Home Salute Cure naturali Angelica: proprietà, utilizzo e controindicazioni

Angelica: proprietà, utilizzo e controindicazioni

Ultima modifica: 16 ottobre 2015

2342
0
CONDIVIDI

Le proprietà curative dell’Angelica

L’Angelica ha proprietà spasmodiche, digestive, calmanti, espettoranti ed antinfiammatorie.

  • Calmante
  • Spasmodico
  • Digestivo
  • Antinfiammatorio
  • Espettorante
  • Regolarizza il ciclo mestruale

Ha un effetto rilassante sull’intestino che combinato all’effetto carminativo, facilita la digestione ed evita la formazione di gas intestinale. Per questo motivo è usata anche come cura contro il meteorismo. Viene utilizzata nei problemi di digestione e iperacidicà grastrica.
Per le sue proprietà espettoranti viene utilizzata anche per la cura di raffreddore, tosse e disturbi stagionali, poichè facilita l’espulsione di catarro.
La varietà cinese dell’Angelica è utilizzata nella medicina cinese per ridurre i dolori mestruali e regolarizzarne il ciclo, puoi trovare questa varietà in commercio col nome Dang Gui (Chinese Angelica Root).

Curarsi con l’Angelica

Espettorante

Preparare un infuso come descritto nel ricettario e berne 2 o 3 tazze al giorno. In caso di tosse o catarro aiuterà la guarigione e la purificazione.

Digestione difficile

Bere un bicchierino di vino di angelica preparato secondo il ricettario.
In alternativa bere una tazza di infuso dopo il pasto per stimolare la digestione.

Dolori mestruali

Bere 3 tazze al giorno di infuso a partire da pochi giorni prima del ciclo. Se si hanno anche ritardi nel ciclo preferire il decotto con la varietà cinese.

Regolarizzare il ciclo mestruale

Preparare un decotto di angelica da bere 2 o 3 volte al giorno a partire da una settimana prima del previsto ciclo. Per questo scopo utilizzare la varietà cinese di angelica (Dang Gui).

RICETTARIO ERBORISTICO: Preparare l’Angelica

Infuso

Porre un cucchiaio raso in acqua bollente, lasciare in infusione per 10 minuti e filtrare.

Decotto

Prendere 60 grammi di radice e metterla a bollire in mezzo litro di acqua per 10 minuti. Addolcire con miele se il sapore risulta troppo amaro.

Vino di Angelica

rendere 35 grammi di radice di angelica, 4 grammi di cannella, 3 grammi di noce moscata e mettere tutto a macerare in 1 litro di marsala. Lasciare riposare per 8 giorni e filtrare.

Informazioni botaniche

Il Nome Angelica deriva dalle sue apprezzate proprietà salutari, che ne hanno conferito il nome di erba degli angeli o angelica.
In passato questa pianta era largamente utilizzata per curare malattie infettive, purificare il sangue e guarire, in generale, ogni tipo di disturbo.
L’angelica è diffusa nell’Europa nord-orientale e in Asia.

Controindicazioni

L’Angelica deve essere sempre assunta in piccole dosi. A basse dosi, infatti, la pianta ha proprietà stimolanti e benefiche, mentre ad alte dosi ha un effetto fortemente depressivo e può danneggiare il sistema nervoso.
Non è consigliabile a donne incinte e sono possibili interazioni con farmaci FANS o cortisonici.
Sono inoltre possibili casi di fotosensibilizzazione della cute.

ti raccomandiamo di consultare un naturopata o un erborista per capire se questa pianta è indicata nella cura dei tuoi disturbi.
Hai letto: Angelica: proprietà, utilizzo e controindicazioni
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here