Home Salute Cure naturali Febbraio: il mese detox per prepararsi al cambio di stagione

Febbraio: il mese detox per prepararsi al cambio di stagione

Ultima modifica: 13 febbraio 2017

2278
0
CONDIVIDI
In salute a Febbraio: il mese detox per prepararsi al cambio di stagione

Febbraio è un buon mese per depurarsi e disintossicarsi in modo naturale, preparando l’organismo all’arrivo della primavera. Vediamo quali sono le pratiche naturali più utili a questo scopo.

Con febbraio sta per chiudersi la stagione invernale e le temperature iniziano a essere più miti. Non tutti sanno che il termine “Febbraio” deriva dal latino “februare” ovvero “purificare” ed è in questo mese che si può dare inizio alle pratiche di purificazione e di disintossicazione dell’organismo. Vediamo come procedere.

La salute nel mese di Febbraio

L’organismo deve prepararsi alla nuova stagione, al periodo della rinascita e rivitalizzazione. Per questo motivo è indispensabile depurarsi e disintossicarsi.

Uno degli organi da disintossicare è sicuramente il fegato, sovraccaricato dalle tossine accumulate durante il rigido inverno e durante il periodo natalizio, dove si tende a esagerare.

Le temperature invernali e gli sbalzi termici (interno-esterno) hanno messo a dura prova il corpo e a febbraio occorre ancora fare attenzione a non scoprirsi precocemente perché ci si può imbattere in un raffreddore o influenza inaspettata.

Alimentazione corretta per depurare intestino e reni

Durante questo mese, meglio alimentarsi in modo più sano e frugale. Questa pratica permette di avere più energia da dedicare al riequilibrio e alla funzionalità degli organi, utilizzando i prodotti stagionali reperibili sul mercato.

La purificazione del corpo deve coinvolgere l’intestino e i reni. Il primo con l’aiuto fibre provenienti da cereali integrali, legumi, frutta e verdura. I reni, con l’indispensabile quantità abbondante di acqua e con tisane drenanti che eliminano le scorie attraverso le urine.

Le bevande della salute di Febbraio

Acqua e limone

Bere durante il giorno è un’abitudine indispensabile e acquisire la consuetudine di assumere un bicchiere di acqua e limone al mattino, a digiuno, è utile per depurare i reni e favorire la regolarità intestinale. In questo modo, attraverso l’evacuazione, si espellono le tossine in eccesso. In naturopatia questa bevanda è molto consigliata perché apporta innumerevoli benefici: favorisce la digestione e ha un effetto diuretico, ripulendo i reni; stimola il sistema immunitario e aiuta a riequilibrare i livelli del pH interno spingendolo verso un valore più alcalino. Tutto questo contribuisce a migliorare l’umore e dona energia e vitalità, per giungere alla nuova stagione ricaricati.
COME ASSUMERLA:
Per preparare la bevanda si procede così: scaldate circa 200 ml di acqua (l’equivalente di un bicchiere pieno) e aggiungete il succo di circa mezzo limone biologico. L’acqua deve essere calda ma non bollente, per non compromettere il valore nutritivo del limone. Assumente la mattina a stomaco vuoto e attendete circa 10 minuti prima di fare colazione. Per berla utilizzate una cannuccia in modo da non intaccare lo smalto dei denti.

Il succo di aloe vera con effetto detox

I naturopati e gli operatori olistici conoscono bene e apprezzano il sostegno che può dare l’aloe vera in questa stagione. Il succo di aloe vera viene utilizzato per preparare bevande depurative che agiscono sul transito intestinale, sulla funzione digestiva e sulla funzionalità epatica. In questo modo si ottiene un totale effetto detox in modo molto naturale.
COME ASSUMERLO:
Il succo di aloe si trova in commercio in preparazioni già pronte. Per le modalità d’uso attenetevi a quanto riportato sulla confezione. Volendo, si può unire il succo di aloe vera al succo fresco di pompelmo che ha qualità antiossidanti e diuretiche. Oppure al succo di limone, per ottenere un effetto più depurante e stimolante. In entrambe le ricette, la vitamina C contenuta negli agrumi rinforza le difese immunitarie e protegge dall’influenza che, durante il mese di febbraio, è ancora in agguato.

