitoterapia – Aromaterapia) con tecniche e discipline energetiche ed emozionali (Reiki Tradizionale – ThetaHealing® – FastReset® - Massaggio Energetico-Spirituale – Quanti-Ka – Campane Armoniche). Nel 2011 mette a punto VisualTouch, poi rielaborato e approfondito in VisuaLife, una tecnica che insegna come impiegare la Legge di Attrazione per potenziare i propri Talenti ritrovando Fiducia, Perdono e Gratitudine, ristabilendo armonia tra mente razionale e inconscio e facilitando la creazione della realtà che si desidera. Conduce Seminari Reiki Metodo Usui Tradizionale Giapponese, Corsi di ThetaHealing®, Corsi di Massaggio Energetico-Spirituale, Workshop VisuaLife e Corsi di Meditazione incentrati su Chakra, Respiro e Visualizzazione Creativa. Riceve a Milano. www.darshanatura.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here