Home Salute Cure naturali Come preparare il succo di Aloe Arborescens con il metodo di Padre...

Come preparare il succo di Aloe Arborescens con il metodo di Padre Zago

Ultima modifica: 22 ottobre 2015

2136
1
CONDIVIDI
Succo di aloe arborescens - come prepararla secondo Padre Zago

Ecco spiegati i segreti e i benefici della ricetta di Padre Romano Zago, forse il più naturale e famoso metodo di estrazione dell’Aloe Arborescens.

L’aloe arborescens appartiene alla famiglia delle Aloacee, la stessa famiglia della più nota Aloe Vera. Tra tutte le specie di aloe, quella arborescens è probabilmente quella che contiene al suo interno il più alto numero di principi attivi.

Una delle ricette più note per utilizzare questa pianta è la preparazione secondo il metodo di padre Romano Zago.

Abbiamo avuto il piacere di conoscere ed intervistare Gianni Angileri, responsabile di Teo Natura, un’azienda tutta italiana, con sede in Sicilia, che produce preparati naturali e 100% bio (anche per chi ha scelto di seguire una dieta vegana) a base di aloe arborescens. Conosciamo meglio l’azienda e i suoi preparati!

Buongiorno Gianni, quali sono i principali benefici dell’Aloe Arborescens e quali sono le principali differenze con l’Aloe Vera? Voi quale utilizzate per i vostri prodotti?

Secondo il Ministero della Salute, l’Aloe Arborescens è una pianta dagli effetti disintossicanti, immunomodulanti ed è un ripristinante delle funzionalità intestinali. In realtà, essa viene poi utilizzata per trattare le più svariate disfunzioni e/o patologie: dalle più lievi (semplici gastriti, cefalee, ecc) alle più gravi (alcune forme tumorali).

L’Aloe Arborescens, rispetto all’Aloe vera, possiede una maggiore concentrazione di principi attivi, specie antrachinoni, quelli responsabili degli effetti benefici sull’organismo. Per questo motivo, abbiamo deciso di puntare su questa meravigliosa pianta.

Ci può dire qualcosa sui vostri metodi di coltivazione e lavorazione dell’Aloe?

È importantissima la scelta della tipologia del terreno e del luogo dove installare una piantagione di Aloe: le caratteristiche della terra devono soddisfare certi parametri presenti nel contesto abitativo da cui la pianta è originaria, cioè il Sud Africa.

Ad esempio, la terra è rossiccia e la nostra come la loro ha proprio quel carattere lì. Per non parlare delle condizioni climatiche della nostra Marsala, perfette per dare vita e rigogliosità all’Aloe. Lo si appura facilmente in quanto la pianta nasce spontaneamente ovunque, dalle nostre parti.

Certo, le nostre piantagioni si trovano in un luogo lontano dal centro abitato, in mezzo a ulivi e vigne e abbiamo deciso di seguire il metodo di certificazione biologica che garantisce l’assenza di prodotti dannosi alla salute dell’uomo nei vegetali.

Questi accorgimenti rendono le nostre foglie qualitativamente superiori a quelle che si possono incontrare per le strade. Soprattutto perché l’Aloe è una pianta depuratrice di ambienti, dunque è facile che le foglie raccolte da piante non controllate siano dannose per la salute dell’uomo. Il metodo biologico è poi rigorosamente applicato anche nel nostro laboratorio, dove produciamo la famosa ricetta di padre Romano Zago, da noi chiamata Aloe Arborescens Sinergia 1, e tanti altri prodotti a base di Aloe Arborescens.
La cosa che ci distingue è la possibilità di lavorare le foglie immediatamente dopo la raccolta, vista la vicinanza delle piantagioni al laboratorio.

Il medodo di preparazione che utilizzate si può riprodurre anche a casa? Se si, può dare qualche consiglio utile ai nostri lettori?

