Home Salute Cure naturali Novembre: come prevenire i primi malanni di stagione e rinforzare le difese

Novembre: come prevenire i primi malanni di stagione e rinforzare le difese

Ultima modifica: 1 dicembre 2016

253
0
CONDIVIDI
In salute a Novembre: come prevenire i primi malanni di stagione

Con novembre ecco primi malanni di stagione, scopri perchè si manifestano e come prevenirli con l’alimentazione e i rimedi naturali, per affrontare l’inverno che verrà nel pieno delle energie.

Nel mese di Novembre è facile prendersi raffreddore con mal di gola, e vedere comparire la febbre. Non solo, le giornate più buie e uggiose tendono a portare tristezza e malinconia.

Per evitare o minimizzare queste condizioni, basta fare prevenzione subito e, quando serve, curarsi con rimedi naturali. In ogni caso la natura, ogni mese, mette a disposizione i giusti alimenti stagionali. Vediamo come procedere per stare bene tutto il mese.

La salute nel mese di Novembre

Durante questo mese autunnale possiamo trovarci a combattere contro virus che assomigliano molto a quelli dell’influenza stagionale che si verificherà in pieno inverno.

Questi virus sono un primo assaggio dell’influenza e per fortuna comportano sintomi più blandi come il semplice raffreddore, ma a volte posso provocare anche febbre, mal di gola, dolori articolari, astenia.

Attenzione ai primi sintomi influenzali

Chi si ammala in questa stagione dovrebbe cogliere il segnale del suo organismo, e correre a fare prevenzione per la stagione che verrà.

Perché ci si ammala?
Ci sono due cause per questa situazione, secondo la naturopatia:
1. La prima è data dagli sbalzi di temperatura tipici del periodo, che richiedono energia di adattamento e indeboliscono il corpo.
2. La seconda è data dalla presenza di tossine nell’organismo, che “occupano” gli organi vitali e il sistema immunitario in faccende di pulizia più che di difesa.
Ecco perché bisogna adottare strategie di rinforzo del sistema immunitario e intervenire con i rimedi giusti, primo fra tutti la vitamina C.

Vitamina C: a cosa serve e quali alimenti la cotengono

La vitamina C serve a prevenire o curare i malanni di questo periodo. Questa vitamina è nota per la sua funzione antiossidante, ma è anche antinfluenzale e immunostimolante. Infatti stimola l’attività dei globuli bianchi e dell’interferone naturale, contro la penetrazione dei virus nelle cellule. Si può assumere in forma di integratore o, ancora meglio, attraverso gli alimenti che ne sono ricchi: la vitamina C è presente in diversa frutta e verdura di stagione a novembre, come ad esempio kiwi, arance, mandarini, clementine, cavoli, broccoli e carciofi.

Le bevande della salute di Novembre

Spremute stagionali di agrumi

Gli agrumi sono universalmente conosciuti per essere un’ottima fonte di vitamina C. Ma non solo, gli agrumi hanno un effetto ancora più importante sull’organismo: lo alcalinizzano, e questo avviene anche se hanno un sapore acido. Gli agrumi vengono erroneamente considerati acidi perché in realtà, come è stato dimostrato, i loro acidi naturali vengono trasformati in carboidrati alcalini, molto utili per l’organismo. A volte però, lo stress eccessivo impedisce questa trasformazione fisiologica; non a caso lo stress è annoverato tra i fattori acidificanti dell’organismo alla stessa stregua di fumo, alcol, zuccheri raffinati, vita sedentaria, inquinamento.

COME ASSUMERLE:
Per ottenere i benefici migliori dalle spremute di agrumi è utile berle come prima cosa al mattino o come spuntino, sempre lontano dai pasti per facilitarne la digestione.

Gli alimenti immancabili a Novembre

1Kiwi: il frutto del mese ricco di vitamina C

Per consolidare i benefici degli agrumi, possiamo aggiungere alla tavola di novembre un altro frutto, il kiwi. Di origine asiatica, giunge a maturazione proprio in questo periodo. Contiene una grande concentrazione di Vitamina C che da una parte protegge le vie respiratorie superiori per non farle colpire dall’influenza, dall’altra favorisce l’assorbimento del ferro di origine vegetale contenuto nelle verdure di stagione. Contiene anche potassio che, insieme al sodio, tiene in equilibrio i livelli di idratazione e di pressione arteriosa. È composto di zuccheri semplici, soprattutto glucosio, fruttosio e saccarosio, fibre alimentari e acqua. Ha ottime proprietà diuretiche, lassative ed epatoprotettive.

CONSIGLI IN CUCINA: Può essere consumato da solo o come ingrediente per le torte – vegane e non – a base di frutta, nelle macedonie e nei frullati. Negli smoothies apporta una gradevole e apprezzabile cremosità.

2Le castagne: caloriche ed energizzanti

Le castagne sono un classico frutto autunnale che danno molta energia e un importante apporto calorico. La grande concentrazione di sostanze amidacee le rende particolarmente nutrienti ed energetiche, la scarsità di acqua le rende molto caloriche. Le castagne contengono vitamine del gruppo B, fosforo, potassio e zolfo, utili per rinforzare i muscoli e le ossa e per depurare l’organismo. Sono in grado di ridurre il colesterolo “cattivo”, aumentando quello “buono”. Ricche di magnesio, favoriscono il buon umore, indispensabile per combattere il buio e il freddo di queste giornate autunnali.

