Home Salute Cure naturali Miele e Rosa canina: il cocktail antinfluenzale

Miele e Rosa canina: il cocktail antinfluenzale

Ultima modifica: 17 luglio 2016

5878
3
CONDIVIDI
Miele & rosa canina

Miele e rosa canina uniti insieme sono un potente rimedio contro l’influenza e la prevenzione di malattie stagionali.

Con l’inverno in arrivo, ci ritroviamo a fare i conti con i classici problemi di stagione: influenza, naso chiuso, mal di gola, raffreddore a molti altri. Per preparare al meglio il nostro corpo, la natura ci offre un’infinita varietà di rimedi il cui primo obiettivo è mantenere efficiente il nostro sistema immunitario.

Innanzi a tutti i vari rimedi vi è la vitamina C o acido ascorbico, idrosolubile e fotosensibile.
La mancanza da vitamina C è lo specchio di un sistema immunitario debole; essa, infatti, combatte le infezioni batteriche e riduce le manifestazioni allergiche, ed è stato altresì scoperto che la vitamina C agisce come antistaminico naturale.
Essa è inoltre antiossidante ed equilibrante nel mantenere in attività il collagene (proteina necessaria per la formazione del tessuto connettivo).

I sintomi da carenza di vitamina C sono: rottura dei vasi sanguigni, pelle secca e squamosa, capelli fragili e con doppie punte, cattiva digestione, formazione di ematomi, risposta immunitaria debole di fronte alle infezioni.

Vitamina C sensibile allo stress

Essendo una vitamina indispensabile per le varie funzioni organiche, quando ci troviamo in situazioni di stress, il corpo umano utilizza tutte le riserve presenti nell’organismo, necessita quindi di essere assunta in grandi quantità attraverso l’alimentazione. La sua estrema labilità si presenta nelle sue modalità di assunzione. La vitamina C infatti tende a perdere le sue caratteristiche attraverso la cottura, l’esposizione alla luce solare e all’aria. Pertanto i cibi portatori di vitamina C devono essere consumati il più possibilmente freschi e crudi.

Per approfondire » » » Scopri tutte le proprietà del miele

Le ricette fai-da-te della Naturopata Genny:

Come produrre in casa il Miele alla rosa canina

L’ideale è poter raccogliere le bacche di rosa canina, ripulirle dai semi presenti all’interno, tritarle grossolanamente per evitare la distruzione della vitamina C e aggiungerle al nostro baratto di miele. Creeremo così un cocktail potente nella prevenzione delle malattie stagionali, nonché gustoso anche per chi non ama il gusto dolce del miele.
Il miele è un alimento energetico facilmente digeribile, anch’esso raccomandato nella prevenzione stagionale.

Modalità di assunzione

Si consiglia l’assunzione di 1 cucchiaino di rosa canina e miele la mattina e la sera per tutto il periodo autunnale e invernale.

Rosa canina fonte inestimabile di vitamina C

Le bacche di rosa canina contengono una quantità di vitamina C superiore a quella presente negli agrumi. Circa l’85 % di coloro che fanno uso di vitamina C manifestano sintomi influenzali ed infezioni in maniera più lieve rispetto a chi non l’ha assunta.

I Benefici del miele sull’organismo

  • Vie respiratorie: decongestionante e calmante;
  • Ossa: apporta magnesio;
  • Azione protettiva e stimolante dello stomaco;

  • Reni: azione diuretica;
  • Aumento dell’energia;
  • Disintossicante del fegato;
  • Azione cardiotropa.

Assicuratevi che il miele sia prodotto da un apicoltore di fiducia e che non sia soggetto a riscaldamento (processo attraverso cui il miele in via di cristallizzazione viene riportano tramite calore allo stato liquido) poiché perderebbe gran parte delle vitamine e minerali presenti in esso. La cristallizzazione è un processo naturale e denota la buona qualità del miele.

Hai letto: Miele e Rosa canina: il cocktail antinfluenzale
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Genny Sandretto
Naturopata, esperta in Alimentazione naturale e Fiori di Bach, specializzata in massaggio Anti-stress. Ha approfondito negli anni lo studio della psicosomatica, relazione tra sintomo e emotività. L'interesse verso il mondo dei bambini le ha permesso di approfondire le norme alimentari naturali e i rimedi naturopatici a loro rivolti integrando le tecniche naturali quali: massaggio infantile con oli essenziali, aromaterapia, musicoterapia e l'uso dei fiori di Bach nelle varie fasi evolutive. Si è formata in Costellazioni familiari e sistemiche. Tiene regolarmente cosi di "Ginnastica psicosomatica" rivolta ad adulti ed anziani in cui integra le varie tecniche apprese negli anni. Titolare dell’azienda di apicoltura “Regina del Gran Paradiso”, propone corsi sull’auto-produzione. La sua attività di naturopata è rivolta ad adulti e bambini. CONTATTI: Riceve in Via Ospedale 19 Pont Canavese, Torino - Tel: 340.1090446

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here