Home Salute Cure naturali I 6 sapori: dolce, acido, salato, amaro, piccante e astringente

I 6 sapori: dolce, acido, salato, amaro, piccante e astringente

Ultima modifica: 2 agosto 2016

3290
0
CONDIVIDI
I sei sapori in Ayurveda

Nell’auyrveda, i sapori degli alimenti svolgono un ruolo importante nel determinare l’alimentazione più equilibrata per il nostro organismo.

L’Ayurveda divide gli alimenti (ma anche le medicine e le emozioni) in 6 sapori, ognuno dei quali è formato dai 5 Elementi in proporzioni diverse, con 3 elementi predominanti per ciascun sapore.

Vediamo ora in che modo i cinque elementi si combinano tra di loro per dare origine ai sapori che influenzano i dosha.

Dal più leggero al più pesante, i Pancha Mahabhutas sono:

SaporeElementiEffetti sui dosha
DolceAcqua+terraV- K+ P-
AcidoTerra+fuocoV- K+ P+
SalatoAcqua+FuocoV- K+ P+
AmaroAria+EtereK- V+ P-
PiccanteFuoco+ariaK- V+ P+
AstringenteAria+terraK- V+ P-

In virtù degli elementi presenti, ogni sapore aggrava (+ aumenta) o pacifica (- diminuisce) un dosha. Per esempio, il sapore dolce è formato da acqua e terra, quindi aggrava Kapha perché questi sono anche gli elementi principali in Kapha dosha.

Il sapore influisce sull’effetto che ogni alimento ha sul nostro corpo

Conoscere i sapori dominanti di un alimento è importante per capire l’effetto che un determinato cibo avrà nel nostro corpo. Attenzione che il sapore, così come la temperatura di un cibo, sono delle qualità intrinseche che possono differire da ciò che normalmente pensiamo. Per esempio secondo questa classificazione, la carne ha un sapore dolce in quanto ha le caratteristiche dei cibi dolci: danno energia e aumentano Kapha dosha.

Qual’è il sapore dei vari alimenti?

I sapori, detti Rasa in sanscrito, sono i seguenti (dal più pesante al più leggero):

Sapore in sanscritoSaporeAlimenti in cui il sapore è predominante
SWADUDolceZucchero raffinato, Frutta, Riso, Grano, Cereali, Latte, Carne
AMLAAcidoAgrumi, Uva, Yogurt, Aceto, Tamarindo, Pomodoro, Vino, Formaggio, Alimenti fermentati
LAVANASalatoSale, alghe
TIKTHAAmaroVerdure a foglia verde, Aloe vera, Curcuma, Scorza di limone, Neem, Cacao, caffè
USHNAPiccantePeperoncino, Aglio, Cumino, Cipolla, Pepe, Zenzero, Cannella, Curcuma, Chiodi di garofano
KASHAYAAstringenteAmla, Melograno, Semi di finocchio, Cannella, Legumi, Banana non matura, Tutte le verdure crude.

 

Le proprietà curative dei 6 sapori:

DOLCE: Il dolce costruisce e rinforza tutti I tessuti del corpo. Armonizza la mente e promuove un senso di appagamento. Disinfiamma le membrane mucose, è espettorante e leggermente lassativo. Riduce la sensazione di bruciore.
SALATO: Il salato è ammorbidente, lassativo e sedativo. In piccole quantità stimola la digestione, in quantità moderate è purgante e in grandi quantità causa il vomito.
ACIDO: L’acido è stimolante, carminativo (elimina il gas), nutriente ed elimina la sete. Accresce tutti i tessuti con l’eccezione dei tessuti riproduttivi, che invece diminuisce.
PUNGENTE: Il pungente è stimolante, carminativo, diaforetico (stimola la sudorazione). Stimola il metabolismo e migliora tutte le funzioni organiche. Aumenta il calore, stimola la digestione ed elimina la sensazione di freddo.
AMARO: L’amaro purifica il sangue, è detossificante e purificante. Riduce tutti i tessuti corporei e aumenta il senso di leggerezza nella mente.
ASTRINGENTE: L’astringente arresta il sanguinamento ed altre fuoriuscite eccessive, come un’eccessiva sudorazione o la diarrea, promuove il rimarginarsi delle ferite e la guarigione delle membrane mucose.

L’equilibrio dei sapori nell’alimentazione ayurvedica

Secondo l’Ayurveda, ogni pasto per essere bilanciato dovrebbe contenere tutti sei i sapori, ovviamente nelle giuste proporzioni (è ovvio che la quantità di pasta e peperoncino in un pasto non deve essere uguale, neanche se siamo di costituzione Kapha!) Ogni sapore è infatti necessario a ciascun dosha, ma in quantità diverse.

Quale gusto è benefico per Vata, quale per Pita e quale per Kapha?

DOLCE: Il dolce è il sapore più comune ed è necessario in quantità significanti a tutti i dosha. Pitta ne richiede quantità maggiori, Vata moderate e Kapha un po’ di meno. Il dolce è necessario per la crescita dei tessuti e per lo sviluppo, ed è il più nutriente dei sapori.
SALATO: Il salato è necessario soprattutto a Vata, in moderazione a Pitta e in moderazione a Kapha. E’ necessario per l’apporto di minerali e per il bilanciamento idrico.
ACIDO: L’acido è necessario soprattutto a Vata, in modo moderato per Kapha e in quantità minore per Pitta. E’ necessario per mantenere l’acidità e alleviare la sete. E’ leggermente nutritivo ma può esaurire i fluidi riproduttivi.
PUNGENTE: Il sapore pungente è necessario soprattutto per “dare una scossa” a Kapha dosha, grazie alle sue proprietà riscaldanti va bene in moderazione anche a Vata (ma in eccesso aggrava Vata perché tende a seccare) e deve essere usato in piccolissime quantità da Pitta. Il pungente è necessario a mantenere attivo il metabolismo, migliorare l’appetito e stimolare la digestione.
AMARO: L’amaro è necessario soprattutto a Pitta e Kapha, in piccolissime quantità a Vata. E’ necessario per la depurazione e la riduzione del peso, ma in eccesso tende ad esaurire. E’ il meno nutritivo dei sei sapori.
ASTRINGENTE: L’astringente è necessario in diverse quantità da ciascun dosha, e in ordine di importanza viene secondo dopo il sapore dolce. Pitta ne ha bisogno di quantità maggiori, Kapha moderate e Vata ne ha meno bisogno.
E’ necessario per mantenere la tonicità dei tessuti e prevenire un’eccessiva eliminazione. Il suo valore nutritivo è dovuto soprattutto alla presenza di minerali. La maggior parte dei vegetali a foglia verde sono astringenti.

Hai letto: I 6 sapori: dolce, acido, salato, amaro, piccante e astringente
Anna Venuti
Laureata in Lingua e Cultura Cinese, insegnante certificata di yoga, operatrice olistica con un diploma in Ayurveda e Panchkarma, appassionata di cucina naturale, erbe spontanee e crescita personale. Sensibile ai problemi ecologici, si impegna per un ritorno ad una vita più semplice e vera a contatto con la natura e le sue leggi. Tiene un blog dove parla di salute naturale, Ayurveda, erbe spontanee e medicinali, alimentazione vegana e crudista. www.meravigliaviva.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here