Home Salute Cure naturali Dieta anti Pitta per l’estate: il benessere secondo l’ayurveda

Dieta anti Pitta per l’estate: il benessere secondo l’ayurveda

Ultima modifica: 11 agosto 2016

2196
0
CONDIVIDI
Dieta anti pitta estate

Bilanciare Pitta dosha sara’ utile non solo alle persone con Pakruti o Vikruti Pitta, ma chiunque potra’ tarne beneficio nelle giornate estive per ridurre gli effetti del caldo.

L’estate e’ infatti la stagione in cui Pitta dosha, in cui e’ predominante l’elemento fuoco, tende naturalmente ad aggravarsi, al di la’ della nostra costituzione. Sara’ quindi ultile nella stagione calda seguire lo stile di vita normalmente raccomandato per le persone con costituzione Pitta che riportiamo qui di seguito. Per maggiori informazioni sui dosha vi rimandiamo a questo articolo: I 3 dosha: Vata, Pitta e Kapha.

Le terapie anti-Pitta sono rinfrescanti, calmanti, leggermente detossificanti e nutrienti. Le persone di costituzione Pitta tendono ad avere problemi di fegato, acidita’ di stomaco e problemi di pelle quali acne, psoriasi, eczema. Viene quindi raccomandata una dieta bilanciata con predominanza dei sapori dolce, amaro e astringente con un adeguato consumo di verdure crude e succhi vegetali e di frutta.

Sono da prediligere cibi freschi e liquidi e limitare le spezie. L’acqua deve essere consumata fresca, non ghiacciata, e devono essere eliminati caffè e alcool.

  • Cereali: i migliori per Pitta e per questa stagione sono orzo, riso basmati, frumento e avena in chicco, mentre sono da evitare grano saraceno, mais, segala, miglio, riso integrale e fiocchi di avena.
  • Legumi: tutti i legumi vanno bene tranne le lenticchie.
  • Frutta: da preferire la frutta più dolce come uva nera, meloni, anguria, mele, ciliegie, cocco, avocado, mango, melograno, ananas, pere, fichi e uva passa. Evitare frutta aspra come fragole e frutti di bosco, pompelmi e agrumi aspri.
  • Verdure: da preferire verdure dolci e amare: asparagi, cetrioli, patate, vegetali a foglia verde, zucca, broccoli, cavolfiore, sedano, lattuga, piselli, zucchini, broccoletti di Bruxel, cavolo, funghi, prezzemolo. Ridurre verdure piccanti e acide come pomodori, cipolle, melanzane, peperoncino, carote, barbabietole, aglio, radici e spinaci.
  • Latticini: se fate uso di latticini, riportiamo che le persone con costituzione Pitta tollerano meglio i latticini, e la stagione estiva e’ quella in cui il consumo di latticini e’ meno dannosa, in quanto il caldo aiuta a ridurre il muco che i latticni tendono a formare. I latticini inoltre sono rinfrescanti e contrastano il calore di Pitta, in particolare latte, ghee, burro e cottage chees. Evitare yogurt, formaggio, panna acida perché il sapore acido aggrava Pitta. Si tiene a precisare però che il latte di cui parlano i testi di Ayurveda scritti alcune migliaia di anni fa era molto diverso dal latte del supermercato di oggi. Il latte di cocco o di riso sono alternative ben piu’ salutari ai nostri tempi del latte vaccino e ne condividono gli effetti rinfrescanti.
  • Dolci e dolcificanti: il dolce e’ uno dei sapori che pacifica Pitta, ma teniamo presente che si trova anche in frutta e cereali in forme meglio assimilabili dal nostro corpo e quindi non dobbiamo rimpinzarci di dolciumi. In ogni caso, i dolcificanti possono essere usati in moderazione da persone Pitta. D’estate e’ megio evitare la melassa e il miele perchè sono scaldanti.
  • Oli: i migliori oli in questa stagione sono quello di oliva, girasole e cocco. Evitare oli di sesamo, mandorla e mais perché sono riscaldanti.
  • Spezie: usare spezie e condimenti che siano morbidi e rinfrescanti: curcuma, canella, coriandolo, cardamomo, finocchio, menta. Ridurre al minimo spezie forti come zenzero, cumino, pepe nero, fieno greco, chiodi di garofano, sale e semi di senape. Evitare assolutamente peperoncini piccanti e cayenne.
  • Noci e semi: in genere sono troppo riscaldanti, le migliori per Pitta sono cocco, semi di girasole e semi di zucca.
  • Prodotti fermentati: tutti i prodotti fermentati aggravano Pitta. Meglio ridurre in questa stagione il consumo di aceto, vino, birra, yogurt e verdure fermentate.

Metodi di cottura ideali

le persone Pitta, grazie alla loro forte capacita’ digestiva, possono mangiare grandi quantita’ di frutta e verdure crude, che sono d’altraparte indicate a tutti durante la stagione calda per rifornire il nostro corpo di vitamine e dei sali minerali persi con la sudorazione, nonche’ di antiossidanti necessari per ridurre i danni dell’esposizione solare. La dieta per l’estate dovra’ quindi prevedere il maggior numero possibile di vegetali crudi e frutta. Vanno bene anche cotture leggere come la cottura al vapore. Da evitare invece i fritti e la cottura alla griglia che sottopongono il cibo a temperature troppo elevate e causano ossidazione.

Stile di vita e periodo estivo

Se la dieta ha un ruolo importante nel bilanciare un dosha, anche lo stile di vita e le piccole azioni della quotidianita’ sono importanti.

Mentre Vata e Kapha aspettano l’estate per poter finalmente riscaldare le loro fredde membra al sole, Pitta desidera passare le vacanze estive in Norvegia, o per lo meno al fresco e all’ombra. La lunga esposizione al sole non si addice alle persone con costituzione Pitta, che dovrebbe prediligere luoghi freschi, ombrosi, con una leggera brezza, molta vegetazione e laghi o corsi d’acqua. Anche le passegiate al chiar di Luna sono calmanti per Pitta.

  • Cura del corpo: per l’applicazione sulla pelle Pitta deve preferire oli rinfrescanti come l’olio di cocco, oliva e burro di cacao. L’olio di cocco fornisce una leggera protezione contro i raggi solari e nutre e rinfresca la pelle dopo l’esposizione.
    Tra gli oli essenziali sono adatti: sandalo, vetiver, rosa, loto, gelsomino, gardenia, caprifoglio e iris.
  • Colori e pietre: I colori migliori per Pitta sono il bianco, il verde e il blu. Indossare vestiti di questi colori, e in particolare turchese, aiutano a rinfrescare la pelle dopo un’eccessiva esposizione al sole. Sono da evitare colori forti e brillanti.
    Pietre rinfrescanti sono: pietra della luna, ametista, cristallo di rocca, smeraldo, giada, peridoto, zaffiro blu montati in argento.
Hai letto: Dieta anti Pitta per l’estate: il benessere secondo l’ayurveda
Anna Venuti
Laureata in Lingua e Cultura Cinese, insegnante certificata di yoga, operatrice olistica con un diploma in Ayurveda e Panchkarma, appassionata di cucina naturale, erbe spontanee e crescita personale. Sensibile ai problemi ecologici, si impegna per un ritorno ad una vita più semplice e vera a contatto con la natura e le sue leggi. Tiene un blog dove parla di salute naturale, Ayurveda, erbe spontanee e medicinali, alimentazione vegana e crudista. www.meravigliaviva.com

LASCIA UN COMMENTO