Si, in realtà la ricetta di padre Zago è facilmente riproducibile anche a casa, tant’è che vendiamo anche solo le foglie o la pianta e diamo in questo modo al cliente la possibilità di scegliere se optare per il prodotto finito o se realizzare la ricetta autonomamente a casa propria.

Per eseguire la ricetta, basta fare un semplice frullato contenente, foglie di aloe pulite, miele biologico e alcool (grappa, brandy o distillato di grano).

    Come preparare il succo di aloe arborescens?

  • Staccare le foglie dalla pianta facendo attenzione a reciderle il più vicino possibile al tronco della pianta; lavarle bene sotto acqua corrente; asciugarle altrettanto bene con un canovaccio asciutto, cercando di eliminare ogni residuo d’acqua che rischia di compromettere la conservazione del prodotto;
  • Eliminare le spine, la punta (fino a comparsa del gel) e la base (parte più chiara) della foglia;
  • Tagliare a tocchetti ciò che rimane, pesarla. Preparare lo stesso peso in miele;
  • Versare le foglie, il miele e l’1% di alcool (brandy, grappa o distillato di grano) nel frullatore e attivarlo fino ad ottenere un composto omogeneo con particelle più o meno fini di prodotto;
  • Ora potete bere il vostro succo di aloe fatto in casa 🙂
  • Come conservare il succo di aloe?

  • Potete conservare in frigo il succo di aloe arborescens ottenuto, chiuso in un contenitore scuro possibilmente di vetro;
  • Utilizzate il succo entro 30 giorni da quando l’avete prodotto.

L’Aloina è una sostanza lassativa contenuta nelle foglie di aloe che, se assunta in dosi eccessive, può provocare problemi. Seguendo la ricetta che ci avete indicato, possiamo essere sicuri della quantità di aloina?

L’Aloina contenuta nelle nostre piante è in una concentrazione al di sotto del 2%. Oltretutto, considerando che nella ricetta si usa il 50% di miele, quella percentuale si riduce notevolmente attestandosi su un range di sicurezza.

Un grazie di cuore a Gianni Angileri e tutto lo staff di Teo Natura per la disponibilità e per l’amore che mettono nei loro proparati!

Dove acquistare i prodotti a base di Aloe Arborescens

Aloe Arborescens Sinergia1 (ricetta Padre Zago)

Preparato con foglie fresche di Aloe Arborescens bio, secondo la ricetta di Padre Zago. Disintossicante, ripristinante delle funzionalità intestinali e immunostimolante. Ricco di vitamine, amminoacidi ed altri preziosi principi nutritivi utili all’organismo.

Aloe arborescens: fialette monodose

Confezione costituita da 14 Fialette liofilizzate di succo puro di Aloe arborescens bio, estratto da foglie fresche di Aloe Arborescens spremute a freddo con metodo artigianale e meccanico. Perfetto per chi viaggia o fa sport!

Kit per la ricetta di Padre Romano Zago

Vuoi preparare la ricetta di Padre Romano Zago a casa? Questo kit comprende 500gr di foglie di Aloe Arborescens biologica e un barattolo di miele di acacia da 400 g, ad un prezzo davvero conveniente.

Hai letto: Come preparare il succo di Aloe Arborescens con il metodo di Padre Zago
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

1 COMMENTO

  1. Ho provato più prodotti a base di aloe arborescens essendo affetto da epatite e diverticolosi, la ricetta del frate per me non andava bene in quanto il medico mi ha suggerito di evitare prodotti contenenti alcol e buccia , insomma il suggerimento era quello di rivolgermi ad aziende più tematiche. Così ho fatto dal 2015 utilizzo alternativamente (haimè) i due prodotti più terapeutici presenti sul mercato ovveo Aloe Angel ariel se non ho grosse criticità , diversamente ma è ancora più costosa l’aloe superiore della Ghignone. A mio giudizio questi sono i prodotti più efficaci dopo avere provato molte aziende siciliane e laziali. Purtroppo vale il detto “chi più spende più ci guadagna……in salute”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here