Home Salute Cure naturali Iperico: proprietà e controindicazioni

Iperico: proprietà e controindicazioni

Ultima modifica: 16 ottobre 2015

5148
0
CONDIVIDI

Le proprietà curative dell’Iperico

  • Antidepressivo
  • Rilassante
  • Cura la tosse o la bronchite
  • Cura la cistite
  • In caso di eritemi o scottature
  • Contro l’acne
  • Cura della pelle
  • Contro smagliature
  • In caso di piaghe da decubito
  • Gastrite

Le proprietà dell’iperico gli sono conferite dai numerosi principi attivi che la pianta contiene: ipericina, tannini, flavonoidi, resine, vitamine e oli essenziali con una azione vulneraria, antiasmatica, antireumatica, antibatterica e risolvente delle affezioni bronchio-tracheali.
L’iperico però è noto per la sua spiccata azione antidepressiva e sedativa. L’ipericina, infatti, favorisce la produzione di serotonina e melatonina (favorendo il sonno notturno). Il suo potere antidepressivo è dato dal fatto che l’Ipericina inibisce il riassorbimento di noradrenalina e dopamina, recettori che hanno un ruolo importante nella depressione.
L’infuso di iperico è utilizzato anche per il trattamento di infiammazioni dei bronchi e delle vie urinarie come tosse, bronchite e cistite. Ha inoltre, un forte potere cicatrizzante che ne fanno un ottimo rimedio contro ustioni ed eritemi solari, psoriasi, acne, invecchiamento cutaneo, smagliature e cicatrici.

Curarsi con l’Iperico

Iperico per asma bronchiale

Preparare un infuso di iperico come descritto nel ricettario e berne 2 o 3 tazze al giorno.

Iperico in caso di ferite, pelli arrossate, delicate o problemi alla pelle

Utilizzare olio di Iperico da spalmare sulla zona interessata per 2 volte al giorno fino al miglioramento.

Iperico per migliorare influenza, stomatiti, herpes simplex

Assumere dai 300 ai 600 mg di estratto secco al giorno fino al miglioramento.
Non superare i 14 giorni.

Iperico contro la gastrite

Assumere un cucchiaio di olio di Iperico fatto in casa (vedi il ricettario) prima dei pasti.
In alternativa: 30 gocce di T.M. di Iperico 3 volte al giorno diluite in un po’ di acqua prese prima dei pasti.

Iperico per la depressione o tristezza

Assumere 50 gocce di tintura madre con un po’ d’acqua 1-3 volte al giorno per 2 mesi consecutivi, seguito da almeno un mese di pausa.

Iperico per favorire la digestione

Bere un bicchierino di acquavite digestiva, preparata seguendo il ricettario, dopo i pasti.

RICETTARIO ERBORISTICO: Preparare l’Iperico

Infuso

Porre un cucchiaio raso in acqua bollente; lasciare in infusione per 10 minuti e filtrare.

Olio di Iperico

L’olio di Iperico si prepara ponendo 500 gr di sommità fiorite a macerare in un miscuglio di un litro di olio d’oliva e 500 grammi di vino bianco per almeno 3 giorni. Si fa poi bollire il tutto a bagno maria fino al totale assorbimento del vino e si conserva per uso esterno.
Un’altro metodo per creare l’olio di Iperico, utilizzato anni fa, è quello di porre 500 grammi di sommità fiorite in 1 litro di olio d’oliva e lasciarlo al sole per una estate intera in una bottiglia di vetro ben chiusa.

Acquavite digestiva con iperico

L’acquavite digestiva con l’iperico si prepara ponendo 40 grammi di sommità fiorite e mezzo limone in un litro di acquavite per 15 giorni. Dopo questi, filtrare e aggiungere 500 grammi di zucchero e qualche essenza a piacere. Berne un bicchierino dopo i pasti.

Informazioni botaniche

L’Iperico (Hypericum perforatum) si presenta come una pianta erbacea, perenne alta circa 60 centimetri con piccole foglie punteggiate da ghiandole chiaramente visibili. I fiori, di colore giallo sono ricchi di numerosi stami, con i petali disposti a stella e anch’essi punteggiati di piccole ghiandole scure.
L’Hypericum Perforatum è largamente diffuso in Italia, cresce nei terreni asciutti fino a 1600 metri d’altitudine.
La pianta ha un odore balsamico e un sapore aromatico.
Le ghiandole poste sulle foglie contengono olii che entrano a far parte di numerose composizioni per rimedi naturali.
Dell’Iperico se ne utilizzano le sommità fiorite dalle quali si ricava l’infuso, l’olio o estratti alcolici.

Controindicazioni, interazioni ed effetti collaterali dell’Iperico

Gli effetti collaterali dell’iperico sono molto scarsi. Da alcuni studi effettuati è emerso che solo il 2% dei soggetti presi in esame ha dimostrato effetti collaterali. Gli effetti apparsi (dopo una somministrazione maggiore di quella media consigliata) sono stati di fotosensibilizzazione e di incremento dell’eritema cutaneo successivi ad una esposizione a raggi UVA.

Tuttavia si sconsiglia di usare iperico in gravidanza. Evitare l’associazione di Iperico con farmaci antidepressivi, farmaci anticoagulanti (sconsigliato di usare iperico e coumadin contemporaneamente), metadone e omeprazolo. Inoltre sono stati segnalati casi di interazione con alcuni farmaci antivirali e ormonali.
Se si stanno assumendo farmaci il consiglio è quello consultare il medico prima di utilizzare l’Iperico. Non assumere in caso di Ipersensibilità verso uno o più componenti presenti.

Hai letto: Iperico: proprietà e controindicazioni
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here