Home Salute Cure naturali Olio essenziale di Ravintsara: l’albero del Madagascar che sconfigge virus e batteri...

Olio essenziale di Ravintsara: l’albero del Madagascar che sconfigge virus e batteri in maniera naturale

Ultima modifica: 1 maggio 2016

1658
0
CONDIVIDI
Olio essenziale di Ravintsara: usi e proprietà

L’olio essenziale di Ravintsara è poco conosciuto e utilizzato ma racchiude grandi potenzialità per il nostro organismo soprattutto nella difesa da virus e batteri. Scopriamo allora tutte le sue proprietà e alcuni semplici modi per utilizzarlo nelle situazioni più comuni.

Il Ravintsara è un albero tipico del Madagascar e, fin dall’antichità, è stato utilizzato dalle popolazioni locali per il suo potere curativo. Da questa pianta si ricava un olio essenziale molto potente che non dovrebbe mai mancare nella dispensa di rimedi naturali da tenere sempre in casa.

Le caratteristiche dell’olio essenziale di Ravintsara fanno pensare molto a quelle del ben più noto e utilizzato Tea tree oil.

Sembra infatti che le proprietà dell’albero del Madagascar lo rendano attualmente uno dei migliori antivirali e antibatterici di cui possiamo disporre. Ma i benefici di questo olio non si esauriscono qui, vediamo di conoscerli più nel dettaglio.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Ravintsara

Antivirale: l’olio di Ravintsara ha spiccate proprietà antivirali, si è mostrato attivo ed efficace nel combattere diversi tipi di virus tra cui quello che causa la Mononucleosi e l’Herpes simplex e zoster. Si utilizza anche con successo per contrastare i più banali raffreddori ed influenze.

Antibatterico: questo olio essenziale si mostra particolarmente utile anche in caso di infezioni di tipo batterico che possono riguardare bronchi, gola, orecchie, ecc. Perfetto anche in fase preventiva, a questo scopo nei periodi in cui ci sia ammala più frequentemente può essere diffuso negli ambienti per purificare e disinfettare l’aria.

Espettorante e antinfiammatorio: proprio per il suo potere fluidificante ed espettorante, il Ravintsara è particolarmente consigliato in caso di bronchite e raffreddore in quanto libera le vie respiratorie e favorisce l’espulsione del muco. Tra l’altro è in grado di avere un effetto antinfiammatorio nei confronti delle mucose irritate (anche in caso di allergie).

Rafforza il sistema immunitario: l’essenza di Ravintsara è in grado anche di sostenere e rafforzare il sistema immunitario. Ciò è dovuto alla sua capacità di aumentare la sintesi dei globuli bianchi.

Dona tono ed energia: tra le proprietà di questo olio essenziale c’è anche quella di essere un ottimo tonico. Diffondere in casa l’aroma di Ravintsara può aiutare a combattere astenia e stanchezza psicofisica.

Aiuta il drenaggio e combatte la cellulite: in aromaterapia l’olio essenziale di Ravintsara è utilizzato anche per favorire il drenaggio dei liquidi corporei e l’eliminazione delle tossine, meglio se associato ad altre essenze come ad esempio quella di cipresso. Se massaggiato sulle zone critiche, quest’olio è in grado anche di combattere la cellulite.

Uso cosmetico: questa essenza ad uso cosmetico può essere utile in caso di pelle impura, grassa o acneica. È in grado infatti di disinfettare la cute e purificarla. C’è poi chi utilizza il Ravintsara all’interno di bagni aromaterapici con l’intento di disinfettare ma anche di donare energia al corpo e alla mente.

Come utilizzare l’olio essenziale di Ravintsara

Diffusioni

Dato il suo potere disinfettante, diffondere olio essenziale di Ravintsara può essere molto utile per prevenire raffreddori ed influenze, ad esempio se in casa qualcuno si è già ammalato e si vuole evitare che anche altre persone vengano contagiate. Come per le altre essenze, il consiglio sempre valido è quello di utilizzare una goccia di olio per ogni metro quadrato di superficie da aromatizzare.

Inalazioni

Il Ravintsara è un ottimo olio essenziale da inalare al bisogno ad esempio in caso di raffreddore, rinite allergica o altri problemi alle vie respiratorie. Si possono spargere 2/3 gocce di essenza su un fazzoletto di stoffa e portarlo sempre con sé inalando al bisogno oppure utilizzare direttamente la boccetta.

Suffumigi

Un altro metodo ottimo di godere al meglio di tutte le proprietà dell’olio essenziale di Ravintsara è di utilizzarlo per fare dei suffumigi con acqua calda e bicarbonato. Utilizzate una pentola larga, fate bollire l’acqua e, dopo aver spento, unite un cucchiaio di bicarbonato in cui avrete sciolto 4/5 gocce di Ravintsara. A quel punto chiudete gli occhi e, aiutandovi con un asciugamano per non far andar via i vapori benefici, semplicemente respirate.

Massaggi e frizioni

Ottimi anche i massaggi per favorire il drenaggio da effettuare sempre utilizzando un olio vegetale come vettore (ad esempio l’olio di mandorle dolci, il jojoba, ecc.). In caso di problemi alle vie respiratorie potete invece realizzare delle frizioni sul petto utilizzando sempre un olio vegetale (mezzo cucchiaino) in cui avrete disciolto 2/3 gocce di Ravintsara. Molti aromaterapeuti consigliano anche di massaggiare ogni giorno poche gocce di quest’olio sotto i piedi per prevenire le influenze.

Bagni

Un bagno aromatico al Ravintsara combatte la stanchezza psico-fisica, allontana le malattie e disinfetta la pelle. Diluite in acqua calda questa essenza da sola o insieme ad altri oli essenziali di vostro gradimento (5/6 gocce) in un cucchiaio o due di bicarbonato, sale marino integrale, sale rosa dell’Himalaya o sali di Epsom. Godete del bagno per almeno 20 minuti.


Profumo: Inteso, fresco, balsamico, aromatico
Abbinamenti: Tea tree oil, eucalipto, pino, cipresso, timo
Nome scientifico: Cinnamomum Camphora
Famiglia: Lauraceae
Zone di provenienza: Madagascar
Parte utilizzata: Foglie distillate in corrente di vapore
Dove si acquista: Erboristeria, farmacia, negozi bio, shop online. L’olio essenziale di Ravintsara ha un prezzo che oscilla tra gli 8 e i 20 euro, a seconda dei produttori e del quantitativo presente nella boccetta.

Controindicazioni dell’essenza di Ravintsara

Come per la maggior parte degli oli essenziali, anche l’utilizzo del è assolutamente sconsigliato in gravidanza e sui bambini piccoli. Per il resto questo olio non risulta essere tossico, irritante o particolarmente sensibilizzante. Meglio sempre comunque utilizzarlo prima su una piccola parte di pelle per valutare eventuali reazioni. 


Dove acquistare l’olio di ravintsara

Ravintsara Bio – Olio Essenziale Puro

Olio Essenziale Puro di Ravintsara Bio (Cinnamomum camphora): antinfiammatoro, antisettico, antivirale, antibatterico, immunostimolante, lipolitico, balsamico. Ottenuto per distillazione delle foglie.

Hai letto: Olio essenziale di Ravintsara: l’albero del Madagascar che sconfigge virus e batteri in maniera naturale

LASCIA UN COMMENTO