Gli alimenti immancabili a Febbraio

1Cardo: ipocalorico e antistress

Il cardo è un ortaggio tipicamente invernale, reperibile in febbraio. Ha un apporto calorico davvero basso, contiene potassio, ferro, rame, magnesio, sodio, zinco, calcio, fosforo e manganese; vitamine del gruppo B e vitamina C. Il cardo è noto come protettore del fegato ed è anche antiossidante e antinfiammatorio. Inoltre protegge i reni e contrasta le infiammazioni intestinali. È considerato un ottimo antitumorale e ha proprietà toniche e decongestionanti, risultando utile in caso di stress, spossatezza e depressione.

CONSIGLI IN CUCINA:
Il cardo può essere mangiato crudo in insalata o cotto, come contorno o usato come ingrediente per i primi piatti.

2Finocchio: digestivo e diuretico

Un altro ortaggio reperibile in febbraio e ricco di virtù terapeutiche è il finocchio. È ipocalorico e non contiene grassi. Nel finocchio sono presenti potassio, sodio, calcio e fosforo; vitamina A, B, C, D, vitamina E e acido folico.

CONSIGLI IN CUCINA:
Il finocchio può essere gustato da solo o aggiunto a un’insalata mista; può essere unito ai primi piatti, cotto in padella o a vapore o al gratin; si utilizza per zuppe, creme e vellutate. Ottima la farinata di ceci con l’aggiunta degli spicchi e delle barbine verdi dei finocchi. La tisana di semi di finocchio è utile contro l’aerofagia e i gonfiori addominali. Qualche seme aggiunto alla zuppa di verdure in cottura la rende ancora sana e più aromatica.

3Spinaci:

Altre verdure tipiche di questo periodo sono gli spinaci, fonte di vitamina C e ferro. Utili per gli anemici e per chi soffre di stitichezza, sono anche alleati di occhi, cuore, intestino e muscoli e proteggono dalle patologie coronariche.

CONSIGLI IN CUCINA:
Per far sì che la vitamina C contenuta non si disperda con il calore, sarebbe meglio mangiarli crudi in insalata o appena scottati e conditi con un filo d’olio. Aggiunti agli estratti di frutta e di verdura danno il massimo dei loro nutrienti. Si possono anche usare per i primi piatti, per farcire piadine e panini o in aggiunta a zuppe e minestre.

Continua a leggere » Mangiare di stagione a Febbraio
Mangiare di stagione a Febbraio

Scopri tutta la frutta e la verdura da mettere nel carrello a Febbraio

Leggi

I consigli di Febbraio per il benessere psicofisico

Mantenere il benessere interiore

Febbraio ci avvicina alla primavera. Arrivare alla nuova stagione energici e vitali, è semplice: basta eliminare le tossine in eccesso per uscire dall’indolenza a cui ci ha indotti l’inverno. Oltre a prenderci cura del corpo, alimentandoci correttamente, possiamo risvegliare l’energia e prepararci alla nuova stagione con la respirazione addominale, eseguita quotidianamente. Poniamo le mani sul ventre; inspirando gonfiamo la pancia ed espirando la sgonfiamo, tenendo controllata la zona toracica. Questa respirazione massaggia i visceri e permette di eliminare le scorie in eccesso. Fatta con regolarità ci ricaricherà di nuova energia e non ci farà accusare il cambio di stagione.

Hai letto: Febbraio: il mese detox per prepararsi al cambio di stagione
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati.
Simona Vignali
Simona Vignali da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. A Milano gestisce lo Spazio SoloSalute, il centro di Salute Naturale dove eroga le sue consulenze di naturopatia. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista. Nel suo canale di Youtube offre consigli sui rimedi naturali, l’alimentazione e la bellezza olistica. Tiene corsi e conferenze in tutta Italia, ha pubblicato oltre sei libri con RED edizioni, scrive per le principali riviste italiane e per diversi portali del settore. È appassionata di astrologia. www.spaziosolosalute.it - www.simonavignali.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here