CONSIGLI IN CUCINA: Si consumano arrostite sul fuoco vivo, in padella, cotte al forno o lessate. Le castagne sono naturalmente prive di glutine per cui la loro farina si può utilizzare per preparare ricette gluten-free. Come il classico castagnaccio, un dolce tipico autunnale che si prepara con farina di castagne, acqua, olio extravergine, pinoli, uvetta e, a piacere, rosmarino. Per ulteriori spunti vi invitiamo a leggere il nostro articolo su come usare le castagne in cucina.

3Il cavolo nero

Il cavolo nero è un alimento alla ribalta, che sta acquistando popolarità. Appartenente alla famiglia delle Crucifere, è reperibile soprattutto in Centro Italia ma lo si può trovare ormai in tutti i supermercati ben riforniti. È ricco di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie, contiene sali minerali e vitamine, soprattutto la vitamina C. Per questo è un ottimo alimento per combattere virus, dolori e raffreddamenti. Viene utilizzato anche per le infiammazioni osteoarticolari e le distorsioni.

CONSIGLI IN CUCINA: In Toscana è l’ingrediente principale della famosa ribollita, una zuppa semplice ma saporita a base di verdure, tra cui il cavolo nero, legumi e pane casereccio. Si può consumare il cavolo nero anche crudo nelle insalate o cotto, saltato con erbe e aromi. Per usarlo in modo salutista si può aggiungere alle centrifughe o agli estratti di frutta e di verdura, perché è molto ricco di clorofilla un ottimo elemento nutrizionale.

Continua a leggere » Mangiare di stagione a Novembre
Mangiare di stagione a Novembre

Scopri tutta la frutta e la verdura da mettere nel carrello a Novembre

Leggi

I consigli di Novembre per il benessere psicofisico

Oli essenziali fondamentali

Non sottovalutiamo gli sbalzi termici, che generano uno stress per l’organismo, e divertiamoci a vestirci a strati. In casa si può tenere un umidificatore per purificare l’aria da virus e batteri. Se versiamo al suo interno qualche goccia di olio essenziale, come timo, pino o eucalipto, diamo una mano alle vie respiratorie. Questi oli essenziali hanno tutti proprietà balsamiche e purificanti e dovrebbero sempre caratterizzare gli ambienti dove sostiamo nel mese di novembre.

Bagno caldo aromatico: rilassante e rigenerante

In autunno le ore di luce sono meno che in estate e si tende a essere pigri e svogliati. È necessario invece prendersi cura di sé comunque. A fine giornata si può optare per un bagno caldo aggiungendo, ad esempio, olio essenziale di lavanda, fresco e aromatico con proprietà antidepressive, rilassanti e antinfiammatorie. Basta versare nell’acqua della vasca poche gocce di olio essenziale disciolte in un cucchiaio di olio da corpo e immergersi per almeno 15 minuti, rilassandosi e rigenerandosi profondamente.

Una soluzione per i bambini

I bambini meritano una particolare attenzione e vanno sostenuti e protetti dal freddo, per mantenere in equilibrio il loro sistema immunitario ed evitare sinusiti, bronchiti e tonsilliti. Anche l’eccesso di latticini nella dieta è una causa importante di produzione eccessiva di muco e catarro, per cui va ridotto drasticamente o evitato del tutto se ci sono episodi ricorrenti di otiti o bronchiti nei bambini.

Cure termali
Una valida soluzione potrebbero essere le cure termali. Al bisogno, tutti i cittadini italiani ne hanno diritto una volta all’anno. Se siete interessati, occorre che vi informiate presso il vostro medico curante.

Meditazione dinamica

La meditazione fa sempre bene, e ogni stagione ha la sua. In questo mese risulterà utile una meditazione dinamica da svolgere durante la giornata, per scuotere quel possibile senso di impigrimento che il freddo e il buio provocano alla maggior parte di noi.

La meditazione dinamica si pratica in questo modo: iniziare a muovere il corpo liberamente con una musica molto ritmata per dieci minuti, allo scadere dei quali sedersi e respirare in modo lento e profondo per altri dieci minuti. Alla fine di questo esercizio ci si sentirà più tonici e attivi, anche se rilassati e sereni. Ed è giusto così, perché le azioni non devono mai nascere da uno stato di tensione agitata, ma da uno spazio interiore tranquillo e sicuro di sé.

Prodotti testati e consigliati per voi:

Olio essenziale di Lavanda Vera

Olio essenziale di Lavanda Vera

Olio essenziale di lavanda vera puro al 100% ottenuto per distillazione delle spighe e degli steli.

Vitamina C 500 con Rosa Canina

Vitamina C 500 con Rosa Canina

La vitamina C è indicata per le sue proprietà antiossidanti e per sostenere le naturali difese immunitarie.

Hai letto: Novembre: come prevenire i primi malanni di stagione e rinforzare le difese
Simona Vignali
Simona Vignali da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. A Milano gestisce lo Spazio SoloSalute, il centro di Salute Naturale dove eroga le sue consulenze di naturopatia. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista. Nel suo canale di Youtube offre consigli sui rimedi naturali, l’alimentazione e la bellezza olistica. Tiene corsi e conferenze in tutta Italia, ha pubblicato oltre sei libri con RED edizioni, scrive per le principali riviste italiane e per diversi portali del settore. È appassionata di astrologia. www.spaziosolosalute.it - www.simonavignali.it

LASCIA UN COMMENTO