Home Salute Cure naturali Maggio: come sgonfiarsi e combattere la ritenzione idrica

Maggio: come sgonfiarsi e combattere la ritenzione idrica

Ultima modifica: 6 giugno 2017

1862
0
CONDIVIDI
Maggio: salute e rimedi naturali

Il piacevole tepore di Maggio ci annuncia l’arrivo della bella stagione. Meglio non farsi trovare impreparati, scegliendo gli alimenti di stagione e i rimedi naturali più adatti al periodo.

A maggio le giornate si fanno più lunghe e il caldo inizia a farsi sentire. In questo mese siamo ancora alle prese con le allergie primaverili, già incontrate ed affrontate a partire dal mese di marzo.

Maggio è un buon mese per mettere in pratica quelle tecniche che aiutano a drenare e sgonfiare l’organismo. In particolare l’azione drenante sarà mirata a sgonfiare le gambe e favorire la circolazione proprio degli arti inferiori.

La salute nel mese di Maggio

Maggio offre temperature gradevoli e finalmente ci si scopre di più, esponendo la pelle al sole. Per esempio si iniziano a scoprire le gambe, con grande piacere. Però si rendono visibili alcuni difetti come i capillari in vista, vene varicose e la cellulite. Per superare questi problemi si può agire in modo naturale con alimentazione e rimedi mirati. È d’obbligo prendersene cura, non solo per un fatto di immagine, ma soprattutto per la salute. Camminate salutari, tisane drenanti e alimenti mirati possono essere di grande aiuto.

Maggio è anche il mese delle allergie che raggiungono il loro culmine. Le piante che fioriscono sono diverse e i loro pollini colpiscono molte più persone rispetto ai mesi precedenti. Le Graminacee fanno capolino, così come faggio, pino, quercia e platano. Inizia anche il periodo dell’ortica, della parietaria, della piantaggine e dell’acetosa. Purtroppo, nei casi più gravi, i soggetti colpiti, possono avere vere e proprie crisi di asma.

Integratori e rimedi naturali per alleviare i sintomi dell’allergia

Secondo la naturopatia, per superare le allergie si può integrare con la vitamina C, e assumere il noto Ribes Nigrum o la Perilla, una pianta orientale da cui, attraverso le foglie e i semi, si ottengono estratti contenenti polifenoli che inibiscono i maggiori meditatori chimici delle allergie e riducono i livelli di IgE ovvero gli anticorpi coinvolti nelle reazioni allergiche.

Le bevande della salute di Maggio

Tè verde: drenante e diuretico

Parlando di allergie, il tè verde è efficace contro alcuni tipi di batteri patogeni. Infatti il contenuto di quercetina e di catechina previene e riduce il rilascio di istamina. Si può ritenere questa bevanda un antistaminico naturale. Inoltre il tè verde ha proprietà antiossidanti, depurative e antinfiammatorie. È anche blandamente diuretico, favorendo l’eliminazione di acqua dai reni e contrastando la ritenzione idrica. Questo aspetto è molto importante nel caso siano presenti stasi agli arti inferiori e gambe pesanti.
COME ASSUMERLO:
Per fare un buon tè verde procedete così: scaldate a circa 80°C una tazza di acqua (l’acqua non deve bollire), spegnete il fuoco e aggiungete un cucchiaino di tè verde. Lasciate in infusione 2 o 3 minuti al massimo e filtrate prima di bere. Si consiglia di bere il tè nelle prime ore della giornata. Alla sera si possono fare degli impacchi di tè verde su gambe e caviglie per contribuire ad allentare la sensazione di pesantezza e gonfiore.

Infuso di nocciolo: per combattere i ristagni alle gambe

Se si avvertono gambe pesanti, gonfiore, formicolii agli arti inferiori, legati a un’insufficienza circolatoria, in naturopatia si consiglia un infuso con le foglie di nocciolo.
COME ASSUMERLO:
Per preparare una tisana al nocciolo, si procede aggiungendo ad una tazza di acqua bollente un cucchiaio di foglie sminuzzate di nocciolo, si copre e si lascia a riposo per circa 10 minuti. Poi si filtra e si beve. Questo infuso si può assumere due volte al giorno, mattina e sera.

Gli alimenti immancabili a Maggio

1Fave: poco caloriche e ricche di proteine e ferro

A maggio sono reperibili le fave, legumi stagionali fra i meno calorici, ricche di proteine, ferro, fibra e sali minerali. Il contenuto di ferro nelle fave è superiore addirittura a quello delle uova. Le fave sono energizzanti, toniche e depurative. Ottime contro l’anemia e per combattere l’astenia dovuta al cambio di stagione.
CONSIGLI IN CUCINA:
Le fave si trovano sia fresche che secche. Le fave fresche possono essere consumate crude, condendole con dell’olio extravergine. Le fave secche, se private della buccia, non richiedono l’ammollo preventivo in acqua. Questi legumi possono essere aggiunti a minestre, zuppe oppure consumati in forma di purè. Sono un piatto proteico.

