Home Salute Cure naturali Passiflora

Passiflora

Ultima modifica: 21 settembre 2015

3937
0
CONDIVIDI

Le proprietà curative della passiflora

La passiflora è ricca di vitamina C, flavonoidi, alcaloidi, olii essenziali, cumarine e altre sostanze ad azione nervina (azione sul sistema nervoso centrale).

  • Rilassante
  • Combatte l’insonnia
  • Riduce lo stress
  • Riduce l’ansia
  • Riduce la tachicardia
  • Aiuta contro stati d’umore negativi
  • Riduce il nervosismo
  • Aiuta contro i dolori mestruali
  • Aiuta contro i crampi da intestino irritabile

La passiflora è conosciuta per le sue proprietà sedative e ansiolitiche che ne fanno un ottimo rimedio contro l’insonnia perchè stimola un sonno fisiologico senza risvegli notturni e senza intorpidimento al risveglio mattutino. La passiflora risulta essere un toccasana anche contro la malinconia, il pessimismo e la depressione.
Un’altro interessante utilizzo della passiflora lo si trova nella cura contro i dolori mestruali o crampi intestinali di origine nervosa (ad esempio l’intestino irritabile).

Curarsi con la Passiflora

Contro eruzioni cutanee

Immergere una garza sterile in mezzo bicchiere d’acqua con aggiunta di 50 gocce di tintura madre di passiflora e applicare sulla parte interessata. Ripetere la procedura fino al miglioramento.

Ansia, dolori mestruali e disturbi della menopausa

25 gocce di tintura madre di passiflora diluite in un po’ d’acqua per 3 volte al giorno. Il trattamento può durare fino a 3 mesi per poi sospendere per almeno un mese.
Puoi preparare la tintura madre anche in casa, seguendo il ricettario.

Insonnia, nervosismo

Prendere 40 gocce di tintura madre sciolte in acqua mezz’ora prima di coricarsi. Puoi preparare la tintura madre anche in casa, seguendo il ricettario.
In alternativa prepara un infuso di passiflora, seguendo il ricettario., da bere poco prima di coricarsi o all’occorrenza, in caso di nervosismo o stress.

RICETTARIO ERBORISTICO: Preparare laPassiflora

Infuso

10 grammi di foglie e fiori secchi in 100 grammi di acqua bollente da lasciare in infusione per 15 minuti. Filtrare e bere.

Tintura Madre

Porre 20 grammi di fiori secchi in 100 grammi di alcool etilico a 60° e lasciare riposare per 7-8 giorni. Filtrare e assumere in gocce.

Sciroppo

Lo sciroppo di passiflora si prepara ponendo 30 grammi di fiori in 200 grammi di alcool a 60° per 7-8 giorni; filtrare spremendo bene le parti imbevute quindi aggiungere 300 gr di acqua e 300 gr di zucchero in un pentolino e amalgamare a fuoco lento.

Informazioni botaniche

La Passiflora è una pianta rampicante, perenne, ramificata. Si presenta con foglie lobate e alterne. I fiori, di 4-5 centimetri, sono caratteristici con cinque petali e una corona di filamenti di colore rosso violaceo. Cresce spontanea nelle regioni meridionali del Nord America e in Messico. In Italia è coltivata.
Inizialmente la passiflora era usata solo nella medicina omeopatica ma oggi entra a far parte in moltissimi sedativi e calmanti.
Della pianta di passiflora se ne utilizzano i rami fioriti, raccolti a maggio e usati preferibilmente freschi per la preparazione della tinture, mentre seccati sono utilizzati per decotti e infusi.

Controindicazioni della passiflora

La passiflora è nota per la sua tollerabilità e questo ne fa un prodotto adatto anche ai bambini, i quali però dovranno avere dosaggi adeguati all’età (consultare il pediatra). Evitare l’utilizzo in caso di ipersensibilità a uno o più componenti presenti.

Hai letto: Passiflora
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here