Home Salute Cure naturali 7 ottimi antidolorifici naturali

7 ottimi antidolorifici naturali

Ultima modifica: 27 luglio 2016

15696
0
CONDIVIDI
Antidolorifici naturali

Si può curare il dolore con rimedi naturali? Dipende dall’entità e dal tipo di dolore, esistono, però, in natura sostanze con proprietà antidolorifiche… e sicuramente sono nella tua cucina ma tu non lo sai! Ecco i 7 antidolorifici naturali più comuni.

Antidolorifici naturali: cipolla

Il solfuro di allide contenuto nella cipolla ha proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie. La cipolla è un noto rimedio naturale contro il mal d’orecchio e può essere utilizzata anche nell’otite nei bambini.

Tritare e stufate una cipolla, metterla in una garza e fare impacchi sull’orecchio, non dentro! Se il dolore persiste consultare un medico. La cipolla è un decongestionante per le vie respiratorie; lo stesso impacco descritto per la cura del mal d’orecchie può essere applicato sul petto.

Antidolorifici naturali: malva

La malva è un ottimo lenitivo naturale e quindi aiuta a combattere le sensazioni dolorose. Una tisana alla malva è, per esempio, utile contro i bruciori di stomaco perché aiuta a proteggere la mucosa gastrica dall’azione acida di alcuni cibi. Un infuso di malva, usato al posto del collutorio, aiuta a lenire i sintomi della gengivite. I gargarismi con l’infuso di malva sono indicati per alleviare faringiti e laringiti. Le foglie fresche di malva spremute sulle punture d’insetto riducono il dolore e il fastidio che ne possono derivare.

Antidolorifici naturali: miele

Il miele è uno dei più noti rimedi naturali contro il mal di gola. Può essere utilizzato in purezza oppure per dolcificare tisane e bevande calde, per esempio una tisana a base di zenzero; le proprietà antinfluenzali di questa spezia, sommate a quelle del miele, forniscono un aiuto doppio contro mal di gola e altri malanni di stagione. Il miele ha anche proprietà espettoranti ed è considerato un ottimo rimedio contro la tosse grassa, che si può usare anche nei bambini di età superiore a un anno.

Antidolorifici naturali: zenzero

Lo zenzero è un ingrediente molto usato in cucina, ma è noto anche per le proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche. Gli impacchi di zenzero possono essere utili contro artriti e dolori muscolari. Anche lo zenzero assunto per via orale ha proprietà antidolorifiche a antinfiammatorie. In uno studio danese, lo zenzero, per bocca, ha alleviato dolori muscolari e articolari nel 63% dei soggetti analizzati; secondo la ricerca, la quantità efficace sarebbe pari a un cucchiaino di zenzero secco o due di zenzero fresco, aggiunto ogni giorno ai pasti.

Antidolorifici naturali: artiglio del diavolo

L’artiglio del diavolo è una pianta erbacea perenne, originaria dell’Africa meridionale. È un antidolorifico naturale che presenta, inoltre, proprietà antinfiammatorie, antireumatiche e digestive. È efficace soprattutto contro dolori articolari, mal di schiena, tendiniti e cervicale. In commercio esiste in diverse formulazioni, sia per uso interno sia per uso esterno.

L’artiglio del diavolo presenta diverse controindicazioni, prima di utilizzarlo è quindi molto importante chiedere il parere del proprio medico curante.

Antidolorifici naturali: betulla nera

La betulla nera è nota per le proprietà antidolorifiche e antipiretiche, tant’è che è stata ribattezzata, non a caso, aspirina naturale. Contiene, infatti, salicilato di metile, uno degli elementi dell’acido acetilsalicilico, il principio attivo del farmaco meglio noto come aspirina. L’infuso e l’olio essenziale di betulla aiutano a risolvere proprio quei dolori che possono essere curati anche con l’acido acetilsalicilico, per esempio dolori muscolari, ossei e torcicollo.

La betulla presenta alcune controindicazioni ed è dunque consigliabile assumerla solo dopo aver consultato il proprio medico; va, per esempio, evitata da chi soffre di allergia ai salicilati, in gravidanza, durante l’allattamento e in associazione a diversi farmaci, tra cui anticoagulanti e barbiturici.

Antidolorifici naturali: salice

Il salice, come la betulla nera, contiene un principio attivo molto simile a quello dell’acido acetilsalicilico e vanta dunque proprietà antidolorifiche, antinfiammatorie e antipiretiche; è efficace contro mal di schiena, mal di testa, dolori muscolari e tutta la sintomatologia dolorosa associata agli stati influenzali. Solitamente il salice si utilizza sotto forma di tintura madre, tisane o estratto secco. Modalità d’uso, tempi di somministrazione e formulazione variano secondo il tipo di sintomo che si vuole trattare.

Attenzione però perché il salice presenta diverse controindicazioni, molto simili a quelle solitamente indicate per l’acido acetilsalicilico; per esempio non va utilizzato in gravidanza e allattamento, nelle persone sotto i 18 anni di età, nei soggetti allergici ai salicilati e in chi soffre di acidità gastrica.

In caso di dolore persistente e intenso, rivolgersi a un medico: la sintomatologia dolorosa non va trascurata in quanto può essere il segno di patologie, più o meno gravi. Inoltre, naturale non è sinonimo di privo di effetti collaterali.

Hai letto: 7 ottimi antidolorifici naturali
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Margherita Russo
Traduttrice, redattrice e blogger specializzata in contenuti per la medicina. Ha un blog, Apprendista mamma, in cui tratta vari temi legati alla maternità, con particolare attenzione a benessere di mamma e bambino. Scrive per portali e blog che si occupano di salute naturale e stile di vita sano. www.testimedici.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here