2Cime di luppolo o “asparagi selvatici”: rinfrescanti e lassative

Una verdura tipica del periodo sono le cime di luppolo o asparagi selvatici. I germogli di luppolo, di cui si utilizzano le cime, sono ipocalorici e hanno proprietà rinfrescanti, diuretiche, tonificanti e lassative. Purificano il sangue e stimolano la funzionalità epatica. Si ritiene combattano la cellulite, ovviamente se preparati con pochi grassi.
CONSIGLI IN CUCINA:
Le cime di luppolo si utilizzano in cucina per la preparazione di risotti, frittate, insalate, zuppe, minestre e ripieni. Si possono far lessare o cucinare a vapore, mangiandoli da soli conditi con olio e limone.

3Ciliegie: proteggono il cuore e combattono l’invecchiamento

A maggio sono disponibili le prime ciliegie, ricca fonte di fibre, sali minerali e vitamine A e C. Inoltre contengono soprattutto levulosio, uno zucchero che non crea problemi a chi è affetto da diabete. Le ciliegie, oltre a essere un frutto goloso, sono ricche di proprietà terapeutiche. Proteggono il cuore e sono efficaci nel ridurre l’ipertensione. Hanno azione antidolorifica e stimolano l’attività del fegato. Inoltre sono depurative, disintossicanti, diuretiche e dissetanti. Hanno poche calorie e sono un ottimo alimento per qualsiasi dieta. Infine favoriscono l’abbronzatura della pelle e ne combattono l’invecchiamento, risultando una valida protezione nei confronti delle prime esposizioni solari.
CONSIGLI IN CUCINA:
Le ciliegie si possono consumare al naturale o in aggiunta a macedonie, gelati e budini. Si utilizzano anche per preparare dolci, crostate, marmellate e liquori come il cherry. Se mangiate da sole, come tutta la frutta, meglio consumarle lontano dai pasti per non intralciare la digestione e provocare gonfiore. In ogni caso meglio prima come antipasto che dopo mangiato.

Continua a leggere » Mangiare di stagione a Maggio
Mangiare di stagione a Marzo

Scopri tutta la frutta e la verdura da mettere nel carrello a Maggio

Leggi

I consigli di Maggio per il benessere psicofisico

Le temperature miti stimolano l’energia: ecco come eseguire una meditazione in movimento

A maggio il caldo non è ancora insopportabile e si ha molta voglia di stare all’aria aperta e prendersi cura di sé, preparandosi per la “prova costume”. Questo mese ricarica di energie e ci sentiamo pronti a muoverci e fare attività fisica. Il suggerimento è quello di non strafare all’improvviso, onde evitare stiramenti, distorsioni o quant’altro. L’attività fisica non deve essere eccessiva e dovrebbe essere distribuita durante tutto l’anno.

Se le gambe sono pesanti, si consiglia di bere molta acqua durante il giorno e non stare molte ore in posizioni anti-fisiologiche come seduti fermi davanti al pc o troppe ore in piedi. Approfittando delle giornate tiepide e soleggiate possiamo iniziare a dedicarci alla meditazione camminata, una pratica appartenente alla tradizione Zen. Durante questa meditazione si procede lentamente e con molta consapevolezza.

Si cammina con la schiena dritta ma non rigida, con il peso del corpo ben bilanciato su entrambi i piedi. Si comincia con il piede destro e ogni passo è sincronizzato con il respiro. Si presta attenzione a ogni movimento e all’appoggio graduale del piede a terra. Un passo si inspira, l’altro si espira, molto lentamente.

La meditazione camminata è un ottimo esercizio per scaricare la mente dai pensieri assillanti. Non c’è nessun traguardo da raggiungere, occorre solo lasciarsi andare e godere di questo incedere lento, assaporando il momento presente.

Hai letto: Maggio: come sgonfiarsi e combattere la ritenzione idrica
Simona Vignali
Simona Vignali da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. A Milano gestisce lo Spazio SoloSalute, il centro di Salute Naturale dove eroga le sue consulenze di naturopatia. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista. Nel suo canale di Youtube offre consigli sui rimedi naturali, l’alimentazione e la bellezza olistica. Tiene corsi e conferenze in tutta Italia, ha pubblicato oltre sei libri con RED edizioni, scrive per le principali riviste italiane e per diversi portali del settore. È appassionata di astrologia. www.spaziosolosalute.it - www.simonavignali.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here